Mutuo per acquisto attività commerciale
Settembre da incubo per Wall Street: occhio ad alcuni indicatori che lanciano dei segnali d’acquisto
Indici azionari di Wall Street in profondo rosso a settembre. Quando manca una seduta al termine del mese e del trimestre lo S&P 500 e gli altri principali indici viaggiano sui minimi annui. L?indice S&P 500 è capitolato del 7,9% a settembre, il Dow Jones ha sofferto un tonfo del 7,2% e peggio fa il
Porsche in Borsa vale più del doppio di Ferrari. Confronto con le altre big auto e prospettive dopo l’IPO più attesa del 2022
Porsche si è quotata sulla Borsa di Francoforte con il ticker P911 in quella che era l?Ipo più attesa dell?anno e non ha deluso le aspettative. Si tratta infatti della maggiore IPO dell?ultimo decennio in Europa. Il debutto è avvenuto in una giornata debole per i mercati, ma Porsche dopo aver aperto a 84 euro,
Mps: aumento capitale s’ha da fare o no ora? Il nodo Axa-Anima. Titolo ancora sotto attacco
Si sta per chiudere una settimana a dir poco concitata per Mps, la banca senese guidata dal ceo Luigi Lovaglio, alle prese con una operazione di aumento di
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    37
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    859005

    Mutuo per acquisto attività commerciale

    Sono qui a chiedere un aiuto per una faccenda che mi sta parecchio a cuore. Sto valutando di acquistare una tabaccheria/ricevitoria già avviata. Oggi sono stato in banca - è la prima banca che ho interpellato al riguardo, perciò spero tanto di trovare soluzioni migliori altrove - la quale mi ha detto che sarebbe disposta a farmi un mutuo liquidità, pertanto erogandomi una somma non superiore al 65% del valore dell'immobile su cui faccio scrivere ipoteca. Ma non mi basta. Ho trovato una tabaccheria/ricevitoria che fa 120mila di aggi annui, mi chiedono 300 + magazzino (mi hanno detto che c'è abbastanza roba, ho calcolato un 40mila) + una tantum ai Monopoli (ho calcolato sui 30mila) + 10mila fra notaio, spese mutuo, etc. Fa un totale di 380. Io ne ho 120 da mettere. Me ne servono 260. Fa da garante anche mio padre con il suo reddito da pensione di 2000 euro al mese. E ci metto la casa. Ma se la banca mi eroga liquidità solo per il 65%del suo valore, non arrivo a 260, la casa dovrebbe valerne 400 ma non li vale, credo possa valerne sui 250, ma per avere una valutazione precisa ci vorrebbe una perizia. Tra l'altro ho parlato anche con Fidimpresa, la quale, se per fare il mutuo passo attraverso loro, si fa garante del 25% della somma erogata a mutuo.

    Help me!! Mi spiacerebbe dover mollare proprio ora. Anche perché tra l'altro con un mutuo 15ennale, avrei da pagare una rata mensile sui 1700 euro. Ho fatto un po' di calcoli a spanne, e dei 120mila di utile lordo annuo mi rimarrebbero al netto di Inps, Irap, canone di locazione, spese varie, Irpef, sui 64mila euro. Dato che al momento le persone che ci lavorano dentro sono due (marito e moglie) e che dunque saremmo sufficienti (almeno per i primi tempi) io e mio papà il quale appunto mi aiuterebbe e mi verrebbe incontro senza certo chiedermi di essere stipendiato proprio perché ha già i suoi 2000 euro di pensione, fatti un po' di calcoli mi troverei con circa 64mila:12=5300 euro circa al mese disponibili, per cui una rata da 1700 potrei tranquillamente permettermi di pagarla. Dover rinunciare a tutto solo per insufficienza di garanzie mi spiacerebbe davvero.

    Un sentito grazie fin d'ora a chiunque saprà e vorrà aiutarmi.

  2. #2

    Data Registrazione
    Mar 2011
    Messaggi
    133
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    1095869
    Citazione Originariamente Scritto da giovanni_ve Visualizza Messaggio
    Sono qui a chiedere un aiuto per una faccenda che mi sta parecchio a cuore. Sto valutando di acquistare una tabaccheria/ricevitoria già avviata. Oggi sono stato in banca - è la prima banca che ho interpellato al riguardo, perciò spero tanto di trovare soluzioni migliori altrove - la quale mi ha detto che sarebbe disposta a farmi un mutuo liquidità, pertanto erogandomi una somma non superiore al 65% del valore dell'immobile su cui faccio scrivere ipoteca. Ma non mi basta. Ho trovato una tabaccheria/ricevitoria che fa 120mila di aggi annui, mi chiedono 300 + magazzino (mi hanno detto che c'è abbastanza roba, ho calcolato un 40mila) + una tantum ai Monopoli (ho calcolato sui 30mila) + 10mila fra notaio, spese mutuo, etc. Fa un totale di 380. Io ne ho 120 da mettere. Me ne servono 260. Fa da garante anche mio padre con il suo reddito da pensione di 2000 euro al mese. E ci metto la casa. Ma se la banca mi eroga liquidità solo per il 65%del suo valore, non arrivo a 260, la casa dovrebbe valerne 400 ma non li vale, credo possa valerne sui 250, ma per avere una valutazione precisa ci vorrebbe una perizia. Tra l'altro ho parlato anche con Fidimpresa, la quale, se per fare il mutuo passo attraverso loro, si fa garante del 25% della somma erogata a mutuo.

