SNAM: l'altro superbot n.4 - Pagina 20
Bce e tassi, Deutsche Bank più hawkish: inflazione rallenterà meno delle attese, rialzo tassi già quest’anno. Il rischio stretta 50 pb
Primo rialzo dei tassi da parte della Bce a dicembre di quest'anno: è l'outlook firmato dagli economisti di Deutsche Bank che, in un momento in cui i mercati percepiscono il …
Bitcoin e Nasdaq vanno a braccetto, si scalfisce il mito della decorrelazione delle crypto dalle asset classs tradizionali
Tentativo di stabilizzazione dei prezzi per le criptovalute dopo la grande caduta dell’ultima settimana. Rimane comunque alta l’attesa per la Fed in quanto toni hawkish della banca centrale Usa potrebbero …
Ica 2021: a Leonteq il Premio per il Certificato dell?Anno
Quest?anno è stata Leonteq ad aggiudicarsi con un suo prodotto il prestigioso Premio per il Certificato dell?Anno degli ICA 2021, un riconoscimento che è stato commentato dalle parole di Marco Occhetti. La quindicesima edizione dell?Italian Certificate Awards (ICA) si …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #191

  2. #192
    L'avatar di lupo della steppa
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Messaggi
    12,237
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    3165 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    MARKET TALK: Snam, Equita conferma hold
    29/11/2021 12:10 MF-DJ
    MILANO (MF-DJ)--Equita Sim conferma la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 5,1 euro su Snam (+1,19% a 5,004 euro) dopo che e'' stato siglato un accordo per l''acquisto da Eni del 49,9% "di una serie di societa'' che gestiscono i due gruppi di gasdotti internazionali che collegano l`Algeria all`Italia. Si tratta in particolare dei gasdotti onshore che dal confine tra Algeria e Tunisia arrivano alla costa tunisina e i gasdotti offshore che collegano la Tunisia all`Italia. L`operazione e'' soggetta alle autorizzazioni delle autorita'', incluso lo Stato tunisino, e il closing e'' atteso nel terzo trimestre 2022. Snam consolidera'' ad equity la partecipazione. Il prezzo e'' di 385 mln e le societa'' incluse nel deal hanno registrato un utile di 90 mln nel 2020, che implica un PE 2020 di 8,6 volte. Il Ceo Alvera'' ha sottolineato che l`operazione proietta l`infrastruttura di Snam fino al Nord Africa, area chiave per le forniture di gas e in futuro dell`idrogeno. Il Nord Africa e'' atteso diventare un hub per la produzione di energia solare e di idrogeno verde. Il prezzo pagato ci pare ragionevole, andranno verificati il debito, l`Ebitda complessivo dalle societa'' incluse nella newco e quale visibilita'' assicurano i relativi contratti", commentano gli esperti. Equita cita poi i rumors "secondo i quali Macquarie Infrastructure sarebbe interessata a una quota di minoranza negli stocaggi gas di Snam. I contatti sarebbero in fase iniziale e non e'' detto che si arrivi ad una offerta. Snam starebbe verificando la possibilita'' di utilizzare i propri stoccaggi per l`idrogeno, opzione che renderebbe Stogit interessante anche in ottica `Energy Transition`. Stogit e'' completamente regolata con una RAB di 4 mld ed e'' un asset core per il gruppo. Riteniamo che Snam possa valutare l`apertura del capitale di Stogit per accelerare opportunita'' di investimento nell`Energy Transition (idrogeno), con progetti che assicurino un internal rate of return ponderato superiore a quello regolato".
    pl

  3. #193

    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    5,355
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1108 Post(s)
    Potenza rep
    32353328
    @snam nuovo PIANO IND.LE div 5.15%, fatturato e utili in aumento, tutto su h2green e de nora ipo inizio 2022. @snam ns tgt pr 13e,ora 5.03e. Snam: piu investimenti nel piano 2021-2025 con significative opportunita di crescita al 2030 grazie all’accelerazione della transizione verso il "net zero"

  4. #194
    L'avatar di Superspazzola
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    30,617
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    2473 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Le prime due pagine del comunicato stampa sul nuovo piano industriale ql 2025:


    SNAM: l'altro superbot n.4-schermata-2021-11-29-alle-13.28.32.jpg

    SNAM: l'altro superbot n.4-schermata-2021-11-29-alle-13.29.04.jpg

    Sul sito della società l'intero comunicato:

    https://www.snam.it/export/sites/sna...-2021-2025.pdf

  5. #195
    L'avatar di Superspazzola
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    30,617
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    2473 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Stralcio la parte riguardante i dividendi:

