Alighiero Boetti III
Il contropiano Del Vecchio-Caltagirone per Generali: osare di più, governance top e Bca Generali polo aggregante del risparmio gestito
Banca Generali sarebbe al centro del contropiano che Francesco Gaetano Caltagirone, Leonardo Del Vecchio e Fondazione Crt intendono presentare dopo il 15 dicembre, data prevista per la presentazione del business …
Torna l’ottimismo e gli investitori fanno il pieno dei pesi massimi di Piazza Affari, +3% Intesa Sanpaolo ed Enel
Gli investitori tornano ad acquistare massicciamente l’azionario con un convinto rimbalzo a inizio settimana. Piazza Affari si accoda all’ottimismo di Wall Street con le confortanti indicazioni circa il tasso di …
Per Musk scoppia la grana pannelli solari, SEC indaga e titolo Tesla esce dal $1 Trillion Club
Tesla è sotto indagine normativa della SEC dopo che un informatore ha affermato che la società di Elon Musk non ha informato adeguatamente i suoi azionisti e il pubblico circa …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,581
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    167 Post(s)
    Quoted
    4622 Post(s)
    Potenza rep
    42949680

    Alighiero Boetti III

    Apertura del Boetti Ter

    Apro con il post che ho postato sul 3D della Christie's, in relazione dell'asta con i due ricami "Le infinite possibilità di esistere" e il "Mimetico".

    In base ai miei calcoli le cifre onnicomprensive sono le seguenti (l'unica cosa che non ho capito con esattezza è se ci sia da pagare due volte l'IVA, ossia importazione in UK alla vendita e ultetriore IVA di importazione in UE, questo meccanismo non mi è chiarissimo, cmq ho messo il 10% di IVA una singola volta).

    Ricamo Bianco/Azzurro: 180.000 euro (hammer 110k GBP)
    Ricamo Grigio (in realtà non è bianco, ma grigio-argenteo): 240.000 euro (hammer 150k GBP)
    Mimetico: 260.000 euro (hammer 160 GBP)

    Ecco alcune considerazioni.

    Verso marzo-aprile 2020 scrissi che sarei stato contento se durante il periodo covid ci fosse stata una tenuta delle quotazioni di Boetti o anche una lieve flessione: come ha scritto @arte povera, nemmeno io potevo immaginare un successo di mercato per Boetti in questi termini e soprattutto così rapidamente e in questi tempi surreali, addirittura con un forte incremento delle quotazioni.
    Tra l'altro mi sarei aspettato di vedere sul mercato un maggior numero di arazzi. Non certo le "carriolate" profetizzate da amici forumisti, ma nemmeno così pochi come se ne sono visti nel corso dell'intero 2020. Sicuramente uno degli anni in cui si sono visti in asta meno arazzi in assoluto, e con una richiesta invece decisamente crescente (collezionisti, galleristi e mercanti sono alla ricerca come fossero tartufi!).

    Al di là delle cifre, a cui ci stiamo quasi "abituando" ma che in realtà sono sensazionali, quello che percepisco è un ennesimo scatto in termini di internazionalizzazione del collezionismo e quindi della valorizzazione del lavoro di Boetti. Ad esempio la bellissima biro "Immaginando Tutto" (370.000 euro) è andata ad Hong Kong, e a me emoziona l'idea di immaginare la casa di un collezionista orientale con a parete la biro blu. Sicuramente l'attività di Ben Brown sia a livello di mostre in galleria che partecipazione a fiere in Oriente ha fatto moltissimo, ma anche la galleria Tornabuoni ad esempio ha da sempre portato Boetti alla fiera "Artbasel Hong Kong", alla fine i frutti dopo anni di semina si vedono.

    Tornando alle opere di Boetti da Christie's, essendo io un amante delle stime invoglianti, come avevo già scritto, avrei preferito che le stime fossero un po' più contenute, tanto poi in ogni caso al di là delle stime le opere fanno il loro percorso in asta, ma con stime più basse si invoglia più collezionisti a partecipare.
    In particolare, il Mimetico, che pur ha raggiunto la bella cifra finale di 260.000 euro, era stato stimato 2-300.000 sterline, per poi partire da 120; allora a quel punto sarebbe stata preferibile una stima 150-250, che potenzialmente avrebbe attirato più interesse.
    Le stime alla fine non è che siano esattamente dei valori precisi entro i quali ci si aspetta il risultato, quanto piuttosto danno un'idea della partenza/riserva. Che un'opera venga aggiudicata sopra o sotto cambia poco, quello che conta è la cifra realizzata. Quindi per me partire più bassi (mettendo in conto il "rischio") su opere particolarmente interessanti per me è quasi sempre un plus per chi vende.

