Come sta? Non bene? Prego si spogli e dica 33! - Pagina 68
‘Non ricordo un periodo peggiore per così tanti asset’. Ma Jim Reid scova un aspetto positivo nel grande crollo dei mercati
L?ultimo mese ha visto i mercati cadere rovinosamente. Per S&P 500 e Dow Jones Industrial Average è stato il peggior mese di settembre degli ultimi 20 anni. In sofferenza anche le Borse europee con quasi -6% per Parigi, mentre il Dax di Francoforte ha fermato l?emorragia a -5,6%.Guardando all?indice sull?azionario globale, l?MSCI World, il saldo
Stop gas russo verso l’Italia: analisti guardano a potenziali contraccolpi per ENI
Lo stop delle forniture di gas russo verso l?Italia tiene banco oggi. Sabato Gazprom ha comunicato di non poter confermare la consegna dei volumi di gas richiesti ?a causa della dichiarata impossibilità di trasportare il gas attraverso l?Austria?. I flussi di gas russo destinati a Eni attraverso il punto di ingresso di Tarvisio si sono
Banca Generali e Mediobanca. Cosa sta succedendo a Trieste e a Piazzetta Cuccia
Generali pronta a vendere Banca Generali a Mediobanca? Oggi l?effetto dei rumor riportati venerdì da Bloomberg si sfiamma, con il titolo di Banca Generali che si conferma tra i peggiori dell?indice Ftse Mib di Piazza Affari, perdendo poco meno del 4%, dopo essere scivolato all?inizio della seduta fino a -6,9%.La febbre esplosa venerdì scorso aveva
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #671
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Abbinamenti da evitare
    Quando affronti una cura farmacologica o quando decidi di prenderne, ricorda che ciò che mangi puo' influenzare negativamente l'efficacia delle medicine o produrre effetti collaterali indesiderati.

    Agrumi + Farmaci per il colesterolo
    I farmaci per il diabete e le malattie cardiovascolari, come atorvastatina, fluvastatina, lovastatina, simvastatina, rosuvastatina e pravastatina non devono essere miscelati con gli agrumi, perché vengono assorbiti in modo diverso dall'organismo e potrebbero causare un sovradosaggio.

    Spinaci + Anticoagulanti
    I farmaci per la trombosi, come il wafarin, non devono essere combinati con cibi ricchi di vitamina K, poiché il loro effetto sarebbe depotenziato.
    Quindi non prendere questi medicinali contemporaneamente a spinaci, cavoli, mirtilli o aglio.

    Soia + Ormoni tiroidei
    È meglio non mescolare soia e noci con levotiroxina ed altri simili (eutirox, bagotirox, L-tiroxina) perché bloccano l'assorbimento del farmaco.

    Alimenti ricchi di potassio + farmaci per la pressione sanguigna
    Evita di consumare cibi ricchi di potassio come banane o patate quando prendi farmaci che agiscono sui reni e sul cuore. Questi tipi di medicinali sono generalmente ricchi di potassio ed è meglio non sovraccaricare il corpo.

    Latte + Antibiotici
    Evita il più possibile di assumere latticini con farmaci anti-infezione, perché la loro efficacia sarebbe notevolmente ridotta.

    Liquirizia + Antiaritmici
    La liquirizia contiene acido glicirrizico, che altera la frequenza cardiaca, quindi non è una buona cosa combinarla con farmaci per curare o regolare l'insufficienza cardiaca.

    Bibite gasate + Antidolorifici
    L'ibuprofene non deve mai essere miscelato con bevande analcoliche, perché l'acido carbonico aumenta la concentrazione del farmaco e si può finire per danneggiare i reni.

    Carni + Antidepressivi
    Medicinali come tranilcipromina, fenelzina o nialamide non devono mai essere miscelati con carne, pesce, formaggio o salumi, perché la pressione sanguigna può salire a livelli pericolosi.

    Bevande caffeinate + Broncodilatatori
    I farmaci per l'asma o le malattie respiratorie di solito hanno effetti stimolanti ed è meglio non combinarli con bevande che contengono caffeina.
    Devi anche stare attento ed evitare di combinarli con cibi ricchi di grassi.



