SarÃ* vero? SarÃ* falso? E' un mistero? Forse che sì forse che no! (2)
Volatilità sui mercati nel giorno dell’inflazione Usa. Ftse Mib tra i migliori in Europa  
  Volatilità sui mercati europei nel giorno della pubblicazione dell’inflazione Usa di luglio, il dato clou della settimana visto che l'a
Musk vende azioni Tesla per quasi 7 miliardi di dollari. Decisione legata alla battaglia legale con Twitter
Il patron di Tesla Elon Musk ha venduto 7,92 milioni di azioni di Tesla per un valore di circa 6,9 miliardi di dollari, secondo documenti finanziari pubblicati martedì sera dalla Securities and Exchange Commission (la Consob americana). Una decisione, secondo quanto detto da Musk, legata alla battaglia legale in corso con Twitter. L?uomo più ricco
Materie prime: cosa si prospetta all’orizzonte per mais, grano e cotone? Ecco cosa dice l’analisi tecnica
Negli ultimi mesi il contesto di mercato delle materie prime è profondamente cambiato passando da una fase di eccesso dei prezzi ad una forte contrazione. Questo lo si osserva anche dal Bloomberg Commodity Index, un indice che raggruppa l?andamento delle principali materie prime, che dopo essersi pericolosamente avvicinato ai massimi storici raggiunti con lo scoppio
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,364
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    797 Post(s)
    Potenza rep
    42949690

    Post SarÃ* vero? SarÃ* falso? E' un mistero? Forse che sì forse che no! (2)

    Non finirà mai: La Food and Drug Administration accoglie le richieste di Pfizer
    e ModeRNA, autorizzando la quarta dose per gli over 50.




    Qualcosa di grosso soggiace nei meandri delle stanze del Potere italiano. Qualcosa di tanto oscuro quanto pericoloso per alcuni dei politici italiani. Qualcosa che coinvolge direttamente pezzi grossi dei precedenti governi e che ancora giocano un ruolo in quello di Mario Draghi.
    Questo è quanto emerge dalle ultime minacce russe verso la classe dirigente italiana. Quali sono stati i veri risvolti dell’operazione soprannominata “Dalla Russia con Amore” nel 2020?

    Ma cosa successe esattamente in quei giorni caldi? Di sicuro, come rivelato dal Giornale, da quella missione uscì un report molto duro nei confronti dell’allora governo italiano.
    Il report di 11 pagine, scritto in russo e inglese dai due scienziati a capo della task force arrivata da Mosca insieme a 104 militari che hanno lavorato a Bergamo dal 22 marzo al 9 aprile 2020, sembra chiarire la natura della missione “Dalla Russia con Amore”: un’operazione di intelligence che avrebbe consentito alla Russia di realizzare di corsa il vaccino Sputnik-V (ancora in corso di valutazione da parte dell’Ema), fornendo al presidente russo Vladimir Putin informazioni vitali per approfondire lo stato dell’andamento pandemico europeo. Un favore che oggi, se confermato, potrebbe rivelarsi una vera e propria bomba a orologeria.

    E' stata l’Italia ad accollarsi le spese di vitto e alloggio e pare anche di viaggio e trasporto. Quanti di questi militari che hanno sfilato da Roma a Bergamo facevano (e fanno) parte del servizio di informazioni delle forze armate russe (GRU)? A quali informazioni sensibili ha avuto accesso nei due mesi della sua permanenza il capo della delegazione, il generale Sergey Kikot, vicecomandante del reparto di difesa chimica e batteriologica dell’esercito russo? Quanti e quali sono stati gli accordi commerciali e strategici presi dal governo italiano e russo durante i due mesi della delegazione “Dalla Russia con amore”. Tra questi c’è anche l’accordo siglato poi nell’aprile del 2021 tra l’Istituto Spallanzani di Roma e l’Istituto Gamaleya di Mosca sulla sperimentazione dello Sputnik V?