    Poi vorrei fare i complimenti ai fortunati compratori, ma decisamente anche ai venditori: le opere infatti risultano provenire da collezioni di lunga data, gli Arazzi dal 1997 e il Mimetico probabilmente in famiglia ancora prima. Sono passati decenni dall'acquisto originale e i proprietari avrebbero potuto maturare delle belle plusvalenze già a metà anni 2000, ma da veri collezionisti hanno valutato di godersele e tenersele nonostante un potenziale realizzo di 2-3 volte il prezzo di acquisto (gli arazzi immagino saranno stati pagati 6-8 milioni di lire complessivamente all'epoca, contro i 300.000 euro di hammer price complessivi attuali!).

    Ora, non è che ci si possa aspettare record continui ad ogni asta! Ci sta che si arrivi anche ad un periodo di consolidamento e con degli aggiustamenti, e magari poi delle graduali salite nel tempo

    Inoltre mi viene da dire che un corpus di Boetti che costa ancora molto poco rispetto al resto sono le opere su carta.
    Soprattutto quelle di qualità - sia tra quelle più colorate che tra quelle più minimali - potrebbero rivelare delle notevoli potenzialità nel tempo.

    PS. @Ale è verissimo che tecnicamente sono "ricami su tela", ma lo stesso Boetti familiarmente li chiamava Arazzi, pur non essendo assolutamente degli arazzi, ma è divertente anche per questo.

    Alighiero Boetti III-screenshot_2021-03-26-christies-search.jpg

  2. #2
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,664
    Mentioned
    200 Post(s)
    Quoted
    8139 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Risposta del gemello Alighiero al gemello Boetti.

    Apro con il post che ho postato sul 3D della Christie's, in relazione dell'asta con i due ricami "Le infinite possibilità di esistere" e il "Mimetico".
    “ E menomale hai scritto ricami sennò mia figlia ti tira le orecchie”

    In base ai miei calcoli le cifre onnicomprensive sono le seguenti (l'unica cosa che non ho capito con esattezza è se ci sia da pagare due volte l'IVA, ossia importazione in UK alla vendita e ultetriore IVA di importazione in UE, questo meccanismo non mi è chiarissimo, cmq ho messo il 10% di IVA una singola volta).

    “Di questa casa d’asta nulla è mai chiaro, hanno una politica etica che al pari di quella della Beretta Armi fa ridere anche Greta Thunberg

    Ricamo Bianco/Azzurro: 180.000 euro (hammer 110k GBP)
    Ricamo Grigio (in realtà non è bianco, ma grigio-argenteo): 240.000 euro (hammer 150k GBP)
    Mimetico: 260.000 euro (hammer 160 GBP)


    “Io aspetterò il pagamento dei diritti d’autore, che nella logica della trasparenza di questo mercato vedremo forse comparire prima che pubblichino il catalogo dei ricami, facciamo un dieci anni?
    Se solo penso che hanno atteso di metterli in asta per chiedere l’archiviazione, gli strapperei le mutande e gliele farei mangiare”

    Ecco alcune considerazioni.
    Verso marzo-aprile 2020 scrissi che sarei stato contento se durante il periodo covid ci fosse stata una tenuta delle quotazioni di Boetti o anche una lieve flessione: come ha scritto @arte povera, nemmeno io potevo immaginare un successo di mercato per Boetti in questi termini e soprattutto così rapidamente e in questi tempi surreali, addirittura con un forte incremento delle quotazioni.
    Tra l'altro mi sarei aspettato di vedere sul mercato un maggior numero di arazzi. Non certo le "carriolate" profetizzate da amici forumisti, ma nemmeno così pochi come se ne sono visti nel corso dell'intero 2020. Sicuramente uno degli anni in cui si sono visti in asta meno arazzi in assoluto, e con una richiesta invece decisamente crescente (collezionisti, galleristi e mercanti sono alla ricerca come fossero tartufi!).


    “Eggià, storia insegna che quando tutti cercano tartufi e si riempiono le cucine anche delle pizzerie poi i ristoranti stellati tornano a cercare funghi.

    Al di là delle cifre, a cui ci stiamo quasi "abituando" ma che in realtà sono sensazionali, quello che percepisco è un ennesimo scatto in termini di internazionalizzazione del collezionismo e quindi della valorizzazione del lavoro di Boetti. Ad esempio la bellissima biro "Immaginando Tutto" (370.000 euro) è andata ad Hong Kong, e a me emoziona l'idea di immaginare la casa di un collezionista orientale con a parete la biro blu. Sicuramente l'attività di Ben Brown sia a livello di mostre in galleria che partecipazione a fiere in Oriente ha fatto moltissimo, ma anche la galleria Tornabuoni ad esempio ha da sempre portato Boetti alla fiera "Artbasel Hong Kong", alla fine i frutti dopo anni di semina si vedono.

