Azioni Luxottica: quale futuro con la nuova EssilorLuxottica?
Più sexy e meno noioso: ecco il nuovo Dax che si allarga a 40 con dieci nuovi titoli
Da 30 a 40, da ?noioso? a molto più attraente per gli investitori: il Dax, il principale indice azionario in Germania che monitora la performance delle blue chip tedesche negoziate …
Recordati: Barclays identifica quattro punti di forza, ma a questi prezzi non è un buy. Titolo soffre sul Ftse Mib
Valore raro, ma già prezzato per adesso. Così gli analisti di Barclays sintetizzano il loro inizio di copertura su Recordati con giudizio ‘Equal Weight’ e prezzo obiettivo di 50 euro basato …
Goldman Sachs lancia ETF che scommette sulle Facebook, Amazon e Apple del futuro. ‘A caccia di azioni con rally +175.000%’
E ora Goldman Sachs Asset Management punta sui FAANG del futuro, con un nuovo ETF azionario lanciato nella giornata di ieri: si tratta del Goldman Sachs Future Tech Leaders Equity …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Aug 2009
    Messaggi
    392
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    72 Post(s)
    Potenza rep
    6168424

    Azioni Luxottica: quale futuro con la nuova EssilorLuxottica?

    Chiedo un suggerimento, essendo questa sezione sicuramente popolata da chi ne sa più di me.
    Le azioni Luxottica, a seguito dell'unione con Essilor, che andamento e destino potranno avere?

    Ho familiari che lavorando in Luxottica hanno ricevuto delle azioni attualmente in gestione dalla società incaricata da Luxottica.
    Ora è arrivata la prima finestra utile in cui è possibile trasferirle o liquidarle.
    L'alternativa sarebbe eventualmente mantenerle ancora 1 anno e poi necessariamente saranno da liquidare o trasferire in un proprio conto titoli.

    Ci stavamo quindi appunto chiedendo se continuare a mantenerle ancora un annetto (ho letto di alcune notizie di delisting...) oppure liquidarle.
    Di fatto non ho idea cosa comporti (in media, storicamente) alle azioni di una società quando questa si accorpa con un'altra (perdono prezzo, aumenta, ...)


    Grazie

  2. #2
    L'avatar di dbtrad
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Messaggi
    7,821
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    2413 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da sverzA Visualizza Messaggio
    Chiedo un suggerimento, essendo questa sezione sicuramente popolata da chi ne sa più di me.
    Le azioni Luxottica, a seguito dell'unione con Essilor, che andamento e destino potranno avere?

    Ho familiari che lavorando in Luxottica hanno ricevuto delle azioni attualmente in gestione dalla società incaricata da Luxottica.
    Ora è arrivata la prima finestra utile in cui è possibile trasferirle o liquidarle.
    L'alternativa sarebbe eventualmente mantenerle ancora 1 anno e poi necessariamente saranno da liquidare o trasferire in un proprio conto titoli.

    Ci stavamo quindi appunto chiedendo se continuare a mantenerle ancora un annetto (ho letto di alcune notizie di delisting...) oppure liquidarle.
    Di fatto non ho idea cosa comporti (in media, storicamente) alle azioni di una società quando questa si accorpa con un'altra (perdono prezzo, aumenta, ...)


    Grazie
    Ciao,
    le azioni della nuova società saranno quotate alla borsa di Parigi, non a Milano, ma saranno regolarmente negoziabili dai principali istituti italiani.
    Qualsiasi valutazione quindi è puramente di opportunità economica o sentimentale.

    Quando due società si fondono generalmente si creano delle sinergie (commerciali, economie di scala) tali che il risultato finale sia maggiore della somma delle due società separate, ma nessuno può dirti con certezza quanto varranno le azioni tra 1/2/5/10 anni.

  3. #3
    L'avatar di oscar.pettinari
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    1,140
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    813 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da dbtrad Visualizza Messaggio
    Ciao,
    le azioni della nuova società saranno quotate alla borsa di Parigi, non a Milano, ma saranno regolarmente negoziabili dai principali istituti italiani.
    Qualsiasi valutazione quindi è puramente di opportunità economica o sentimentale.

    Quando due società si fondono generalmente si creano delle sinergie (commerciali, economie di scala) tali che il risultato finale sia maggiore della somma delle due società separate, ma nessuno può dirti con certezza quanto varranno le azioni tra 1/2/5/10 anni.
    Quindi, i dividendi saranno tassati 2 volte?

