Il Debito Pubblico nuovo Covid-19 dell'Italia - Mai più mezzo di consenso elettorale.
I bond Tesla non seguono la volatilità del titolo e svelano un altro traguardo del gioiello di Musk
Nel corso di quest?anno, la crescita vertiginosa del valore delle azioni di Tesla sui mercati ha contribuito al miglioramento del suo profilo creditizio. Secondo il punto di vista del Centro …
Intesa Sanpaolo snellisce le fila con 5.000 uscite volontarie. Messina: ‘Posto stabile a 2.500 giovani’
Intesa Sanpaolo non perde tempo e in anticipo sulla tabella di marcia trova l'intesa con i sindacati per le 5000 uscite volontarie previste entro il 2023 in seguito all'acquisizione di UBI Banca. …
BTP magneti per investitori affamati di rendimenti. Ecco il bond ‘perfetto’ anti-volatilità, falco Weidmann permettendo
“L’Italia è un magnete per gli investitori affamati di rendimenti nel mondo dei bond”. E’ quanto sottolinea un articolo di Bloomberg, che presenta una operazione di trading adatta a chi …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di Blue  Ray
    Data Registrazione
    Jul 2000
    Messaggi
    589
    Blog Entries
    3
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    21 Post(s)
    Potenza rep
    23010230

    Il Debito Pubblico nuovo Covid-19 dell'Italia - Mai più mezzo di consenso elettorale.

    Siamo in piena epidemia di Covid-19, ma dobbiamo anche pensare a ciò che seguirà.

    Il nostro Debito Pubblico era un problema già a partire dalla crisi del 2008, se non da prima, ma negli ultimi anni i nostri governanti si sono accontentati solo di "contenere" il problema, invece che di aggredirlo con forza. Loro pensavano -e francamente anche molti di noi- che il 2008 fosse un unicum irripetibile.



    --> Il nostro Debito Pubblico è stato sostanzialmente usato da tutte le forze politiche, dai primi anni '80 in poi, come mezzo per finanziare la loro eterna ricerca di consenso elettorale.

    Ma da ora è evidente anche al politico più sprovveduto, o solo sfacciato, che dopo l'epidemia del Covid-19 il Debito Pubblico rimarrà in agenda come prossimo e letale 'Covid-19' , massimo pericolo per l'Italia, per le sue generazioni presenti e future :

    --> è finita PER SEMPRE l'era del Debito Pubblico usato come mezzo per finanziare la ricerca di consenso elettorale da parte di una qualsiasi forza politica.



    Bisognerà mettere in sicurezza la Finanza Pubblica, ricorrendo anche a strumenti innovativi (limitazioni all'uso di contante; super-spending review da far impallidire quelle di recente diligentemente suggerite da Cottarelli; sperabilmente anche "Piani Marshall" di finanziamento con l'appoggio di Stati veramente amici dell'Italia, e non solidali a parole e poi predatori nei fatti; e -ad ultimo- non escludere lo studio di una moneta LOCALE che affianchi -e non sostituisca- l'Euro, e destinata al SOLO uso INTERNO : quindi nulla a che fare con improbabili ritorni della Lira, e nulla a che fare anche con i cosiddetti "Mini-Bot") ,

    --> nonchè ricorrendo a una INFLESSIBILE mobilitazione generale e continua da parte di TUTTI gli Organismi Statali interessati (sia Partiti che Istituzioni) :
    il tutto -per l'appunto- in pieno stile "anti-Covid 19" .




    L'Italia del futuro riparte, anzi nasce , da queste iniziative al 100% concrete : il resto è solo un abuso criminale, e folle , della credulità popolare.
    D'ora in avanti le forze politiche destinate ad affermarsi saranno quelle che parleranno ai cittadini in modo franco e ONESTO :


    "Ora metteremo per sempre in sicurezza la Finanza Pubblica, aggredendo quell'immenso 'Covid-19' rappresentato dal nostro Debito Pubblico.
    E non ci interessa se questo comporterà per noi un rischio di perdere le prossime elezioni : noi non inseguiamo un consenso popolare becero basato sullo spreco criminale delle Finanze Pubbliche, come è stato fatto in passato da altri partiti, e -in ogni caso- siamo sicuri che i Cittadini ricorderanno e apprezzeranno i nostri onesti sforzi per assicurare un futuro alla Nazione. Questo -e solo questo- conta
    ".




