....è in partenza dal 2° Binario il treno per.....
‘Non ricordo un periodo peggiore per così tanti asset’. Ma Jim Reid scova un aspetto positivo nel grande crollo dei mercati
L?ultimo mese ha visto i mercati cadere rovinosamente. Per S&P 500 e Dow Jones Industrial Average è stato il peggior mese di settembre degli ultimi 20 anni. In sofferenza anche le Borse europee con quasi -6% per Parigi, mentre il Dax di Francoforte ha fermato l?emorragia a -5,6%.Guardando all?indice sull?azionario globale, l?MSCI World, il saldo
Stop gas russo verso l’Italia: analisti guardano a potenziali contraccolpi per ENI
Lo stop delle forniture di gas russo verso l?Italia tiene banco oggi. Sabato Gazprom ha comunicato di non poter confermare la consegna dei volumi di gas richiesti ?a causa della dichiarata impossibilità di trasportare il gas attraverso l?Austria?. I flussi di gas russo destinati a Eni attraverso il punto di ingresso di Tarvisio si sono
Banca Generali e Mediobanca. Cosa sta succedendo a Trieste e a Piazzetta Cuccia
Generali pronta a vendere Banca Generali a Mediobanca? Oggi l?effetto dei rumor riportati venerdì da Bloomberg si sfiamma, con il titolo di Banca Generali che si conferma tra i peggiori dell?indice Ftse Mib di Piazza Affari, perdendo poco meno del 4%, dopo essere scivolato all?inizio della seduta fino a -6,9%.La febbre esplosa venerdì scorso aveva
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690

    ....è in partenza dal 2° Binario il treno per.....

    http://www.finanzaonline.com/forum/s....php?t=1150214

    Dal secondo binario si parte con una canzone nuova, nuova.. sperando che fili come un treno in classifica!

    Avevi già tutto lì
    nelle tue mani
    era giusto così
    lì per te
    solo che non vedevi

    Non è facile perchè tu lo sai
    hai sciupato tutto quello che hai
    ma ora devi alzarti fallo per te
    e volare ancora in alto tu puoi

    C'è la tua vita che ancora ti aspetta
    che batte anche quando ti sembra imperfetta, vedrai
    C'è sempre un treno da prendere in fretta se vuoi
    apri il tuo cuore e avrai sempre indietro quel che dai

    E non mi dire non puoi
    io lo so che puoi farlo
    dimostrati che ci sarà una strada nuova

    Avrai di più di questa malinconia
    se tu sei consapevole che (consapevole)
    una mano può indicarti la via
    col coraggio più sincero che c'è


    Ma è la tua vita è lì che ti aspetta
    che batte anche quando ti sembra imperfetta, vedrai
    E' come un treno da prendere in fretta ma puoi
    apri il tuo cuore e avrai sempre indietro quel che dai

    E la tua vita è lì che ti aspetta
    che batte in ogni istante dal centro del petto perchè
    C'è sempre un treno da prendere in fretta se vuoi
    apri il tuo cuore e avrai sempre indietro tutto quel che dai

    Il sole scalda, ci illumina
    il dolore se ne va
    come il buio che
    ora evapora nel giorno che verrà

    E la tua vita è lì che ti aspetta
    che batte anche quando ti sembra imperfetta, vedrai
    C'è sempre un treno da prendere in fretta se vuoi
    apri il tuo cuore e avrai sempre indietro tutto quel che dai

    Oh no
    è quello che dai
    Oh no
    quello che dai

    Ma la tua vita è lì che ti aspetta
    che batte in ogni istante dal centro del petto perchè (è quello che dai)
    E' come un treno da prendere in fretta ma puoi (quello che dai)
    apri il tuo cuore e avrai sempre indietro tutto quel che dai

    Apri il tuo cuore e avrai sempre indietro tutto quel che dai!


