La querelle su Archivi e Fondazioni - Pagina 5
Sciopero Mps, il grido dei sindacati contro quello che non si dice: ‘Non siamo contro UniCredit’ ma ‘banca rischia spezzatino’. E intanto la Bce torna su Carige
Il giorno dello sciopero dei dipendenti di Mps è arrivato: oggi, venerdì 24 settembre, i bancari dell'istituzione senese perennemente sotto i riflettori per le incertezze sul suo destino incrociano le …
Twitter apre al Bitcoin: tra i metodi di pagamento delle mance agli utenti anche la criptovaluta
Twitter apre al Bitcoin. Il social network fondato da Jack Dorsey permetterà agli utenti di pagare usando la  criptovaluta. Nel dettaglio Twitter ha lanciato a livello globale il servizio Tips, ossia …
Borse europee rifiatano dopo la recente corsa. Fase di debolezza per Enel e Engie
Scambiano in territorio negativo le principali Borse europee, nonostante la chiusura positiva di Wall Street e della Borsa di Tokyo. Oltre a seguire le recenti indicazioni arrivate dalle banche centrali, …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #41
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,288
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    162 Post(s)
    Quoted
    4514 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Ecco, nuovo 3D ad hoc sul tema.

    Visto che l'argomento è piuttosto ripetitivo, a questo punto mi ripeto anche io: le generalizzazioni non portano a nulla, perchè come per tutte le attività, dipende sempre da come sono svolte, quindi la critica "a pacchetto" mi pare sia sempre piuttosto insulsa.

    Come trovo sempre un po' stralunate le idee di immaginare ulteriori enti di verifica o altre cose su questa scia, perchè, al di là del fatto che a quel punto, "chi controlla il controllore?", ma sono cose che non accadranno mai.

    Tra l'altro, pare che qualcuno ritenga anomala la situazione italiana, mentre è la stessa identica cosa all'estero. Dove chiaramente nemmeno lì esistono "enti di controllo" o similari, anche perchè non potrebbero avere nessun tipo di competenza. Ma tant'è.

    Purtroppo - ribadisco, purtroppo! - i falsi esistono. E siccome esistono qualcuno li compera. Quando poi gli vengono bocciati (mi spiace per chiunque abbia avuto questo tipo di brutte esperienze), la più classica delle reazioni è puntare il dito contro l'archivio di turno.

    Non posso che concordare con @smw85, perchè la stragrande maggioranza dei falsi viene smerciata nel sottobosco, e lì se uno corre dei rischi volendo risparmiare rispetto a gallerie e aste di buon livello, ahimè può dimostrarsi un rischio con esito negativo e l'opera risultare falsa.

    Capisco che possa essere traumatico prenderne atto, ma il 99,9% delle opere sono bocciate dagli archivi/fondazioni perchè sono false, poi ci può essere l'errore umano o la mancanza di sufficienti elementi, o l'archivio non affidabile, ma la maggior parte delle situazioni purtroppo è questa, e i falsi sono nelle case, non su Marte, e nemmeno sempre nelle case altrui.

    Il consiglio che mi sento di ripetere è quello di acquistare solo presso gallerie e case d'asta con una reputazione e solo opere già archiviate.
    Altrimenti vi assumete un rischio. E quando si rischia bisogna mettere in conto di poter aver preso una fregatura.
    Ne vale la pena? Per me no.

  2. #42
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    7,070
    Mentioned
    322 Post(s)
    Quoted
    3310 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    arte investimento?
    finanza investimento?
    Le due domande si assomigliano molto nella risposta.
    No.
    Presupposto; se l'investitore è ignorante.

  3. #43
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,926
    Mentioned
    102 Post(s)
    Quoted
    2579 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da smw85 Visualizza Messaggio
    Il problema è chi le compra e dove le compra queste croste perchè se vai in una galleria seria o da un mercante serio stai certo che quelle porcherie non le trovi.
    Se invece si pensa di esser furbi a comprare nel sottobosco o nelle aste di quartiere perchè costa meno, mi spiace ma quello è il risultato.
    Chiaro che il pb. è più frequente nelle compravendite tra privati, veniva evidenziato anche dai CC, ma trascuri il fatto che nel Fol c'è una consapevolezza che un acquirente "esterno" in genere non ha, sentendosi tutelato dall'autentica.
    Quello che mi interessa capire è se gli archivi esaminano le opere dal vivo o si accontentano dei documenti.