    --> Personalmente d'ora in avanti io voterò solo chi porterà avanti iniziative di sano buon senso, come quelle che ho appena auspicato.


    Blue Ray



    Ultima modifica di Blue Ray; 22-03-20 alle 10:14

  2. #2
    L'avatar di romeod
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Messaggi
    765
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    447 Post(s)
    Potenza rep
    21738617
    Anch'io, ma siamo in pochi,
    la maggior parte del popolo bue
    voterà chi promette soldi senza lavorare....

  3. #3
    L'avatar di Blue  Ray
    Data Registrazione
    Jul 2000
    Messaggi
    589
    Blog Entries
    3
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    21 Post(s)
    Potenza rep
    23010230
    Citazione Originariamente Scritto da romeod Visualizza Messaggio
    siamo in pochi,
    la maggior parte del popolo bue
    voterà chi promette soldi senza lavorare....

    Io sono più ottimista : secondo me siamo in numero crescente -intanto sicuramente siamo molti di più rispetto all'inizio della crisi da "Covid-19"- e presto saremo la maggioranza :
    ora che le mazzate hanno cominciato ad arrivare come o peggio che nel 2008, credo che quel pluridecennale "abuso di credulità popolare" effettuato da quasi tutti i nostri partiti, sia sul punto di essere spazzato via.

    L'era del Debito Pubblico usato come mezzo per finanziare la ricerca di consenso elettorale da parte di questo o quel partito, non regge proprio più, non è più sostenibile.
    E' un insulto infame contro qualunque Italiano.


    Credo che a livello politico ci possa essere una svolta che parta spontaneamente dalla Gente (Gente, con la G maiuscola), da far impallidire la finta svolta di quasi 30 anni fa -Tangentopoli- che, semplicemente, eliminò la vecchia casta di creatori di debito pubblico solo per insediarne una nuova, altrettanto "vorace".


    Ora è necessaria una svolta politica pacifica, ma profonda.
    Una svolta politica costruita e sostenuta con milioni di voti, non con gli avvisi di Garanzia.



    Perchè stavolta si è toccato il fondo. La presa in giro non sta più in piedi.
    Finita.


    Blue Ray
    Ultima modifica di Blue Ray; 21-03-20 alle 10:52

  4. #4

    Data Registrazione
    Apr 2018
    Messaggi
    874
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    548 Post(s)
    Potenza rep
    32536754
    Penso che il virus cambierà positivamente più di tutti l'Italia da un punto di vista sociale, politico ed economico.
    Ma ci deve essere anche la volontà del popolo per mutare in un paese più dinamico e meno piagnone.
    Bisognerà ristrutturare la spesa pubblica partendo dalle infrastrutture e gli organi pubblici. In secondo luogo spesa sanitaria e spesa pensionistica. Infine e molto importante l'istruzione e il percorso formativo scolastico.
    Dovremmo poi cominciare a valorizzare meglio le risorse turistiche e i servizi al fine di ritornare competitivi.
    Puntare sull'innovazione per dare valore aggiunto e colmare i gap con gli altri stati della moneta unica.
    Ce la possiamo fare è un percorso lungo ma in tutto questo casino forse riusciremo ad aprire gli occhi e smetterla di puntare il dito contro gli altri.

  5. #5

    Data Registrazione
    Feb 2020
    Messaggi
    23
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    14 Post(s)
    Potenza rep
    0
    E' una cosa auspicabile ma, appena terminata l'esperienza covid-19, il quadro sarà più o meno questo:
    - debito publico sarà 150% o oltre
    - Conte ed il PD chiamati a fare una o più patrimoniali
    - nel frattempo su Facebook, Instagram, TikTok, Tinder ecc Salvini e Meloni spammano proclami, regali, lonze, pezzi di presepe ecc.