    Marco Carta - Quello Che Dai

    http://www.youtube.com/watch?v=pPBzO4V-Mxs
    Immagini Allegate Immagini Allegate  

  2. #2
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Canto quello che vedo, su niente soprassiedo! "Eccomi" dissi al Caos "eccomi son tuo schiavo". Egli rispose "Bravo!". "Di che?" diss'io "Chi fu?" Libero alfine sono, che serve una carezza, quando di bell'ebrezza di me s'impossessò?! Eccomi, son pronto, son già partiti i treni, si sono rotti i freni e non resisto. Vai dolce Bacco, portami!

    poesia iniziale di Ferruccio - La Vita è Bella (Roberto Benigni)
    http://www.youtube.com/watch?v=kxbebSInguQ

    La Vita è Bella - Il Treno Nel Buio
    http://www.youtube.com/watch?v=8jO3E...eature=related

    http://www.youtube.com/watch?v=fAhSf4NKeLA
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: 260_07-08-12_54a.jpg‎ 
Visualizzazioni: 514 
Dimensione: 136.7 KB 
ID: 1258743  

  3. #3
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    “Era però il mondo del presente con i suoi miraggi e le sue seduzioni, non più il museo degli orrori del passato. Ricco di pericoli e fecondo di speranze vere. Era il mondo della nostra maturità, il futuro. Salimmo sul treno di panna, guardammo il tramonto della guerra fredda e lo sbriciolarsi dei suoi muri assassini e diventammo adulti”

    De Carlo Andrea
    Treno di panna
    Immagini Allegate Immagini Allegate  

  4. #4
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Il babbo splendeva in un abito grigio, i capelli grigi e fini sollevati dal vento, le braccia dondolanti lungo il corpo in quel modo che faceva sembrare il suo passo sempre frettoloso. Non lo vedevo da quasi un anno, e trovai che somigliasse piú del solito a Robert Mitchum, ma forse era la consapevolezza di vederlo sconfitto a ingigantire la somiglianza. Del resto quelle palpebre pesanti e quella fossetta sul mento lo avevano sempre fatto somigliare a Robert Mitchum, fin dalle foto della sua giovinezza sparse nei cassetti, e se adesso lui pareva molto invecchiato anche Mitchum lo era, e le loro due facce continuavano a confondersi nella medesima bellezza, solo piú anziana.
    Una volta, addirittura, la cameriera di un Mottagrill gli aveva chiesto un autografo. Io ero piccolo e la mamma mi stava sgridando in inglese, forse fu per quello che la cameriera si confuse. Ricordo con quanta ammirazione ci guardava, tutti e tre, mentre il babbo si cavava d'impiccio scrivendo su un sottobicchiere le sue iniziali, R. M., cosí da non deluderla ma nemmeno mentirle. E mi è capitato molte volte di pensare alla cura con cui dev'essere stato conservato quel sottobicchiere, alla quantità di persone cui le cifre di mio padre, negli anni, saranno state mostrate. (inizio libro)

    Per dove parte questo treno allegro - Sandro Veronesi
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: 2527743417_c283053b93.jpg‎ 
Visualizzazioni: 279 
Dimensione: 60.9 KB 
ID: 1258787  

  5. #5
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    I viaggi sono le levatrici del pensiero. Pochi luoghi risultano più favorevoli di un aereo, una nave o un treno in movimento al conversare interiore. Tra ciò che abbiamo davanti agli occhi e i pensieri che coltiviamo nella mente esiste una correlazione singolare: spesso i grandi pensieri hanno bisogno di grandi panorami, quelli nuovi di nuove geografie, e le riflessioni introspettive che rischiano di impantanarsi traggono vantaggio dal fluire del paesaggio. Proprio quando da lei non ci aspettiamo altro, la nostra mente può rivelarsi alquanto riluttante a pensare in maniera efficace - compito paralizzante come raccontare una barzelletta o imitare un accento su richiesta. Pensare riesce meglio quando parti della mente hanno obiettivi diversi, come ascoltare della musica o seguire un filare di alberi. Per un po' la musica o la vista distraggono infatti la parte più nervosa, censoria e concreta della mente, quella incline ad arrendersi alle prime difficoltà che emergono dalla coscienza e a darsela a gambe davanti ai ricordi, ai desideri, alle idee originali o introspettive; la parte che preferisce insomma dedicarsi a compiti impersonali e di routine.

