UNICREDIT INSEGUENDO LA RAGAZZA VOLUME 40 (aspettando i 24) - Pagina 4
Per Cnh rimbalzo poco convinto dopo inizio 2020 sottotono, per Atlantia quadro tecnico in cerca di conferme
Si interrompe, per il momento, il recupero di Atlantia che era riuscita a superare nei giorni scorsi un livello di resistenza importante. Il saldo da inizio anno è ancora molto …
UniCredit, raid mezzanotte Intesa su Ubi lascia freddo Mustier. Castagna (Banco BPM): avanti con piano stand-alone
UniCredit si tira fuori ufficialmente dal valzer delle operazioni di M&A, mentre Giuseppe Castagna, numero uno di Banco BPM, dice tranquillamente che la banca continuerà ad andare avanti con il …
Aut-aut del governo ai Benetton e l’incubo revoca torna a far tremare il titolo Atlantia
Torna a salire il livello di tensione tra governo e Atlantia e di pari passo aumenta lo spettro revoca con il titolo Atlantia che oggi soffre in Borsa con un …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #31
    L'avatar di Giova10
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    37,532
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    17519 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Prudens Visualizza Messaggio
    cioè... stai dicendo che gli italiani votano da una certa parte perché influenzati dai cosiddetti "poteri forti"?

    ma i "poteri forti" non hanno nessun interesse a una Italia extra-Ue, o no?

    gli unici poteri forti (quelli veri secondo me) a cui va bene l'orientamento attuale dell'Italia sono Russia, Cina e Usa
    Ma che cacchio stai a di....esattamente il contrario...hai mai sentito parlare di ingerenza Politica alle ultime elezioni del mondo occidentale...solo alche italiano e tedesco pensano ancora che un’Europa unita non va bene....

  2. #32

    Data Registrazione
    Jun 2016
    Messaggi
    11,637
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    6610 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da Giova10 Visualizza Messaggio
    Ma che cacchio stai a di....esattamente il contrario...hai mai sentito parlare di ingerenza Politica alle ultime elezioni del mondo occidentale...solo alche italiano e tedesco pensano ancora che un’Europa unita non va bene....
    mi sa che sto a di la stessa cosa e che tu non hai capito

  3. #33
    L'avatar di Lupon
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    6,442
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    997 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Magiotto Visualizza Messaggio
    Ma noi non siamo ISP...non abbiamo ancora soci forti di lunga durata...non abbiamo ancora un dividendo consolidato e di % adeguata...ma per contro abbiamo numerosi ADC che puntualmente hanno polverizzati il retail ma non solo. Tutto questo ed altro è sufficiente per non poter ancora competere con Intesa.
    ma quello che dici è il passato il futuro è da venire

  4. #34

    Data Registrazione
    Jan 2016
    Messaggi
    72
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    32 Post(s)
    Potenza rep
    2771504
    UP x Giova10
    DOWN x skudoxx

  5. #35
    L'avatar di Magiotto
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    9,587
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    7265 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Lupon Visualizza Messaggio
    ma quello che dici è il passato il futuro è da venire
    Ma per ora il feedback è questo e a questo fanno riferimento tanti investitori. Poi mettici il quadro politico certamente non stabile e la frittata è fatta. Vediamo il 3 dicembre cosa ci dirà la guidance del francese...se ci saranno azioni rivoluzionarie, il titolo ne beneficerà (mi basta il 6% intraday per 2 settimane ), altrimenti mi attengo sempre al piano originario:...già lo conoscete...

  6. #36
    L'avatar di Lupon
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Messaggi
    6,442
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    997 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    LI DI BORSA
    CONTATTI
    Cerca nel sito

    HOME » TITOLI » Azioni da comprare tra le banche italiane: Unicredit
    Titoli GIANLUCA BRAGUZZI - 15 NOVEMBRE 2019 - 19:34Condividi Twitter Facebook
    Azioni da comprare tra le banche italiane: Unicredit


    In questi anni non abbiamo risparmiato critiche a Unicredit e di certo non era tra le azioni da comprare tra le banche italiane. Ne abbiamo evidenziato un percorso di crescita tumultuoso e disordinato.

    Eccessi che in Borsa il titolo ha ampiamente e giustamente scontato tanto che le azioni sono state raggruppate due volte in termini di una ogni 10 per evitare di lavorare sui decimali.

    Ma ora vi sono fondati motivi per acquistare Unicredit e poi anche tenersela in portafoglio almeno a medio termine.