    Mosca: <<Se continuate sveleremo tutto>> sulla pandemia in Italia nel 2020 - La PekoraNera


  2. #2
    L'avatar di violett@
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    8,479
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    1140 Post(s)
    Potenza rep
    42949679

  3. #3
    L'avatar di violett@
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Messaggi
    8,479
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    1140 Post(s)
    Potenza rep
    42949679

  4. #4
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,364
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    797 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da violett@ Visualizza Messaggio
    Grazie Violett@

    DA OGGI SIAMO....IN LIBERTA' VIGILATA!
    Posso entrare nei negozi liberamente, posso bere un caffè e mangiare ad un tavolo all'aperto...





  5. #5
    L'avatar di uzzis
    Data Registrazione
    Aug 2003
    Messaggi
    7,900
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1238 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Nome: Image 2sab24.png
Visite: 348
Dimensione: 183.1 KB

  6. #6

    Data Registrazione
    Dec 2015
    Messaggi
    221
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    122 Post(s)
    Potenza rep
    3528075
    Citazione Originariamente Scritto da uzzis Visualizza Messaggio
    Nome: Image 2sab24.png
Visite: 348
Dimensione: 183.1 KB

    Si scopre solo ora?

    Mmmm quando sono costretti a fare i congressi per ottenere i cfm, solo 2/3 sfigati devono pagarselo, gli altri tutti pagati dalle case e non parliamo di cifre di poco conto

  7. #7
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,364
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    797 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Oggi siamo qui per parlare di propaganda e censura.

    La censura colpisce chi si discosta dal mainstream. La propaganda invece crea il mainstream.
    Nel passato, nei media, prevaleva la censura. Tutta la storia della Televisione è una storia di censura. Ma, in qualche modo, la censura indica ancora vitalità e dissenso.
    Si censura chi conserva un pensiero autonomo, mentre la propaganda ha il compito di azzerare del tutto questo pensiero autonomo e divergente.

    Il covid prima e la guerra oggi, hanno alterato la comunicazione trasformandola di fatto in propaganda.
    E in un messaggio propagandistico non c’è niente da censurare.

    Il passaggio dalla censura alla propaganda corrisponde ad una presa di parola del potere in prima persona.
    Nel discorso del potere non deve essere censurato nulla.

    Il potere si è reso conto che la censura fa scandalo e, contemporaneamente, può generare opposizione, mentre la
    propaganda è in grado di creare unanimità.

    Le masse non sono capaci di autonomia e tendono all’unanimismo. Chiunque dissenta è escluso dal corpo sociale.
    E’ il meccanismo utilizzato dal marketing, dalla pubblicità e dalla televisione attraverso l’audience. La censura genera opposizione e frattura nel corpo sociale. La propaganda genera il gregge e non a caso le élites parlano del popolo in termini zootecnici.

    Vorrei citare per tutti Mario Monti che si espresse tempo fa in questi termini:
    “la democrazia è una forma di governo sbagliata perché è assurdo che siano le pecore a guidare il pastore”

    Il gregge non ammette libero arbitrio. Il potere decisionale deve rimanere saldamente in mano alle élites, che sono i nostri pastori.

    Monti è stato uno dei primi ed uno dei più schietti teorici della necessità di un potere indifferente alle richieste della plebe.

    La lotta di classe si ribaltava da Servo/Padrone a Padrone/Servo, fino ad arrivare all’assolutismo di oggi in cui il potere non si nasconde più ma, al contrario, si vanta della sua vittoria .

    E’ celebre la frase di Buffet:La lotta di classe esiste e l’abbiamo vinta noi”. Noi corrisponde ad élites, ricchi, padroni.

    Il potere prende la parola con un libro epocale a partire dagli anni ’70.

