La Fine è Vicina! - Pagina 117
Elezioni Usa e volatilità Wall Street: lo scenario che potrebbe portare a un novembre caotico
L?attenzione dei mercati nell’ultima settimana si è iniziata a spostare alle elezioni statunitensi. Il 3 novembre non è ancora alle porte, ma c’è chi come gli operatori in derivati che …
Posizioni nette corte: Saipem capolista degli short di Piazza Affari, subito dietro Maire e Bper
Dall?ultimo aggiornamento disponibile di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Saipem con 6 posizioni short aperte per una quota pari al …
Piazza Affari archivia una settimana buia: sul Ftse Mib agli inferi Unicredit, Bper ed ENI
Piazza Affari manda in archivio una settimana incolore e anche l?ultima seduta si conclude con segno meno. L’indice Ftse Mib ha chiuso con un calo dell?1,09% a 19.524 punti in …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1161
    L'avatar di antibody
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    2,718
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    381 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da mander Visualizza Messaggio
    Non c'entrano nulla i pensionati retributivi e fruitori di diritti acquisiti. Se prendono e perchè c'è chi elargisce,non è colpa loro

    Nel 92 avevamo un debito pari a 105 ed un deficit del 10,37
    Negli ultimi 10 anni il deficit è costantemente calato fino a - 1,60 perchè mai non dovremmo farcela,agendo laddove necessario:

    . eliminando sprechi assistenzialismo e recuperando risorse dall'evasione, da tutte le agevolazioni fiscali che riducono il gettito ed aumentano la pressione su chi le tasse paga e produce.

    Donde viene tanto pessimismo, i mali italiani sono ben chiari individuati e risolvibili.
    IL tuo è un ragionamento motivato:c'entrano e come.E i dati dicono il contrario di quello che scrivi. E se pensi che chi faccia azienda,lavoro vero,debba pagare il 60/70% di tasse per mantenere i pensionati retributivi e i passa carta,lo capirai a breve.

  2. #1162
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    14,214
    Mentioned
    551 Post(s)
    Quoted
    7510 Post(s)
    Potenza rep
    42688877
    Ricominciamo da qui:


    Disse un profetico Agnelli,la festa è finita già nel 90 e si riferiva a:

    quell’improbabile modello di sviluppo basato sul debito pubblico, sulla redistribuzione anti meritocratica delle risorse, sul mantenimento di un basso livello di competizione e sulla costruzione clientelare del consenso politico.

    Questo modello prevede ancora un sud arretrato, minoritario ed abbandonato come una ex colonia, a cui si continua ad assegnare il ruolo di mercato di prossimita e di riserva di forza lavoro a basso costo.

    Può il nord essere talmente produttivo e competitivo da salvare i conti del paese senza l'apporto del sud ovvero di un terzo di italiani?

    E' il sud la palla al piede del paese o è un nord cui ha fatto comodo mantenere il divario per scelta strategica dai tempi dell'unita ad oggi?

    L'evasione massiccia riguarda un sud povero e derelitto o un centronord produttivo che fa PIL e...evasione?
    Le ricche pensioni retributive ed i privilegi fiscali connessi alle tax expenditure stanno a sud o a nord ?

    Vi sembra impossibile modificare questo andazzo che vede 2 italie contrapposte su questioni vitali.Un sud morente inevitalbilmente trascinerà anche il nord nella fossa .

  3. #1163

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    4,533
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    2190 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da mander Visualizza Messaggio
    Ricominciamo da qui:


    Disse un profetico Agnelli,la festa è finita già nel 90 e si riferiva a:

    quell’improbabile modello di sviluppo basato sul debito pubblico, sulla redistribuzione anti meritocratica delle risorse, sul mantenimento di un basso livello di competizione e sulla costruzione clientelare del consenso politico.

    Questo modello prevede ancora un sud arretrato, minoritario ed abbandonato come una ex colonia, a cui si continua ad assegnare il ruolo di mercato di prossimita e di riserva di forza lavoro a basso costo.

    Può il nord essere talmente produttivo e competitivo da salvare i conti del paese senza l'apporto del sud ovvero di un terzo di italiani?

    E' il sud la palla al piede del paese o è un nord cui ha fatto comodo mantenere il divario per scelta strategica dai tempi dell'unita ad oggi?

    L'evasione massiccia riguarda un sud povero e derelitto o un centronord produttivo che fa PIL e...evasione?
    Le ricche pensioni retributive ed i privilegi fiscali connessi alle tax expenditure stanno a sud o a nord ?