    Help me!! Mi spiacerebbe dover mollare proprio ora. Anche perché tra l'altro con un mutuo 15ennale, avrei da pagare una rata mensile sui 1700 euro. Ho fatto un po' di calcoli a spanne, e dei 120mila di utile lordo annuo mi rimarrebbero al netto di Inps, Irap, canone di locazione, spese varie, Irpef, sui 64mila euro. Dato che al momento le persone che ci lavorano dentro sono due (marito e moglie) e che dunque saremmo sufficienti (almeno per i primi tempi) io e mio papà il quale appunto mi aiuterebbe e mi verrebbe incontro senza certo chiedermi di essere stipendiato proprio perché ha già i suoi 2000 euro di pensione, fatti un po' di calcoli mi troverei con circa 64mila:12=5300 euro circa al mese disponibili, per cui una rata da 1700 potrei tranquillamente permettermi di pagarla. Dover rinunciare a tutto solo per insufficienza di garanzie mi spiacerebbe davvero.

    Un sentito grazie fin d'ora a chiunque saprà e vorrà aiutarmi.

    prova su questo sito: MutuiOnline-Confronta mutui di 40 banche. Mutuo casa ai migliori tassi

  3. #3

    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    37
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    859005
    Ho visionato il sito, purtroppo non c'è molto e non ho trovato nulla che mi possa essere d'aiuto.

  4. #4

    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    790
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da giovanni_ve Visualizza Messaggio
    Sono qui a chiedere un aiuto per una faccenda che mi sta parecchio a cuore. Sto valutando di acquistare una tabaccheria/ricevitoria già avviata. Oggi sono stato in banca - è la prima banca che ho interpellato al riguardo, perciò spero tanto di trovare soluzioni migliori altrove - la quale mi ha detto che sarebbe disposta a farmi un mutuo liquidità, pertanto erogandomi una somma non superiore al 65% del valore dell'immobile su cui faccio scrivere ipoteca. Ma non mi basta. Ho trovato una tabaccheria/ricevitoria che fa 120mila di aggi annui, mi chiedono 300 + magazzino (mi hanno detto che c'è abbastanza roba, ho calcolato un 40mila) + una tantum ai Monopoli (ho calcolato sui 30mila) + 10mila fra notaio, spese mutuo, etc. Fa un totale di 380. Io ne ho 120 da mettere. Me ne servono 260. Fa da garante anche mio padre con il suo reddito da pensione di 2000 euro al mese. E ci metto la casa. Ma se la banca mi eroga liquidità solo per il 65%del suo valore, non arrivo a 260, la casa dovrebbe valerne 400 ma non li vale, credo possa valerne sui 250, ma per avere una valutazione precisa ci vorrebbe una perizia. Tra l'altro ho parlato anche con Fidimpresa, la quale, se per fare il mutuo passo attraverso loro, si fa garante del 25% della somma erogata a mutuo.

    Help me!! Mi spiacerebbe dover mollare proprio ora. Anche perché tra l'altro con un mutuo 15ennale, avrei da pagare una rata mensile sui 1700 euro. Ho fatto un po' di calcoli a spanne, e dei 120mila di utile lordo annuo mi rimarrebbero al netto di Inps, Irap, canone di locazione, spese varie, Irpef, sui 64mila euro. Dato che al momento le persone che ci lavorano dentro sono due (marito e moglie) e che dunque saremmo sufficienti (almeno per i primi tempi) io e mio papà il quale appunto mi aiuterebbe e mi verrebbe incontro senza certo chiedermi di essere stipendiato proprio perché ha già i suoi 2000 euro di pensione, fatti un po' di calcoli mi troverei con circa 64mila:12=5300 euro circa al mese disponibili, per cui una rata da 1700 potrei tranquillamente permettermi di pagarla. Dover rinunciare a tutto solo per insufficienza di garanzie mi spiacerebbe davvero.

    Un sentito grazie fin d'ora a chiunque saprà e vorrà aiutarmi.
    Pare che ti mancherebbero 160-180 all'appello, ipotizzando che ti eroghino il mutuo. Fossi in te mi cercherei un paio di soci (non necessariamente prestatori d'opera) per coprire la differenza.
    Pian piano potresti ricomprare le loro quote, ovviamente ad un prezzo rivisto sulla base dell'andamento dell'attività (altrimenti non avrebbero certo interesse ad entrare in società). Considerando il tuo utile netto prospettico di 64k su un fatturato di 120k (mi pare un po' altino...hai conteggiato la rata da pagare alla banca, vero?), in circa dieci anni dovresti diventare padrone dell'intera attività, dal punto di vista societario.

