Alighiero Boetti III - Pagina 41
Apple e gli altri due: i tre titoli di Warren Buffett da tenere in portafoglio per battere l’inflazione. E c’è anche il Forever asset
Tre azioni di altrettanti tre giganti di Wall Street da tenere in portafoglio, in base alla regola di Warren Buffett, in tempi di paura inflazione: American Express, Coca Cola, Apple. …
Carneficina tra le criptovalute, perché il bitcoin crolla quando sui mercati azionari scatta il risk-off?
Il bitcoin fatica a riconquistare la soglia dei $ 50.000 e mostra debolezza anche a inizio settimana dopo il capitombolo di sabato che ha visto i prezzi crollare fino a …
Borse europee in rialzo. Prevale l’incertezza sul Nasdaq 100
Partenza positiva per la maggior parte degli indici europei in un contesto di aumento della volatilità sui mercati a seguito della diffusione un po’ in tutto il mondo della variante …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #401
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,580
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    167 Post(s)
    Quoted
    4621 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    in estrema sintesi

    mi piacciono i collezionisti che si chiamano fondi di investimento

    INVESTIRE NELL’ARTE: GLI “ART INVESTMENT FUNDS” di Pierluigi Farina – studio legale farina

    chissà se incorniceranno le opere con i grafici ed i fogli elettronici
    Le persone - gli esseri umani - comperano ciò che preferiscono, e che più li gratifica, ognuno in base ai propri gusti, sensibilità, visioni.
    Questo determina nel suo insieme la gran parte del mercato dell'arte, non capisco perchè questo tanto ti angusti o disturbi quotidianamente il tuo animo.

    Tu comperi ciò che ti piace in base al tuo budget, altri fanno altrettanto con il loro. Dovrebbe essere normale. Dovrebbe.

    Ci saranno sicuramente anche fondi di investimento che compreranno arte, esattamente come comprano qualunque altro bene che pensano possa rivalutarsi, tra cui anche immobili, quindi che fai, vendi la casa e vai in una capanna di paglia un remoto angolo del globo?
    O ti iscrivi alla sezione del forum dedicata all'immobiliare a protestare se per caso la tua casa si rivaluta?
    Se uno è interessato ai "fondi", compererà delle quote o delle azioni, come per qualsiasi operazione di tipo azionario. E saranno pure affari suoi...

    Alla fine invece nel mondo del collezionismo il tutto si riduce al fatto che in un dato momento "hic et nunc" qualsiasi artista abbia le sue quotazioni.
    Se a uno piace e lo vuole comperare, lo paga, mentre se non gli piace o non può permetterselo, non lo compra, o magari lo vende.

    Trasposto su Boetti (ma vale per qualunque artista, inclusi Prini e Paolini ovviamente):
    - se oggi un collezionista ad esempio desidera un ricamo, lo comprerà pagandolo 30-40-50.000 euro (o più)
    - se non gli piace non lo compera
    - se gli piace ma non può spendere queste cifre non lo compera
    - se ne ha uno in collezione e per i più disparati motivi pensa di realizzare, lo vende

    Pensa quante stranezze questo mercato dell'arte...

  2. #402
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,658
    Mentioned
    200 Post(s)
    Quoted
    8138 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    leiris ha perfettamente ragione

    Abbiamo rotto pesantemente le b_________ e chiedo scusa.

    Interverrò in questo 3D SOLO per trattare della storia di Alighiero, che adoro come artista.

    Ringrazio leiris

  3. #403

    Data Registrazione
    Aug 2020
    Messaggi
    335
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    156 Post(s)
    Potenza rep
    7720087
    certo che se non si può criticare un artista perché ci sono gli ULTRAS.
    vi meritate di comprare gli arazzini a 50000 ml EURO.

  4. #404
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,580
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    167 Post(s)
    Quoted
    4621 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da e già Visualizza Messaggio
    certo che se non si può criticare un artista perché ci sono gli ULTRAS.
    vi meritate di comprare gli arazzini a 50000 ml EURO.
    Certo che si può criticare un artista.
    Ma fondamentalmente, chi frequenta il 3D dedicato ad un artista (qualunque artista) lo fa in linea di massima perchè è appassionato di quell'artista oppure perchè vorrebbe saperne di più sull'artista o sul suo mercato.

    Se tu entrassi nel 3D di Schifano, ci entreresti prima di tutto se ti interessa Schifano, e non certo per leggere gli interventi di uno che invece contesta Schifano (perchè non gli piace, o perchè non lo capisce, o perchè gli hanno bocciato delle opere ecc).

    Poi, ovviamente ognuno di noi ha gusti diversi, sensibilità diverse, opinioni varie / contrapposte, punti di vista diversi anche in termini di mercato. E ci sta.

