Concorso docenti alle porte: ammortizzatore sociale per laureati?
Branson è già nello spazio: la sua Virgin Galactic fa +400% in 2 mesi. Ma Musk non è da meno con Space X
Un vero e proprio exploit quello registrato dalle azioni della Virgin Galactic a Wall Street, salite del 400% da dicembre. Un anno fa il miliardario britannico Richard Branson era sulla …
Stangata bollette voce per voce: in 10 anni sono scese solo le tariffe telefoniche
Non si arresta l'ondata di rincari delle tariffe in Italia. Nel 2019 le uniche in controtendenza sono state il gas (-0,9%) e i servizi telefonici (-6,1%); queste voci, assieme alle …
Elezioni Usa, petrolio, Brexit e anche europei di calcio: ecco 10 previsioni ‘improbabili ma possibili’ per il 2020
Nonostante le attuali tensioni geopolitiche, vi sono previsioni che lasciano emergere un senso di speranza per il 2020. Trattasi di previsioni ipotetiche su ciò che potrebbe accadere e le individua …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Jul 2015
    Messaggi
    430
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    464 Post(s)
    Potenza rep
    32446281

    Concorso docenti alle porte: ammortizzatore sociale per laureati?

    ...ma avete presente quant'è lo stipendio netto per i primi 10 anni? 1.350€
    E c'è una vera e propria ressa,gente che spera di riciclare in qualche modo una laurea oggettivamente inutile al mondo del lavoro(lettere...fisolofia..) ma anche tanti con lauree tecniche come giurisprudenza, economia,matematica.. Persino molti in Ingegneria.

    Ed è questo che mi sconvolge ancora di più: come si può pensare che un professionista, un Ingegnere con una certa spendibilitá sul mercato(di conseguenza quindi anche capacità) sia attratto da un posto da 1.350€?
    Posto che necessita di Laurea Magistrale e di 4 esami supplementari in materie Psicologiche.

    Oppure volutamente si considera la docenza come un ammortizzatore sociale per laureati?
    Ultima modifica di missed_approach; 28-12-19 alle 20:55

  2. #2
    L'avatar di Cesare Giulio
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    267
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    248 Post(s)
    Potenza rep
    8839732
    20 ore a settimana a 1400 garantiti a vita, 2 settimane a natale e 2 mesi in estate di ferie e senza capi che rompono le palle vs max 2000 euro per lavorare 8/10 ore (se va di lusso) e sopportare capi e clienti molesti e repressi dalla crisi economica italiana e tu chiedi perché c'è la ressa per fare il concorso?

    Per molti i soldi non sono tutto nella vita, anzi chi ha capito tutto fa il concorso come personale ATA nelle scuole... Lì si che si svolta

  3. #3

    Data Registrazione
    Jul 2015
    Messaggi
    430
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    464 Post(s)
    Potenza rep
    32446281
    Citazione Originariamente Scritto da Cesare Giulio Visualizza Messaggio
    20 ore a settimana a 1400 garantiti a vita, 2 settimane a natale e 2 mesi in estate di ferie e senza capi che rompono le palle vs max 2000 euro per lavorare 8/10 ore (se va di lusso) e sopportare capi e clienti molesti e repressi dalla crisi economica italiana e tu chiedi perché c'è la ressa per fare il concorso?

    Per molti i soldi non sono tutto nella vita, anzi chi ha capito tutto fa il concorso come personale ATA nelle scuole... Lì si che si svolta
    No io non ho chiesto "perché c'e la ressa",leggi bene. È chiaro che chi ha una laurea inutile un bel posto fisso a 1.400€ statale "sistemato" a vita è la manna.

    La mia domanda era un'altra: i soldi non sono tutto, 1.400€ per fare 20 ore etc sono discorsi che fa il mediocre medio(come me, te e tantissimi altri per capirsi) quindi mi chiedevo
    "l'insegnamento è un ammortizzatore sociale?"

    perché chi eccelle non si accontenta del fatto che "si la paga è bassa ma tanto poi non fai una sega e sei sistemato a vita". O no?

