Unieuro vol. 3: Batte. Forte. Sempre. - Pagina 91
Webinars UniCredit: I settori e i megatrend candidati a primeggiare nel post-Covid
Torna l?appuntamento mensile con i Webinars Trading & Investimenti di UniCredit, giovedì 24 giugno ore 17.00. Ospiti del webinar Enrico Malverti, trader professionista membro del Comitato Direttivo di SIAT (Società …
Fed più hawkish e Bce dovish fanno scattare i buy sul dollaro. Goldman Sachs e Deutsche Bank rinunciano a view bullish su euro
La Fed più hawkish non avrà convinto il mercato dei Treasuries Usa - i rendimenti decennali rimangono ostinatamente sotto l'1,5% - , ma ha dato sicuramente una bella scossa al …
Scegliere il POS giusto, le offerte Easy di Axerve a canone o a commissioni
Combattere l?evasione fiscale e il riciclaggio di denaro proveniente da attività illecite, contribuendo al tempo stesso alla riduzione dell?uso del contante: questo l?obiettivo della tracciabilità dei pagamenti, uno strumento adottato …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #901

    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    950
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    52 Post(s)
    Potenza rep
    16601654
    Citazione Originariamente Scritto da Asperger Visualizza Messaggio
    ho visto da unieuro disoccupato con reddito da divanaza cambiare penultimo modello di iphone con ultimissimo modello,

    ecco credo che l'unica incertezza è che forse, prima o poi, questo bengodi possa incrinarsi
    É un discorso interessante: oggi iPhone e altri oggetti tecnologici vengono percepiti come priorità (anche da chi magari dovrebbe/potrebbe pensare ad altro). Buon per noi azionisti di Unieuro.

  2. #902
    L'avatar di dbtrad
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Messaggi
    7,658
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    2307 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Diesel_62 Visualizza Messaggio
    In tutte le cose negative su questo titolo di questi giorni, ne vedo solo una che mi preoccupi. Sembra banale ma i realizzi del management non mi piacciono mai.
    Ok, le hanno in mano a 11, a 21 le vendono, ma se gli elementi che hanno in mano loro (che sono per forza diversi dai nostri, inutile dirlo), facesse pensare alle quotazioni di medio periodo che ci sia scritti un po' tutti qui in questi giorni, le avrebbero tenute.

    Speriamo bene
    Per quelle vendite c'è anche da aprire un capitolo fiscale.
    Per loro, purtroppo, la salita a rotta di collo di aprile è stata uno svantaggio, visto che pagano aliquota irpef (immagino la più alta, visto i ruoli) sulla differenza di valore tra prezzo di esercizio (11), e prezzo al momento dell'esercizio (25 o 26, dipende in giorno effettivo). Per loro erano molto meglio i 14 euro di inizio anno, per poi decollare a scoppio ritardato.
    Certo, di solito si vende immediatamente una piccola parte, per esigenze fiscali, qui hanno forse un po' esagerato. Almeno come "timing", scaricare anche sotto 22 dopo 3 giorni di crollo non proprio una bella figura.

    Di contro, a 21,50-21,60 è arrivato in acquisto il patron di Iliad in persona, che in due giorni ne ha tirate su 320.000.
    Probabile che sia un livello di prezzo difficile da forare, con un compratore forte appollaiato.
    Ultima modifica di dbtrad; 14-05-21 alle 09:32

  3. #903

    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    12,838
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2198 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da gubellina Visualizza Messaggio
    É un discorso interessante: oggi iPhone e altri oggetti tecnologici vengono percepiti come priorità (anche da chi magari dovrebbe/potrebbe pensare ad altro). Buon per noi azionisti di Unieuro.
    E allora aggiungiamo pure che Emak ha innescato un forte trend per il boom del giardinaggio domestico correlato al lockdown ma nessuno prevede che con l'augurabile ritorno alla vita normale i suoi ricavi possano calare; non sono pratico forse i tagliaerba sono usa e getta. Vabbè.
    Si torna al punto di partenza per il quale ognuno è libero di valutare i titoli come meglio crede e su Unieuro anche per il corrente esercizio prevedo una base di ricavi e utili soddisfacente.
    C'è ancora qualche vendita, vediamo con quali volumi e fino a quale livello. Personalmente sono molto vicino a incrementare perchè potrei preferire puntare su Uniero piuttosto che sul possibile rilancio di Opa su Carraro.
    Ultima modifica di maxxbor; 14-05-21 alle 09:37

