Mobili di ieri, di oggi e oggetti di design - Pagina 10
Kim Kardashian e il post proibito su una criptovaluta: la SEC non perdona, maxi-multa per la reality star
La star Kim Kardashian pagherà 1,26 milioni di dollari per per porre fine alla causa mossa dalla SEC per aver pubblicizzato un token cripto senza rivelare di essere stata pagata per la promozione.La SEC ha dichiarato lunedì che la Kardashian è stata pagata 250.000 dollari per postare sul suo account Instagram i token EMAX, una criptovaluta offerta
Ray Dalio cita Keynes e cambia idea sul cash: ‘con attuali tassi e riduzione bilancio Fed non è più spazzatura’
L?investitore miliardario Ray Dalio ha cambiato idea, dicendo che non pensa più ?Cash is Trash? (contanti sono spazzatura) in quanto il  tasso di interesse a breve termine adesso è più o meno corretto.I tweet di Ray DalioCome John Maynard Keynes è accreditato di aver detto: ?Quando i fatti cambiano, cambio idea. Che cosa fa, signore??
Investire in un contesto inflazionistico: focus sulla correlazione tra titoli ad alto dividendo e rendimenti dei Treasury
Di seguito riportiamo il commento a cura di Christophe Braun, Investment Director di Capital Group che analizza come costruire la resistenza nei portafogli azionari in un contesto di inflazione, diventata una delle principali preoccupazioni degli investitori L?inflazione non è necessariamente una cattiva notizia per le valutazioni azionarie. Un po? di inflazione può rivelarsi vantaggiosa per i risultati
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #91
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690


    Flaminio Bertoni firmò le più importanti automobili Citroën fino al 1964, tra cui la 2CV e la DS.

    Gli eventi e le conseguenze della seconda guerra mondiale si scontrarono spesso con il carattere imprevedibile e per nulla docile di Bertoni. Nel 1940 venne arrestato per il suo rifiuto di firmare un atto di fedeltà alla Francia, in abiura della sua patria d’origine. Nel 1944 fu nuovamente arrestato con l’accusa di aver contribuito al funzionamento della Citroën durante il periodo bellico.





  2. #92
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690


    La più bella auto disegnata da Flaminio Bertoni (nonché quella che oggi è considerata la vettura più affascinante in assoluto) è la Citroën DS. Presentata al Salone di Parigi del 1955, ottiene immediatamente un grande successo di pubblico raccogliendo ben 80.000 ordini nelle prime due settimane.



    La Ami 6
    La Citroën Ami 6 del 1961, vettura caratterizzata dall’originale lunotto inclinato in modo inverso (soluzione ideata per creare un veicolo con la coda che sia poco più ingombrante della 2CV), è l’ultima creazione di Flaminio, che perde la vita il 7 febbraio 1964 a Parigi





  3. #93
    L'avatar di dormammu
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    5,459
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    2085 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    L'Ami 6, per alcuni un brutto anatroccolo, fu l'ennesima genialata di Bertoni. Circa una decina di anni fa dissi: secondo me prenderà prezzo perchè é bellisima anche se non rarissima...neanche a dirlo...

    Una Citroen Ami 6 venduta a Monte Carlo a 33.700 euro - Motori - ANSA.it

  4. #94
    L'avatar di dormammu
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    5,459
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    2085 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Cucitrice Zenith 548

    Balma, Capoduri & C. Voghera
    Aldo Balma

    La zenith 548 è una spillatrice ideata e realizzata da Aldo Balma intorno al 1948.
    È considerata una delle icone del design italiano e dei prodotti per l'ufficio anche a livello internazionale, infatti nel 1954 viene segnalata d'onore al "Compasso d'oro".


  5. #95
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Citazione Originariamente Scritto da dormammu Visualizza Messaggio
    L'Ami 6, per alcuni un brutto anatroccolo, fu l'ennesima genialata di Bertoni. Circa una decina di anni fa dissi: secondo me prenderà prezzo perchè é bellisima anche se non rarissima...neanche a dirlo...

    Una Citroen Ami 6 venduta a Monte Carlo a 33.700 euro - Motori - ANSA.it
    Ciao Dormammu...hai perfettamente ragione: la prima parte del secolo scorso è stata caratterizzata da una creatività straordinaria!



    Marek Reichman

    Reichman è un disegnatore inglese nato nel 1966 che ha diretto il dipartimento design di Aston Martin dal 2005
    per poi diventare il vicepresidente esecutivo e il capo del dipartimento creativo.