  4. #4

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    3,871
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    1609 Post(s)
    Potenza rep
    36258540
    E chi eccelle farà altro

  5. #5

    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    72
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    23 Post(s)
    Potenza rep
    876179
    Citazione Originariamente Scritto da Cesare Giulio Visualizza Messaggio
    Per molti i soldi non sono tutto nella vita, anzi chi ha capito tutto fa il concorso come personale ATA nelle scuole... Lì si che si svolta
    Ci ho provato per anni senza successo,anche perchè in alcuni ruoli purtroppo la laurea non dà punteggio...

  6. #6

    Data Registrazione
    Jul 2015
    Messaggi
    430
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    464 Post(s)
    Potenza rep
    32446281
    Citazione Originariamente Scritto da totuccio2 Visualizza Messaggio
    E chi eccelle farà altro
    Quindi confermi la mia tesi?
    Chi eccelle farà altro, i mediocri invece saranno "sistemati" e/o si accontenteranno del posto fisso statale a 1.400€ perché per poco più ci si deve sbattere? Questo il meccanismo alla base del reclutamento del corpo docente nazionale? Una paga da cassiere dell'ipercoop con la terza media...

  7. #7
    L'avatar di Cesare Giulio
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    267
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    248 Post(s)
    Potenza rep
    8839732
    Citazione Originariamente Scritto da missed_approach Visualizza Messaggio
    No io non ho chiesto "perché c'e la ressa",leggi bene. È chiaro che chi ha una laurea inutile un bel posto fisso a 1.400€ statale "sistemato" a vita è la manna.

    La mia domanda era un'altra: i soldi non sono tutto, 1.400€ per fare 20 ore etc sono discorsi che fa il mediocre medio(come me, te e tantissimi altri per capirsi) quindi mi chiedevo
    "l'insegnamento è un ammortizzatore sociale?"

    perché chi eccelle non si accontenta del fatto che "si la paga è bassa ma tanto poi non fai una sega e sei sistemato a vita". O no?
    A cosa serve eccellere sul lavoro se poi non sei adeguatamente ricompensato

    Ho un caro amico chimico, ha fatto il ricercatore per 10 anni, una marea di pubblicazioni a 35 anni stufo che tipo il portiere che gli chiudeva il laboratorio la sera guadagnasse più fi lui ha fatto e vinto ad occhi chiusi il concorso da insegnante, ha aperto un mutuo e ha messo su famiglia pomeriggio si gode i figli, mountain bike, piscina, hobby vari estate mare e montagna cosa impensabile quando era un luminare ricercatore.

    Diglielo di fare quella vita, magari a 60 anni ritrovarsi solo come un cane senza aver goduto la vita per aver ricercato qualcosa da vendere a qualche multinazionale che ci fa i soldi con la pala senza alcun merito individuale se non quello di avere i soldi, dell aspirina conosci la bayer o il ricercatore che l ha formulata?

    Chi eccelle va all'estero, in Italia a causa della forte tassazione sul lavoro chi eccelle comunque difficilmente può ambire a stipendi così superiori da giustificare il fatto di lavorare il triplo delle ore, proprio perché non si guadagna il triplo di un professore.

    Su 100 ingegneri, avvocati, chimici e simili quanti guadagnano in Italia più di 3000 euro fissi al mese?

    I meriti professionali? Marchionne quando è morto il giorno dopo aveva il sostituto, l ambizione lavorativa la inculca il sistema in cui viviamo per farci impegnare ad essere delle brave pedine che vanno sfruttate fin quando serviamo senza di noi il mondo va avanti lo stesso il giorno dopo non ti credere, la vita personale invece è una e non sai quando termina quindi in Italia non esiste l eccellenza ma esiste il ******** che si fa sfruttare dal sistema lavorativo e il furbo che sfrutta il sistema lavorativo (statale, il libero prof chi fa nero)
    Ultima modifica di Cesare Giulio; 29-12-19 alle 11:12

  8. #8
    L'avatar di Antoniano2
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Messaggi
    16,954
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    10781 Post(s)
    Potenza rep
    42949676
    Citazione Originariamente Scritto da Cesare Giulio Visualizza Messaggio
    A cosa serve eccellere sul lavoro se poi non sei adeguatamente ricompensato

    Ho un caro amico chimico, ha fatto il ricercatore per 10 anni, una marea di pubblicazioni a 35 anni stufo che tipo il portiere che gli chiudeva il laboratorio la sera guadagnasse più fi lui ha fatto e vinto ad occhi chiusi il concorso da insegnante, ha aperto un mutuo e ha messo su famiglia pomeriggio si gode i figli, mountain bike, piscina, hobby vari estate mare e montagna cosa impensabile quando era un luminare ricercatore.