  4. #904
    L'avatar di dbtrad
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Messaggi
    7,658
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    2307 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da maxxbor Visualizza Messaggio
    E allora aggiungiamo pure che Emak ha innescato un forte trend per il boom del giardinaggio domestico correlato al lockdown ma nessuno prevede che con l'augurabile ritorno alla vita normale i suoi ricavi possano calare; non sono pratico forse i tagliaerba sono usa e getta. Vabbè.
    Si torna al punto di partenza per il quale ognuno è libero di valutare i titoli come meglio crede e su Unieuro anche per il corrente esercizio prevedo una base di ricavi e utili comunque soddisfacente.
    C'è ancora qualche vendita, vediamo con quali volumi e fino a quale livello. Personalmente sono molto vicino a incrementare perchè potrei preferire puntare su Uniero piuttosto che su un possibile rilancio di Opasu Carraro.
    Emak non era salita del 50% rispetto ai massimi storici pre covid. Ove lo facesse, sarebbe a 3 euro.

  5. #905

    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    12,838
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2198 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da dbtrad Visualizza Messaggio
    Emak non era salita del 50% rispetto ai massimi storici pre covid. Ove lo facesse, sarebbe a 3 euro.
    Il paragone percentuale è relativo, il concetto è che da una parte si ha fiducia in una continuazione di vendite pur in un contesto di possibile rientro del business e dall'altra si va quasi esclusivamente alla ricerca di quello che potrebbe non andare al meglio. Su Unieuro è un fatto storico, è così da quando è quotata e la sua risposta sono state delle puntuali ottime trimestrali. A queste oggi aggiungo un dvd dell'11% e un socio forte che vuole intanto arrivare al 20. A me basta e avanza per avere fiducia.
    Già scambiati 50.000 pezzi in meno di un'ora.

    PS Ieri su Cnbc c'è stata una esaustiva analisi di Andrea Cartisano. Ha rilevato che praticamente mai aveva visto stornare un titolo dopo l'erogazione di un dividendo di tale portata e che, dichiarandosi in acquisto, la vede in molto probabile ritorno almeno sui 24.

  6. #906
    L'avatar di plak
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    18,979
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    5095 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Dico una banalità, ma la curva dello short è in salita, secondo me verranno tempi migliori quando questa curva farà la sua discesa.
    In teoria mi aspetto che il fondo short si ricopra ben prima della cedola.
    Io temporeggio.

  7. #907
    L'avatar di ati
    Data Registrazione
    May 2014
    Messaggi
    14,849
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    18 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da dbtrad Visualizza Messaggio
    Per quelle vendite c'è anche da aprire un capitolo fiscale.
    Per loro, purtroppo, la salita a rotta di collo di aprile è stata uno svantaggio, visto che pagano aliquota irpef (immagino la più alta, visto i ruoli) sulla differenza di valore tra prezzo di esercizio (11), e prezzo al momento dell'esercizio (25 o 26, dipende in giorno effettivo). Per loro erano molto meglio i 14 euro di inizio anno, per poi decollare a scoppio ritardato.
    Certo, di solito si vende immediatamente una piccola parte, per esigenze fiscali, qui hanno forse un po' esagerato. Almeno come "timing", scaricare anche sotto 22 dopo 3 giorni di crollo non proprio una bella figura.

    Di contro, a 21,50-21,60 è arrivato in acquisto il patron di Iliad in persona, che in due giorni ne ha tirate su 320.000.
    Probabile che sia un livello di prezzo difficile da forare, con un compratore forte appollaiato.
    ... ... ...

  8. #908

    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    94
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    44 Post(s)
    Potenza rep
    4341319
    Citazione Originariamente Scritto da dbtrad Visualizza Messaggio
    Per quelle vendite c'è anche da aprire un capitolo fiscale.
    Per loro, purtroppo, la salita a rotta di collo di aprile è stata uno svantaggio, visto che pagano aliquota irpef (immagino la più alta, visto i ruoli) sulla differenza di valore tra prezzo di esercizio (11), e prezzo al momento dell'esercizio (25 o 26, dipende in giorno effettivo). Per loro erano molto meglio i 14 euro di inizio anno, per poi decollare a scoppio ritardato.
    Certo, di solito si vende immediatamente una piccola parte, per esigenze fiscali, qui hanno forse un po' esagerato. Almeno come "timing", scaricare anche sotto 22 dopo 3 giorni di crollo non proprio una bella figura.

    Di contro, a 21,50-21,60 è arrivato in acquisto il patron di Iliad in persona, che in due giorni ne ha tirate su 320.000.
    Probabile che sia un livello di prezzo difficile da forare, con un compratore forte appollaiato.

    questa una gran bella notizia !