  2. #672
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    10 rimedi per curare il mal di gola in modo naturale:

    1. Gargarismi: acqua e limone o acqua e aceto
    Il limone può essere un valido rimedio contro il mal di gola, grazie alle sue proprietà antisettiche. I gargarismi possono essere effettuati spremendo il succo di un limone a un bicchiere d’acqua tiepida.
    Allo stesso modo è possibile effettuare gargarismi con acqua e aceto, aggiungendo un cucchiaio di aceto di mele a mezzo bicchiere di acqua.
    I gargarismi vanno effettuati non più di due volte al giorno per preservare lo smalto dei denti e non aggredire la mucosa della bocca.

    2. Gargarismi con erbe balsamiche
    In caso di mal di gola è possibile effettuare una o più volte al giorno gargarismi utilizzando collutori fai da te, preparati con erbe balsamiche in infusione.
    Le erbe più indicate a questo scopo sono il timo, l’eucalipto e il rosmarino dalle proprietà antisettiche e balsamiche.
    L’infuso si prepara con due cucchiai di erbe essiccate in mezzo litro di acqua bollente. Dopo aver lasciato in infusione per circa 15 minuti, si filtra e si lascia raffreddare, dopodiché si utilizza la tisana per effettuare i gargarismi.
    L’infuso caldo può anche essere consumato per alleviare il mal di gola e la tosse.

    3. Liquirizia fresca
    È possibile trattare il mal di gola anche masticando una radice di liquirizia ogni qualvolta se ne senta il bisogno.
    La liquirizia ha azione antinfiammatoria e un sapore gradevole e può essere assunta anche sotto forma di decotto: in mezzo litro di acqua si fa bollire per circa 15 minuti un bastoncino di liquirizia fresca. Si filtra, si lascia raffreddare e si beve tiepido o freddo, più volte al giorno.
    Il decotto a base di liquirizia è utile anche nel caso in cui il mal di gola sia provocato da reflusso gastrico.
    I preparati a base di liquirizia sono sconsigliati nelle persone che soffrono di pressione alta e ritenzione idrica.

    4. Infuso di chiodi di garofano
    I chiodi di garofano costituiscono un antibatterico e un discreto anestetizzante. Si fa bollire un cucchiaino di chiodi di garofano in una tazza di acqua per 15 minuti.
    Si lascia riposare, si filtra, e si beve. Se il sapore risulta troppo forte si può utilizzare il decotto per i gargarismi.
    In alternativa è possibile migliorarne la dolcezza aggiungendo del miele.

    5. Curcuma e miele
    Il rimedio naturale a base di curcuma e miele agisce sia dall'interno, riducendo gli stati infiammatori, sia esternamente alleviando il mal di gola.
    Per prepararlo è sufficiente sciogliere mezzo cucchiaino di curcuma in polvere in due cucchiai di miele e assumerne mezzo cucchiaino più volte al giorno o un cucchiaino alla mattina. Si può preparare in quantità maggiori poiché in frigo si conserva per una settimana circa.

    6. Miele di eucalipto
    Il miele può aiutare a combattere il mal di gola grazie alle sue proprietà emollienti, lenitive e antinfiammatorie. Può essere aggiunto a tè, tisane, caffè e caffè d’orzo o anche consumato da solo al bisogno.
    In caso di mal di gola è particolarmente indicato il miele di eucalipto, ma tutti i tipi di miele sono un valido rimedio contro il mal di gola.

    7. Propoli
    La propoli è un disinfettante naturale. Si trova in molte preparazioni, tra cui sciroppi e spray per un’azione localizzata a livello della gola.
    A differenza del miele, la propoli presenta proprietà antibiotiche oltre che lenitive.

    8. Sciroppo di pino mugo o sciroppo di abete rosso
    Gli sciroppi preparati con gemme di pino mugo o di abete rosso e zucchero sono rimedi naturali contro tosse e mal di gola.
    Questi prodotti sono tradizionalmente utilizzati per alleviare il mal di gola grazie alle loro proprietà antinfiammatorie, antisettiche, balsamiche e lenitive.
    Possono essere somministrati come i classici sciroppi assumendone fino a tre cucchiai al giorno o, in alternativa, sono aggiunti a tè e tisane.