    Diglielo di fare quella vita, magari a 60 anni ritrovarsi solo come un cane senza aver goduto la vita per aver ricercato qualcosa da vendere a qualche multinazionale che ci fa i soldi con la pala senza alcun merito individuale se non quello di avere i soldi, dell aspirina conosci la bayer o il ricercatore che l ha formulata?

    Chi eccelle va all'estero, in Italia a causa della forte tassazione sul lavoro chi eccelle comunque difficilmente può ambire a stipendi così superiori da giustificare il fatto di lavorare il triplo delle ore, proprio perché non si guadagna il triplo di un professore.

    Su 100 ingegneri, avvocati, chimici e simili quanti guadagnano in Italia più di 3000 euro fissi al mese?

    I meriti professionali? Marchionne quando è morto il giorno dopo aveva il sostituto, l ambizione lavorativa la inculca il sistema in cui viviamo per farci impegnare ad essere delle brave pedine che vanno sfruttate fin quando serviamo senza di noi il mondo va avanti lo stesso il giorno dopo non ti credere, la vita personale invece è una e non sai quando termina quindi in Italia non esiste l eccellenza ma esiste il ******** che si fa sfruttare dal sistema lavorativo e il furbo che sfrutta il sistema lavorativo (statale, il libero prof chi fa nero)
    Il problema è sempre il solito: dare 10 più della media per ottenere 1. Se ottenssero 10 si impegnerebbero a vantaggio dell'intero sistema. Invece chi può e merita emigra, chi può rimanere vivacchia o sugge la mammella statale

  9. #9

    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    478
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    415 Post(s)
    Potenza rep
    22659915
    Citazione Originariamente Scritto da missed_approach Visualizza Messaggio
    No io non ho chiesto "perché c'e la ressa",leggi bene. È chiaro che chi ha una laurea inutile un bel posto fisso a 1.400€ statale "sistemato" a vita è la manna.

    La mia domanda era un'altra: i soldi non sono tutto, 1.400€ per fare 20 ore etc sono discorsi che fa il mediocre medio(come me, te e tantissimi altri per capirsi) quindi mi chiedevo
    "l'insegnamento è un ammortizzatore sociale?"

    perché chi eccelle non si accontenta del fatto che "si la paga è bassa ma tanto poi non fai una sega e sei sistemato a vita". O no?
    Il problema non è "l'insegnamento è un ammortizzatore sociale?"

    Questo discorso valeva negli anni 80 quando l'economia cresceva (pompata dal debito), e un laureato trovava molti lavori migliori.
    Alla fine l'insegnamento veniva scelto da chi nel pomeriggio faceva secondi lavori in nero o da chi voleva un lavoro tranquillo per poter seguire meglio la famiglia (magari avendo un partner che portava a casa un contributo maggiore).

    Il vero problema oggi è: "come è possibile che un laureato anche con ottimo profilo non riesca a trovare nulla con una paga oraria maggiore di quella di un professore di scuola superiore?"

  10. #10
    L'avatar di ciroascarone
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    19,972
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    3327 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da missed_approach Visualizza Messaggio
    ...ma avete presente quant'è lo stipendio netto per i primi 10 anni? 1.350€
    E c'è una vera e propria ressa,gente che spera di riciclare in qualche modo una laurea oggettivamente inutile al mondo del lavoro(lettere...fisolofia..) ma anche tanti con lauree tecniche come giurisprudenza, economia,matematica.. Persino molti in Ingegneria.

    Ed è questo che mi sconvolge ancora di più: come si può pensare che un professionista, un Ingegnere con una certa spendibilitá sul mercato(di conseguenza quindi anche capacità) sia attratto da un posto da 1.350€?
    Posto che necessita di Laurea Magistrale e di 4 esami supplementari in materie Psicologiche.

    Oppure volutamente si considera la docenza come un ammortizzatore sociale per laureati?
    con 2-3-4 ore di ripetizioni private al pomeriggio i 1400 diventano subito 2500-3000 con livello di stress inferiore di un ordine di grandezza rispetto a chi lavora nel privato e guadagna 2500-3000 euro

Accedi