    Per esperienza familiare, un esercizio commerciale è veramente redditizio solo se il gestore ci mette passione e non lavora tanto per far cassa. In questa ottica ce la dovresti fare.

    PS = alcuni enti locali ogni tanto emanano dei bandi di gara per finanziare giovani o nuovi imprenditori. Prova ad informarti sui loro siti.

  5. #5

    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    37
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    859005
    Purtroppo il destinatario del provvedimento amministrativo di concessione che permette la rivendita di generi di monopolio, può essere esclusivamente una persona fisica (con la sola eccezione delle rivendite speciali, solo in quel caso il titolare della concessione può essere una società, è il caso delle aree di servizio autostradali, per intenderci), dunque la strada della costituzione societaria mi è preclusa dal momento che questo genere di attività può essere esercitato solo sotto la forma della ditta individuale.

    Ai 64k di utile netto va tolta la rata della banca, se annualmente devo corrispondere alla banca 20k mi rimarrebbero cmq 44k x vivere, direi ampiamente sufficienti.

  6. #6

    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    3,862
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    101 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    questo non è un mutuo per liquidità.E' un mutuo per investimento. Più investimento di rilevare un'attività....
    Riparlane con la tua banca, o con un'altra. E' probabile che con l'associazione a una categoria tu riesca a trovare una garanzia al 50%. I tabaccai con chi stanno? confcommercio?confesercenti? prova a chiedere a loro.

    Sui calcoli mi sembri molto sul filo del rasoio.... la rata è variabile immagino. Ecco....
    Occhio con le tabaccherie, ne stanno vendendo parecchie.
    Altre due cose: il magazzino guardalo bene, ci lasciano dentro di tutto; il prezzo è definitivo? altrimenti contratta in modo spietato su quello, al giorno d'oggi non si trovano molti disosti a spendere cifre simili, il venditore non avrà esattamente la fila fuori dalla porta....

  7. #7

    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    37
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    859005
    Grazie mille per la risposta, n.t.q. In effetti mi è stato detto da un amico bancario che si occupa anche di mutui, che il mutuo liquidità è un mutuo non finalizzato, ma se io chiedo un prestito per rilevare un'attività il fine c'è, eccome. Ad ogni modo approfondirò meglio la faccenda con la banca cui mi sono rivolto, la persona con cui ho parlato la scorsa volta non si occupa di imprese ma privati, mi ha cmq seguito lei in assenza della persona che si occupa delle imprese che sarebbe rientrata settimana successiva.

    I tabaccai hanno una loro associazione di categoria, la FIT, a sua volta tra le fondatrici di Confcommercio. Quando ho chiesto per il mutuo mi hanno mandato da Fidimpresa, che garantirebbe - poiché rientriamo nel aso di mutuo ipotecario - il 25%. In effetti anch'io preferirei trovare un'associazione cui associarmi che garantisse il 50. Proverò anche qui a chiedere meglio.

    La rata sarebbe fissa, non variabile. Preferisco pagare uno sconto sul tasso ma avere la certezza di una rata fissa.

    Perché dici che sono a filo con i conti? Se gl introiti mensili sono di 5k, con una rata fissa di 1700 non dovrei avere problemi. E' 1/3 degli introiti. E penso che 3300 euro mi sarebbero sufficienti per vivere.

  8. #8

    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    790
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da giovanni_ve Visualizza Messaggio
    Purtroppo il destinatario del provvedimento amministrativo di concessione che permette la rivendita di generi di monopolio, può essere esclusivamente una persona fisica (con la sola eccezione delle rivendite speciali, solo in quel caso il titolare della concessione può essere una società, è il caso delle aree di servizio autostradali, per intenderci), dunque la strada della costituzione societaria mi è preclusa dal momento che questo genere di attività può essere esercitato solo sotto la forma della ditta individuale.

    la persona fisica può essere tranquillamente un socio, basta che la società che ha in carico il bar dia in comodato al socio in questione parte dei locali per l'attività collegata ai monopoli.

    Citazione Originariamente Scritto da giovanni_ve Visualizza Messaggio
    Ai 64k di utile netto va tolta la rata della banca, se annualmente devo corrispondere alla banca 20k mi rimarrebbero cmq 44k x vivere, direi ampiamente sufficienti.
    l'utile netto quindi è di 44k. Scusa la pignoleria, ma i servizi bancari costituiscono costi per l'impresa e come tali vanno trattati

  9. #9

    Data Registrazione
    Apr 2011
    Messaggi
    37
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    859005
    Citazione Originariamente Scritto da dtosti Visualizza Messaggio
    la persona fisica può essere tranquillamente un socio, basta che la società che ha in carico il bar dia in comodato al socio in questione parte dei locali per l'attività collegata ai monopoli.
    Nel mio caso non c'è un bar di mezzo, ma un unico locale adibito all'attività di rivendita/ricevitoria. Ritieni cmq percorribile la strada della costituzione societaria?

  10. #10
    L'avatar di Rebirth
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    19,373
    Mentioned
    53 Post(s)
    Quoted
    4503 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    prova a chiedere anche nella sezione Officine Giuridiche, magari possono esserti d'aiuto

Accedi