    “I limiti dello sviluppo” che indica già il nostro presente. “Il rapporto suoi limiti dello sviluppo”, commissionato al MIT del Club di Roma viene pubblicato nel 1972. Nel pieno dell’industrializzazione il libro ci ammonisce sul pericolo che la crescita della popolazione, dell’industrializzazione, dell’inquinamento, della produzione di cibo e di sfruttamento delle risorse, porti il nostro pianeta al collasso. Troviamo già qui tutti i temi dell’agenda 2030 e del Great Reset. Non è casuale.

    Aurelio Peccei, fondatore del Club di Roma è un mito per Schwab, ed è intervenuto direttamente, alle origini del WEF, portando il suo contributo teorico.
    Da questo momento in poi è tutta una fioritura di congressi, segreti come quelli del Bilderberg ma, più recentemente, pubblicizzati e condivisi da tutti come i dibattiti del World Economic Forum, trasmessi online in diretta.
    ...il potere pubblicizza nei suoi forum, stampa nei suoi libri / manifesto, impone alla politica mondiale.

    ...Il progetto globale di Nuovo Ordine Mondiale che il potere non nasconde più, ma pubblicizza in maniera ossessiva a partire dei testi scolastici, nei discorsi dei politici, nei congressi internazionali e che oggi viene espresso nel dettaglio in libri come “Covid 19 The Great Reset”, “La Quarta Rivoluzione Industriale”, “Governare la Quarta rivoluzione industriale” tutti di Klaus SCHWAB.

    Questo progetto/ utopia ha assunto nel tempo nomi diversi: Agenda 21, Agenda 2030, Nuovo Ordine Mondiale, Tre Great Reset.

    I sostenitori di questa utopia dai risvolti inquietanti e fortemente distopici hanno i loro referenti politici nel partito democratico americano di cui il partito democratico italiano è copia carbone. Il PD ha un atteggiamento schizofrenico del momento che nega nei dibattiti televisivi l’esistenza del Grande Reset, ma pubblica poi nel sito ufficiale del partito, l’articolo di Fiani sul Nuovo Ordine Mondiale.

    Il potere non si costruisce oggi sul sapere, ma sulla capacità di estrarre valore da ogni cosa, anche naturale, intoccabile e sacra come la vita stessa o il nostro DNA. La natura non è brevettabile, ma qualsiasi alterazione della natura sì. Per questo, il virus non è immediatamente matrice di interessi, ma “il guadagno di funzione” sì.

    Il DNA non è brevettabile, ma il DNA modificato attraverso la tecnica RNA sì. Per questo le élites premono in direzione del Transumanismo, perchè l’alterazione della semplice natura è più profittevole della produzione industriale. Il valore non viene estratto più dal lavoro o dal consumo, ma dai nostri stessi corpi modificati.

    Per chi pensa che SCHWAB non sia nessuno vorrei far notare che i partecipanti ai suoi ultimi due forum sono i capi di stato di tutti i paesi del mondo. SCHWAB ha autorità su di loro. L’attuale politica di Draghi in Italia inizia con una visita di SCHWAB che gli dettò la linea a Novembre 2021.

    Per chi pensa che i governanti dell’Occidente siano l’espressione delle scelte democratiche del popolo, vorrei elencare quanti di loro sono usciti dalla scuola del WEF. “Young Global Leaders”: Merkel, Sarkosy, Tony Blair, Gordon Brown, Bill Gates, Macron, Trudeau, Chelsea Clinton, Jonathan Soros, Lynn Forester de Rothschild, Nathaniel Rothscild, Giacinda Arden, Jose Manuel Barroso, Matteo Renzi, Jose Maria Aznar, ma anche Zuckerber, Jeff Bezos, Di Caprio. Quello che colpisce è la trasversalità della scuola tra politica, business ed informazione.

    Il Young Global Leaders è un centro ideale di produzione ideologica dove tutte le realtà convergono.

    Non a caso tra i forum del WEF il più recente riguarda la narrazione della realtà. Ed è in questa sede che Harari ha dichiarato la mente umana hackerabile.

    Non penso ci sia da aggiungere altro. Questa digressione era necessaria, secondo me, per mettere in fila i puntini e tornare a quella totalità che Lukacs identificava colla verità. Ora possiamo tornare all’informazione che dovrebbe rivelarci tutto questo.

