A world of love - Pagina 17
L’inflazione costringe ad alzare l’asticella di rendimento, Fugnoli (Kairos) indica due mosse per potenziare il portafoglio d’investimento
Il 2021 dei mercati non ha riservato emozioni particolarmente forti. Ci sono state imponenti rotazioni all?interno dell?azionario, ma il rialzo degli indici è stato piuttosto regolare. Non ci sono stati …
Iervolino and Lady Bacardi Entertainment (ILBE) fa ciak alla Borsa di Parigi, titolo vola a +17%
Calda accoglienza degli investitori transalpini per ILBE (Iervolino e Lady Bacardi Entertainment), che ha quotato i propri titoli su Euronext Growth di Parigi tramite ammissione diretta. Ieri il titolo della …
Tutto è nato da una partita a poker. L’ascesa verticale di Mr Binance, il cripto miliardario più ricco del pianeta
Da sviluppatore di software da un giorno all’altro è balzato nell?olimpo delle persone più ricche del mondo. Parliamo di Changpeng Zhao, CZ come è conosciuto dai criptofili, che sta diventando …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #161
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    32,889
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    713 Post(s)
    Potenza rep
    42949689



    "Perché scrivo?
    Tutto quello che ho nel cuore deve uscire: ecco perché."

    L.V.Beethoven
    Immagini Allegate Immagini Allegate A world of love-mascaras_de_teatro.jpg 

  2. #162

    Data Registrazione
    Apr 2013
    Messaggi
    713
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Ci sono molti principi e ce ne saranno molti altri ancora, ma c'è solo un solo Beethoven.



  3. #163
    L'avatar di Jnani
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    8,398
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    72 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    L'amore è un bellissimo fiore, ma bisogna avere il coraggio di coglierlo sull'orlo di un precipizio.
    Stendhal
    A world of love-785_8b7d48c24803c47.jpg

  4. #164
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    32,889
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    713 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Filastrocca di Natale


    Non un albero voglio decorare,
    ma pensieri di bontà che tutto l’anno
    rimangono assopiti dentro un cassetto.
    Un pensiero a chi non ha a chi dare l’augurio.
    Un pensiero a chi mai si sente dire buongiorno.
    Un pensiero a chi torna a casa e non sa con chi parlare.
    Un pensiero a chi è troppo infelice per pensare agli altri.
    Un pensiero a chi sta in un letto con la speranza di rialzarsi.
    Un pensiero a chi ha perso un sorriso speciale che non vedrà più.
    Un pensiero a chi ne ha troppi e non vorrebbe averne.
    Un pensiero ai distratti come me che perdono tempo a rincorrere non sò.
    Solo ora si accorgono quanto sia bello
    pensare a chi non è mai pensato.
    Un pensiero speciale a tutti, lontani e vicini.
    Un pensiero perchè sia sempre Natale e non svanisca mai
    la voglia di sognare un mondo migliore.
    Immagini Allegate Immagini Allegate A world of love-christkindlemarkt-nostalgie-490.jpg 

  5. #165
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    32,889
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    713 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    " Era un vecchio Natale del paleozoico precellulare, degli abeti non ancora vittime ecologiche, e nevicava come nei western di una volta. Nevica anche ai giorni d'oggi, però senza arte, ed è subito titolo per telegiornale, non mutamento di stagione. Morfeo passava quel lieto giorno nella casa dei nonni, da anni adibita a questa festività: una villetta sui colli tra pioppi e cipressi, un caldo rifugio dove solo quell'anno erano arrivati acqua e luce, quindi termosifoni e lampadine. Il primo strabiliante Natale di Morfeo senza lampade a petrolio e senza necessità di un focolare. Ma il camino era acceso secondo tradizione, e c'erano le candele, francescane sorelle, al posto delle lampadine mondane.

    Mi piace il lume di candela, pensava il ragazzo, seduto sotto a una finestra, che incorniciava un paesaggio collinare e nevoso, mangiando noccioline e fichi secchi, aspirando l'odore di bosco dell'albero di Natale, verde ombrello del gelo, totem pagano degli aborigeni occidentali. Aspirava l'odore degli aghi di abete e delle candele colanti stille di neve calda. Guardava, fracassando sarcofaghi arachidei, i Babbi Natale di cioccolata, dolci cadaveri impiccati ai rami, e i festoni argentei e le luminarie variamente intermittenti, prodigio di modernità. Oltre alle palle preziose come gioielli, scelte ogni anno due alla volta al mercatino della fiera di Santa Lucia, e in cima a tutto il puntale, radioso come uno scettro, raffigurante un angelo d'argento con le ali aperte.

    Guardava i pacchi sotto l'albero che allora erano un decimo di quelli di adesso e non erano per il novanta per cento inutili, come parole d'amore buttate via...."

