Il sistema pensionistico italiano esisterà ancora fra 20 anni? - Pagina 2
“La Brexit? Come l’albero di Bertoldo. Ai mercati non interessa più”
Le elezioni in Gran Bretagna hanno visto la vittoria schiacciante di Boris Johnson. Cosa accadrà ora sui mercati? Ne abbiamo parlato con Massimo Siano, nuovo direttore generale Sud Europa di …
Posizioni nette corte: Ovs schiva il podio dei più shortati, ingresso di Buzzi
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è UBI Banca con 6 posizioni short aperte per una …
JP Morgan prevede Seconda Grande Rotazione. ‘Fiducia in accordo Usa-Cina, siate long su questi asset’
Le stelle sono allineate per una Seconda Grande Rotazione ovvero, per dirla come gli analisti di JP Morgan, per una “Great Rotation II”: rotazione dai bond verso le azioni, che …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #11
    L'avatar di FogOnLine
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Messaggi
    9,400
    Mentioned
    50 Post(s)
    Quoted
    3519 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Benjamin_Malaussène Visualizza Messaggio
    [...]Un utopistico punto di partenza, sarebbe quello di togliere il diritto di voto oltre una certa età [...]

    E' un'idea talmente geniale che rende immediatamente possibile il passaggio ad un sistema a capitalizzazione con l'opzione 2) che avevo illustrato nel post linkato.

  2. #12
    L'avatar di Paolo1956
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    5,219
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1127 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Hi, Hi, hi,

    no taxation without representation....


  3. #13

    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    275 Post(s)
    Potenza rep
    15303986
    Citazione Originariamente Scritto da Paolo1956 Visualizza Messaggio
    Hi, Hi, hi,

    no taxation without representation....

    Oggi è proprio la tassazione uno dei punti delicati del sistema elettorale a suffragio universale (unità alla possibilità di spendere in deficit).

    Si vota chi condona le tasse non pagate, chi le abbassa a categorie improduttive (pensionati), chi chiude un occhio su chi le evade...
    Di contro, oltre una certa età, si comincia a votare chi promette di andare in pensione prima, chi inserisce la rivalutazione automatica delle pensioni, lo sconto su TV/treni/fonia per gli over 65, etc.

  4. #14
    L'avatar di Paolo1956
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    5,219
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1127 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Benjamin_Malaussène Visualizza Messaggio
    Oggi è proprio la tassazione uno dei punti delicati del sistema elettorale a suffragio universale (unità alla possibilità di spendere in deficit).

    Si vota chi condona le tasse non pagate, chi le abbassa a categorie improduttive (pensionati), chi chiude un occhio su chi le evade...
    Di contro, oltre una certa età, si comincia a votare chi promette di andare in pensione prima, chi inserisce la rivalutazione automatica delle pensioni, lo sconto su TV/treni/fonia per gli over 65, etc.
    Io scherzo, ma non tanto. Oggi, di fronte a un elettorato che non risponde come si vorrebbe c'è la tendenza ad auspicare una limitazione del diritto di voto, vuoi in base all'istruzione, vuoi in base al QI o all'età o altro.

    Invece di dire "devo convincerli" (faticoso) si dice "non dovrebbero votare".

    Con lo stesso criterio non dovrebbero votare gli statali (perché difendono loro stessi), gli autonomi (perché votano chi gli fa i condoni), i pensionati appunto, e chi resta?

  5. #15

    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    17,311
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    2944 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da _top_gun_ Visualizza Messaggio
    Io penso che questo paese sia già dentro una tomba e pensioni, debito pubblico, immigrazione e denatalità siano le 4 viti che andranno agli angoli del coperchio.

    Vorrei però sentire idee di resurrezione però.
    compra un libro di fantascienza

  6. #16

    Data Registrazione
    Aug 2019
    Messaggi
    308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    275 Post(s)
    Potenza rep
    15303986
    Citazione Originariamente Scritto da Paolo1956 Visualizza Messaggio
    Io scherzo, ma non tanto. Oggi, di fronte a un elettorato che non risponde come si vorrebbe c'è la tendenza ad auspicare una limitazione del diritto di voto, vuoi in base all'istruzione, vuoi in base al QI o all'età o altro.

    Invece di dire "devo convincerli" (faticoso) si dice "non dovrebbero votare".

    Con lo stesso criterio non dovrebbero votare gli statali (perché difendono loro stessi), gli autonomi (perché votano chi gli fa i condoni), i pensionati appunto, e chi resta?
    Era ovviamente un paradosso.