    “Eggià, ormai non sono più gli eventi istituzionali nei musei a dare i frutti ma le semine avvengono nelle fiere mercato, lì almeno ci stanno i palancai pesanti, seppoi i cinesi manco sanno che quelle sono frasi compiute e non lettere alla ca-----oo ma che importa ?

    Poi vorrei fare i complimenti ai fortunati compratori, ma decisamente anche ai venditori: le opere infatti risultano provenire da collezioni di lunga data, gli Arazzi dal 1997 e il Mimetico probabilmente in famiglia ancora prima. Sono passati decenni dall'acquisto originale e i proprietari avrebbero potuto maturare delle belle plusvalenze già a metà anni 2000, ma da veri collezionisti hanno valutato di godersele e tenersele nonostante un potenziale realizzo di 2-3 volte il prezzo di acquisto (gli arazzi immagino saranno stati pagati 6-8 milioni di lire complessivamente all'epoca, contro i 300.000 euro di hammer price complessivi attuali!).


    “Beh, o che i venditori avevano bisogno di denaro o che non ritenevano più fosse il caso di aspettare e hanno ritenuto fosse il momento migliore.
    Di solito la fortuna bacia una volta sola e non può aver baciato sia venditore & compratore, non credi?

    Ora, non è che ci si possa aspettare record continui ad ogni asta! Ci sta che si arrivi anche ad un periodo di consolidamento e con degli aggiustamenti, e magari poi delle graduali salite nel tempo

    “Se sei un ottimista nato, va bene così”

    Inoltre mi viene da dire che un corpus di Boetti che costa ancora molto poco rispetto al resto sono le opere su carta.
    Soprattutto quelle di qualità - sia tra quelle più colorate che tra quelle più minimali - potrebbero rivelare delle notevoli potenzialità nel tempo.


    “Beh, ‘nsomma …. Se pensi che molte carte di Boetti già costano di più che non quelle di un certo Lucio Fontana, credo le potenzialità siano nelle mani delle belle ragazze che i vari Ben Brown & Tornabuoni & Co. riusciranno a piazzare nelle fiere nel mondo.

    La gn__________a tira ovunque, si sa.”
    Immagini Allegate Immagini Allegate Alighiero Boetti III-a25.jpg 
    Ultima modifica di Alessandro Celli; 26-03-21 alle 19:51

  3. #3
    L'avatar di arte povera
    Data Registrazione
    May 2014
    Messaggi
    2,108
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    647 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    bello il bianco/azzurro, da conservare in cassaforte co sti risultati ...

  4. #4
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,664
    Mentioned
    200 Post(s)
    Quoted
    8139 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da arte povera Visualizza Messaggio
    bello il bianco/azzurro, da conservare in cassaforte co sti risultati ...
    la morte del collezionista depositare un'opera in cassaforte
    a meno che non si rinchiuda anche lui dentro, allora è differente

  5. #5
    L'avatar di arte povera
    Data Registrazione
    May 2014
    Messaggi
    2,108
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    647 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    la morte del collezionista depositare un'opera in cassaforte
    a meno che non si rinchiuda anche lui dentro, allora è differente
    , chissà quante stanze blindate nel mondo piene di oggetti preziosi, ... alla "paperon dei paperoni" ...

  6. #6
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,581
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    167 Post(s)
    Quoted
    4622 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Domani leggo l'intervento di Ale, ma intanto vado in camminata e auguro una buona domenica a tutti, segnalando questo film, "The Burnt Orange Heresy" in tema arte sicuramente da vedere.

    Alighiero era un amante del Rolling Stones, e rovesciando i fattori, qui troviamo il mitico Mick Jagger con una enorme biro di Aerei
    Che magnifica immagine!!!

    Alighiero Boetti III-boetti-jagger.jpg

    https://time.com/5798055/the-burnt-o...w-mick-jagger/

  7. #7
    L'avatar di blackcity
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    4,350
    Mentioned
    115 Post(s)
    Quoted
    2094 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Sta fissa di incorniciare tutto ciò che riguarda Boetti per presentarlo in tv, dopo il cuscino del matrimonio ora i 15 libri rossi.

    Ma vi pare normale?

    15 LIBRI ROSSI - Alighiero Boetti - Sito ufficiale dell'Archivio Alighiero Boetti

    Alighiero Boetti III-libri-rossi.jpg

  8. #8
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    5,422
    Mentioned
    102 Post(s)
    Quoted
    2922 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Quando da opere d'arte si passa a reliquie!

  9. #9
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,664
    Mentioned
    200 Post(s)
    Quoted
    8139 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Quando da opere d'arte si passa a reliquie!
    feticismo

  10. #10
    L'avatar di Cris70
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    4,975
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    40 Post(s)
    Quoted
    873 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Vabbè dai, io con 100€ qualche semino in ceramica di Ai Weiwei che aveva sparso alla Tate l'ho comprato. Per il doppio i 15 libri potrei anche prenderli

Accedi