Ἀνέκδοτα - Aneddoto ( Tomo II ) - Pagina 170
Fioccano i licenziamenti a Wall Street, ma c’è un colosso globale inondato di CV per 220.000 assunzioni
EY pronta ad assumere nuovi professionisti. Un importante giro di vite nel settore finanziario. Se da una parte le principali banche d?investimento potrebbero tagliare dei posti di lavoro nel corso dei prossimi mesi, le società specializzate in servizi professionali stanno diventando più grandi e sono pronte a nuove assunzioni nel corso dei prossimi mesi.EY, precedentemente
Italia: fiammata della fiducia a novembre fa ben sperare per tenuta Pil. Ecco la view di Ing e Intesa
Rimbalzo a sorpresa della fiducia dei consumatori in Italia. Il clima di fiducia dei consumatori presenta una dinamica positiva, dovuta soprattutto ad opinioni sulla situazione economica del paese (ivi comprese quelle sulla disoccupazione) in deciso miglioramento, seguite da attese sulla situazione economica familiare e da opinioni sul risparmio (possibilità future) in ripresa. Dopo quattro mesi
JP Morgan: bond globali pronti alla grande rimonta del 2023, maxi spinta da $1 trilione
JP Morgan preannuncia la grande rimonta dei bond di tutto il mondo, grazie a una domanda netta di 1 trilione di dollari: stando a quanto riporta un articolo di Bloomberg, JP Morgan spiega l?outlok bullish sui bond con il calo dell?offerta, che dovrebbe procedere a un ritmo più veloce della flessione che interesserà la domanda.Per
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1691
    L'avatar di Dance with wolf
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Messaggi
    28,155
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    4890 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da trandy Visualizza Messaggio
    Assolutamente condivisibile. Il sabotaggio è opera di "alleati".
    bisogna però dire che tecnicamente , come mi spiegava ieri una persona del settore, sarebbe stato più facile per i russi provocare esplosioni interne al gasdotto:
    esistono infatti dei minirobot che vengono immessi nelle condutture per fare video ispezioni o quant'altro e nel caso specifico vi si poteva installare cariche di esplosivo , una specie di autosabotaggio controllato ( tipo le Twin Towers del famoso 11-9-2001 )

    mentre sul resto del conflitto ucraino non ho dubbi sull'opera di disinformazione costante a danno dei russi e di Putin operata dal mainstream (su ordine dei soliti atlantisti/ angloamericani), qui sinceram. per l'esplosione del Nord Stream ho invece dubbi di altro tipo

  2. #1692

    Data Registrazione
    Mar 2013
    Messaggi
    15,079
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    98 Post(s)
    Potenza rep
    0
    occhio al collasso monetario in arrivo.

    fa da apripista lo UK, che non si espone più ai mercati ma si autorifinanzia con la BOE, divenendo di fatto un paese sudamericano con picchita della valuta.

    Seguiranno poi UE e USA...



    Questa politica monetaria che sta adottando lo UK lo abbiamo visto spesso nei paesi, come dicevo, sudamericani, e l'epilogo è SEMPRE lo stesso: distruzione della valuta corrente e poi instaurazione di una nuova di pacca.

    Ebbene quale più ghiotta occasione per far poi accettare alla popolazione le CBDC, con controllo completo del vivere della popolazione?

    Che schifo ragazzi, ormai fanno tutto alla luce del sole.

  3. #1693
    L'avatar di trandy
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    2,607
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    397 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Dance with wolf Visualizza Messaggio
    bisogna però dire che tecnicamente , come mi spiegava ieri una persona del settore, sarebbe stato più facile per i russi provocare esplosioni interne al gasdotto:
    esistono infatti dei minirobot che vengono immessi nelle condutture per fare video ispezioni o quant'altro e nel caso specifico vi si poteva installare cariche di esplosivo , una specie di autosabotaggio controllato ( tipo le Twin Towers del famoso 11-9-2001 )

