Mobili di ieri, di oggi e oggetti di design - Pagina 8
Mercati reagiscono dopo shock Omicron, paura virus passerà presto? A Piazza Affari bene ENI, giù Intesa
I mercati riprendono parzialmente vigore dopo il violento sell-off di venerdì scorso. A riportare un cauto ottimismo è la speranza che la nuova variante Omicron si caratterizzi per sintomi più …
Falso allarme o spauracchio globale: i quattro scenari di Goldman su effetti della variante Omicron sull’economia
Venerdì scorso, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha designato Omicron come una variante Covid preoccupante. L'emergere di questa nuova incognita ha destabilizzato i mercati e altre attività di rischio in …
Buy di Citi e maxi-fornitura litio non scaldano Stellantis, titolo alle prese con preoccupante inversione grafica ribassista
Stellantis fa il pieno di litio grazie all’accordo con Vulcan Energy, ma a Piazza Affari emerge una certa cautela sul titolo la cui impostazione grafica desta qualche preoccupazione. Il titolo, …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #71
    L'avatar di dormammu
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    4,438
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1651 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Chi trova qualche immagine del "cagnolino" in qualche film? A me non é riuscito.

    Algol - Brionvega - televisore portatile (1965) - Prodotti - designindex


  2. #72
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    32,713
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    699 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da dormammu Visualizza Messaggio
    Chi trova qualche immagine del "cagnolino" in qualche film? A me non é riuscito.

    Algol - Brionvega - televisore portatile (1965) - Prodotti - designindex



    Trovato!

    Sissignore, Ugo Tognazzi, 1968 . L' intero film è disseminato di favolosi pezzi di design (all' epoca) contemporaneo.

    Nell' ordine:
    Radiofonografo rr226 Fo-st, Achille e Piergiacomo Castiglioni per Brionvega (1965); Andy Wharol, Marilyn Monore, serigrafia (1967)
    Lampada Taccia, Achille e Piergiacomo Castiglioni per Flos (1967);
    Televisore Brionvega Algol, Marco Zanuso e Richard Sapper (1964); Lampada Snoopy, Achille e Piergiacomo Castiglioni per Flos (1967)
    Lampada Nesso (viola!!!), Giancarlo Mattioli e Gruppo Urbanisti Città Nuova per Artemide (1965); Radio Cubo ts522, Marco Zanuso e Richard Sapper per Brionvega (1962);
    Lampada Falkland, Bruno Munari per Artemide (1964)






  3. #73
    L'avatar di dormammu
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    4,438
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1651 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Meninbelino. Chapeau.


  4. #74
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    32,713
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    699 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da dormammu Visualizza Messaggio
    Meninbelino. Chapeau.

    ....ciao


    Lampada Snoopy
    Achille & Pier Giacomo Castiglioni, 1967

    Lampada da tavolo a luce diretta con riflettore in metallo verniciato e base in marmo di Carrara bianco. Disegnata da Achille e Pier Giacomo Castiglioni nel 1967.
    L’idea di base della lampada è quella di creare un oggetto ironico e divertente da poter adattare a moltissime situazioni, ambienti e funzioni. Snoopy riassume nel progetto uno studio sulla luce che consente di mandare un flusso luminoso più accentuato verso la zona di utilizzazione con la possibilità di variarne l'intensità.
    Un modello divertente, allegro e simpatico, che ricorda, per colore e forma, il personaggio di Snoopy, creato dal fumettista Charles M. Schulz.







  5. #75
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    32,713
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    699 Post(s)
    Potenza rep
    42949689


    La Taccia è una lampada da tavolo di design industriale, disegnata nel 1962 dai fratelli Achille Castiglioni e Pier Giacomo Castiglioni e commercializzato dall'azienda italiana Flos, specializzata nel settore dell'illuminazione.
    Ancora oggi è in produzione in diversi colori quali nero, argento e bronzo e in due dimensioni, small o standard.

    Gli anni ’60 sono stati gli anni del boom economico italiano: la lira venne premiata dal Financial Times come moneta più stabile, la crescita annua media era più alta delle più grandi economie mondiali; a livello sociale, disoccupazione, povertà ed analfabetismo andavano scomparendo.
    Erano gli anni in cui l'Italia si affermò come una delle maggiori potenze economiche e geopolitiche del pianeta.
    Per quanto riguarda al mondo del design cominciano a popolare le case degli italiani oggetti colorati e dalle forme insolite.
    La ricerca del nuovo e dell’originale sembra una legge assoluta: niente dev’essere scontato o tradizionale. Materiali, forme e colori sono accostati per scioccare e colpire l’osservatore.