    Vi sembra impossibile modificare questo andazzo che vede 2 italie contrapposte su questioni vitali.Un sud morente inevitalbilmente trascinerà anche il nord nella fossa .
    Non saprei, però i forestali calabresi sono al sud, la Sicilia che spende e spande tanto paga il resto del paese è al sud

  4. #1164
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    14,214
    Mentioned
    551 Post(s)
    Quoted
    7510 Post(s)
    Potenza rep
    42688877
    Citazione Originariamente Scritto da totuccio2 Visualizza Messaggio
    Non saprei, però i forestali calabresi sono al sud, la Sicilia che spende e spande tanto paga il resto del paese è al sud
    Mettiamoci d'accordo, infrastrutturiamo il sud impiegando i forestali,i detentori di reddito di fannullanza i falsi braccianti.Tanto la mafia si è trasferita al nord.

    Rendiamolo competitivo l'interscambio,allestendo filiere produttive confacenti,creiamo vera occupazione.Facciamo si che Cristo continui il suo cammino fino alle sponde del Mediterraneo.Ripristiniamo la Magna Grecia

    Non ci sono alternative,ridateci quello che vi siete preso ?

  5. #1165
    L'avatar di PGiulia
    Data Registrazione
    Nov 2000
    Messaggi
    10,622
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    2022 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Citazione Originariamente Scritto da mander Visualizza Messaggio
    Ricominciamo da qui:


    Disse un profetico Agnelli,la festa è finita già nel 90 e si riferiva a:

    quell’improbabile modello di sviluppo basato sul debito pubblico, sulla redistribuzione anti meritocratica delle risorse, sul mantenimento di un basso livello di competizione e sulla costruzione clientelare del consenso politico.

    Questo modello prevede ancora un sud arretrato, minoritario ed abbandonato come una ex colonia, a cui si continua ad assegnare il ruolo di mercato di prossimita e di riserva di forza lavoro a basso costo.

    Può il nord essere talmente produttivo e competitivo da salvare i conti del paese senza l'apporto del sud ovvero di un terzo di italiani?

    E' il sud la palla al piede del paese o è un nord cui ha fatto comodo mantenere il divario per scelta strategica dai tempi dell'unita ad oggi?

    L'evasione massiccia riguarda un sud povero e derelitto o un centronord produttivo che fa PIL e...evasione?
    Le ricche pensioni retributive ed i privilegi fiscali connessi alle tax expenditure stanno a sud o a nord ?

    Vi sembra impossibile modificare questo andazzo che vede 2 italie contrapposte su questioni vitali.Un sud morente inevitalbilmente trascinerà anche il nord nella fossa .
    Agnelli aveva ragione. Quel modello disgraziato è partito dal 68.

    Io sono originaria del sud, ma non ne posso più di questi irresponsabili piagnistei nazionalisti, che servono solo ad evitare quelle precise assunzioni di responsabilità che potrebbero migliorare la situazione.

    L'Italia da la colpa all'Europa, il sud da la colpa al nord, e avanti col solito populismo nazionalista che è un cancro pericolosissimo, sempre e comunque.

    Se l'Italia, e il sud, si trovano nella situazione in cui sono, è sempre e comunque loro responsabilità.
    Quand'anche si voglia credere alla favola per mediocri che ci si è fatti mettere i piedi in testa.

    Il punto di partenza può essere una chiara e precisa assunzione di responsabilità; oppure un terzo (magari Europa) che viene a gestire la crisi per noi (incompetenti e inefficienti).
    Dove con "noi" si legga italiani o meridionali a piacere.

    Hai voglia a sognare di mettere i forestali a lavorare, la gente a pagare le tasse, e tutti ad essere più bbbuoni!

  6. #1166
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    14,214
    Mentioned
    551 Post(s)
    Quoted
    7510 Post(s)
    Potenza rep
    42688877
    Citazione Originariamente Scritto da PGiulia Visualizza Messaggio
    Agnelli aveva ragione. Quel modello disgraziato è partito dal 68.

    Io sono originaria del sud, ma non ne posso più di questi irresponsabili piagnistei nazionalisti, che servono solo ad evitare quelle precise assunzioni di responsabilità che potrebbero migliorare la situazione.

    L'Italia da la colpa all'Europa, il sud da la colpa al nord, e avanti col solito populismo nazionalista che è un cancro pericolosissimo, sempre e comunque.

    Se l'Italia, e il sud, si trovano nella situazione in cui sono, è sempre e comunque loro responsabilità.
    Quand'anche si voglia credere alla favola per mediocri che ci si è fatti mettere i piedi in testa.