    Ma anche in questo caso, se uno pensa che l'investimento in arte sia una chimera, lasci stare questo argomento.
    Se un artista poi non piace, lasci stare direttamente l'artista: non fa per lui e va benissimo così!!!

    Tornando nello specifico, su Boetti: 50.000 euro per un arazzino per qualcuno saranno troppi, per altri equi e per altri in prospettiva pochi.
    Per molti era già fuori mercato a 10.000 e poi a 20.000 e profetizzavano crolli e mode.
    Dovessero arrivare a 100.000 euro, come li si valuterebbe poi rispetto ai 50k odierni?

    Di certo in tantissimi hanno perso un treno, e ora il biglietto costa 50.000 euro, e non è più un biglietto alla portata di tutti.
    Capisco anche che a tanti questo dia un qualche fastidio, ma non dovrebbe, perchè se un'opera non piaceva a 10k ora a 50k è la stessa opera di prima e non dovrebbe piacere nemmeno adesso: se uno pensa di comperare un artista solo perchè forse aumenterà di valore, lasci stare il collezionismo.

  5. #405

    Data Registrazione
    Aug 2020
    Messaggi
    335
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    156 Post(s)
    Potenza rep
    7720087
    Buongiorno BIAGIO,chiaramente la mia era una provocazione,considero Tu e ALE le colonne portarti nel forum insieme a pochi altri.
    I Vs post li trovo sempre interessanti e motivo di riflessioni e approfondimenti,mi da fastidio che alcuni messaggi da meteore, che in questo momento apportano poco nel forum vi attacchino.
    Ho difeso anche te qualche giorno fa da uno di questi.

    Boetti piace anche a me,dopo alcuni anni che non ho comprato nessuna opera ho una voglia matta...
    non nascondo che avrei voluto partecipare all'asta della meeting art x grafica di BOETTI,ma e tutto cosi complicato che ho lasciato perdere,mi hanno chiesto il fax???dei mie documenti, fogli su fogli da compilare,mentre alcuni mesi fa ho partecipato ad un'asta in una casa d'aste in Svizzera,inscrizione,estremi della carta di credito e dopo due minuti ho fatto la mia offerta.
    Spendere in questo momento 50 ml euro x un piccolo arazzo lo trovo pericoloso,magari mi farai cambiare idea e ne sarei contento,il primo buco nero non mi è chiaro il nr. di arazzi che BOETTI ha prodotto 100,1000 ..??il secondo il mercato e stato ripulito dai falsi??
    il mondo con internet e profondamente cambiato,in meglio, molte informazioni sono facili da trovare e le bugie hanno davvero le gambe corte.case d'asta e televendite siete avvertiti
    Ultima modifica di e già; 22-10-21 alle 08:29

  6. #406
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,580
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    167 Post(s)
    Quoted
    4621 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da e già Visualizza Messaggio
    Buongiorno BIAGIO,chiaramente la mia era una provocazione,considero Tu e ALE le colonne portarti nel forum insieme a pochi altri.
    I Vs post li trovo sempre interessanti e motivo di riflessioni e approfondimenti,mi da fastidio che alcuni messaggi da meteore, che in questo momento apportano poco nel forum vi attacchino.
    Ho difeso anche te qualche giorno fa da uno di questi.

    Boetti piace anche a me,dopo alcuni anni che non ho comprato nessuna opera ho una voglia matta...
    non nascondo che avrei voluto partecipare all'asta della meeting art x grafica di BOETTI,ma e tutto cosi complicato che ho lasciato perdere,mi hanno chiesto il fax???dei mie documenti, fogli su fogli da compilare,mentre alcuni mesi fa ho partecipato ad un'asta in una casa d'aste in Svizzera,inscrizione,estremi della carta di credito e dopo due minuti ho fatto la mia offerta.
    Spendere in questo momento 50 ml euro x un piccolo arazzo lo trovo pericoloso,magari mi farai cambiare idea e ne sarei contento,il primo buco nero non mi è chiaro il nr. di arazzi che BOETTI ha prodotto 100,1000 ..??il secondo il mercato e stato ripulito dai falsi??
    il mondo con internet e profondamente cambiato,in meglio, molte informazioni sono facili da trovare e le bugie hanno davvero le gambe corte.case d'asta e televendite siete avvertiti
    PAPPARDELLA del pre-weekend

    Ma no dai, che colonna portante del forum, al limite una tesserina di un mosaico...
    Per quanto riguarda gli attacchi, ormai sono talmente abituato che, al limite mi divertono e mi diverte rispondere a tono; credimi, non mi fanno davvero nè caldo nè freddo.
    Magari, a forza di replicare, è la pazienza che è venuta meno, quindi può essere che il mio tono a volte risulti eccessivamente risoluto, ma perchè ci può essere la percezione di un tono più strong dovuto alla lettura di un post che in realtà è scritto con un'intenzione molto soft e pacata ( e serenissima!), ma alle parole scritte succede di attribuire pesi e toni differenti da quelli con cui uno scrive.