    ALAIN DE BOTTON - L'arte di viaggiare
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: binari_nel_bianco.jpg‎ 
Visualizzazioni: 9751 
Dimensione: 128.5 KB 
ID: 1258798  

  6. #6
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Tra tutti i mezzi di trasporto, il treno costituisce forse l'ausilio migliore per il pensiero: i suoi panorami non hanno nulla della potenziale monotonia di quelli tipici della nave o dell'aereo, si muovono con la rapidità sufficiente a scongiurare la nostra esasperazione e con la lentezza necessaria per consentirci di distinguere gli oggetti. Ci offrono spaccati brevi ma stimolanti di regni privati, mostrandoci una donna nell'atto di prendere una tazza da un ripiano della cucina e subito dopo un patio con un uomo addormentato, e poi ancora un giardino dove un bimbo afferra la palla lanciatagli da una figura invisibile.
    ALAIN DE BOTTON - L'arte di viaggiare
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: 1971804288_f69b1caac5.jpg‎ 
Visualizzazioni: 302 
Dimensione: 44.3 KB 
ID: 1258809  

  7. #7
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    “Io sono solo nella vettura. Solo al mondo”.

    "Di viaggi e di mare" raccoglie le avventure più che note di Dickens negli Stati Uniti, quando arrivò preceduto dalla fama e se ne andò seguito da un certo astio per le pagine che scrisse deluso dalla società americana.
    Ma nella seconda parte ci sono resoconti inediti ed è in questi che si avverte lo spirito di quello che Dickens definì “viaggiatore non commerciale”, cioè non per lavoro.
    Pagine di treni e di navi, ballate di mormoni che emigrano, di birra e cozze nei locali dei docks di Londra, di tatuaggi, di annegati, di una voce dallo stomaco che sale continuamente quando si viaggia per mare e non tace mai.

    E pagine sull’uomo, con le sue tragedie e la sua nobiltà, la morte e l’ironia che Dickens non smise mai di raccontare. Abbozzi più che ritratti. Come quello di un pastore che organizza la camera mortuaria sulla spiaggia per i naufraghi del Royal Charter.
    “Nel suo viso franco, nel suo umore allegro, espressione del vero spirito cristiano, ho visto rappresentato il Nuovo Testamento meglio che nei discorsi pieni di anatemi, reclamizzati con grande spiegamento di trombe, letti nel corso della mia vita”.
    Immagini Allegate Immagini Allegate   

  8. #8
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Treni


    Il treno spiava nell'oscurità
    Brillava e formava il vento tra i vagoni
    Ho sentito il suono dal letto di mia cugina
    Il fischio del treno in testa ai vagoni

    Le estati volano via sempre

    Un angelo da 60 tonnellate cade sulla terra
    Un ammasso di vecchio metallo, una confusione raggiante
    Cicatrice nel paese, l'estate e lei

    Le estati volano via sempre
    Trovami un modo per farle restare

    Quando sento il motore passare
    Ti sto baciando intesamente
    Il fischio diminuisce
    Sono fortunato

    Quando la sera arriva
    Mi stai fasciando
    Sto morendo d'amore
    Va bene


    http://www.youtube.com/watch?v=ULjnys4ZgTM
    Porcupine Tree - Trains
    Immagini Allegate Immagini Allegate  

  9. #9
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    La ragione mi impediva di correre alla stazione, prendere il primo treno e raggiungerti...ma il cuore era già in viaggio da tempo per arrivare ove eri tu, in qualsiasi posto del mondo.
    (M. Eduard)
    Immagini Allegate Immagini Allegate  
    Ultima modifica di maf@lda; 08-06-10 alle 14:03

  10. #10
    L'avatar di maf@lda
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    34,498
    Mentioned
    6 Post(s)
    Quoted
    803 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    Salii sulla vecchia carrozza portando con me solo una valigia leggera che avevo riempita di sogni, gli stessi che facevo ogni notte steso sulla mia brandina, quando ad occhi aperti immaginavo i momenti belli che avrei vissuto con te, il tuo profumo e la tua tenerezza.

    (M. Eduard)
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: Binariomorto-a19621964.jpg‎ 
Visualizzazioni: 267 
Dimensione: 132.2 KB 
ID: 1258874  

Accedi