    Christine Lagarde nel solco di Mario Draghi
    Le prime mosse di Christine Lagarde non lasciano spazio a dubbi: la nuova Presidente della BCE non intende scostarsi dal sentiero tracciato da Mario Draghi.

    Se non proprio il famosissimo “whatever it takes” la manager francese non pare intenzionata a fare rivoluzioni.

    Il QE prosegue e la mossa di acquistare voluminose quantità di bund tedeschi e olandesi è stato un astuto modo per ammansire chi maggiormente osteggiava questa apertura monetaria.

    Solo chi non sa cosa c’è dietro, continua a non capire che la BCE non avrà rilanciato il sistema economico, ma ha certamente salvato decine di banche e tra queste anche Unicredit.

    Il QE riattivato è il segnale preciso che questa intenzione rimane ferma anche nel mandato Lagarde.



    BUY su Unicredit
    E ciò è bastante per portare il rating su Unicredit a BUY se non addirittura a strong BUY per chi ama il rischio.

    Ma non è solo la BCE a dare motivazioni per inserire Unicredit tra i primi titoli da mettere in portafoglio.

    Pensiamo a Deutsche Bank.

    La Banca italiana dopo la crisi se è riassettata ha scaricato bene o male miliardi di asset illiquidi e relativi crediti inesigibili e si è data un’ampia calmata in tema di speculazione finanziaria.

    Il colosso tedesco invece ha fatto la peggio.

    Si è, è vero, liberata di buona parte del fardello di crediti a perdere ma lo ha fatto tramite una bad bank di cui rimane titolare e della quale prima o poi dovrà rispondere.

    Non contenti i banchieri tedeschi si sono dati alla “pazza gioia” speculando sui mercati coi fondi erogati dalla BCE e creando nuove ingenti perdite.

    Tanto da parlare nel nuovo piano industriale di una seconda bad bank ad hoc.

    Roba da Monopoli quando capiti due volte su parco della Vittoria con albergo!

    Tutto questo per dire che, se prendiamo per buono l’assunto che la BCE non lascerà fare a nessuna banca europea la fine di Lehman Brothers, il limite estremo di pericolosità oggi è occupato da DB.

    Non certo da Unicredit e/o da altre banche italiane!

    Ecco perché Unicredit è tra le azioni da comprare tra le banche italiane e soprattutto potrebbe davvero volare in Borsa come ai vecchi tempi.Azioni da comprare tra le banche italiane: Unicredit - Proiezioni di Borsa

  7. #37
    L'avatar di border_
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    11,097
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1930 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Lupon Visualizza Messaggio
    LI DI BORSA
    CONTATTI
    Cerca nel sito

    HOME » TITOLI » Azioni da comprare tra le banche italiane: Unicredit
    Titoli GIANLUCA BRAGUZZI - 15 NOVEMBRE 2019 - 19:34Condividi Twitter Facebook
    Azioni da comprare tra le banche italiane: Unicredit


    In questi anni non abbiamo risparmiato critiche a Unicredit e di certo non era tra le azioni da comprare tra le banche italiane. Ne abbiamo evidenziato un percorso di crescita tumultuoso e disordinato.

    Eccessi che in Borsa il titolo ha ampiamente e giustamente scontato tanto che le azioni sono state raggruppate due volte in termini di una ogni 10 per evitare di lavorare sui decimali.

    Ma ora vi sono fondati motivi per acquistare Unicredit e poi anche tenersela in portafoglio almeno a medio termine.

    Christine Lagarde nel solco di Mario Draghi
    Le prime mosse di Christine Lagarde non lasciano spazio a dubbi: la nuova Presidente della BCE non intende scostarsi dal sentiero tracciato da Mario Draghi.

    Se non proprio il famosissimo “whatever it takes” la manager francese non pare intenzionata a fare rivoluzioni.

    Il QE prosegue e la mossa di acquistare voluminose quantità di bund tedeschi e olandesi è stato un astuto modo per ammansire chi maggiormente osteggiava questa apertura monetaria.

    Solo chi non sa cosa c’è dietro, continua a non capire che la BCE non avrà rilanciato il sistema economico, ma ha certamente salvato decine di banche e tra queste anche Unicredit.

    Il QE riattivato è il segnale preciso che questa intenzione rimane ferma anche nel mandato Lagarde.



    BUY su Unicredit
    E ciò è bastante per portare il rating su Unicredit a BUY se non addirittura a strong BUY per chi ama il rischio.