    STEFANO BENNI - La traccia dell'Angelo
    Immagini Allegate Immagini Allegate A world of love-073d7d5daf27.jpg 

  6. #166
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    32,889
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    713 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    Notte di Natale


    Fernando Silva dirige l'ospedale pediatrico di Managua. Una vigilia di Natale rimase a lavorare fino a tardi. Si sentivano già gli scoppi dei razzi, e i lampi dei fuochi d'artificio illuminavano il cielo, quando Fernando si decise ad andarsene a casa, dove lo aspettavano per la festa.
    Mentre stava facendo un ultimo giro attraverso le corsie per vedere se tutto era in ordine, sentì d'un tratto un lieve rumore di passi alle spalle. Passettini di bambagia. Si volse, e vide uno dei piccoli pazienti che lo seguiva. Nella penombra, lo riconobbe, era un bambino che non aveva nessuno. Fernando riconobbe quel viso già segnato dalla morte e gli occhi che chiedevano scusa, o forse chiedevano permesso.

    Fernando gli andò vicino e il bimbo lo sfiorò con la mano:

    «Diglielo...» sussurrò. «Di' a qualcuno che io sono qui.»


    IL LIBRO DEGLI ABBRACCI - Eduardo Galeano
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate A world of love-img_20131122_140227.jpg  

  7. #167
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    32,889
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    713 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    NATALE A REGALPETRA

    di Leonardo Sciascia


    Le feste di Natale sono finite. Non per tutti sono state gioiose e ricche. Non tutti sono andati in montagna a sciare. A Regalpetra, che si trova in Sicilia, qualche anno fa le cose andavano come ce le descrive questo grande scrittore siciliano .E da allora, non vi sono stati molti mutamenti …

    - Il vento porta via le orecchie - dice il bidello.
    Dalle vetrate vedo gli alberi piegati come nello slancio di una corsa.
    I ragazzi battono i piedi, si soffiano sulle mani cariche di geloni.
    L’aula ha quattro grandi vetrate: damascate di gelo, tintinnano per il vento come le sonagliere di un mulo.
    Come al solito, in una paginetta di diario, i ragazzi mi raccontano come hanno passato il giorno di Natale:
    tutti hanno giuocato a carte, a scopa, sette e mezzo e ti-vitti (ti ho visto :un gioco che non consente la minima distrazione); sono andati alla messa di mezzanotte, hanno mangiato il cappone e sono andati al cinematografo.
    Qualcuno afferma di aver studiato dall’alba, dopo la messa, fino a mezzogiorno; ma è menzogna evidente.
    In complesso tutti hanno fatto le stesse cose; ma qualcuno le racconta con aria di antica cronaca:"La notte di Natale l’ho passata alle carte, poi andai alla Matrice che era piena di gente e tutta luminaria, e alle ore sei fu la nascita di Gesù".
    Alcuni hanno scritto,senza consapevole amarezza, amarissime cose:
    "Nel giorno di Natale ho giocato alle carte e ho vinto quattrocento lire e con questo denaro prima di tutto compravo i quaderni e la penna e con quelli che restano sono andato al cinema e ho pagato il biglietto a mio padre per non spendere i suoi denari e lui lì dentro mi ha comprato sei caramelle e gazosa".
    Il ragazzo si è sentito felice, ha fatto da amico a suo padre Pagandogli il biglietto del cinema…
    Ha fatto un buon Natale. Ma il suo Natale io l’avrei voluto diverso, più spensierato.
    "La mattina del Santo Natale - scrive un altro – mia madre mi ha fatto trovare l’acqua calda per lavarmi tutto".
    La giornata di festa non gli ha portato nient’altro di così bello. Dopo che si è lavato e asciugato e vestito, è uscito con suo padre "per fare la spesa". Poi ha mangiato il riso col brodo e il cappone.
    "E così ho passato il Santo Natale".
    Immagini Allegate Immagini Allegate A world of love-e623596a517e236d165feb43f5881573.jpg 

  8. #168
    L'avatar di Jnani
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Messaggi
    8,398
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    72 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    A world of love-822px-el_beso_-28pinacoteca_de_brera-2c_mil-c3-a1n-2c_1859-29.jpg

  9. #169
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    32,889
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    713 Post(s)
    Potenza rep
    42949689
    La pace è un aquilone colorato che porta gioia a chi la vuole.

    La pace è il sorriso di un bambino che gioca felice.

    La pace è un cielo azzurro senza nuvole.

    La pace è… un mondo pieno d’amore.


    STEFANO EMMANUELI
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate A world of love-il_fullxfull_300449068.jpg  

  10. #170
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    32,889
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    713 Post(s)
    Potenza rep
    42949689





    “C'è tanta gente infelice che tuttavia non prende l'iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l'animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura. La gioia di vivere deriva dall'incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell'avere un orizzonte in costante cambiamento, del trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso... Non dobbiamo che trovare il coraggio di rivoltarci contro lo stile di vita abituale e buttarci in un'esistenza non convenzionale..."

    Christopher McCandless
    Immagini Allegate Immagini Allegate A world of love-tumblr_mi4vovzkmr1rufs31o1_500.jpg 

Accedi