    9. Tisane emollienti contro il mal di gola
    Per alleviare il mal di gola, spesso esacerbato dallo stimolo della tosse, sono utili tisane preparate con erbe ricche di mucillagini come la malva, l’altea e la piantaggine.
    Queste piante hanno un effetto emolliente, antinfiammatorio e lenitivo e si assumono sotto forma di infuso da preparare con un cucchiaio di erbe essiccate in una tazza di acqua bollente.

    10. Caramelle contro il mal di gola
    Un rimedio naturale contro il mal di gola è rappresentato dalle caramelle balsamiche preparate con essenze di eucalipto, pino o abete, spesso unite a propoli e miele.
    Comode fuori casa, le caramelle aiutano ad alleviare tosse e mal di gola grazie all’azione antisettica e antiflogistica.

    Questi rimedi naturali permettono di curare i primi sintomi di mal di gola o, associati all’eventuale terapia prescritta dal medico, di velocizzare la guarigione.



  3. #673
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Il Qigong

    Questa tecnica è utilissima per rilassarsi e promuovere il sonno.

    Posizione del monaco. Distesi sul fianco destro con gamba destra allungata e la sinistra piegata ad angolo retto, mano destra sotto la guancia o con le punte delle dita (pollice, indice e medio) unite e puntate al centro della fronte tra le sopracciglia. La mano sinistra è distesa lungo il fianco. Gli occhi sono chiusi, la respirazione si fa profonda e l’attenzione va proprio al respiro e al suo ritmo lento. Si dimora nel silenzio lasciando che i pensieri, se arrivano, scorrano via. L’esercizio serve a calmare il cuore e svuotare la mente, cosa che promuove il sonno.

    Rilassamento prima di dormire. Distesi supini con le mani appoggiate sulle creste iliache, rilassarsi e partendo dai piedi mandare l’intenzione di rilassamento a ogni parte del corpo, decontrarre dove è contratto e sentire che nel corpo scorrono energia e sangue; respirare profondamente e scivolare nel silenzio, provare a stare semplicemente nell’ascolto del corpo.



  4. #674
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Digitopressione: punti diversi per problemi diversi

    L'emicrania, è una tipologia di mal di testa che si manifesta con nausea, fotofobia e dolore localizzato solamente in un lato del capo, è probabile che la causa sia riconducibile a dei problemi durante la digestione.
    La zona di terapia da trattare in questo caso si trova sulle mani, nello spazio tra il primo ed il secondo dito.
    Massaggia questo punto in maniera decisa e costante per almeno un minuto.

    Terminato il trattamento su una mano, ripetilo anche sull’altra.




  5. #675
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    La digitopressione può venire in aiuto anche in caso di gonfiore dovuto alla ritenzione idrica.
    Tale disturbo può avere varie cause, ma la principale rimane sempre il caldo.
    In questa condizione, il corpo trattiene più liquidi del solito, rischiando di indurre nel paziente un colpo di calore.

    Proprio per questo motivo è bene, oltre che bere molta acqua quando fa caldo, agire immediatamente quando si presenta un disturbo di questo tipo.

    I punti della digitopressione per la ritenzione idrica sono collocati su una linea immaginaria da tracciare sul basso ventre.

    Per trovarli, serve prendere come punto di riferimento l’ombelico e da qua scendere di un palmo.
    Spostare entrambe le mani verso l’esterno, fermandoti poco prima di arrivare a toccare le creste iliache.

    A questo punto esercita un delicato massaggio per qualche minuto, e svolgere tale esercizio per due volte al giorno per almeno una settimana.



  6. #676
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Il punto KI-1
    Un altro punto facile da localizzare è Yongquan, Fontana zampillante, KI-1 sulla pianta dei piedi, al centro.
    Anche il primo punto del meridiano di Rene (KI-1) può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna.
    Facile da massaggiare, oppure da trattare con una pallina sotto i piedi, conferma un’altra delle regole nei trattamenti energetici: per trattare i problemi dell’alto (mal di testa, vertigini) si massaggia in basso (i piedi).
    Tuttavia, se la pressione è talmente alta che inizia a provocare vertigini e sintomi più gravi, l’effetto della digitopressione potrebbe risultare troppo lento e non essere quindi appropriato in una situazione di emergenza.





