Leonardo - parte II - Pagina 87
Rame: con petrolio tra asset vincenti con ripresa post Covid e transizione green. Boom +17% a febbraio, prezzi LME a record in 10 anni
Tra gli asset vincenti di questo mese di febbraio, oltre ai prezzi del petrolio WTI e Brent, che hanno incassato rialzi del 20% circa, c’è stato anche il rame. Oggi …
Cos?è Selfy? Il nuovo conto online di Banca Mediolanum
Cos?è Selfy? Il nuovo conto corrente online di Banca Mediolanum pensato per consentire ai clienti di gestire tutte le operazioni bancarie in autonomia.
Banco BPM e Bper al centro di ogni opzione M&A, anche advisor MPS guardano a loro in attesa di sapere che farà Unicredit
Sono sempre loro, Banco BPM e Bper, le due candidate numero uno a prendere parte nei prossimi mesi al risiko bancario. L'amministratore delegato del Banco, Giuseppe Castagna, non nascondela posizione …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #861

    Data Registrazione
    Oct 2020
    Messaggi
    371
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    170 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Non si schioda

  2. #862
    L'avatar di Luxro
    Data Registrazione
    Mar 2000
    Messaggi
    11,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1117 Post(s)
    Potenza rep
    42949693
    qualcosa di asurdo..la borsa prende un +8% e noi siamo fermi qua...alla faccia dei TP...

    ma forse...dico forse...un giorno ci sorprenderà..senza profumo

  3. #863

    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    2,892
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    455 Post(s)
    Potenza rep
    31860523
    Citazione Originariamente Scritto da Luxro Visualizza Messaggio
    qualcosa di asurdo..la borsa prende un +8% e noi siamo fermi qua...alla faccia dei TP...

    ma forse...dico forse...un giorno ci sorprenderà..senza profumo
    Ha rovinato Unicredit e sta facendo la stessa cosa con Leonardo

  4. #864
    L'avatar di Esmo
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Messaggi
    255
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    115 Post(s)
    Potenza rep
    14772271
    Dettaglio articolo
    FINANZA E MERCATI
    Il Sole 24 Ore
    04 Novembre 2020
    Dimensione carattere
    il giallo delle performance
    Ora è con le partecipate statali che i fondi coprono il rischio Italia
    Con i BTp garantiti da Bce i fondi alla ricerca di titoli su cui andare corti
    Vito Lops
    Cosa hanno in comune blue chip italiane del calibro di Eni, Telecom, Leonardo e Saipem? Sono tra le peggiori da inizio anno con ribassi che vanno dal -61% di Saipem al -44% di Telecom Italia. Altro punto in comune è che una settimana fa hanno ritoccato, e in alcuni casi aggiornato al ribasso, i minimi dello scorso marzo nel mezzo del primo caos pandemico. Terzo punto: nel capitale c’è anche lo Stato: con una quota del 43% per Saipem, del 30% per Leonardo ed Eni e di circa il 10% per Telecom. Ma il gioco delle analogie non finisce qui: da inizio anno le loro quotazioni stanno facendo decisamente peggio dei competitor europei. Basti pensare che il -61% di Saipem e il -53% di Eni si raffronta con un ribasso del 40% del settore oil europeo (indice Stoxx 600). O che il -57% di Leonardo va rapportato al -8% degli industriali europei e che il -44% di Telecom è più del doppio rispetto alle tlc del Vecchio Continente (-21%).
    Come mai questi grandi gruppi italiani sono così sotto pressione in Borsa? «Ho notato in più sedute un accanimento degli investitori contro questi titoli anche in assenza di notizie particolarmente negative - spiega Davide Biocchi, trader Directa sim -. Nonostante il rimbalzo messo a segno nelle ultime due-tre giornate i grafici di questi titoli continuano ad essere tecnicamente brutti da vedere. Mentre nel lungo periodo i prezzi toccati in ottica value investing potrebbero risultare interessanti, nel breve l'accanimento contro titoli del genere potrebbe proseguire, anche perché non è da escludere che in parte sia dovuto a una pressione ribassista esercitata da alcuni fondi che attraverso questi titoli si copre dal rischio Paese non potendo più farlo, come accadeva in passato, con BTp e banche. Oggi protetti dallo scudo della Bce».
    Passando dalla teoria ai numeri, un supporto quantitativo arriva dall’analisi delle posizioni short. «Da metà agosto ad ottobre il titolo Saipem è stato pesantemente shortato da otto grandi investitori - spiega Pietro Di Lorenzo, amministratore di Sos Trader -. Negli ultimi giorni, dopo la trimestrale, c’è stato un rimbalzo dovuto alle ricoperture ma ad oggi Saipem resta il primo nella classifica dei titoli di Piazza Affari più shortati, con posizioni nette al ribasso pari al 6,28% del capitale, detenute da sei grandi investitori. Segue Leonardo, con il 5,38% del capitale shortato da cinque grandi investitori. In questo caso la spinta al ribasso, che ricaviamo dalle posizioni superiori allo 0,5% del capitale per cui vige l’obbligo della pubblicazione della Consob, è iniziata a giugno».
    Certo, i conti non sono in grande spolvero (nel terzo trimestre Saipem ha registrato una perdita netta di 131 milioni a fronti dei 31 attesi degli analisti) oppure ci sono questioni ancora da chiarire (come nel caso di Leonardo la recente condanna all’ad Profumo in qualità di ex presidente di Mps per il reato di aggiotaggio e false comunicazioni sociali). Oppure c’è il calo del petrolio (Eni), o il pericolo di un rialzo dei tassi sull’elevato debito di Telecom. Ma in ogni caso resta in piedi l’ipotesi che su questi titoli, tra le motivazioni ribassiste, pesi in un certo qual modo anche la partecipazione statale in un momento in cui i grandi fondi non possono “attaccare” l’Italia direttamente sul lato BTp e indirettamente sul lato banche, in quanto protetti dallo scudo Bce. «Se oggi un fondo hedge vuole attuare una strategia di spread investing e inserire, ad esempio nella gamba long la Cina e nella gamba short l'Italia non può più farlo con i BTp, ma deve farlo attraverso le grandi aziende esposte all'economia italiana - spiega Paolo Belvederesi, ex gestore di un fondo hedge e ora direttore generale di Zeygos, società di analisi e ricerca sui mercati -. La partecipazione statale è poi un altro punto a favore per una strategia ribassista perché oltre al rischio macro sul Paese questi titoli incorporano anche il rischio overhang, ovvero che nel peggiore scenario possibile lo Stato per fare cassa possa cedere sul mercato una quota andando a penalizzare gli azionisti perché a quel punto le azioni verrebbero cedute a sconto. Non è detto che ciò accada, ma oggi è indubbio che un investitore che voglia posizionarsi contro l’Italia e andare contemporaneamente long su un altro Paese, strategie comuni nel mondo hedge, è “costretto” a farlo attraverso questa tipologia di titoli. Che di conseguenza vengono penalizzati oltre i loro fondamentali».

