Libri e riviste d'arte contemporanea: il percorso formativo
Mercati alle prese con tre nodi da qui a fine anno, focus sugli asset meglio posizionati in ottica rialzo tassi
Il mercato del lavoro, le catene di approvvigionamento e la Cina. Sono questi i tre fattori da tener ben monitorati in questo momento dell?anno per superare senza particolari problemi la …
Titolo Telecom Italia sottovalutato? Mercato non dà retta a Gubitosi e in Borsa la tlc rivede gli inferi di ottobre 2020
Per Telecom Italia si sta materializzando un altro autunno da dimenticare in Borsa e anche le parole di Luigi Gubitosi non stanno riuscendo a dare fiato al titolo che segna …
Nasce il Mib ESG: funzionamento dell’indice e lista dei 40 titoli più sostenibili di Piazza Affari. Non mancano sorprese e differenze vs Ftse Mib
Prende vita oggi il primo indice Esg sulle blue chip di Piazza Affari. Il nuovo indice Mib ESG, annunciato oggi da Euronext, è infatti il primo indice Esg (Environmental, Social …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di ElBrazo
    Data Registrazione
    Jan 2003
    Messaggi
    307
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    9172112

    Libri e riviste d'arte contemporanea: il percorso formativo

    Buonasera a tutti, ci ho messo qualche giorno e mi sono letto per bene questa sezione del FOL che, ammetto , non conoscevo affatto...
    Ho trovato parecchie cose interessanti, sono certamente "sbilanciato" verso l'aspetto economico riguardo l' arte, ma altresì attratto dallo spazio lasciato all'interpretazione personale sul concetto di bellezza...
    Vorrei se possibile che indicaste un percorso formativo ideale per chi , come me (e questo è, credo , il più vasto forum finanziario in Italia), vive di trading o comunque di investimenti e speculazione e voglia avvicinarsi al "vostro " mondo.
    Posto che l'ottimo post di Investart sul P.A.P.A. chiarisce e semplifica l'approccio all'investimento e il post sugli emergenti spiega molto bene problemi e incognite di questa particolare "jungla"...non mi viene termine più adatto...
    Vorrei sapere come crearsi una propria autonomia di giudizio...sviluppare una capacità di valutazione che sia influenzata dalla conoscenza ( aspetti formali delle opere) ma senza rinunciare ai richiami delle emozioni che le stesse ci provocano.
    Qualche testo non troppo difficile e non per addetti ai lavori "puri",e qualche consiglio su come , semplicemente, guardare l'opera.
    Ad esempio, vi sembrerà banale ma questo è il mio primo limite ad ora...: il luogo e lo spazio in cui visiono le opere influenza pesantemente i miei giudizi..un quadro grande , in uno spazio aperto e che sia in sintonia con le opere lo sento respirare... dai siti internet di vari artisti o dai cataloghi delle mostre non riesco ad avere quasi nessuno spunto, men che meno dalle note introduttive del critico di turno...non che voglia polemizzare subito al primo intervento,non ne ho il diritto, ma sono abituato ai prospetti informativi delle banche..e in genere chi ti vuole vendere qualcosa ... ci prova.
    Le gallerie sono un buon compromesso certamente...anche se idealmente poter andare direttamente negli studi degli artisti, conoscerli e valutare in toto il loro modo di lavorare sarebbe perfetto...si può anche fare così, almeno con gli emergenti?
    E' tardi , la giornata di Borsa è stata ..intensa , per cui mi riprometto di scrivere cose maggirmente sensate la prossima volta , in ogni caso a chi volesse indicarmi una sorta di percorso (probabilmente valido anche per altri assatanati speculatori)vanno in anticipo i miei ringraziamenti.

    Buona serata
    Ultima modifica di varoon; 23-06-10 alle 11:31 Motivo: Modifica titolo

  2. #2
    L'avatar di ArtDMaster
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    521
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    26026773
    E' abbastanza semplice:

    il percorso "iniziatico" e' comune a molte cose: se si vuol far entrare un "profano" ad esempio nel mondo del calcio lo si porta innanzitutto a vedere una partita allo stadio, cosi' gli si da' la "botta" iniziale, poi si inizia a lavorare di fino leggendo, discutendo, guardando altre partite finche' il 4-4-2 non avra' piu' segreti (e nemmeno il 5-5-5 di Oronzo Cana')

    Quindi prima guardati qualche grande museo e magari d'infilata la mostra "italics" a Venezia, dopo di che comincia a leggerci su, vedrai che gia' cominciare a riconoscere alcuni autori ti apparira' come una bella scoperta.
    Poi, una volta che avrai isolato il tipo d'arte che piu' ti attrae istintivamente fai il tuo primo acquisto e il piu' sara' fatto! Ora di allora tanti quadri che magari ti sembravano senza senso o prese in giro cominceranno a parlarti con un linguaggio nuovo e saranno per te fonte di grande soddisfazione.