    Il punto di partenza può essere una chiara e precisa assunzione di responsabilità; oppure un terzo (magari Europa) che viene a gestire la crisi per noi (incompetenti e inefficienti).
    Dove con "noi" si legga italiani o meridionali a piacere.

    Hai voglia a sognare di mettere i forestali a lavorare, la gente a pagare le tasse, e tutti ad essere più bbbuoni!
    Non e' utopia,e l'unica via praticabile per uscire dal pantano in cui ci siamo cacciati.
    Non e' una questione antropologica,che vede i terroni abulici e sfatigati ed i mangiapolenta operosi e industriosi.
    Tu sei emigrata insieme ad altri milioni ed insieme avete contribuito alla crescita di un nord staccato da una visione unitaria del bel paese.
    Tu non sei libera di tornare alle origini,sei coatta e funzionale ad uno schema che vede il nord sviluppato,ed un sud depresso.Questa e' la storia e la piega che che ha preso.Un modo talmente illogico che finira' per segnare il declino dell'intero stivale,in assenza di correttivi.

  7. #1167
    L'avatar di Paolo1956
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    5,599
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    1468 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da PGiulia Visualizza Messaggio
    Agnelli aveva ragione. Quel modello disgraziato è partito dal 68.
    ....
    Ah, Agnelli, la dolce vita, Santa Margherita, Cap d'Antibes.... che tempi.

    E qui oggi invece è tutto un piagnisteo....

    A proposito del '68:

    Tutta colpa del '68. O del '69. O no? - YouTube

    Ciao cara, oggi prima nuotata della stagione... qui è estate.

  8. #1168

    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    8,361
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    1832 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Bisogna non confondere i piani nazionale ed europeo. Ogni paese ha il suo sud, la California non è L Arkansas. Fino ai primi anni 90 vi era convergenza tra nord e sud.


    Ma voi lo sapete che ben 100 mld di euro destinati al sud per il cofinanziamento dei fondi strutturali tra il 2008 ed il 2014 sono stati dirottati al nord per pagare la cassa integrazione? Voi lo sapete che il saldi sui flussi finanziari Nord-Sud sono calcolati al netto degli investimenti, come se in un bilancio mi fermassi all ebitda e non guardassi all ebit e poi all ultima riga.
    Ma sopratutto voi lo sapete che:
    1) L Europa continentale è L unica area ricca del pianeta che si basa sul saldo positivo della bilancia dei pagamenti per seguire il modello osceno della Germania;
    2) Il modello osceno della Germania di esportare metà del PIL lo scrivo da anni era insostenibile non fosse altro perché fai inc...zare un sacco di gente ed infatti è arrivato Trump(quanto vorrei Trump altri 4 anni alla White House così la demolisce questa Europa);
    3) la Germania aveva crescita zero già nel 2019 e quella del 2018 era ridicola, e bassa quella del 2017, AMAZON vale più de DAX e questa sarebbe la locomotiva d Europa; Dai siamo seri.
    4) ora che corporate America sta entrando nell era della cybernetica L industria automobilistica europea farà la fine della Kodak o di Nokia, è semplicemente una questione di tempo e se Biden va alla casa bianca quel tempo è ancora minore;
    5) le differenze di PIL procapite dell eurozona vs USA sono passate dal 15% del 1990 al 85% del 2019, quasi il 90% nel 2020.

    L Europa non funziona al di là dell Italia. Tutti i paesi sono in crisi in termini relativi e quei 4 paesi che prosperano lo fanno solo grazie alla competizione interna perché all esterno non sono in grado.

    Ricordiamo sempre che gran parte dei beni esportati dagli europei sono beni a medio-basso contenuto tecnologico per cui giganti come USA e Cina non hanno convenienza a replicare vista la bassa marginalità, ricordarsi che AMAZON vale più del DAX oggi. La Cina compete con gli USA sui microprocessori a 6 nm non sui quadri elettrici.

    Tempo al tempo e metà dell industria europea sparirà perche obsoleta.

    Domani intanto parte spacex verso lo spazio. Il mondo corre signori, corre alla velocità della luce.

  9. #1169

    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    18,102
    Mentioned
    13 Post(s)
    Quoted
    3482 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    quindi mi stai dicendo che la Germania non e' in grado di competere all'esterno dell'eurozona

    forse ti riferisci ad un pianeta diverso

  10. #1170
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    14,214
    Mentioned
    551 Post(s)
    Quoted
    7510 Post(s)
    Potenza rep
    42688877
    A breve @amartya78 preannuncerà :

    La fine dell'Europa è vicina.

Accedi