    "Dividendo: confermata crescita del dividendo per azione del 5% al 2022, estesa al 2025 la crescita minima del 2,5% prevista nel periodo 2022-2024"

    invariato rispetto al precedente piano

  6. #196
    L'avatar di Superspazzola
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    30,617
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    2473 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    De Nora

    L’investimento in De Nora

    Nel corso dell’ultimo anno, coerentemente con il proprio posizionamento lungo l’intera catena del valore delle tecnologie per il net zero, Snam ha investito in De Nora, leader globale nelle tecnologie sostenibili, con significative potenzialità di crescita sia nei componenti per la produzione di idrogeno verde sia nel trattamento delle acque. La società continua a generare risultati in crescita e migliori delle aspettative ed è posizionata in modo ideale per diventare un operatore di riferimento nel settore dell’idrogeno grazie alle proprie competenze e facendo leva anche sulla partnership con TKUCE, joint venture con ThyssenKrupp, della quale detiene il 34% e per la quale ha diritto di nomina del Chief Technology Officer.
    De Nora prevede di chiudere il 2021 con oltre 600 milioni di euro di ricavi, in crescita del 20% circa rispetto al 2020 e sta sviluppando una promettente pipeline di iniziative idrogeno. La collaborazione con De Nora permette a Snam di accrescere ulteriormente la propria capacità di sviluppare nuovi progetti a livello internazionale. Snam, inoltre, supporterà De Nora nella realizzazione di una Gigafactory italiana di elettrolizzatori per la produzione di idrogeno verde, per la quale è stata presentata richiesta nell’ambito del programma IPCEI. Sia De Nora che la partnership con TKUCE hanno oggi una capacità installata per produrre elettrolizzatori di 1 GW ciascuno.
    L’investimento di Snam in De Nora è di circa 450 milioni di euro (incluso il valore attribuito alla quota nella JV con TKUCE) per una quota di circa il 35,6%, con l’obiettivo di supportare la società nella futura fase di crescita, che potrebbe prevedere una IPO nel corso del 2022, compatibilmente con le condizioni di mercato.

  7. #197

    Data Registrazione
    Feb 2018
    Messaggi
    284
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    146 Post(s)
    Potenza rep
    2947684
    Citazione Originariamente Scritto da Superspazzola Visualizza Messaggio
    Stralcio la parte riguardante i dividendi:

    "Dividendo: confermata crescita del dividendo per azione del 5% al 2022, estesa al 2025 la crescita minima del 2,5% prevista nel periodo 2022-2024"

    invariato rispetto al precedente piano
    Ciao, sono un neo azionista, chiedo attualmente è del 5% il dividendo, quindi nel 2022 oltre allo stacco del 26 gennaio di 0,148 ve ne saranno altri? Ed inoltre da quello che leggo vogliono aumentare il rendimento dal 5 al 7,5% nei prossimi anni giusto?

  8. #198
    L'avatar di Superspazzola
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    30,617
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    2473 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Accordo Eni e Snam, analisti vedono impatto su utile e transizione energetica

    Gli analisti giudicano positivamente l'acquisito da parte di Snam del 49,9% di società che gestiscono i gasdotti fra Algeria e Italia da Eni. Bene il potenziale interesse di Macquarie per una quota in Stogit, come riportato da Bloomberg


    di Rossella Savojardo 29/11/2021 12:10

    Equita Sim conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 15 euro su Eni (+2,1% a 11,772 euro) dopo che il gruppo ha firmato un accordo per la cessione a Snam del 49,9% (rating hold e target price a 5,1 euro) delle partecipazioni nei gasdotti internazionali che collegano l'Algeria all'Italia. L'operazione prevede la costituzione di una newco italiana, di cui Eni continuerà a detenere il 50,1%, mentre il restante 49,9% verrà ceduto a Snam per un importo di 385 milioni di euro.

    "L'accordo consente di valorizzare in maniera sinergica le rispettive competenze di Eni e Snam su una rotta strategica per la sicurezza degli approvvigionamenti di gas naturale in Italia, favorendo potenziali iniziative di sviluppo nella catena del valore dell'idrogeno dal Nord Africa", evidenzia Equita Sim, che sottolinea che l'accordo prevede anche un meccanismo di earn-in ed earn-out sulla base dei ricavi delle società target.