    Proprio per cominciare ti consiglio un classico: "Occhio Critico" di Guido Ballo.

    Quando sarai in grado almeno di riconoscere buona parte degli autori inquadrali meglio con il Barilli "Storia dell'arte italiana nel '900" che e' fazioso e ha i suoi preferiti ma almeno e' metodico.

  3. #3
    L'avatar di investart
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Messaggi
    14,992
    Mentioned
    40 Post(s)
    Quoted
    660 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da ElBrazo Visualizza Messaggio
    Buonasera a tutti, ci ho messo qualche giorno e mi sono letto per bene questa sezione del FOL che, ammetto , non conoscevo affatto...
    Ho trovato parecchie cose interessanti, sono certamente "sbilanciato" verso l'aspetto economico riguardo l' arte, ma altresì attratto dallo spazio lasciato all'interpretazione personale sul concetto di bellezza...
    Vorrei se possibile che indicaste un percorso formativo ideale per chi , come me (e questo è, credo , il più vasto forum finanziario in Italia), vive di trading o comunque di investimenti e speculazione e voglia avvicinarsi al "vostro " mondo.
    Posto che l'ottimo post di Investart sul P.A.P.A. chiarisce e semplifica l'approccio all'investimento e il post sugli emergenti spiega molto bene problemi e incognite di questa particolare "jungla"...non mi viene termine più adatto...
    Vorrei sapere come crearsi una propria autonomia di giudizio...sviluppare una capacità di valutazione che sia influenzata dalla conoscenza ( aspetti formali delle opere) ma senza rinunciare ai richiami delle emozioni che le stesse ci provocano.
    Qualche testo non troppo difficile e non per addetti ai lavori "puri",e qualche consiglio su come , semplicemente, guardare l'opera.
    Ad esempio, vi sembrerà banale ma questo è il mio primo limite ad ora...: il luogo e lo spazio in cui visiono le opere influenza pesantemente i miei giudizi..un quadro grande , in uno spazio aperto e che sia in sintonia con le opere lo sento respirare... dai siti internet di vari artisti o dai cataloghi delle mostre non riesco ad avere quasi nessuno spunto, men che meno dalle note introduttive del critico di turno...non che voglia polemizzare subito al primo intervento,non ne ho il diritto, ma sono abituato ai prospetti informativi delle banche..e in genere chi ti vuole vendere qualcosa ... ci prova.
    Le gallerie sono un buon compromesso certamente...anche se idealmente poter andare direttamente negli studi degli artisti, conoscerli e valutare in toto il loro modo di lavorare sarebbe perfetto...si può anche fare così, almeno con gli emergenti?
    E' tardi , la giornata di Borsa è stata ..intensa , per cui mi riprometto di scrivere cose maggirmente sensate la prossima volta , in ogni caso a chi volesse indicarmi una sorta di percorso (probabilmente valido anche per altri assatanati speculatori)vanno in anticipo i miei ringraziamenti.

    Buona serata
    Benvenuto tra gli "Amici dell'Arte" carissimo ElBrazo,

    io "nel mio piccolo" ti posso invece consigliare la lettura "costante" a queste tre riviste d'Arte:

    FLAS HART

    TEMA CELESTE

    ARTFORUM

  4. #4
    L'avatar di ElBrazo
    Data Registrazione
    Jan 2003
    Messaggi
    307
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    9172112
    Vi ringrazio per le risposte
    "occhio critico" lo vado ad ordinare, delle riviste "flash art" la conosco di fama e qui arriva regolarmente, per le altre andrò a richiederle...
    Mi preparo per la jungla...intanto comincerò ad andare a vedere qualcosa, se avete consigli su mostre nei prossimi due mesi che valgano un viaggetto (Milano, Torino , Genova) dite pure...

    Per caso oggi ho notato dei manifesti che pubblicizzavano :"svendita totale, meno 60% su tutta l'arte in esposizione", era di una galleria a una 40ina di km da dove abito ; queste svendite sono una prassi o è un sintomo della gravità della situazione ?, messa giù così non forniva certo un'immagine rassicurante