    mentre sul resto del conflitto ucraino non ho dubbi sull'opera di disinformazione costante a danno dei russi e di Putin operata dal mainstream (su ordine dei soliti atlantisti/ angloamericani), qui sinceram. per l'esplosione del Nord Stream ho invece dubbi di altro tipo
    Non sono stati i russi, non gli sarebbe convenuto in primo luogo perché hanno perso uno strumento con cui fare pressione, in secondo luogo perché oltre a un mancato guadagno hanno subito un danno loro per primi, in terzo luogo perché nel medio-lungo periodo, calmate le acque, gli scambi commerciali sarebbero ripresi, magari con modalità diverse. Sarebbe convenuto di più a ucraini o polacchi, per obbligare il passaggio del gas su terraferma col pagamento dei relativi pedaggi. Io penso invece che sia una operazione promossa dagli anglo-americani che sono i principali soggetti a avere interesse che la Germania e la UE si indeboliscano, per mille ragioni. Operazione promossa dagli anglo-americani ma effettuata da mercenari specializzati, non da militari regolari. Avere quintuplicato negli USA la massa monetaria avrebbe un ulteriore motivo oltre quelli già descritti. Gli USA si stanno preparando a un imponente piano Marshall 2.0 per concludere l'acquisto del vecchio continente. I politici e le classi dirigenti se li sono già comprati da 13 anni a questa parte.
    Ultima modifica di trandy; 29-09-22 alle 11:06

  4. #1694
    L'avatar di trandy
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    2,607
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    397 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da John Smith Visualizza Messaggio
    Una bella guerra mondiale scatenata DAL NULLA.
    Come ho scritto tempo fa, ormai ho maturato la certezza che questo pianeta ha dei padroni, noi siamo il loro bestiame, il loro orto,
    e periodicamente quando è ora del raccolto essi procedono come scritto nella loro agenda.
    Non c'è nulla di personale in questo, è la loro legge della vita.
    Noi alleviamo il maiale per mesi, lo alimentiamo, lo curiamo, e quando è il momento, d'inverno, un po' ci dispiace ma dobbiamo procedere.
    Loro fanno uguale. A maturazione è giunta ora la società occidentale, il suo welfare, il suo sistema sanitario gratuito, i suoi viaggi low-cost del weekend, i suoi pranzi luculliani e il suo stile di vita ormai incurante delle poche e rigide leggi fisiche e biologiche che la vita terrena impone, in questo aiutata però dai loro stessi governi manipolati dall'alto.
    Chi governa il pianeta rimane esterrefatto quando vede i goym europei e americani stare a sottilizzare sugli alimenti di lusso e sui vini d'annata che utilizza, quando in Africa c'è ancora gente che vive tranquillamente con una ciotola di riso e un po' di polenta.
    https://www.finanzaonline.com/forum/...l#post44504411
    Ogni volta che ti quoti mi rendo conto che negli anni hai scritto una quantità enciclopedica di informazioni, tutte importanti, e che dovrei dare una "ripassata". Piuttosto, tu vedi un periodo particolarmente difficile fino a marzo, io ahimé per i prossimi otto anni. Con l'augurio, ovviamente, che entrambi ci siamo sbagliati...

  5. #1695
    L'avatar di trandy
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    2,607
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    397 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Biden: "Visto cosa è accaduto in Italia? Non siate ottimisti"

    Joe Biden: "Avete appena visto cosa è accaduto in Italia alle elezioni. Vedrete cosa accadrà nel mondo. Non potete essere ottimisti neppure su cosa accadrà qui"

  6. #1696
    L'avatar di trandy
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    2,607
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    397 Post(s)
    Potenza rep
    0
    https://www.ilsussidiario.net/news/s...ussia/2412880/

    Così gli Usa spingono l’Ue alla guerra contro la Russia
    Pubblicazione: 29.09.2022 - Mauro Bottarelli

    Di misterioso nella vicenda di Nord Stream non c’è proprio nulla. E gli Stati Uniti prendono sempre più il controllo dell’economia europea