    Ma non è solo la BCE a dare motivazioni per inserire Unicredit tra i primi titoli da mettere in portafoglio.

    Pensiamo a Deutsche Bank.

    La Banca italiana dopo la crisi se è riassettata ha scaricato bene o male miliardi di asset illiquidi e relativi crediti inesigibili e si è data un’ampia calmata in tema di speculazione finanziaria.

    Il colosso tedesco invece ha fatto la peggio.

    Si è, è vero, liberata di buona parte del fardello di crediti a perdere ma lo ha fatto tramite una bad bank di cui rimane titolare e della quale prima o poi dovrà rispondere.

    Non contenti i banchieri tedeschi si sono dati alla “pazza gioia” speculando sui mercati coi fondi erogati dalla BCE e creando nuove ingenti perdite.

    Tanto da parlare nel nuovo piano industriale di una seconda bad bank ad hoc.

    Roba da Monopoli quando capiti due volte su parco della Vittoria con albergo!

    Tutto questo per dire che, se prendiamo per buono l’assunto che la BCE non lascerà fare a nessuna banca europea la fine di Lehman Brothers, il limite estremo di pericolosità oggi è occupato da DB.

    Non certo da Unicredit e/o da altre banche italiane!

    Ecco perché Unicredit è tra le azioni da comprare tra le banche italiane e soprattutto potrebbe davvero volare in Borsa come ai vecchi tempi.Azioni da comprare tra le banche italiane: Unicredit - Proiezioni di Borsa
    bene

  8. #38

    Data Registrazione
    Jun 2016
    Messaggi
    11,637
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    6610 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da Lupon Visualizza Messaggio
    LI DI BORSA
    CONTATTI
    Cerca nel sito

    HOME » TITOLI » Azioni da comprare tra le banche italiane: Unicredit
    Titoli GIANLUCA BRAGUZZI - 15 NOVEMBRE 2019 - 19:34Condividi Twitter Facebook
    Azioni da comprare tra le banche italiane: Unicredit

    [...]
    La Banca italiana dopo la crisi se è riassettata ha scaricato bene o male miliardi di asset illiquidi e relativi crediti inesigibili e si è data un’ampia calmata in tema di speculazione finanziaria.

    Il colosso tedesco invece ha fatto la peggio.

    Si è, è vero, liberata di buona parte del fardello di crediti a perdere ma lo ha fatto tramite una bad bank di cui rimane titolare e della quale prima o poi dovrà rispondere.

    Non contenti i banchieri tedeschi si sono dati alla “pazza gioia” speculando sui mercati coi fondi erogati dalla BCE e creando nuove ingenti perdite.

    Tanto da parlare nel nuovo piano industriale di una seconda bad bank ad hoc.

    Roba da Monopoli quando capiti due volte su parco della Vittoria con albergo!
    [/url]
    questa capacità di "saper speculare" da parte di professionisti profumatamente pagati (dai clienti tra l'altro) rincuora noi pivelli autodidatti

  9. #39
    L'avatar di skudoxx
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    9,881
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    4693 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da border_ Visualizza Messaggio
    bene
    ...quello che ho scritto non ti è piaciuto !....

  10. #40

    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    10,125
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    553 Post(s)
    Potenza rep
    42520186
    Le previsioni sul valore futuro dei titoli bancari ( al netto che piazza affari e' identica agli scomparsi picchetti dell ippodromo di S Siro ) sono davvero difficili .

    Da un lato le filiali sono cattedrali nel deserto , 4 persone anziche ' le precedenti 10/ 12 , questa e' la media , nella attivita' tradizionale , d' altro lato, una costante esplosione dell 'uso delle carte di credito che dovrebbe creare giganteschi profitti , come un dazio medioevale sull'economia reale .

    Sono recentemente stato in Francia e l'uso di carte sfiora il ridicolo ; per bere un caffe' si aspetta poi 5 minuti per fare la strisciata , naturalmente il commerciante ha alzato il prezzo per compensare questo costo , adsl, commissioni ect......

    Come sudditi , i transalpini accettano ovunque questa condizione , al punto che ho avuto difficolta' persino alle pompe di benzina ; non solo senza personale, ma il 24 h non prevedeva il contante , ma solo la carta , con necessario Pin (che non avevo con me ) , quindi ho dovuto chiedere ad un Francese per rifornirmi , di usare la sua carta previo mini elargizione

    Che Macron sia amico delle banche mi sembra riduttivo , mooolto di piu' , il termine lo lascio ai lettori

Accedi