    "Nel 2020 le società in oggetto avevano generato un utile di 90 milioni. L'operazione dovrebbe chiudersi entro il terzo trimestre 2022", commenta, spiegando che per Eni la cessione consente di liberare ulteriori risorse da dedicare al percorso di energy transition. I volumi di gas importati dall'Algeria rappresentavano in media il 10% dei volumi approvvigionati all'estero. Eni possiede anche i gasdotti Greenstream (dalla Libia) e Blue Stream in joint venture (dalla Russia via Turchia) per una capacità complessiva delle due infrastrutture di 24 miliardi. "La nostra valutazione degli asset Ggp è pari a 1 miliardo di euro, mentre la valutazione implicita del deal per i soli gasdotti Eni è di circa 1,1 miliardo", concludono gli analisti.

    Sulle due società anche Intesa Sanpaolo conferma il rating hold su Snam e add su Eni con un prezzo obiettivo, rispettivamente, a 5,4 e a 14,50 euro. "Crediamo che questa transazione possa supportare il finanziamento di Eni per gli investimenti legati alla transizione energetica. Snam potrebbe continuare a gestire asset infrastrutturali consolidati come equity associates, che riteniamo possano avere un impatto sull'utile netto nei prossimi decenni", commenta la banca.

    Banca Akros (su Eni ha una raccomandazione buy e un target price a 14,50 euro) ritiene che l'accordo consentirà alla società del Cane a sei zampe di liberare nuove risorse e di creare sinergie e per questo la giudica una buona notizia. Su quest'ultimo punto concorda Bestinver, che su Eni ha un rating hold. "Quest'operazione supporta la strategia della società per ottimizzare il proprio portafoglio e liberare nuove risorse per accelerare la crescita nei settori legati alla transizione energetica", spiega il broker, "in termini di multipli di valutazione, tuttavia, non vediamo impatti significativi, in quanto il prezzo di vendita del 49,9% della newco corrisponde a un p/e di 8,6 volte sugli utili del 2020, che è molto vicino al p/e di Eni sulle aspettative per il 2022 (8,9 volta il consenso).

    Il titolo Snam tratta intanto al rialzo dell'1,01% a 5 euro, mentre Equita riporta anche che i rumor ripresi da Bloomberg secondo i quali Macquarie Infrastructure sarebbe interessata a una quota di minoranza negli stoccaggi gas di Snam. Secondo le fonti, i contatti sarebbero in fase iniziale e non è detto che si arrivi a un'offerta. Snam starebbe verificando la possibilità di utilizzare i propri stoccaggi per l'idrogeno, opzione che renderebbe Stogit interessante anche in relazione alla transizione energetica.

    "Stogit è completamente regolata con un capitale investito regolatorio di 4 miliardi ed è un core-assets per il gruppo" spiega la sim che ritiene che Snam possa valutare l'apertura del capitale di Stogit per accelerare opportunità di investimento nella transizione energetica a idrogeno, con progetti che assicurino un tasso interno di rendimento ponderato superiore a quello regolato. Intesa stima che il capitale investito di stoccaggio sia di circa 4 miliardi di euro alla fine dell'anno. "Probabilmente riceveremo maggiori chiarimenti sulla logica strategica durante la presentazione del piano strategico di questo pomeriggio", conclude.

  9. #199
    L'avatar di Superspazzola
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    30,617
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    2473 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da Gain man Visualizza Messaggio
    Ciao, sono un neo azionista, chiedo attualmente è del 5% il dividendo, quindi nel 2022 oltre allo stacco del 26 gennaio di 0,148 ve ne saranno altri? Ed inoltre da quello che leggo vogliono aumentare il rendimento dal 5 al 7,5% nei prossimi anni giusto?
    Il 5% riguarda l'esercizio in corso ed il prossimo. Il 2,5% (come minimo) verrà conteggiato sulla cedola ricavata per il 2022, che sarà in pagamento nel 2023, e negli anni successivi fino al 2025 ma sempre a valere sull'ammontare dell'esercizio precedente.

  10. #200
    L'avatar di Superspazzola
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    30,617
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    2473 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Snam: Standard Ethics conferma Security SER a ESG Euro-Commercial Paper

    MILANO (MF-DJ)--Standard Ethics ha confermato il Security SER "EE" all'Euro-Commercial Paper Programme for the Issuance of Notes and ESG Notes di Snam. Il Corporate Rating di Snam e' "EE-" con Outlook "Positivo". Snam, spiega una nota, e' un operatore mondiale di infrastrutture energetiche. Le attivita' della societa' comprendono il trasporto, rigassificazione e stoccaggio di gas naturale oltre a nuovi business della transizione energetica. com/fch (fine) MF-DJ NEWS

Accedi