    -> siamo sicuri che a Natale ci ricordiamo ancora dell'esperienza Coronavirus? O staremo giorno e notte a parlare di quanto sono cattivi i nostri partner europei che ci fanno ristrutturare il debito?

  6. #6
    L'avatar di Blue  Ray
    Data Registrazione
    Jul 2000
    Messaggi
    589
    Blog Entries
    3
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    21 Post(s)
    Potenza rep
    23010230
    Citazione Originariamente Scritto da certificate Visualizza Messaggio
    E' una cosa auspicabile ma, appena terminata l'esperienza covid-19, il quadro sarà più o meno questo:
    - debito publico sarà 150% o oltre
    - Conte ed il PD chiamati a fare una o più patrimoniali
    - nel frattempo su Facebook, Instagram, TikTok, Tinder ecc Salvini e Meloni spammano proclami, regali, lonze, pezzi di presepe ecc.

    -> siamo sicuri che a Natale ci ricordiamo ancora dell'esperienza Coronavirus? O staremo giorno e notte a parlare di quanto sono cattivi i nostri partner europei che ci fanno ristrutturare il debito?

    Fai bene a sollevare il dubbio,
    perchè finora quasi tutti noi cittadini abbiamo sottovalutato il pericolo rappresentato dal nostro Debito Pubblico :
    sostanzialmente, molti di noi pensavano che ci saremmo ripresi prima di un altro 2008, ritenuto A TORTO come un evento lontano e irripetibile.

    E sicuramente lo pensavano, come ironicamente osservi tu, i vari "Salvini, Meloni" ; ma anche TANTI dell'opposta parte politica : come Renzi e altri.


    -->L'utilità ENORME della crisi da Covid-19 è che come Italiani abbiamo sperimentato sulla nostra pelle cosa vuol dire sentirsi con le spalle al muro, sull'orlo del baratro, mentre quell'orlo è sul punto di cedere.
    Ecco, ora lo stesso scenario lo dovremo affrontare dal punto di vista finanziario-economico.

    E, tranquilli, stavolta non ce lo potremo dimenticare ne a Natale, ne a Pasqua : niente più "abusi della credulità popolare".
    Perchè stavolta veramente "O si fa l'Italia, o si muore".



    il 2020 è, particolarmente per l'Italia, uno spartiacque che entrerà nei libri di storia.


    Blue Ray
    Ultima modifica di Blue Ray; 22-03-20 alle 10:44

  7. #7
    L'avatar di vtt2
    Data Registrazione
    Jul 2019
    Messaggi
    1,089
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    817 Post(s)
    Potenza rep
    37651152
    Il vero populismo in Italia è quello di chi pur di farsi eleggere o guadagnare consenso mette i bastoni fra le ruote a chi cerca di risolvere i problemi...risoluzioni che al pari di una dieta non sono mai piacevoli.

  8. #8
    L'avatar di Blue  Ray
    Data Registrazione
    Jul 2000
    Messaggi
    589
    Blog Entries
    3
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    21 Post(s)
    Potenza rep
    23010230
    Citazione Originariamente Scritto da vtt2 Visualizza Messaggio
    Il vero populismo in Italia è quello di chi pur di farsi eleggere o guadagnare consenso mette i bastoni fra le ruote a chi cerca di risolvere i problemi...
    Citazione Originariamente Scritto da Itachi Visualizza Messaggio
    Anche io ho seri dubbi sul cambiamento delle persone.
    Che il popolo italiano adesso diventi ragionevole è purtroppo utopia a mio parere.

    In genere è sensato dubitare che ci possa essere una veloce svolta a livello etico/comportamentale ,

    tuttavia -come in questo caso della crisi da Covid-19 , e della risposta sicuramente responsabile da parte della MAGGIORANZA della Popolazione Italiana- ora (finanziariamente parlando) siamo veramente con le spalle al muro , e ORA dovremo dimostrare che gli Italiani danno il meglio in queste situazioni disperate.