  4. #44

    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    539
    Mentioned
    37 Post(s)
    Quoted
    271 Post(s)
    Potenza rep
    19318278
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Chiaro che il pb. è più frequente nelle compravendite tra privati, veniva evidenziato anche dai CC, ma trascuri il fatto che nel Fol c'è una consapevolezza che un acquirente "esterno" in genere non ha, sentendosi tutelato dall'autentica.
    Quello che mi interessa capire è se gli archivi esaminano le opere dal vivo o si accontentano dei documenti.
    Ultimamente mi è capitato con 4 artisti di chiedere info su archiviazione e ogni archivio mi ha chiesto cose diverse:

    Archivio Scanavino… già in possesso di autentica chiedo conferma della stessa mi viene risposto che organizzano delle giornate per visionare le opere e per rilasciare autentiche o conferme…

    Archivio Agnetti… opera già con archivio chiedo sempre conferma mi viene risposto che verrò inserito tra i collezionisti in riferimento all’opera da me posseduta…

    Archivio Perilli… senza archivio ma con provenienza garantita inviare foto fronte retro dell’opera e pagamento se ricordo bene 500 euro ma mi viene detto che comunque l’opera sarà inserita a catalogo generale( a me sembra di ricordare che l’opera inserita in un catalogo abbia già tutti i crismi di archiviazione) mah…

    Archivio Monica Schifano… autentica archiviazione e pubblicazione multistudio con provenienza galleria di rispetto acquistata molti anni orsono cisto della seconda autentica mi sembra sui 350 euro per avere il 50% di possibilità di non archiviazione senza visionare l’opera…

    Riassumendo solo l’archivio Scanavino tra questi 4 ha chiesto l’opera in visione…

  5. #45

    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2,178
    Mentioned
    25 Post(s)
    Quoted
    952 Post(s)
    Potenza rep
    32823260
    Argomento molto interessante, utile per i collezionisti che spesso e volentieri vengono messi in secondo piano ma che senza di essi i vari archivi, ecc....non esisterebbero neanche. Detto ciò, tanti fan in questo argomento ne stanno ben lontano, perché gli conviene.
    Vogliamo parlare degli archivi che comunque non scrivono che l'opera è falsa, ma che non ha i requisiti per essere inserita nel loro archivio, che praticamente è una formula per dire che sia falsa, ma in questo modo si tengono alla larga da eventuali guai giudiziari.
    Però come al solito, il problema sta a monte, ovvero se gli artisti, ad ogni opera che esce dal loro studio, venisse fotografata, archiviata, fatturata, così da sapere quale sia il percorso, tutti questi problemi non ci sarebbero.

  6. #46
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,252
    Mentioned
    198 Post(s)
    Quoted
    7935 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Cento Arte Visualizza Messaggio
    Però come al solito, il problema sta a monte, ovvero se gli artisti, ad ogni opera che esce dal loro studio, venisse fotografata, archiviata, fatturata, così da sapere quale sia il percorso, tutti questi problemi non ci sarebbero.


    confermo

  7. #47
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,926
    Mentioned
    102 Post(s)
    Quoted
    2579 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    L'ultimo punto non solo con riferimento all'acquisto presso l'artista rappresenta una delle cause della sottolineata mancanza di trasparenza e tracciabilità delle opere. La responsabilità è in primis dei collezionisti o per meglio dire dei compratori perché i collezionisti sono altro.

  8. #48

    Data Registrazione
    Dec 2020
    Messaggi
    257
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    116 Post(s)
    Potenza rep
    12996945
    Per favore, una risposta chiara: anche nelle altre nazioni c’è lo stesso casino? Ovvero, esite la stessa ossessiva pratica dell’archiviazione?
    Grazie

  9. #49

    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2,178
    Mentioned
    25 Post(s)
    Quoted
    952 Post(s)
    Potenza rep
    32823260
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio

    confermo
    Eh già. Fattura, questa parola che spaventa così tanto.
    All'estero non credo che ci sia questa confusione. Molto probabilmente si tiene molto in considerazione la provenienza.
    E magari se nascono archivi, fondazione ecc... nuovi, non si mettono a disconoscere oppure a mettere in dubbio il lavoro di archivi precedenti.

  10. #50
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,288
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    162 Post(s)
    Quoted
    4514 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da leiris Visualizza Messaggio
    Per favore, una risposta chiara: anche nelle altre nazioni c’è lo stesso casino? Ovvero, esite la stessa ossessiva pratica dell’archiviazione?
    Grazie
    Il settore dell'arte in tutto il mondo gira allo stesso identico modo, con le medesime tipicità.

    Evidentemente oguno può avere le sue opinioni, lamentarsi, esprimere perplessità eccetera (meglio sarebbe se fossero circostanziate piuttosto che generiche), ma funziona ovunque così. E il punto è che in ogni caso non cambierà.
    Quindi o uno impara a nuotare in questo mare, o indossa il salvagente, oppure se ne resta tranquillamente in spiaggia, che si puà star bene anche senza nuotare. Ma se uno decide di buttarsi, tendenzialmente sarà lui a dovere, volente o nolente, adeguarsi al mare, e non viceversa.
    Forse sarò io un po' troppo diretto o troppo pratico, ma ormai caratterialmente sono fatto così... ognuno ha i suoi difetti.

    Se un collezionista vuole cercare di tutelarsi, si orienti preferibilmente verso opere già archiviate. Meglio ancora se con storia certa e pubblicazioni. Possibilmente acquistate in canali affidabili.
    Altrimenti bisogna essere consapevoli di correre dei rischi, perchè i falsi e le fregature chiaramente ci sono, e se ci si rivolge al sottobosco le probabilità di incapparvi e di ricevere delle bocciature a quel punto sono alte.

Accedi