    .Famosa la citazione di Achille Castiglioni che afferma nel 1987:
    “Questa è una lampada interessante per la sua storia, e perché qualcuno oggi la confonde per un oggetto post-moderno. Questo ci diverte molto, perché è del 1962 e io e mio fratello non avevamo nessuna intenzione di fare una lampada post-moderna.”
    Taccia appare nella mostra del MoMa nel 1997 dedicata ad Achille Castiglioni





  6. #76
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    32,713
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    699 Post(s)
    Potenza rep
    42949689


    Lampada Nesso: un must del design

    Nata cinquanta anni fa, la lampada Nesso, firmata Giancarlo Mattioli ha conosciuto diverse vite. Imparentata con le creazioni di Eero Saarinen, Nesso è la star italiana degli anni della “plastica”

    Agli inizi degli anni ’60, qualche anno prima che i tempi fossero pronti per il Radical Design, il Bel Design italiano conosceva un periodo di grande sviluppo grazie alla sua estetica funzionale, frutto della collaborazione fra industriali e architetti. Membro del Gruppo Architetti Urbanisti “Città Nuova“, Giancarlo Mattioli, disegnò le curve di una lampada, Nesso, che utilizzava i nuovi materiali sintetici. Come la lampada Pipistrello che si ispirava alla creatura della notte, così il profilo di Nesso faceva pensare ad un fungo.



    Presentata nel 1965 al Salone del Mobile di Milano, la creazione di Mattioli vince il primo premio del concorso lanciato da Artemide e dalla celebre rivista Domus. Artemide inizia così la produzione di Nesso in acrilonitrile-butadiene-stirene (ABS) un comune polimero termoplastico. Disponibile in due colori, bianco e arancione, il prodotto sublimava l’intenzione del designer di diffondere una luce calorosa senza che le lampadine ad incandescenza fossero visibili. Posata su un tavolo o direttamente al suolo, Nesso divenne così un best-seller degli anni ’70.



    Seguendo poi le stesse forme di Nesso, Giancarlo Mattioli disegnò nel 1969 la lampada MT con un particolare diffusore che proiettava raso al suolo la luce della lampadina. Questo particolare modello, attualmente fuori produzione, venne presentato al MoMA nel 1972, nella mitica esposizione consacrata al design italiano "The New Domestic Landscape".



  7. #77
    L'avatar di dormammu
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    4,438
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1651 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Cara Mafalda, sono ammirato.

  8. #78
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    32,713
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    699 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Citazione Originariamente Scritto da dormammu Visualizza Messaggio
    Cara Mafalda, sono ammirato.
    Caro Dormammu grazie ...siamo circondati da oggetti o mobili di design che col tempo ci sono diventati familiari ma di cui non sempre so, sappiamo la storia, la progettazione, l'ideatore...mi piace avere il piacere di scoprirlo con qualcuno che lo apprezza



    Radiofonografo rr226 fo-st
    Design originale di Achille e Pier Giacomo Castiglioni


    Mezzo secolo di unicità. Firmato nel 1965 dai designer Achille e Pier Giacomo Castiglioni, il radiofonografo è perfetto perché unico, grazie ad uno stile incomparabile. Forme dal fascino retrò, abbinate ad una incredibile definizione del suono e alla possibilità di orientare e spostare le casse nella maniera più idonea all’ambiente circostante, per un’esperienza d’ascolto stimolante ed intrigante. Mobilità, dinamismo ad un oggetto che per natura era statico. Unito alla ricerca della forma minima, l’essenza del progetto, ovvero il “componente principale di progettazione”; così amavano definirlo i Castiglioni.

    L’rr-126 posseduto da David Bowie è stato battuto all’asta da Sotheby’s alla cifra record di £257.000,00.






    Ultima modifica di [email protected]; 07-11-21 alle 00:01

  9. #79
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    32,713
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    699 Post(s)
    Potenza rep
    42949689


    Tony Stark, l'Iron Man interpretano da Robert Downey Jr., annovera al centro della sua casa sulla scogliera
    in California la mitica Lounge Chair di Charles & Ray Eames, lo status symbol, più che semplice seduta, prodotto da Vitra.







  10. #80
    L'avatar di dormammu
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    4,438
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    1651 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Il mitico Tony Stark nel primo Iron Man.

    Tutte le 99 armature di Iron Man - Fumettologica


Accedi