  4. #4

    Data Registrazione
    Aug 2009
    Messaggi
    392
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    72 Post(s)
    Potenza rep
    6168424
    Citazione Originariamente Scritto da dbtrad Visualizza Messaggio
    Ciao,
    le azioni della nuova società saranno quotate alla borsa di Parigi, non a Milano, ma saranno regolarmente negoziabili dai principali istituti italiani.
    Qualsiasi valutazione quindi è puramente di opportunità economica o sentimentale.

    Quando due società si fondono generalmente si creano delle sinergie (commerciali, economie di scala) tali che il risultato finale sia maggiore della somma delle due società separate, ma nessuno può dirti con certezza quanto varranno le azioni tra 1/2/5/10 anni.
    Grazie.
    A questo punto vediamo se i familiari li vorranno (i dinderi) subito oppure attendere e sperare magari in quotazioni maggiori

  5. #5
    L'avatar di oscar.pettinari
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    1,140
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    813 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Qualcuno sa se la nuova societa' "Essilor-Luxottica" sara' quotata anche in Italia e se subira' la doppia tassazione del dividendo (Francia e Italia) come Stm?!

  6. #6

    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    101
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    71 Post(s)
    Potenza rep
    15869845
    Salve,
    domanda probabilmente stupida. Ho ricevuto oggi l'avviso di offerta pubblica di scambio e, vista il tasso di cambio mi sorge una domanda:
    Che succedere alle frazioni? Se uno avesse 500 azioni luxottica aderendo alla OPS riceverà 230 azioni ( 500*0,4613 = 230,65). Che succede a qulle 0,65 ? Li perde?

  7. #7
    L'avatar di pavlin
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    2,376
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    608 Post(s)
    Potenza rep
    42949687
    Citazione Originariamente Scritto da foxdie Visualizza Messaggio
    Salve,
    domanda probabilmente stupida. Ho ricevuto oggi l'avviso di offerta pubblica di scambio e, vista il tasso di cambio mi sorge una domanda:
    Che succedere alle frazioni? Se uno avesse 500 azioni luxottica aderendo alla OPS riceverà 230 azioni ( 500*0,4613 = 230,65). Che succede a qulle 0,65 ? Li perde?
    Lo spiegano al paragrafo F - F6 del prospetto.
    C'è scritto:
    "L’Intermediario Incaricato del Coordinamento della Raccolta delle Adesioni, in nome e per conto degli azionisti di Luxottica che abbiano aderito all’Offerta e sulla base della comunicazione ricevuta da ciascun Intermediario Incaricato, provvederà all’aggregazione delle Parti Frazionarie e alla successiva vendita su Euronext Paris del numero intero di Azioni EssilorLuxottica di nuova emissione risultante da tale aggregazione. I proventi in denaro di tali vendite saranno trasferiti a ciascun Intermediario Incaricato che procederà quindi all’accredito ai relativi azionisti di Luxottica che abbiano aderito all’Offerta, in proporzione alle rispettive Parti Frazionarie (tale importo in contanti corrispondente alla Parte Frazionaria viene denominato l’“Importo in Contanti della Parte Frazionaria”), come segue: entro 10 Giorni di Borsa Aperta dalla Data di Pagamento (ovvero, entro il 19 dicembre 2018, salvo proroghe), l’Intermediario Incaricato del Coordinamento della Raccolta delle Adesioni accrediterà l’importo della vendita agli Intermediari Depositari, per il tramite degli Intermediari Incaricati, ripartendolo in maniera tale da far pervenire a ciascun Intermediario Depositario una cifra pari al totale dell’Importo in Contanti della Parte Frazionaria dovuto agli azionisti di Luxottica che hanno portato in adesione all’Offerta le proprie Azioni Luxottica attraverso tale Intermediario Depositario. Gli Intermediari Depositari dovranno, a loro volta, distribuire e accreditare i proventi agli azionisti di Luxottica partecipanti, secondo le procedure indicate nella Scheda di Adesione."

    In pratica ti troverai una somma in denaro corrispondente alla frazione di azione.