    La sua mente visionaria ha creato la One-77, la V12 Vantage S, la Vanquish, oltre alla Rapide S, alla DB10 e DB11 e la Vulcan; attualmente lavora con Adrian Newey (Red Bull Racing) sulla rivoluzionaria hypercar Aston Martin Valkyrie.










  6. #96
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690


    Chris Bangle

    Nato a Ravenna (Ohio) nel 1956 Bangle ha iniziato la sua carriera in Opel nel 1981, poi ha lavorato alla FIAT tra il 1980 e il 1985 e infine si è trasferito alla BMW: qui il 1° ottobre 1992 è diventato primo capo designer americano e ha ottenuto un enorme impatto su quello che è il volto moderno del marchio bavarese.

    Sua è la BMW Serie 7 E65 (2001) di quarta generazione, derivata da un progetto iniziato nel 1996 con il contributo finale di Adrian van Hooydonk, scelto tra ben 20 designer.







  7. #97

    Data Registrazione
    Nov 2021
    Messaggi
    35
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    1442440
    Citazione Originariamente Scritto da dormammu Visualizza Messaggio
    Cucitrice Zenith 548

    Bellissima!

  8. #98
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690


    Giorgetto Giugiaro, il più grande car designer della storia

    Lo stilista piemontese ha realizzato autentici capolavori su quattro ruote e a differenza di molti blasonati colleghi non si è limitato a farlo nel segmento delle sportive (più facili da disegnare rispetto alle auto “normali”).
    Nel 1999 una giuria di esperti lo ha votato "Designer del secolo". Sì, perché andando indietro nel tempo, si scopre che molte delle auto più iconiche della storia portano la sua firma, modelli di serie, granturismo e berline di lusso ma anche automobili da sogno rimaste solo dei concept.



    A 17 anni è già in Fiat, scovato da Dante Giacosa, come apprendista designer. Manda qualche bozzetto a un suo amico impiegato alla Bertone, non si sa mai possano interessarsi. E alla carrozzeria torinese s'interessano eccome, tanto che Nuccio Bertone lo nomina addirittura responsabile del Centro Stile. Siamo nel 1959, Giorgetto ha solo 19 anni.

    Alla Bertone si svezza il Giugiaro che tutti impareranno a conoscere. La sua effervescenza creativa lo porta a disegnare granturismo e auto di lusso iconiche, come Alfa Romeo Giulia GT, la 1200 Coupé del Biscione, la BMW 3200 CS, ma senza mai abbandonare l'idea di funzionalità e di rispetto delle normative dell'epoca. Le sue linee sono sinuose e ammalianti, l'esempio più lampante, in quegli anni, è la Chevrolet Testudo, concept car (una delle tante fatte in carriera) che reinterpreta in chiave italiana gli stilemi sportivi della Casa statunitense.
    Nel 1963 a Ginevra la sua classe incanta tutti: Giugiaro è già una stella.




  9. #99

    Data Registrazione
    Nov 2021
    Messaggi
    35
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    1442440
    Giugiaro, genio indiscusso!

  10. #100
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690



    Terminata l'esperienza in Bertone, Giorgetto Giugiaro si sposta, rimanendo però sempre a Torino.
    Alla Ghia è autore dei disegni di tre auto che all'epoca rivoluzionano i concetti di stile fino a quel momento pensati e applicati alle macchine di lusso. Una è la De Tomaso Mangusta, una delle stelle più brillanti della travagliata storia della Casa modenese.
    Le altre sono praticamente le rivali di mercato di Mangusta: la prima è Iso Rivolta Fidia, la berlina più esclusiva della defunta Casa di Milano.





    La seconda è invece una coupé che tra gli anni '60 e '70 riuscirà a vendere più unità della Ferrari 365 Daytona e della Lamborghini Miura:
    Maserati Ghibli, la cui storia di successo continua ancora oggi.
    Già che c'è, trova il tempo di diventare uno dei primi designer occidentali a collaborare con un Marchio giapponese, nello specifico Isuzu.



    Nel 1968 la grande svolta della sua carriera.
    Insieme al tecnico e amico Aldo Mantovani, fonda la Italdesign. La società offre servizi, ovviamente, di creatività stilistica, ma anche ingegneria e avviamento alla produzione. Giugiaro stringe collaborazioni con innumerevoli brand, e dagli anni Settanta in poi è protagonista della creazione di auto che non hanno bisogno di spiegazioni tecniche, basta solo il nome per rievocarne l'importanza all'interno non solo del settore automobilistico, ma del tessuto sociale italiano dell'epoca: Fiat Panda, Punto, Lancia Delta e Thema, Maserati Coupé.



Accedi