    Ora chiudo con questi temi, parliamo un po' di Boetti!

    Inizio subito con il dire che io non solo non desidero fare cambiare idea a nessuno, o convincere nessuno di nulla. Anzi, ci tengo a ribadire che nessuno dovrebbe farsi influenzare da altri.

    Quello che ho sempre fatto è piuttosto una fotografia del panorama, sia delle mostre che delle opere che del mercato. Dopo di che queste informazioni potrebbero e dovrebbero diventare una base di confronto, di ragionamenti e di spunti.
    Certo, il presupposto principale è che uno sia interessato all'artista sul cui 3D si reca. Perchè altrimenti, che ci viene a fare? Io questo ecco non lo so proprio.

    Mi viene da dire che Boetti - ma mi si consentirà di aggiungere in OT anche Christo - è uno dei pochi artisti che da un lato ha avuto nel tempo una costante crescita media in termini di quotazioni e dall'altro in termini di valorizzazione e visibilità.
    Questo non è certo "il mio pensiero", ma banalmente la realtà.

    Come è una realtà che Boetti sia trattato da diverse ottime gallerie a livello internazionale che da anni seguono il suo lavoro, organizzano mostre, editano cataloghi, lo espongono nelle fiere. Insomma, fanno un lavoro di qualità nei contesti più prestigiosi.
    La presenza nelle più importanti sessioni di asta nel mondo e i relativi risultati sono indice di un apprezzamento di mercato planetario.
    - anche questo non è certo "il mio pensiero", ma banalmente la realtà. -

    Boetti ha avuto ed ha esposizioni museali in mezzo mondo, sia personali che collettive anche nei cosiddetti "templi sacri", con opere presenti in permanenza nelle collezioni di musei, fondazioni e Collezioni di assoluto rilievo mondiale; e la critica internazionale è sempre più attenta al suo lavoro

    A questo va aggiunto il lavoro di qualità da parte della Fondazione - per quanto riguarda l'organizzazione di esposizioni - e dell'Archivio, per quanto riguarda la sistematica catalogazione delle opere originali con conseguente pulizia dai falsi, con tre tomi del Cataogo Ragionato già pubblicati.

    Ecco, per l'appunto, è estremamente semplice ribadire che questa è una FOTOGRAFIA del panorama, e niente di più.

    Per riallacciarmi all'esordio del post, per me è veramente SURREALE ( ) che per un artista come Boetti, che è trattato ed esposto da gallerie internazionali di primissimo livello, ha alle spalle l'ottimo lavoro di Fondazione ed Archivio, ha presenze museali, ha un mercato sano e in crescita da anni, ci sia chi riesca a fare polemica. Mah!
    Ripeto, per me è veramente surreale.

    E' pieno di artisti - anche validi - trattati in modo discontinuo, senza presenza nei contesti museali internazionali, non esposti da gallerie di livello, non presenti in alcuna fiera di primo piano, con mercato altalenznte se non in calo, senza cataloghi ragionati e senza archivi che funzionino, con scarsi riscontri di mercato e invenduti in asta e sul forum non se ne trova una singola riga. O al limite si dice che è un'ingiustizia perchè la gente non capisce nulla e che le case d'asta non puntanto i riflettori su questi artisti (che poi, se vanno invenduti in asta, sarà perchè banalmente i collezionisti non sono disposti a pagarli attualmente certe cifre, proprio per le cose che ho appena elencato...)

    Invece su Boetti, qui (solo qui!) avviene un capovolgimento mentale per cui c'è chi riesce addirittura a stigmatizzare il fatto che sia "rappresentato" da gallerie importanti, abbia alle spalle un eccellente archivio che da 20 anni fa pulizia dei falsi, è presente nei musei di mezzo mondo e fa record in asta.
    L'ultima che leggo qui è che "eh, ma esistono in Fondi di Investimento e potrebbero anche avere comperato qualcosa di Boetti": a parte che nulla è dato sapere di ciò che dei fondi lecitamente acquistano - ma che se comperano arte evidentemente compereranno migliaia di artisti che ritengono "solidi" sul mercato - ma dando per ipotesi (ad oggi priva di riscontro, ma prendiamola come ipotesi possibile) che abbiano comperato che sò, una Mappa (?) un grande Ricamo (?) un'opera Poverista (?) delle Carte (?) dei piccoli Arazzi (?), questo che segnale darebbe al mercato e al collezionismo? Che Boetti è ritenuto un artista solido.