    Buona serata

  5. #5
    L'avatar di ArtDMaster
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    521
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    26026773
    Citazione Originariamente Scritto da ElBrazo Visualizza Messaggio
    Per caso oggi ho notato dei manifesti che pubblicizzavano :"svendita totale, meno 60% su tutta l'arte in esposizione", era di una galleria a una 40ina di km da dove abito ; queste svendite sono una prassi o è un sintomo della gravità della situazione ?
    Nessuna galleria d'arte "vera" scriverebbe mai cosi'.
    Probabilmente si tratta di uno spennapolli che vende quadri di nessun valore (perquindi dato che il valore e' zero si puo' applicare qualsiasi sconto qualsiasi sia il prezzo di partenza). Per gli artisti "storicizzati" il prezzo di riferimento e' dato dalle principali aste (trovi sui siti di christies e sothebys ad esempio l'elenco delle aggiudicazioni passate) che dovrebbe essere considerato in genere come "base", il prezzo reale in realta' e' piu' alto dato che non c'e' alcuna certezza che un'opera come quella che abbiamo visto in galleria e che ci piace verra' battuta in asta in futuro. Quindi, ricapitolando, di solito il prezzo piu' basso lo puoi spuntare con vendita diretta (comperando da un altro collezionista) ma sono colpi di fortuna rari, poi c'e' il prezzo d'asta, poi il prezzo di galleria (occhio che si puo' sempre contrattare) e infine il piu' alto che e' il prezzo da televendita.

    Per gli artisti "emergenti" ti sapranno rispondere gli altri amici, ma penso che il prezzo di riferimento sia dato dalle gallerie che storicamente trattano quell'artista.

    Per il resto purtroppo no segni di crisi nei prezzi dell'arte, anzi... curioso mondo... al contrario di quanto accade per le azioni molti di noi tifano perche' i prezzi scendano perche' tanti autori che vorremmo avere in collezione sono ormai difficilmente avvicinabili

  6. #6
    L'avatar di ElBrazo
    Data Registrazione
    Jan 2003
    Messaggi
    307
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    9172112
    Citazione Originariamente Scritto da ArtDMaster Visualizza Messaggio
    Nessuna galleria d'arte "vera" scriverebbe mai cosi'.
    Probabilmente si tratta di uno spennapolli che vende quadri di nessun valore (perquindi dato che il valore e' zero si puo' applicare qualsiasi sconto qualsiasi sia il prezzo di partenza). Per gli artisti "storicizzati" il prezzo di riferimento e' dato dalle principali aste (trovi sui siti di christies e sothebys ad esempio l'elenco delle aggiudicazioni passate) che dovrebbe essere considerato in genere come "base", il prezzo reale in realta' e' piu' alto dato che non c'e' alcuna certezza che un'opera come quella che abbiamo visto in galleria e che ci piace verra' battuta in asta in futuro. Quindi, ricapitolando, di solito il prezzo piu' basso lo puoi spuntare con vendita diretta (comperando da un altro collezionista) ma sono colpi di fortuna rari, poi c'e' il prezzo d'asta, poi il prezzo di galleria (occhio che si puo' sempre contrattare) e infine il piu' alto che e' il prezzo da televendita.

    Per gli artisti "emergenti" ti sapranno rispondere gli altri amici, ma penso che il prezzo di riferimento sia dato dalle gallerie che storicamente trattano quell'artista.

    Per il resto purtroppo no segni di crisi nei prezzi dell'arte, anzi... curioso mondo... al contrario di quanto accade per le azioni molti di noi tifano perche' i prezzi scendano perche' tanti autori che vorremmo avere in collezione sono ormai difficilmente avvicinabili

    Lo immaginavo...
    Preziose le informazioni sui prezzi ...la jungla è la jungla...bisogna attrezzarsi.

    Una domanda scomoda e "immorale" : quanto pesa nell'ottica di investimento l'età di un artista? Il fatto che si avvicini alla..quarta età , posto che sia già ben quotato e conosciuto, influisce sulle quotazioni mi dicono...
    E' qualcosa di leggermente tetro...ma mi pare estremamente importante dal lato economico ..

  7. #7
    L'avatar di ArtDMaster
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    521
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    26026773
    Citazione Originariamente Scritto da ElBrazo Visualizza Messaggio
    Una domanda scomoda e "immorale" : quanto pesa nell'ottica di investimento l'età di un artista? Il fatto che si avvicini alla..quarta età , posto che sia già ben quotato e conosciuto, influisce sulle quotazioni mi dicono...
    E' vero, ma non si possono fare conti su questo... Hirst ha 45 anni ma la gente si strappa le sue opere di mano.
    L'eta' conta perche' di solito se uno scompare giovane si crea il "mito", ci sono poche opere, magari evitando le stanche ripetizioni che molti artisti fanno in vecchiaia (vedi Dorazio) e quindi i quadri valgono di piu'.
    Esempi di artisti morti relativamente giovani: Boccioni, Rho, Manzoni, Crippa, Tancredi, De Dominicis, Boetti...
    Altri invece nonostante siano scomparsi quasi centenari valgono tantissimo lo stesso, come Balla, De Chirico, Radice, Vedova.
    Se vuoi sapere nomi di grandi artisti un po' vecchietti (ma occhio che non e' l'approccio giusto ) la domanda e' in ogni caso legittima ed ecco la risposta: Achille Perilli, Carla Accardi, Enrico Castellani, Agostino Bonalumi, Getulio Alviani, Alberto Biasi, Michelangelo Pistoletto, Jannis Kounellis, Arnaldo Pomodoro.