    Personalmente credo che se ne uscirà con un Governo di Emergenza/Solidarietà Nazionale, con la partecipazione di quasi tutte le forze politiche ;
    e con un presidente del Consiglio, e un Ministro dell'Economia, di assoluto livello e reputazione :

    questo ci aiuterà a costruire "Piani Marshall" a sostegno della risalita economica, negoziandoli sia con l'Unione Europea, sia con QUALUNQUE PAESE nel Mondo si dimostri davvero "amico" e solidale con l'Italia.
    Sarà importante reperire finanziamenti a tassi accettabili, senza diventare preda di strozzinaggio economico e atteggiamenti predatori, particolarmente odiosi nel momento in cui è in corso una guerra e i caduti si contano a migliaia.

    E ci vorrà anche tanto rigore : proprio come quello che ci stiamo imponendo nel restare a casa e nel rispettare tante regole di buon senso (le eccezioni in negativo ci sono, ma la vera maggioranza della Gente c'è : tanto è vero che, viaggiando in auto nella mia zona, vedo solo strade deserte come in uno scenario 'post-atomico') : quindi subito spending-review, rigorose come le attuali regole anti-Covid 19 seguite in massa dalla Popolazione Italiana.



    Spero inoltre che i nostri presenti e futuri Governi sappiano dimostrare che come Italiani non ci manca Creatività -in senso SOLO BUONO- proponendo anche soluzioni innovative per uscire di slancio dalla crisi :

    Ad esempio, di recente è stato proposto un mega-progetto a livello europeo per realizzare immense strutture fotovoltaiche nelle zone sahariane in Africa Settentrionale, allo scopo di approvigionare l'Europa con energia a bassissimo costo.
    Una mia idea è che ora si potrebbe studiare e proporre un'iniziativa simile a livello UE, costruendo tali strutture fotovoltaiche nelle vaste zone isolate e semi-desertiche situate all'interno di Sicilia e Sardegna (invece che in paesi non-UE, e tutt'altro che sicuri, come Algeria, Marocco, e simili).
    Ottenendo in cambio una buona dose di capitali per finanziare il rilancio economico italiano.
    E' solo una mia idea en-passant, e probabilmente i nostri governanti ne proporranno altre 10 volte migliori, però è un esempio del tipo di creatività costruttiva che ci servirà nel prossimo futuro.


    Blue Ray
    Ultima modifica di Blue Ray; 21-03-20 alle 11:02

  9. #9

    Data Registrazione
    Feb 2020
    Messaggi
    23
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    14 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Ciao Blue,
    onestamente spero che succeda quello che dici.
    Il vero problema che vedo io, nel nostro paese, non sono i conti pubblici (per modo di dire...), quelli a botte di patrimoniali, tagli drastici alla spesa ecc si riescono a risollevare. Il nostro deficit rispetto ad altri paesi europei è nella cultura: non intendo ovviamente l'istruzione dove, nonostante una politica scellerata, manteniamo un buon livello.
    Tra l'altro, ignoro completamente quale possa essere una direzione di sviluppo a questo paese: tecnologia, ricerca e sviluppo sono appannaggio di altri, finanziariamente c'è poco poco, su quasi tutto il resto c'è il presidio enorme della Cina. Di fatto ci rimane turismo e cultura che francamente sono insufficienti per mandare avanti 60 milioni di persone.

  10. #10

    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    8,387
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    1864 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Il tuo auspicio mi sembra ormai fuori tempo massimo. Oggi Giavazzi ipotizza già un debito/PIL al 155%, se lo scenario peggiora possiamo arrivare al 160-165% chi può più dirlo.

    Già erano 25 anni che l'Italia non cresceva, farlo partendo da quel livello è impossibile. Secondo me già si prepara un mezzo default.

    Ma in tutto questo teniamo conto che il PIL procapite italiano potrebbe perdere ulteriori 20 punti %. Portandosi al 75% della media UE ed al 40% di quello USA già nel 2020. Se la ripresa ci sarà negli anni a venire l'Italia non ne beneficerà o quanto meno non nella stessa misura degli altri paesi. Pertanto il gap in termini di PIL procapite si amplierà ulteriormente. Prevedo in 5 anni 65% di quello UE e 35% USA.

Accedi