    Di misterioso nella vicenda di Nord Stream non c’è proprio nulla. Se non l’inspiegabile volontà di continuare a perseguire una suicida agenda di vassallaggio della politica statunitense. Era il 7 febbraio scorso, a Washington faceva freddo. Dopo settimane di trattative post-elettorali, Olaf Scholz era divenuto cancelliere tedesco e, come da prassi, il primo viaggio diplomatico era l’accreditamento ufficiale alla Casa Bianca. Dopo l’incontro bilaterale con Joe Biden, i due scesero in sala stampa per l’incontro congiunto con i giornalisti. I venti di guerra in Ucraina già spiravano, debitamente alimentati proprio da Oltreoceano. E alla domanda sulle conseguenze di un eventuale attacco russo, Joe Biden rispose – per una volta – senza esitazione o balbettii: Se la Russia invaderà l’Ucraina, abbatteremo Nord Stream e faremo in modo che non esista più. Il volto di Olaf Scholz divenne di pietra. E infatti, il medesimo giornalista fece notare al presidente Usa come la giurisdizione di quella infrastruttura fosse tedesca. Joe Biden non ebbe esitazioni: Glielo prometto. Saremo in grado di farlo.

    Non ci credete? Non credete che sia andata così? Bene, magari il video dell’intero scambio di battute rilanciato dal sito di ABC News ( https://twitter.com/ABC/status/14907...mtRUqoD3w&s=03 )
    può aiutarvi ad aprire finalmente gli occhi. E per completezza di informazione, ecco anche il link all’articolo preparato e postato sempre dalla redazione di ABC News. Come mai la stampa italiana non ha sentito il bisogno di ricordare anche questo piccolissimo, insignificante particolare? Perché il Corriere della Sera e Repubblica ieri sparavano in prima pagina una diretta accusa di sabotaggio verso la Russia? Forse la logica elementare e cristallina del rasoio di Occam vale solo quando c’è da confutare qualche realtà scomoda per il padrone del vapore? A parti invertite, quindi con Vladimir Putin che avesse avanzato una minaccia diretta e in contesto ufficiale di questo tipo verso un’infrastruttura europea di interesse strategico per gli Usa, a che punto saremmo oggi? Non avremmo già le truppe NATO per le vie di Kaliningrad?

    E se questo ancora non vi basta, ecco un altro straordinario esempio di onestà figlia della prepotenza e dell’intoccabilità. Questo tweet è stato pubblicato martedì pomeriggio da un europarlamentare polacco. Il quale non solo nel suo account sfoggia con orgoglio una foto insieme a Joe Biden, ma nel suo curriculum può vantare un’esperienza come ministro della Difesa e vice-ministro degli Esteri polacco. Come potete notare, ringrazia gli Usa per aver fatto saltare Nord Stream. E l’imbarazzo a Varsavia è stato parecchio, poiché il segretario di Stato, Stanisław Żaryn, si è sentito in dovere di degradare al minimo storico la propria dignità istituzionale, dissimulando un’accusa di propaganda filo-russa verso il connazionale pur di tamponare il danno!

    Ora, al netto di tutto, sapete cosa significa quanto è accaduto? Tre cose. Primo, gli Usa – alleato Nato – quasi certamente in nome della dottrina Roosevelt (per referenze chiedere ai colombiani quale prezzo fu loro imposto per la costruzione del canale di Panama) hanno compiuto un atto di sabotaggio militare verso nazioni loro partner. Certo, qualche genio uscito dalla fucina neocon e capitato per sbaglio in una redazione sul lungotevere romano vi dirà che è stata un’operazione a fin di bene, una false flag (termine sdoganato anche dal Corriere, quindi non più complottista) per mettere il regime di Vladimir Putin all’angolo. Non a caso, a Bruxelles si parla già di nuove sanzioni come risposta al sabotaggio. Se l’Ue tentenna, ci pensa il pragmatismo di Washington a smuovere le acque. Prima del mid-term. Insomma, libertà e democrazia sono machiavelliche per antonomasia: tutto giustificato, il fine necessita spesso mezzi sporchi per essere raggiunto, quando si ha a che fare con i dittatori.