    Come mai non c’è più conflitto, non c’è più censura nella programmazione televisiva?

    Anche qui è rappresentato solo il pensiero unico della globalizzazione.
    A capo del Tg1 troviamo la maggior opinionista del Bilderberg.

    Sempre del Bilderberg fa parte la maggior opinionista della 7.

    I più importanti conduttori della 7, s
    ono espressioni del PD. Io credo siamo tutti in buona fede e questa, è la cosa più terribile.

    Ma la propaganda televisiva non passa solo attraverso l’informazione. Anzi, al contrario, passa oggi attraverso tutta la gamma delle espressioni televisive, dall’infotainment, ai talent, alle fiction. E se infotainment e talent mirano soprattutto ad inculcarci modelli di comportamento e di costume, la fiction ha un potere fortissimo perché accede direttamente al nostro immaginario.

    Da sempre Hollywood è stato l’arma più forte della colonizzazione americana del mondo, perché ha reso desiderabile come unico mondo possibile l’occidente.

    Più che le armi consumi e fiction hanno creato la globalizzazione.

    Ma col tempo la fiction si è mescolata sempre più col reale, così come nel film “La Rosa purpureo del Cairo”, di Allen, l’attore esce dallo schermo per mescolarsi alla vita vera.

    La guerra in Ucraina, che stiamo vivendo in questi giorni, è frutto di una fiction di diverse stagioni che dagli schermi televisivi si è trasformata in reality.

    Come in altri casi (Reagan, Schwarzenegger), il presidente ucraino eletto è un attore, ma la sua storia è diversa dalle altre perché tra la fiction che l’ha reso famoso ed il suo attuale ruolo internazionale, non c’è soluzione di continuità.

    Nel 2015 esce una serie televisiva intitolata “ Servitore del Popolo” prodotta per la Tv 1+1 di proprietà dell’oligarca Igor Kolomoysky allora in rotta col presidente in carica Poroshenko:

    Produttore ed interprete è lo stesso Zelensky.

    Il successo è tale da indurre nell’immaginario popolare un cortocircuito tra fiction e realtà per cui l’attore Zelensky stesso diventa “servitore del Popolo” e vince le elezioni.

    Ancora oggi Zelensky, con i suoi interventi, porta avanti la fiction. Si dice sia in Ucraina, ma le riprese lo mostrano chiaramente sempre in studio, con sfondi sostituiti dallo sfondo verde. I suoi discorsi continuano ad essere scritti dallo stesso sceneggiatore delle serie.

    Non è l’unica fiction di questa guerra “senza immagini”.

    E’ risaputo che servizi televisivi italiani hanno utilizzato invece che immagini reali, frammenti di videogame, di film ed altro materiale di repertorio: incendi, incidenti, cataclismi del passato e non collegati alla guerra.

    Interrogato sul fatto che avesse inserito nel suo servizio lo spezzone di un noto videogioco, un redattore del Tg2 si è giustificato dicendo che di questa guerra non esistono immagini reali per la censura di Putin. Non sappiamo se sia vero. Viceversa esiste un materiale prodotto ad hoc a scopo propagandistico di cui conosciamo l’esistenza, ne è un buon esempio il bombardamento all’ospedale pediatrico con l’influencer incinta, successivamente dichiarata morta e riscomparsa poco dopo, in un’altra storia. Ma già nelle altre guerre avevamo precedenti di ogni tipo, dai falsi salvataggi dei caschi bianchi in Siria ai, filmati dell’Isis girati in studio.

    Però, dal punto di vista narrativo la storia del “Servitore del Popolo” è la più completa e la più didascalica perché ci dimostra che nell’epoca del metaverso realtà e fantasia si equivalgono.

    Concludendo l’unanimismo del pensiero unico ci viene presentato come la migliore versione possibile del nuovo ordine mondiale, che rappresenta a sua volta il migliori dei mondi possibili: un mondo verde e senza guerra, ma, basato sulla decrescita e il depopolamento .