  7. #677
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    MASSAGGIO DEL SONNO

    Massaggiare punti specifici del corpo per aiutarvi ad addormentarvi

    Un buon sonno è essenziale per un buon equilibrio fisico e psicologico. Ma per alcuni, addormentarsi è complicato e a volte diventa addirittura fonte di ansia. L'agopressione è una soluzione naturale, derivata dalla medicina tradizionale cinese, che è simile all'agopuntura, ma dove gli aghi sono sostituiti dalla pressione delle dita. Questo metodo permette di massaggiare punti precisi per stimolare i meridiani in connessione con gli organi principali e trattare vari disturbi.

    Per migliorare l'ansia, lo stress e la lotta contro l'insonnia, ecco un elenco di punti di agopressione da conoscere.

    A livello del polso
    Si tratta di massaggiare un punto nella parte interna del polso sulla curva del polso.
    Per trovarlo facilmente, seguire la linea del mignolo e fermarsi nella cavità sensibile al tatto tra due piccole ossa.
    Questo punto è chiamato "Porta della Serenità" o "7° meridiano del cuore".
    Per combattere l'insonnia, si consiglia di massaggiare questo punto sul polso sinistro ogni sera con il pollice della mano destra in senso orario per circa 3 minuti.



    Sulle gambe
    Un punto molto importante chiamato "San Yin Jiao" o "Point Rate", che si trova all'intersezione dei meridiani di fegato, milza e reni. Si trova sul lato interno della gamba. Per trovarlo, mettere quattro dita della mano piatta all'interno del malleolo. Il punto è sotto l'ultimo dito dal basso.
    Massaggiare questo punto ogni notte prima di andare a dormire ha dei benefici sorprendenti, soprattutto per quanto riguarda lo stress, l'insonnia e la stanchezza cronica.



    Sul retro del cranio
    Il posto chiamato "Sonno tranquillo" o "Pilastro celeste" si trova dietro il lobo dell'orecchio. Per trovarlo, mettete il dito sull'ossicino dietro l'orecchio e lasciatelo scivolare in una cavità a circa un centimetro dalla base del cranio.
    Questo punto aiuta a calmare la mente, facilita il sonno riducendo lo stress, l'esaurimento fisico e mentale.



  8. #678
    L'avatar di uzzis
    Data Registrazione
    Aug 2003
    Messaggi
    7,958
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    1250 Post(s)
    Potenza rep
    42949692
    Nome: Image 001ven106.png
Visite: 80
Dimensione: 325.7 KB

    ......

  9. #679
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Listerine non è solo un collutorio: usi inaspettati che tutti dovrebbero conoscere

    La formula del Listerine è stata sviluppata per la prima volta nel 1879 e che è stato concepito come disinfettante per le procedure chirurgiche? Furono il Dottor Joseph Lawrence e Jordan Wheat Lambert a creare questa soluzione composta da oli essenziali (mentolo, timolo ed eucaliptolo), da metil salicilato ed etanolo. In principio, Listerin non venne messo in commercio solo per l’igiene orale, ma veniva usato come antisettico, anche per la pulizia degli ambienti.

    - Sbarazzarsi dei funghi ai piedi
    Fare un pediluvio con il Listerine. I funghi che attaccano i piedi e le unghie sono la conseguenza della pelle morta, il salicilato di metile presente nel Listerine aiuta la pelle morta a staccarsi più facilmente. Mescola in una bacinella dell’acqua tiepida e un po’ di Listerine, dopodiché immergi i piedi per circa venti minuti, ripeti il passaggio per alcuni giorni consecutivi.

    - Sollievo dalle punture di insetto

    - Deodorante

    - Niente più forfora
    Massaggia del Listerine sul cuoio capelluto e lascia agire per circa 10 minuti, dopodiché risciacqua. Ripetere l’operazione un paio di volte alla settimana per dire addio alla forfora.

    - Detergente per il viso
    Listerine ha delle portentose proprietà antisettiche e, per questo, è un prodotto eccellente per combattere i fastidiosi problemi di pelle.