    Secondo, se anche un domani Europa e Russia avessero ritrovato la via del dialogo e della normalizzazione dei rapporti – storicamente solidissimi e culturalmente molto più profondi di quelli che abbiamo con i cowboys e i loro discendenti -, la dipendenza europea da Gazprom è stroncata. O comunque danneggiata in maniera irreparabile. Di fatto, ora sarà Washington a venderci il proprio costosissimo LNG, il quale arriva con lunghi tragitti via mare e va rigassificato. Un business colossale. E una miniera d’oro per chi, grazie al conflitto in Ucraina, già oggi vanta un prezzo del gas che è 9 volte inferiore a quello europeo. Dumping industriale all’ennesima potenza. E ora anche controllo della produttività e dell’indipendenza energetica europea, quindi – se per caso incidenti come quello all’hub della Freeport in Texas diventassero ciclici – il potere di bloccare il secondo sistema economico globale quasi a proprio piacimento e comodo.

    Terzo, pensate che la Russia starà ferma ancora per molto a osservare e subire? Già circola voce di un taglio a zero dei flussi di Gazprom all’Ucraina. Quindi, gelo, black-out e fine delle commissioni di transito, le quali non hanno mai fatto schifo a Zelensky e ai suoi partigiani, nonostante provenissero dall’invasore. E chi rischia, stante la scelta coraggiosa dell’America di mettere un oceano fra sé e la sua ennesima destabilizzazione? Qui però non si parla più di primavere arabe, paradossalmente nemmeno dei tagliagole prezzolati dell’Isis. Qui si gioca con il nucleare e le armi atomiche. Alle porte d’Europa. Anzi, già oggi nel mare d’Europa.

    Mosca tace perché attendeva i risultati del referendum. Ora li ha ottenuti e presentati al mondo: le quattro regioni russofone hanno scelto il ritorno alla madrepatria. L’Onu ovviamente ha già definito non valido l’intero processo di voto, ma il Palazzo di Vetro conta zero. Se non arrivasse la condanna e il non riconoscimento ufficiale della Cina, Mosca avrà mano libera. E al primo missile o bomba o anche solo proiettile su quei territori potrebbe reagire in base alla dottrina di tutela della sicurezza nazionale. La quale comprende l’opzione nucleare.

    Insomma, non so se vi è chiaro ma dall’altro giorno gli Stati Uniti ci hanno spinto notevolmente più vicino all’ipotesi di guerra con la Russia. Davvero potete pensare che Vladimir Putin sia così ****** da sabotare un’infrastruttura fondamentale e costosa per la sua gallina dalle uova d’oro energetica come Nord Stream? E per cosa? Forse in nome della paradossale logica del marito che si taglia gli attribuiti, pur di fare un dispetto alla moglie? Certe idiozie autolesioniste sono appannaggio europeo, suvvia.

    Insomma, mettiamola giù piatta, visto che ormai il piano inclinato verso il punto di non ritorno è stato attivato: dopo quanto accaduto, qualunque politico sia ancora favorevole all’invio di un solo centesimo o un solo proiettile all’Ucraina e all’imposizione di nuove sanzioni contro la Russia è, di fatto, colpevole di alto tradimento. Verso l’Europa, la stessa con cui si riempie la bocca. La stessa strapiena di quinte colonne degli interessi statunitensi a cui, prima o poi, occorrerà chiedere conto. Speriamo non con il profilo di un fungo di fumo sullo sfondo. Signori, in quanto accaduto di misterioso non c’è proprio nulla.

