Allora il mercato è tutto un trucco...
BNP Paribas lancia i nuovi Premi Fissi Cash Collect su panieri settoriali di azioni italiane ed estere
BNP Paribas annuncia l?emissione di una nuova serie di certificati Premi Fissi Cash Collect su panieri di azioni con scadenza biennale. I nuovi strumenti offrono premi fissi trimestrali tra l?1,5% …
‘L’inflazione salariale è ovunque’, l’alert di Goldman. Le banche di Wall Street pagano impennata dei costi
Grandi banche statunitensi alle prese con ingenti aumenti dei costi legati all’impennata dei salari. L'inflazione salariale sta colpendo importanti banche d’affari come Goldman Sachs, paralizzata da un aumento del 23% …
Da Intesa Sanpaolo nuova emissione di Bonus Cap Barriera Continua su azioni italiane e internazionali
Da oggi saranno disponibili sul SedeX di Borsa Italiana 24 nuovi Certificati Bonus Cap Barriera Continua End Of Day di Intesa Sanpaolo, su azioni italiane e internazionali. L?obiettivo dei nuovi …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    1,923
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    1279 Post(s)
    Potenza rep
    24462192

    Allora il mercato è tutto un trucco...

    Il governo ha fatto un accordo con le associazioni delle farmacie per vedere le celebri mascherine ffp2 a 0,75 € dagli 1,2 medi a cui si vendevano in farmacia con la scusa appunto che erano vendute in farmacia e quindi (teoricamente) di qualità. -35%, che non è poco.

    Dal momento che c’è l’accordo delle farmacie, e non è un esproprio, si deve presumere che è un prezzo che comunque lascia margini di guadagno a tutti i soggetti della catena di produzione/distribuzione.

    Ma allora non doveva essere il mercato e la concorrenza a portare “naturalmente” il prezzo a 0,75?
    Non c’è stato un venditore che abbassava il prezzo, in base alle leggi del mercato, per venderne di più e acquisire quote di mercato, portando tutti gli altri ad adeguarsi a vantaggio dell'intera collettività? C’era bisogno dell’intervento del Governo? Allora a che serve il mercato? Le leggi del mercato si studiano solo a scuola ma nella realtà c'è un cartello (esplicito o implicito) per tenere i prezzi alti? Allora basta mercato, facciamo prezzi calmierati per biciclette, scarpe, mutande e quant’altro, dal momento che evidentemente i venditori hanno margini molto comprimibili.
    Ultima modifica di sabbb; 04-01-22 alle 12:52

  2. #2
    L'avatar di gioviale56
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    13,727
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    6116 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da sabbb Visualizza Messaggio
    Il governo ha fatto un accordo con le associazioni delle farmacie per vedere le celebri mascherine ffp2 a 0,75 € dagli 1,2 medi a cui si vendevano in farmacia con la scusa appunto che erano vendute in farmacia e quindi (teoricamente) di qualità. -35%, che non è poco.

    Dal momento che c’è l’accordo delle farmacie, e non è un esproprio, si deve presumere che è un prezzo che comunque lascia margini di guadagno a tutti i soggetti della catena di produzione/distribuzione.

    Ma allora non doveva essere il mercato e la concorrenza a portare “naturalmente” il prezzo a 0,75?
    Non c’è stato un venditore che abbassava il prezzo, in base alle leggi del mercato, per venderne di più e acquisire quote di mercato, portando tutti gli altri ad adeguarsi a vantaggio dell'intera collettività? C’era bisogno dell’intervento del Governo? Allora a che serve il mercato? Le leggi del mercato si studiano solo a scuola ma nella realtà c'è un cartello (esplicito o implicito) per tenere i prezzi alti? Allora basta mercato, facciamo prezzi calmierati per biciclette, scarpe, mutande e quant’altro, dal momento che evidentemente i venditori hanno margini molto comprimibili.

    Sono sempre prezzi molto abbordabili , i problemi sono altri , tipo 200-300 euro per una visita di 5 minuti da un medico.

  3. #3
    L'avatar di primipassi
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    19,282
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    727 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da sabbb Visualizza Messaggio
    Il governo ha fatto un accordo con le associazioni delle farmacie per vedere le celebri mascherine ffp2 a 0,75 € dagli 1,2 medi a cui si vendevano in farmacia con la scusa appunto che erano vendute in farmacia e quindi (teoricamente) di qualità. -35%, che non è poco.