    Il problema è che la maniera più veloce di "convincere" gli elettori è quella di concedere benefici (fiscali, pensionistici, etc.).
    In questo modo, poiché gli anziani sono proporzionalmente di piu, si continuano a favorire i pensionati/andi, e non ci si accorge che i giovani non riescono a sostenere il sistema pensionistico a ripartizione, i 30enni non fanno più figli, etc.

    Io sostengo che dovrebbe aver "maggior" diritto di voto chi ha maggior interesse nella crescita a lungo termine

  7. #17

    Data Registrazione
    May 2019
    Messaggi
    388
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    285 Post(s)
    Potenza rep
    11652955
    Voto in base alle tasse pagate.
    Chi mette i soldi vota.

  8. #18
    L'avatar di _top_gun_
    Data Registrazione
    Jul 2019
    Messaggi
    469
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    259 Post(s)
    Potenza rep
    7625082
    La cosa comica del suffraggio universale è che TUTTI votano su come spendere i soldi di chi lavora...non è una sorpresa che chi vive sul lavoro degli altri abbia più potere politico di questi ultimi.

  9. #19
    L'avatar di Paolo1956
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    5,219
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1127 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Benjamin_Malaussène Visualizza Messaggio
    Era ovviamente un paradosso.

    Il problema è che la maniera più veloce di "convincere" gli elettori è quella di concedere benefici (fiscali, pensionistici, etc.).
    In questo modo, poiché gli anziani sono proporzionalmente di piu, si continuano a favorire i pensionati/andi, e non ci si accorge che i giovani non riescono a sostenere il sistema pensionistico a ripartizione, i 30enni non fanno più figli, etc.

    Io sostengo che dovrebbe aver "maggior" diritto di voto chi ha maggior interesse nella crescita a lungo termine
    Seriamente, il problema intergenerazionale c'è.

    Ma per distribuire diversamente le risorse fra generazioni ci vorrebbe anzitutto una classe politica autorevole (tieni conto che il 50% delle pensioni non arriva a 1000 €).

    Poi, 20 anni di propaganda hanno istillato delle idee che rendono difficilissimo fare questi discorsi:

    - i soldi ci sarebbero ma quelli a Roma se li mangiano
    - se le persone vanno in pensione prima liberano posti per i giovani

    ecco, se queste cose (e tante altre dello stesso tenore) te le senti dire ogni 2 per 3 anche da persone che reputi informate, capirai che idee di redistribuzione intergenerazionale non te le voterebbero nemmeno i giovani.

    A questo aggiungici che la nostra società è molto più familistica di quelle nord europee. Il babbo pensionato aiuta la famiglia del figlio economicamente, oltre a fare spesso il nonno a tempo pieno. Quindi alla fine nessuno vorrebbe ridurre i soldi in tasca al babbo.

  10. #20

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    167
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    173 Post(s)
    Potenza rep
    9631955
    Citazione Originariamente Scritto da Paolo1956 Visualizza Messaggio
    Io scherzo, ma non tanto. Oggi, di fronte a un elettorato che non risponde come si vorrebbe c'è la tendenza ad auspicare una limitazione del diritto di voto, vuoi in base all'istruzione, vuoi in base al QI o all'età o altro.

    Invece di dire "devo convincerli" (faticoso) si dice "non dovrebbero votare".

    Con lo stesso criterio non dovrebbero votare gli statali (perché difendono loro stessi), gli autonomi (perché votano chi gli fa i condoni), i pensionati appunto, e chi resta?
    Il problema è che non credo oggi sia possibile.

    Per come la vedo io l'accelerazione del progresso degli ultimi decenni ha causato una netta crescita delle competenze minime richieste per "sopravvivere" in questa società.
    La verità è che semplicemente la maggior parte dei meccanismi che regolano il nostro lavoro, economia, ecc sono troppo complessi per poter essere compresi cosi su 2 piedi dalla stragrande maggioranza della popolazione.

    Andare a votare oggi non ha alcun senso. Nulla di quello che si dice in campagna elettorale corrisponde alla realtà. Niente.
    E non parlo di chi mente, parlo proprio in generale del comunicare cosa andrebbe fatto per risolvere il problema X. Non si puo, non senza semplificare la cosa a tal punto da trasformarla in un concetto totalmente diverso.

    Quindi oggi si va davvero solo a votare per simpatia, preferenze soggettive ecc, ma NESSUN voto ha niente a che fare con le reali soluzioni che in quel momento dovrebbero essere adottate.

    So che questo concetto spaventa molte persone, e sopratutto so che non ho una soluzione alternativa al momento, ma sono fondamentalmente convinto che il sistema del voto democratico semplicemente non può funzionare in una società cosi avanzata.

Accedi