  8. #8

    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    101
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    71 Post(s)
    Potenza rep
    15869845
    Grazie

  9. #9

    Data Registrazione
    May 2013
    Messaggi
    114
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    20 Post(s)
    Potenza rep
    7557581
    Essilor-Luxottica, è partita la caccia al nuovo ceo

    Al via ieri l’Offerta pubblica di scambio rivolta ai soci del gruppo di Agordo

    Il Sole 24 Ore, 30 ottobre 2018

    Entra nel vivo l’operazione che porterà al delisting di Luxottica da Piazza Affari. E intanto il nuovo gruppo nato dalla fusione con la francese Essilor si attrezza per una nuova governance, ma solo dal prossimo anno. Il nuovo consiglio di amministrazione, che si è riunito ieri, ha deliberato, infatti, che «il comitato nomine e remunerazioni riceverà entro la fine di gennaio 2019 il mandato di avviare la ricerca di un amministratore delegato», che affiancherà il presidente esecutivo Leonardo Del Vecchio e il vice-presidente esecutivo Hubert Sagnières. I tempi per la nomina? «La ricerca dell’ad inizierà a gennaio, ma senza ansia, senza fretta visto che il gruppo ha già una governance definita con Leonardo Del Vecchio presidente esecutivo e Hubert Sagnieres vicepresidente esecutivo. Non ci sarà alcuna vacatio» ha spiegato il condirettore finanziario del nuovo gruppo e direttore finanziario di Luxottica, Stefano Grassi, durante una conferenza stampa. Gli ha fatto eco la condirettrice finanziaria del gruppo e cfo di Essilor, Hillary Halper: «La ricerca sarà approfondita visto che l’ad dovrà essere la persona giusta per guidare la societa», sottolineando che la nomina avverrà «as soon as possible». Per altro è stato precisato che l’ad potrebbe venire dall’esterno, ma anche essere individuato all’interno del gruppo.
    Al via l’Ops su Luxottica
    È partita ieri, intanto, l’offerta pubblica di scambio rivolta agli azionisti del gruppo di Agordo, che prevede un concambio di 0,4613 azioni del nuovo gruppo nato dalla fusione tra Essilor e Luxottica a fronte di ogni azione Luxottica attualmente detenuta. L’offerta, che terminerà il prossimo 28 novembre, riguarda il 36,3% del capitale sociale del gruppo italiano, pari a 176.259.154 azioni. «Abbiamo avuto un buon riscontro sull’operazione di aggregazione tra Essilor e Luxottica da parte degli investitori con i quali abbiamo contatti. C’è interesse per la formazione di un gruppo internazionale e per le sinergie che verranno create» ha commentato Grassi.
    Il nuovo gruppo, che sarà quotato solo alla Borsa di Parigi almeno secondo i piani attuali, vedrà post operazione la holding della famiglia Del Vecchio come primo azionista con una partecipazione fra il 31 e il 38% del capitale sociale, con diritti di voto limitati al 31% secondo una formula prevista dallo statuto. Inoltre, qualora tutte le azioni oggetto di offerta fossero portate in adesione, agli azionisti Luxottica, nel complesso, andrebbe una quota pari al 18,47% del capitale, che comprenderebbe anche il 2% in mano a Giorgio Armani (oggi al 4,64%).
    Capital market day nel 2019
    Sul fronte industriale il nuovo gruppo inizierà ora a lavorare per disegnare le traiettorie di sviluppo futuro. Un primo assaggio delle strategie sarà possibile averlo il prossimo anno in occasione del Capital market day, che Essilor-Luxottica intende organizzare a valle dell’approvazione del primo bilancio congiunto. Intanto, sul fronte dei numeri, la fusione porterà a sinergie confermate tra i 420 e 600 milioni all’anno nel risultato prima degli oneri finanziari (Ebit) nel medio termine e in accelerazione nel lungo termine. Circa la metà - emerge in un aggiornamento stampa sull’Ops - deriverà dalla creazione di valore per l’aumento dei ricavi in un range tra i 200 e i 300 milioni e l’altra metà dall’ottimizzazione della struttura dei costi: 150-200 milioni per il miglioramento della logistica e 70-100 per riduzione delle spese generali e acquisto materiali.
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Monica D’Ascenzo

  10. #10
    L'avatar di oscar.pettinari
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    1,140
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    813 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Io ancora non ho capito una cosa: sui dividendi verra' applicata la doppia tassazione Francia-Italia....come Stm per esempio?

Accedi