Neet; storie di disperazioni o furbi senza scrupoli? - Pagina 3
Fmi conferma stime Pil Italia, ma ‘spazio fiscale limitato’. Alert Argentina, tornano a tremare detentori di bond
Il Fondo monetario internazionale ha confermato l'outlook sulla crescita del Pil italiano per il 2020 e il 2021. E' quanto emerge dalla G20 Surveillance Note: nel rapporto, l'Fmi ha ribadito …
Borsa Italiana e l’euforia contagiosa: ben otto titoli del Ftse Mib chiudono a livelli record
Non si ferma la corsa di Piazza Affari. L?indice Ftse Mib inanella l?ennesima seduta euforica che conferma il magic moment della Borsa Italiana in questo mese di febbraio. In chiusura …
L’emergenza di oggi eredità di errori del passato, Mazziero Research vede recessione inevitabile se agenda governo non cambia
“È la noiosa storia di un Paese che arranca, ogni accenno di vitalità perde in poco tempo lo slancio soffocato da condizioni stagnanti che alla fine portano al declino e …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21
    L'avatar di The Beast
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    14,087
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    3381 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da bomba84 Visualizza Messaggio
    Non vi era un'accezione di tipo spregiativo o moralistico, da parte mia, nell'uso del termine "vittima del sistema".

    Ritengo solo, che se fossi io a decidere di stare a casa per "scelta", non me la sentirei di venire etichettato in un acronimo che a mio avviso esprime una condizione di disagio e costrizione...

    Se scelgo di non lavorare (perchè evidentemente posso operare questa scelta con tutte le sue ricadute economiche) non mi piacerebbe essere chiamato NEET
    ma l'acronimo NEET non ha nessuna accezione negativa, sta per NOT EMPLOYED, on EDUCATION, in TRAINING.
    Pure un pensionato è teoricamente NEET

    ovviamente nella sostanza fa riferimento ad una fascia di età per cui TEORICAMENTE ( ed evidentemente non paga esserlo ) solitamente si studia/lavora/si fa training.

  2. #22
    L'avatar di The Beast
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    14,087
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    3381 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    da un punto di vista di ROI, a un giovane italiano low skilled e con poca voglia di sbattersi teoricamente ( IMHO eh ) conviene rimanere NEET, prendersi il RdC, magari lavorare in nero, beccarsi la pensione minima.

  3. #23

    Data Registrazione
    Apr 2018
    Messaggi
    589
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    379 Post(s)
    Potenza rep
    23076085
    In effetti il discorso dell'essere NEET per non pagare contributi che chissà se un giorno, lavorando più di 40 anni, verranno restituiti sotto forma di pensione non è un pensiero tanto stupido. Ed è infatti l'unico motivo per cui invidio un nullatenente. Esistesse un sistema pensionistico totalmente privato sarebbe altra cosa ma vado OT.

    Discorso macro sui NEET è che non generando ricchezza, non portano simultaneamente contributi e verisimilmente spese (o diciamo meno di quanto porterebbero lavorando), non avendo accesso al denaro e spendono il patrimonio privato quindi: --> aumentano i NEET --> il PIL si abbassa --> la spesa diminuisce --> i ricavi diminuiscono --> il patrimonio netto cala.

    Dall'altra parte più NEET ci sono più la popolazione skilled sarà esaltata e ricercata.

  4. #24

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    3,861
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    1595 Post(s)
    Potenza rep
    36258540
    Ma per questi benedetti low skilled voi che categorie di lavoratori intendete? Potete fare degli esempi per favore?

  5. #25

    Data Registrazione
    Jul 2010
    Messaggi
    3,861
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    1595 Post(s)
    Potenza rep
    36258540
    Citazione Originariamente Scritto da FogOnLine Visualizza Messaggio
    Vado a memoria, mi scuserai se i numeri e le tipologie sono un po' tagliati con l'accetta.

    I NEET includono un 40% di persone che hanno abbandonato la scuola precocemente e non hanno un titolo di studio superiore (immagino che chi si riferiva a low skilled intendesse questa porzione), cosa che rende difficile in sé l'occupazione (un minimo di conoscenze è ormai richiesto per qualsiasi attività).

    Un altro 50% ha un'istruzione di scuola superiore che, probabilmente, non incontra l'offerta nelle zone di residenza (trasferirsi è sia un costo che un'incognita e, considerando i livelli salariali, molti preferiscono probabilmente vivacchiare in prossimità della rete familiare).

    Il restante 10% ha titoli di studio più elevati (anche laurea) e la scarsità di offerte di lavoro adeguate al livello di studio e/o salari più bassi dell'atteso possono portare ad attendere occasioni migliori.