  8. #8
    L'avatar di ElBrazo
    Data Registrazione
    Jan 2003
    Messaggi
    307
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    9172112
    Citazione Originariamente Scritto da ArtDMaster Visualizza Messaggio
    E' vero, ma non si possono fare conti su questo... Hirst ha 45 anni ma la gente si strappa le sue opere di mano.
    L'eta' conta perche' di solito se uno scompare giovane si crea il "mito", ci sono poche opere, magari evitando le stanche ripetizioni che molti artisti fanno in vecchiaia (vedi Dorazio) e quindi i quadri valgono di piu'.
    Esempi di artisti morti relativamente giovani: Boccioni, Rho, Manzoni, Crippa, Tancredi, De Dominicis, Boetti...
    Altri invece nonostante siano scomparsi quasi centenari valgono tantissimo lo stesso, come Balla, De Chirico, Radice, Vedova.
    Se vuoi sapere nomi di grandi artisti un po' vecchietti (ma occhio che non e' l'approccio giusto ) la domanda e' in ogni caso legittima ed ecco la risposta: Achille Perilli, Carla Accardi, Enrico Castellani, Agostino Bonalumi, Getulio Alviani, Alberto Biasi, Michelangelo Pistoletto, Jannis Kounellis, Arnaldo Pomodoro.
    ohh dunque grazie ancora ...tante cose da imparare e da vedere...,farò una bella ricerca su questi artisti. Mi sono procurato alcune copie di Flashart, volutamente vecchie (2001/2002) : oltre ad entrare nello specifico del linguaggio usato ecc.. mi preme verificare che fine stanno facendo gli artisti citati in quegli anni ( proprio come si fa con i titoli in borsa, il "backtest" insomma).
    Poi come approccio voglio selezionare 3 artisti, diciamo uno affermato e due emergenti a diversi livelli e vedere come budget come sono messo..: per ora chi mi piace veramente , e dovrebbe essere ancora a portata delle mie tasche è Baselitz...mi piace tutto, lo sento emotivamente molto vicino ;anche la sua storia mi piace. Probabilmente sbaglio ma i primi acquisti vorrei sentirli particolarmente "miei", insomma cose da non vendere per tanti tanti anni...
    Mi date un'opinione su di lui ?

  9. #9
    L'avatar di Arsonist
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    6,285
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    3 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da ElBrazo Visualizza Messaggio
    ohh dunque grazie ancora ...tante cose da imparare e da vedere...,farò una bella ricerca su questi artisti. Mi sono procurato alcune copie di Flashart, volutamente vecchie (2001/2002) : oltre ad entrare nello specifico del linguaggio usato ecc.. mi preme verificare che fine stanno facendo gli artisti citati in quegli anni ( proprio come si fa con i titoli in borsa, il "backtest" insomma).
    Poi come approccio voglio selezionare 3 artisti, diciamo uno affermato e due emergenti a diversi livelli e vedere come budget come sono messo..: per ora chi mi piace veramente , e dovrebbe essere ancora a portata delle mie tasche è Baselitz...mi piace tutto, lo sento emotivamente molto vicino ;anche la sua storia mi piace. Probabilmente sbaglio ma i primi acquisti vorrei sentirli particolarmente "miei", insomma cose da non vendere per tanti tanti anni...
    Mi date un'opinione su di lui ?
    Baseltiz è un grande indubbiamente e mi fa piacere per te che lo siano anche le tue tasche perché è uno degli artisti più quotati.
    Ho avuto il piacere e l'onore di visitare la sua mostra al MADRE di napoli in compagnia di Enzo Cannaviello che lo conosce molto bene essendo stato, credo, il primo ad esporlo in Italia. è stata una visita davvero entusiasmante ed emozionante.
    Ho chiesto ad Enzo di alcuni lavori, quelli prima che incominciasse a capovolgere le figure, e mi parlava di cifre superiori al milione di euro. meno di centomila euro non credo che si compri niente di questo artista.

  10. #10
    L'avatar di dario1
    Data Registrazione
    Sep 2004
    Messaggi
    5,196
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    0 Post(s)
    Potenza rep
    42949690
    azz Baselitz, complimenti per le tue tasche

    cmq c'è in corso la personale da Gagosian a Roma con i nuovi lavori, potresti andare ad informarti

Accedi