  7. #1697
    L'avatar di trandy
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    2,607
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    397 Post(s)
    Potenza rep
    0
    E la farsa continua. AstroSamantahahahahahah laccatissima mentre il tipo in seconda fila a destra no... forse è allergico alla gravità 0


  8. #1698
    L'avatar di trandy
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Messaggi
    2,607
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    397 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Abilmente con queste elezioni hanno messo alla porta i "disturbatori". Tutti. Oltre che i vari oppositori, veri o presunti, che tutti conosciamo tipo Cunial, Rizzo, Paragone, i componenti di Alternativa (che non ho visto in lista alle elezioni) ecc, anche personaggi inutili, ma scomodi, come Di Maio. Sono rimasti solo quelli della banda, i fedelissimi.

    Ultima modifica di trandy; 29-09-22 alle 18:11

  9. #1699

    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    12,689
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    2240 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da trandy Visualizza Messaggio
    Ogni volta che ti quoti mi rendo conto che negli anni hai scritto una quantità enciclopedica di informazioni, tutte importanti, e che dovrei dare una "ripassata". Piuttosto, tu vedi un periodo particolarmente difficile fino a marzo, io ahimé per i prossimi otto anni. Con l'augurio, ovviamente, che entrambi ci siamo sbagliati...
    Il periodo della finestra del "passaggio", una opportunità che si verifica su scala millenaria, con una guerra in corso nei piani superiori, che si riflette su quelli inferiori della nostra vita terrena, va dal 2019 al 2025, col clou tra il 2020 ed il 2023, il tutto è stato esotericamente preparato col crollo delle torri, e l'atmosfera è diventata 'calda' a partire dal 2009. Questo scriveva una persona legata ai meandri del Vaticano, che ha scritto tantissimo nel 2011-2013 (con tanti nick diversi, ognuno bannato definitivamente dopo poco) proprio in questa sezione, fino ad essere bannato per sempre. Si spacciava per una donna. Fece previsioni incredibilmente azzeccate, tipo nel 2012 parlò di Trump presidente USA quando ancora era un rumor gossipparo la sua discesa in campo, e parlava dei voti del cdx che da Berlusconi sarebbero stati fatti travasare su Salvini, cosa avvenuta nel 2018 e 2019, l'aveva annunciata nel 2012, quando Salvini non era nessuno e la lega era al 4%. Tra tante previsioni azzeccate, tra cui quella che i 5S erano nati come un'operazione dei servizi inglesi ed erano dei gate keeper, prese una grossa cantonata, l'elezione di Bergoglio, la sua fazione invece era convinta di riuscire a piazzarci Scola.

    All'epoca ho avuto grossi contrasti con questa persona, primo perchè io non ero riuscito a capire che i 5S erano davvero dei gate keepers, poi perchè io sostenevo che il progetto geopolitico che paventava (l'Europa legata a Russia e Cina attraverso gasdotti e ferrovie, e staccata da UK e USA) avrebbe causato la terza guerra mondiale (e qui purtroppo ci ho azzeccato io), poi appunto perchè parlava anche di via della seta e importanza di stringersi alla Cina (altre cose realizzate proprio da Conte, anche lui uomo del Vaticano), io invece sostenevo (e lo faccio tutt'ora) che il dragone non è diverso dal drago, non c'è da fidarsi e non dovrebbero farlo nemmeno i russi. Contrasti in seguito ai quali, quando ha invitato i suoi seguaci più vicini a seguirla su un forum privato, visti i molteplici ban qui sul sito, io non fui ammesso. Però può darsi che qualcuno di voi ha avuto modo di continuare a leggerla/leggerlo.

  10. #1700
    L'avatar di John Smith
    Data Registrazione
    Oct 2003
    Messaggi
    15,111
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    4478 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Citazione Originariamente Scritto da trandy Visualizza Messaggio
    E la farsa continua. AstroSamantahahahahahah laccatissima mentre il tipo in seconda fila a destra no... forse è allergico alla gravità 0

    Gagarin, sbarco sulla Luna, la Mir, 9/11, in tempi come questi farebbe comodo ridicolizzare il nemico, ma nella ISS ci stanno dentro assieme appassionatamente.
    A monte, non c'è tutta questa guerra.

Accedi