    Dal momento che c’è l’accordo delle farmacie, e non è un esproprio, si deve presumere che è un prezzo che comunque lascia margini di guadagno a tutti i soggetti della catena di produzione/distribuzione.

    Ma allora non doveva essere il mercato e la concorrenza a portare “naturalmente” il prezzo a 0,75?
    Non c’è stato un venditore che abbassava il prezzo, in base alle leggi del mercato, per venderne di più e acquisire quote di mercato, portando tutti gli altri ad adeguarsi a vantaggio dell'intera collettività? C’era bisogno dell’intervento del Governo? Allora a che serve il mercato? Le leggi del mercato si studiano solo a scuola ma nella realtà c'è un cartello (esplicito o implicito) per tenere i prezzi alti? Allora basta mercato, facciamo prezzi calmierati per biciclette, scarpe, mutande e quant’altro, dal momento che evidentemente i venditori hanno margini molto comprimibili.
    Le farmacie sono sempre state un cartello, non sono come le altre attività dove un nuovo negozio/bar ecc....... può aprire vicino a te e farti concorrenza
    I farmacisti sono sempre stati una categoria protetta dal governo e anche i prezzi delle poche compravendite di queste aziende( di solito sono tramandate ai figli) avvengono a prezzi folli!!!
    Il. Governo ad esempio vuole liberalizzare le licenze dei taxi invece delle farmacie mai.un accenno,anche se ci sono file interminabili davanti alle attualmente esistenti......Se concedessero altre licenze ci sarebbero meno file e i prezzi di queste aziende si abbasserebbero un po!! Cmq le FFP3 si possono trovare anche negli ipermercati a prezzi più bassi di 0,75 €
    Ad esempio la chirurgica in farmacia costa 0,50€ mentre da altre parti la trovi anche a meno di 0,20€

  4. #4

    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    1,923
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    1279 Post(s)
    Potenza rep
    24462192
    Citazione Originariamente Scritto da primipassi Visualizza Messaggio
    Le farmacie sono sempre state un cartello, non sono come le altre attività dove un nuovo negozio/bar ecc....... può aprire vicino a te e farti concorrenza
    La storia delle farmacie la conosciamo. Si, diciamo che una farmacia guadagna talmente tanto che se ne frega di abbassare di 0,20 il prezzo della mascherina, può anche non venderle, nel complesso del fatturato cambia poco. Poi la gente è cre.tina, anche per comodità le compra lo stesso magari perchè si trova lì per prendere i farmaci.
    La storia delle farmacie iperprotette io la trovo misteriosa e incomprensibile. Se un governo adotta provvedimenti di liberalizzazione si metterà contro i farmacisti ma quanti vuoi che siano? La sparo grossa, 30.000 in tutta Italia? Parliamo di persone singole (anche se riunite in associazioni) non di industrie o lobby, possono fare un po' di proteste, uno sciopero (che il governo può comunque bloccare). Ma al contempo si metterà a favore il resto della gente o per lo meno quelli che capiscono la bontà del provvedimento e questi sono milioni di persone. Cioè secondo me anche da un punto di vista elettorale e del consenso, è un provvedimento che pagherebbe.
    Allora perchè nessun governo le tocca? Pagano sottobanco i deputati perchè continuino a far finta di niente? Da notare in ul timo che qualche timido tentativo di apertura è stato bloccato dalla destra "liberale". Liberale a chiacchiere morte....

  5. #5

    Data Registrazione
    Sep 2020
    Messaggi
    213
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    183 Post(s)
    Potenza rep
    12821097
    Le farmacie in Italia non hanno niente a che fare col mercato.

    Se fosse un'attività che chiunque può aprire sarebbe vero, ma non è cosi. È di fatto una sorta di cartello simile a quello di concessioni balneari/taxi, ecc.
    Non c'è alcuna concorrenza perché il numero di attività è definito e fissato dal governo.

  6. #6

    Data Registrazione
    Jan 2022
    Messaggi
    46
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    15 Post(s)
    Potenza rep
    0
    la farmacia e il relativo mestiere appartiene al sistema feudale
    l'avete scritto benissimo che meglio non si poteva
    ci aveva provato Bersani a mettere un minimo di concorrenza sui prezzi ma e' finito presto accantonato...proprio perche' e' un cartello....cane non mangia cane

Accedi