    E’ l’utopia della élites che ci viene imposta per il nostro bene. O meglio il bene di Gaia il nome del nostro pianeta secondo l’ecologia.

    Se questo mondo è perfetto cos’é che non possiamo condividere?

    Altri decidono per noi e ci guidano verso direzioni di cui neppure siamo consapevoli, perché, se lo fossimo, potremmo ribellarci e dissentire.

    Ma se anche potessimo scegliere non saremmo liberi. Le idee che abbiamo in testa non sono nostre, ma impiantate dalla propaganda.


    Per esistere democrazia e libera scelta deve esistere anche la possibilità del cittadino di conoscere la verità.

    La scelta imposta dalla propaganda non è una vera scelta.

    CARLO FRECCERO



  8. #8
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,364
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    797 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    BRUCE WILLIS, AFASIA E VACCINI CONTRO IL COVID

    Un altro rischio vaccinale che merita una certa attenzione
    Con molti decenni di notevole popolarità alle spalle, Bruce Willis ha fatto notizia annunciando la fine della sua carriera alla relativamente giovane età di 67 anni. La ragione era l’afasia cerebrale che è una perdita di linguaggio e di capacità di comunicazione, più spesso associata a ictus. Non ci sono soluzioni mediche facili o veloci per l’afasia.



    Ci sono prove significative che i vaccini COVID causano anche l’afasia. Questo non dovrebbe essere sorprendente perché molti impatti avversi dei vaccini COVID coinvolgono problemi di sangue e coaguli che possono colpire il cervello.

    Qui ci sono i dati dal sistema CDC VAERS sugli impatti di afasia del vaccino COVID.




    Bruce Willis, Afasia e Vaccini Contro il COVID | toba60

  9. #9
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,364
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    797 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    I DATI UFFICIALI I QUALI ACCERTANO CHE LA MAGGIOR PARTE DEI TRIVACCINATI
    STANNO SVILUPPANDO UNA NUOVA FORMA DI SINDROME DA IMMUNODEFICIENZA ACQUISITA

    Secondo gli ultimi dati del governo britannico, la maggior parte delle persone che hanno ricevuto il triplo “vaccino” in Inghilterra hanno ormai perso l’80% della capacità del loro sistema immunitario rispetto alla capacità naturale del sistema immunitario delle persone non vaccinate, il che significa che ora hanno l’ultimo 20% del loro sistema immunitario rimasto per combattere virus, batteri, malattie e cancro.

    Ma questo disastro non sta accadendo solo nel Regno Unito. I dati ufficiali del governo canadese mostrano che, in media, i canadesi triplamente vaccinati hanno ormai perso il 75% della capacità del loro sistema immunitario rispetto alla capacità del sistema immunitario naturale dei canadesi non vaccinati. Questo significa che ora hanno l’ultimo 25% del loro sistema immunitario per combattere virus, batteri, malattie e cancro.

    E il quadro è lo stesso anche in Nuova Zelanda, con i dati ufficiali del governo che mostrano che, in media, le persone completamente vaccinate in Nuova Zelanda hanno perso il 74% della capacità del loro sistema immunitario.

    In breve, poiché le autorità britanniche, canadesi e neozelandesi hanno fatto un così buon lavoro nel raccogliere e pubblicare i dati sul covid-19 in base allo stato di vaccinazione, hanno esposto il fatto che la popolazione triplicemente vaccinata sta rapidamente sviluppando una nuova forma di covid-19, la sindrome da immunodeficienza acquisita indotta dal “vaccino” (VAIDS).

    Sfortunatamente, i dati ufficiali provenienti da tutto il mondo ora suggeriscono fortemente che i “vaccini” covid-19 dovrebbero essere aggiunti alla lista delle cause della sindrome da immunodeficienza acquisita.