    Quindi, casomai ci fosse realmente (pur essendo tutto da dimostrare) anche qualche fondo di investimento che comperasse opere di Boetti, questo al limite potrebbe essere un ulteriore elemento di garanzia a vantaggio dei collezionisti.

    Dico ma veramente, nel mondo reale, qualcuno ha mai sentito lamentarsi un collezionista del fatto che un artista che ha in collezione abbia buoni riscontri di mercato, sia trattato da gallerie di rilievo, sia presenti nei musei, nelle Collezioni di livello mondiale, sia esposto nelle fiere, abbia un ottimo archivio e addirittura ipoteticamente sia anche comperato da fondi di investimento?


    Non c'entra niente sul fatto che a uno piaccia o meno un artista, voglia collezionarlo o meno, lo ritenga sopravvalutato o sottovalutato.
    Quelle che ho descritto sono cose del tutto oggettive, appunto una fotografia e non un'opinione di un appassionato collezionista.

    Tutto il resto, dalle mie parti lo si difinirebbe "lamentarsi del brodo grasso in tempo di guerra".

    E oltretutto, se a uno proprio il "brodo grasso" non interessa e preferisce altro, va benissimo che stia alla larga dal brodo grasso. Non c'è proprio nessuno che gli punta una pistola alla tempia! Ma un minimo di tolleranza per chi qualche cucchiaio di brodo per chi lo gradisce, ed ha desiderio di parlarne lo si potrebbe anche lasciare invece che dedicarsi dalla mattina alla sera a dire che "è troppo salato, è poco salato, è tanto, è poco, è troppo caldo, è troppo freddo, o che chi lo mangia non capisce nulla ecc", quando tanto non lo si mangia.

    E' pieno di artisti, anche validi, scarsamente rappresentati, sotto esposti, poco costosi, magari con archivi farraginosi (o senza archivi), non "di moda", che vanno invenduti in asta, di cui evidentemente non serve lamentarsi perchè in quei casi va tutto benissimo così.


    Almeno a quel punto ci si dedicasse a parlare in positivo di quegli artisti - magari effettivamente sottovalutati dal collezionismo - per cui qualcuno appassionato e competente c'è e potrebbe dare contributi utili, invece al contrario la preferenza va verso polemizzare e fare le pulci ad artisti ben valorizzati e che vanno a gonfie vele, e nel frattempo i 3D di quegli artisti rapidamente scompaiono dal radar.

    A me da forumista, ma soprattutto da collezionista, tutto ciò pare veramente surreale, e ancora più surreale che venga percepito da qualcuno per normale
    Ma proprio più surreale del Surrealismo.

    In ogni caso, che dire, il mondo è bello perchè è vario.

    PS. mi sono già eccessivamente dilungato, ma posso tornare con piacere sul tema del numero delle opere realizzate, sulla pulizia del mercato dai falsi ecc.

  7. #407
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    7,284
    Mentioned
    330 Post(s)
    Quoted
    3422 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    solo per dire a Biagio, che non ti ho letto.

  8. #408
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,580
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    167 Post(s)
    Quoted
    4621 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da mmt Visualizza Messaggio
    solo per dire a Biagio, che non ti ho letto.
    Grazie per averlo scritto, interventi di questo tipo e utilità mi confortano

  9. #409
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,658
    Mentioned
    200 Post(s)
    Quoted
    8138 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Era il lontano 1976, il 30 ottobre alle 18,00
    Il mio babbo era alla galleria Il Banco del buon massimo minini, nella vecchia sede di via fratelli Bandiera, la mostra si chiamava quadrare diagonando.

    Questo solo per sottolineare che mi è toccato respirare questo genere di arte fin da quando ero piccolo, nel 1976 io avevo dieci anni.

    Detto ciò non è che se un archivio ci dice di custodire la Bibbia firmata dall’autore dobbiamo prenderlo per oro colato.

    Ma mi ero ripromesso di starmene fuori da queste polemiche, per lo meno mi sia consentito scrivere della sua storia e del suo percorso, sono felice
    di aver avuto l’occasione di citare il mio babbo, che davanti ad una Bibbia firmata dall’autore rimarrebbe perplesso
    anche se su carta bollata di qualsiasi autorevole archivio o fondazione.
    Ultima modifica di Alessandro Celli; 22-10-21 alle 13:03

  10. #410
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,658
    Mentioned
    200 Post(s)
    Quoted
    8138 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da e già Visualizza Messaggio
    Spendere in questo momento 50 ml euro x un piccolo arazzo lo trovo pericoloso,
    ... come per tutti gli artisti cerca un ricamo con provenienza coeva possibilmente pubblicato e vai tranquillo ...

    buona fortuna

Accedi