    - Per la pulizia dello spazzolino

    - Trattamento dei pidocchi
    I pidocchi sono l’incubo di molte mamme, ma per evitarne la diffusione senza usare dei prodotti costosi è possibile utilizzare del Listerine
    mescolato con dell’aceto, basterà inserire la stessa quantità dei due liquidi in una bottiglia spray. Spruzzare il composto sui capelli e
    massaggiare, di modo che il prodotto possa inumidire tutta la testa, dopodiché coprire con un panno e lasciare agire fino a che i capelli non si
    asciugano naturalmente. Infine, pettina e ripeti la procedura se necessario.

    Listerine non e solo un collutorio: qui ci sono 10 usi inaspettati che tutti dovrebbero conoscere - Curiosando si impara


  10. #680
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Il 24 giugno è un giorno speciale che, sin dall’antichità, veniva festeggiato con riti propiziatori davanti al fuoco, la notte tra il 23 e il 24 giugno.

    Questo giorno è legato alla figura cristiana di San Giovanni Battista e vede nel cielo il sopraggiungere del solstizio d’estate. Proprio in questo momento il sole è al suo apice, cioè a livello astronomico è inclinato rispetto all'equatore celeste nella massima posizione e così dà il via all’inizio dell'estate con il ruotare delle stagioni.

    Il 24 giugno è quindi il giorno più lungo dell'anno, mentre in questa notte le tenebre sono le più brevi.
    Durante la notte di San Giovanni venivano bruciate le erbe officinali essiccate e raccolte l’anno precedente. Da questa notte in poi era usanza raccogliere le nuove erbe per poterle conservare come rimedi naturali utili durante tutto il corso del nuovo anno; resta dunque un giorno molto speciale per la raccolta delle erbe e per le preparazioni erboristiche. Tra le piante che vengono raccolte il 24 giugno vi sono:
    iperico;
    camomilla;
    verbena;
    artemisia;
    ruta;
    menta;
    timo;
    vinca;
    rosmarino;
    aglio;
    lavanda;
    salvia;
    felce.




    Ciascuna di queste erbe ha proprietà e usi differenti a seconda dei principi attivi che contiene ed è molto conosciuta nella medicina tradizionale erboristica e in quella popolare.
    In questo giorno veniva raccolta la rugiada dai fiori e dalle erbe officinali per poi conservarla e fare lavaggi del corpo purificatori e rituali propiziatori.Questa preparazione viene conosciuta con il nome di “acqua di San Giovanni” e contiene numerose erbe differenti a seconda del luogo di provenienza.
    Venivano realizzate altre preparazioni utilizzando la pianta di iperico che un tempo si pensava fosse in grado di scacciare i demoni, i mali e le sventure. La particolarità di questa erba è di contenere nelle foglie un olio rosso scarlatto che ricorda il sangue e che è capace di purificare e guarire molti disturbi. In erboristeria la pianta di iperico è infatti utilizzata per il trattamento di lievi depressioni: è infatti in grado di agire sul tono dell'umore ed è estremamente efficace in caso di bruciature della pelle o irritazioni. In questa giornata la raccolta delle erbe è una tradizione perché è stata tramandata la credenza che in questo giorno ogni erba raccolta veda aumentare del doppio il suo potere curativo.

    Le erbe, in questo particolare momento dell'anno, sono più esposte al sole e riescono così a potenziare la loro produzione di principi attivi; in particolar modo vi sono erbe chiamate "solari" come appunto l'iperico o le altre piante ricche di oli essenziali che proprio grazie al sole raggiungono il loro tempo balsamico e quindi sono "mature" essere raccolte.

    Infine era ed è ancora tradizione preparare un liquore chiamato “nocino” che viene fatto utilizzando i frutti del noce ancora verde immergendoli in un liquido composto da acqua, alcool alimentare, zucchero e spezie.

    Il nocino rimane in macerazione sino al 10 di agosto, giorno di San Lorenzo, e successivamente viene filtrato e fatto maturare in bottiglia sino a febbraio. L’usanza era berlo il giorno degli innamorati che cade il 14 febbraio per San Valentino.Le ricette sono tramandate di generazione in generazione e spesso sono segrete.





Accedi