    Potreste essere sorpresi di scoprire che la stragrande maggioranza dei casi di covid-19 si trova tra la popolazione triplicemente vaccinata in Inghilterra, come si può vedere chiaramente nella tabella qui sopra, perché potreste aver avuto la falsa impressione che le iniezioni di covid-19 prevengono l’infezione e la trasmissione.

    Oppure potrebbe non essere sorpreso perché sa che non prevengono l’infezione e la trasmissione, ma crede falsamente che le iniezioni riducano il rischio di infezione e trasmissione, e questo è prevedibile quando così tante persone sono state vaccinate.

    In breve, poiché le autorità britanniche, canadesi e neozelandesi hanno fatto un così buon lavoro nel raccogliere e pubblicare i dati sul covid-19 in base allo stato di vaccinazione, hanno esposto il fatto che la popolazione triplicemente vaccinata sta rapidamente sviluppando una nuova forma di covid-19: la sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) indotta dal “vaccino”.


    Qui i Dati Ufficiali i quali Accertano che la Maggior Parte dei TriVaccinati Stanno Sviluppando una Nuova Forma di Sindrome da Immunodeficienza Acquisita | toba60


  10. #10
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,364
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    797 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    IGNACIO RAMONET (LE MONDE): AL CONSIGLIO DI SICUREZZA DELL’ONU RIVELAZIONI CLAMOROSE SUI BIOLAB

    Ignacio Ramonet è un giornalista molto conosciuto nel mondo, docente di teoria della comunicazione e specialista in geopolitica.

    Nel suo profilo Facebook personale, qualche giorno fa, ha scritto un post contenente delle clamorose rivelazioni avvenute al
    recente Consiglio di Sicurezza dell’ONU.


    In un’accesa riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, tenutasi su richiesta della Russia, sullo sviluppo di armi biologiche statunitensi in territorio ucraino, si è evidenziato quanto segue:

    1- Il delegato russo ha presentato documenti e prove da trascrivere nel verbale della seduta a conferma di quanto segue:

    *Il finanziamento ufficiale del Pentagono per un programma di quelle che sono sembrate a tutti gli effetti armi biologiche in Ucraina.

    *I nomi di persone e società statunitensi specializzate nei test e nei documenti coinvolti in questo programma.

    *L’ubicazione dei laboratori in Ucraina e i tentativi fatti finora per nascondere le prove.

    2- Il delegato russo ha fatto un’altra comunicazione inaspettata riguardante le posizioni dei laboratori statunitensi che producono e testano armi biologiche in 36 paesi del mondo ( ben 12 paesi in più rispetto alla sessione precedente).

    3- Il delegato russo ha specificato le malattie e le epidemie, i mezzi del loro rilascio, i paesi in cui vengono testati e quando e dove sono stati effettuati gli esperimenti (Talora i governi di questi paesi ne sono a conoscenza, talora no).

    4- Il delegato russo ha pubblicamente confermato che tra gli esperimenti effettuati c’è il virus responsabile dell’attuale pandemia, così come ha confermato il gran numero di pipistrelli utilizzati per trasmettere questo virus.

    5- Gli Stati Uniti negano, Francia e Gran Bretagna si sono alleate con loro (e anche l’effetto sui popoli di questi paesi è molto forte, e questi tendono a credere alle vicende romanzate fornite dal main stream vista la pressione psicologica che la pandemia ha lasciato su tutti).

    6- L’Organizzazione Mondiale della Sanità nega di essere a conoscenza dell’esistenza di esperimenti biologici in Ucraina e afferma quanto segue: “Tutte le nostre informazioni indicano che questi sono laboratori di ricerca medica per combattere le malattie” (Mentre invece la Russia dimostra con prove la corrispondenza e le visite regolari di esperti della Sanità mondiale a sospetti laboratori statunitensi in tutto il mondo).

    7- La Cina attacca tutti e dice al delegato USA: Visto che sei sicuro della tua innocenza, perché non acconsenti ad un’indagine svolta da specialisti per scoprire la verità, che fornisca documenti e prove convincenti?