    Insomma, una porzione ha certamente competenze mediamente insufficienti per il mondo del lavoro, ma la questione NEET è più articolata.
    Un bancario laureato in legge che si occupa di investimenti si può definire low skilled 😁😁?

  6. #26
    L'avatar di totore8
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    16,316
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    5124 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da marioignoranza Visualizza Messaggio
    Leggendo il libro di Ricolfi, ascoltando le varie denominazioni (bamboccioni, choosy) nel corso degli anni e leggendo con desolata avidità il forum, voglio condividere con voi l'esperienza diretta dei NEET, 30 40 enni che ho conosciuto, cercando poi ipotesi su cosa potrebbe significare questo per le seconde e terze case, il futuro lavorativo in Italia.

    1 avvocato di 34 anni, donna, guadagno di 500 euro al mese, vive in affitto in casa di sua madre, padre separato. Esce fuori, apericena, le offrono pizzate e ristoranti, non ha intenzione di fare una famiglia ma non sembra particolarmente preoccupata del futuro.

    2 uomo, 41 anni, attraente, palestrato, vive in un attico comprato dai genitori in un capoluogo, gli stessi genitori, pensionati, normalmente benestanti gli passano 1k al mese che lui integra con lavori di security a feste aziendali.
    Non dotato accademicamente, passa il suo tempo a sedurre le donne online e offline e macina scopate

    3 uomo, 38 , vive con la madre sola, laureato in una materia scientifica molto in ritardo, ha deciso di non lavorare, vive con la pensione della madre, scrive tutto il giorno sui forum di storia, senza donne per lo più per un corpo non particolarmente attraente.


    Attendono le eredita', ma ci sono dei problemi; da un mero punto di vista demografico, l'età media è aumentata e quindi è possibile che se ereditano, lo faranno sui 60 anni; in più è possibile che a meno che non vogliano prendersi cura dei genitori dovranno usare le badanti che costano, soprattutto per 10 anni,
    Tutti saranno futuri proprietari di seconde e terze case in luoghi normali.

    Nei loro discorsi non c'è traccia di convivenza o legami familiari o fare dei figli;


    NOn sono stressati, non conosco l'inutile tensione lavorativa, quello che guadagno in un anno lo guadagna in un mese un 35 enne che ha fatto carriera a Milano.

    Saranno futuri target per scaltre donne dell' (est?) o machi medio orientali senza scrupoli;

    Stanno semplicemente distruggendo il patrimonio creato dai loro genitori senza sapere che vivranno peggio e più a lungo?

    Cosa potrebbe succedere a questa generazione nel prossimo futuro?
    Voto per il n.2.

  7. #27
    L'avatar di mander
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    12,990
    Mentioned
    512 Post(s)
    Quoted
    6652 Post(s)
    Potenza rep
    42949678

  8. #28
    L'avatar di totore8
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    16,316
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    5124 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da marioignoranza Visualizza Messaggio
    Esempio; ho conosciuto una ragazza che una persona ha detto essere (tempo addietro) una escort; ora è fidanzatissima, ha un suo lavoro e medita nel fare famiglia; nessuno sforzo, nessuna costrizione ed un'esperienza di vita interessante che può far sempre comodo.
    Il fidanzato sara' anche lui fidanzatissimo e contentissimo.

  9. #29
    L'avatar di totore8
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    16,316
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    5124 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da The Beast Visualizza Messaggio
    ma l'acronimo NEET non ha nessuna accezione negativa, sta per NOT EMPLOYED, on EDUCATION, in TRAINING.
    Neither in Employment nor in Education or Training,
    Per me significa povero ed ignorante.
    Vedi un po' tu.
    Preferirei "persona che amministra il proprio tempo", quello si' non avrebbe nessuna accezione negativa.

  10. #30
    L'avatar di totore8
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    16,316
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    5124 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da megliodicosì Visualizza Messaggio
    In effetti il discorso dell'essere NEET per non pagare contributi che chissà se un giorno, lavorando più di 40 anni, verranno restituiti sotto forma di pensione non è un pensiero tanto stupido. Ed è infatti l'unico motivo per cui invidio un nullatenente. Esistesse un sistema pensionistico totalmente privato sarebbe altra cosa ma vado OT.

    Discorso macro sui NEET è che non generando ricchezza, non portano simultaneamente contributi e verisimilmente spese (o diciamo meno di quanto porterebbero lavorando), non avendo accesso al denaro e spendono il patrimonio privato quindi: --> aumentano i NEET --> il PIL si abbassa --> la spesa diminuisce --> i ricavi diminuiscono --> il patrimonio netto cala.
    Propongo la soluzione alla santanche': mettiamo i soldi in tasca ai NEET.

Accedi