  9. #909
    L'avatar di b&t
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    7,234
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    1915 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da maxxbor Visualizza Messaggio
    Il paragone percentuale è relativo, il concetto è che da una parte si ha fiducia in una continuazione di vendite pur in un contesto di possibile rientro del business e dall'altra si va quasi esclusivamente alla ricerca di quello che potrebbe non andare al meglio. Su Unieuro è un fatto storico, è così da quando è quotata e la sua risposta sono state delle puntuali ottime trimestrali. A queste oggi aggiungo un dvd dell'11% e un socio forte che vuole intanto arrivare al 20. A me basta e avanza per avere fiducia.
    Già scambiati 50.000 pezzi in meno di un'ora.

    PS Ieri su Cnbc c'è stata una esaustiva analisi di Andrea Cartisano. Ha rilevato che praticamente mai aveva visto stornare un titolo dopo l'erogazione di un dividendo di tale portata e che, dichiarandosi in acquisto, la vede in molto probabile ritorno almeno sui 24.
    Cartisano ricorda male e poteva controllare non fidandosi troppo della propria memoria

    Unipol Sai per citarne una, anno 2016

    Al momento stacco 23 Maggio quotava 1,85 con dividendo di 0,15 un bel 8,1% di rendimento lordo

    L' 8 Luglio del 2016 quotava 1,38, quindi partendo da 1,7 post dividendo ebbe un bel calo del 19% in 45 Giorni

    Citazione Originariamente Scritto da dbtrad Visualizza Messaggio
    Per quelle vendite c'è anche da aprire un capitolo fiscale.
    Per loro, purtroppo, la salita a rotta di collo di aprile è stata uno svantaggio, visto che pagano aliquota irpef (immagino la più alta, visto i ruoli) sulla differenza di valore tra prezzo di esercizio (11), e prezzo al momento dell'esercizio (25 o 26, dipende in giorno effettivo). Per loro erano molto meglio i 14 euro di inizio anno, per poi decollare a scoppio ritardato.
    Certo, di solito si vende immediatamente una piccola parte, per esigenze fiscali, qui hanno forse un po' esagerato. Almeno come "timing", scaricare anche sotto 22 dopo 3 giorni di crollo non proprio una bella figura.

    Di contro, a 21,50-21,60 è arrivato in acquisto il patron di Iliad in persona, che in due giorni ne ha tirate su 320.000.
    Probabile che sia un livello di prezzo difficile da forare, con un compratore forte appollaiato.
    Un piccolo Purtroppo a fronte di un grande Per fortuna (quello di poter acquistare azioni a un prezzo precedentemente concordato di valore dimezzato rispetto a quello che avrebbero pagato acquistandole direttamente sul mercato), si puo' anche (il purtroppo), mettere in conto

    Citazione Originariamente Scritto da Diesel_62 Visualizza Messaggio
    In tutte le cose negative su questo titolo di questi giorni, ne vedo solo una che mi preoccupi. Sembra banale ma i realizzi del management non mi piacciono mai.
    Ok, le hanno in mano a 11, a 21 le vendono, ma se gli elementi che hanno in mano loro (che sono per forza diversi dai nostri, inutile dirlo), facesse pensare alle quotazioni di medio periodo che ci sia scritti un po' tutti qui in questi giorni, le avrebbero tenute.

    Speriamo bene
    Prassi poco simpatica in particolar modo quando e' ripetuta con prezzi calanti, quasi a dare l' idea che sotto ci sia qualcosa e dando sponda alla speculazione ribassista, ma francamente io non mi preoccuperei.

    In passato societa' gestite bene lo hanno fatto (chi non lo farebbe); i risultati futuri fugarono qualsiasi dubbio o sospetto a riguardo
    Ultima modifica di b&t; 14-05-21 alle 13:44

  10. #910

    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    12,838
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    2198 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Chiusura a 21,66 con -0,82%. Scambiati 198.456 pezzi (circa l' 1% del circolante) dei quali 5.000 in asta di chiusura leggermente in ribasso.

    Si è scambiato meno e si è scesi meno. La pressione ribassista potrebbe essere agli sgoccioli anche se lo short è salito allo 0,80. Non si può confidare in un recupero se non comincia almeno una lateralità. Poco da aggiungere al termine di questa settimana di passione se non la speranza che la prossima possa essere di tutt'altro tenore.
    Buon weekend a tutti.

Accedi