    Poi, per chi vuole sapere cosa sono gli uccelli inanellati.. e come fa l’America a distruggere il mondo senza sparare nemmeno un colpo, ecco qua le informazioni:

    Uccelli di distruzione di massa.

    La Russia non si aspettava di scoprire, nell’ambito della sua campagna militare in Ucraina, uccelli inanellati prodotti da laboratori biologici e batteriologici in Ucraina finanziati e supervisionati dagli Stati Uniti d’America.

    Ma cosa sono esattamente gli uccelli inanellati?!

    Dopo aver studiato la migrazione degli uccelli e averli osservati al variare delle stagioni, gli specialisti ambientali e gli zoologi potranno conoscere il percorso che questi uccelli compiono ogni anno nel loro viaggio stagionale, compreso sapere anche chi va da un continente ad un altro.

    Ecco che arriva il ruolo dell’intelligence che porta avanti il suo malvagio piano, un gruppo di questi uccelli migratori viene “messo in cattività”, digitalizzato e dotato di una capsula contenente patogeni da controllare tramite computer, quindi gli uccelli vengono nuovamente rilasciati per raggiungere gli stormi migratori nei paesi in cui si pianifica di causare “il danno”.

    È noto che questi uccelli hanno un percorso che va dal Mar Baltico e dal Mar Caspio al continente africano e al sud-est asiatico, e altri due voli dal Canada all’America Latina in primavera e in autunno.
    Durante il loro lungo volo, la loro posizione viene monitorata passo dopo passo attraverso i satelliti e se vogliono, ad esempio, procurar danno in Siria o Egitto, il chip viene distrutto quando l’uccello è nei loro cieli. L’uccello viene ucciso e cadendo questo causa lo scoppio dell’epidemia in questo o quel paese. Così, il paese nemico è stato danneggiato senza alcun costo militare, economico e politico.

    L’inanellamento degli uccelli migratori è considerato un crimine dal diritto internazionale, perché questi sono uccelli che arrivano nei cieli di altri paesi e, se sono portatori di patogeni, allora divengono un’arma di distruzione di massa. Conseguentemente, nel diritto internazionale, utilizzare gli uccelli per colpire il nemico è considerato un crimine, e chi commette un atto così immorale e disumano è sempre punito, ed è questo che ha fatto tremare l’America (nonostante nessuno osi punirla), inoltre lo stigma che contraddistinguerà questo paese lo renderà un paese poco credibile, anche agli occhi dei suoi alleati.

    I russi, quando dicono di aver catturato gli uccelli, vuol dire che hanno colto gli americani in flagrante, fornendo dettagli talmente precisi da essere incontestabili.
    Questo fatto ci costringe a pensare alla possibilità che tutti i virus che hanno infettato l’uomo in questo secolo, soprattutto gli ultimi, come l’Ebola, che ha colpito l’Africa, l’antrace, l’influenza suina e aviaria, e attualmente il Covid-19, provengano tutti da laboratori finanziati e gestiti dagli Stati Uniti d’America. Questo ha spinto la Cina a richiedere che venisse condotta un’approfondita indagine internazionale sull’improvvisa comparsa del coronavirus, ed è molto probabile che gli Stati Uniti abbiano utilizzato uccelli migratori per uccidere cittadini cinesi.

    Quel che conta è che gli scandali nordamericani sono in aumento, e solo da poco gli USA hanno cominciato a smorzare il tono ostile nei confronti della Russia cercando di ricostruire un rapporto, nella speranza che si raggiunga un accordo politico con i russi. Questi dovranno proteggere il mondo dalle azioni nefaste degli statunitensi e fare in modo che non rappresentino alcuna minaccia per la Russia in futuro.


    IGNACIO RAMONET (LE MONDE): AL CONSIGLIO DI SICUREZZA DELL’ONU RIVELAZIONI CLAMOROSE SUI BIOLAB | NoGeoingegneria


Accedi