  5. #865

    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    2,992
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1364 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    solitamente a che ora vengono comunicati i dati trimestrali?

  6. #866

    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    2,992
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1364 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    le aspettative devono essere buone....

  7. #867

    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    224
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    129 Post(s)
    Potenza rep
    4845968
    Tutto fermo?

  8. #868

    Data Registrazione
    Oct 1999
    Messaggi
    1,529
    Blog Entries
    16
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    86 Post(s)
    Potenza rep
    42949694
    sospesa...non mi è chiaro perchè...

  9. #869

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    7,335
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    3431 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Leonardo Spa: cresce flotta eliambulanze Life Link III negli Usa

    ROMA (MF-DJ)--Leonardo ha annunciato oggi che Life Link III, operatore statunitense di elisoccorso basato nel Minnesota e nel Wisconsin, ha firmato un contratto per un elicottero AW169 e per un AW109 Trekker per missioni di trasporto medico d'urgenza. Gli elicotteri permetteranno di fornire le cure necessarie ai pazienti durante il trasporto in volo nella regione di riferimento e la consegna è prevista nel quarto trimestre del 2021. L'ordine segna l'ingresso dell'AW109 Trekker negli Stati Uniti per compiti EMS - Emergency Medfical Service - e accresce ulteriormente il successo dell'AW169 in questo mercato.

    La vendita, si legge in una nota, porterà la flotta di elicotteri Leonardo di Life Link III a un totale di 14 unità e l'operatore sarà il primo ad utilizzare una flotta mista di AW119 IFR monomotore e AW109 Trekker, macchine che dispongono della medesima avionica di base, assicurando in tal modo vantaggi unici in termini di gestione della flotta, formazione, sicurezza e supporto. La flotta già esistente comprende 10 AW119 Kx che hanno volato per più di 21.000 ore. Inoltre, nel luglio di quest'anno, Life Link III ha firmato un contratto per il primo AW119 certificato IFR nel mercato civile - con una capacità di volo strumentale che permetterà all'operatore di effettuare missioni ed operazioni più sicure in ogni condizione meteorologica. La consegna dell'elicottero è prevista nel quarto trimestre 2021.

    liv

    (END) Dow Jones Newswires

    November 05, 2020 06:17 ET (11:17 GMT)

  10. #870

    Data Registrazione
    Nov 2015
    Messaggi
    1,858
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    727 Post(s)
    Potenza rep
    23665106
    Citazione Originariamente Scritto da Chiave Visualizza Messaggio
    solitamente a che ora vengono comunicati i dati trimestrali?
    se vai sul sito leggi oggi alle 18:30. speriamo bene... io ho preso un altro cip. in pari praticamente ora...

Accedi