Alighiero Boetti III - Pagina 11
Crisi di fine semestre per l’azionario UE, cospicuo spread di performance tra Wall Street e Piazza Affari
La settimana post-FOMC, con i mercati che nei primi giorni avevano reagito nervosamente alla possibilità di una Fed meno accomodante, si sta rilevando meno traumatica del previsto per Wall Street. …
Fondatore McAfee morto suicida in carcere in Spagna, appena approvata sua estradizione negli Usa. Rischiava 30 anni per evasione fiscale
L'imprenditore fondatore della società produttrice di antivirus McAfee, John McAfee, è morto suicida nella sua cella di Barcellona, in attesa della sua estradizione negli Stati Uniti, che era stata appena …
ENI, lo spread con l’oro nero e la transizione energetica
La riapertura delle economie e la conseguente ripresa della domanda aggregata hanno causato notevoli pressioni sui prezzi di tutte le materie prime. Il rame, il legname, le commodities alimentari hanno …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #101
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    31,875
    Mentioned
    198 Post(s)
    Quoted
    7764 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    caro Biagio....

    ti dò qualche aiutino per capire il mercato

    Sai cosa significare "anticipare il mercato"?
    Sai quanto hanno guadagnato quelli che comprarono cinetica ed analitica (di elevata qualità) prima che ci arrivassero addosso i grandi mercanti?
    Sai quanto ci hanno guadagnato quelli che comprarono le ceramiche di Lucio quando i repetto manco le avrebbe esposte?

    Se tu credi che i collezionisti sono soggetti pensatori indipendenti allora chiediti perché OGGI comprano Carol Rama quando anni fa lo la ca___va nessuno

    buona domenica, mi sa che stai facendo il finto ingenuo, tu caro mio quindi cercherò di non replicare

  2. #102
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,100
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    157 Post(s)
    Quoted
    4428 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    caro Biagio....

    ti dò qualche aiutino per capire il mercato

    Sai cosa significare "anticipare il mercato"?
    Sai quanto hanno guadagnato quelli che comprarono cinetica ed analitica (di elevata qualità) prima che ci arrivassero addosso i grandi mercanti?
    Sai quanto ci hanno guadagnato quelli che comprarono le ceramiche di Lucio quando i repetto manco le avrebbe esposte?

    Se tu credi che i collezionisti sono soggetti pensatori indipendenti allora chiediti perché OGGI comprano Carol Rama quando anni fa lo la ca___va nessuno

    buona domenica, mi sa che stai facendo il finto ingenuo, tu caro mio quindi cercherò di non replicare
    Evidentemente vedi in me ingenuità che non c’è.

    Tu hai una visione per me molto parziale del mercato dell’arte, che sostanzialmente immagina una platea di collezionisti boccaloni in balia di operazioni mercantili spregiudicate.

    Che ci sia un marketing dell’arte nessuno lo nega, si chiama valorizzazione di un artista.

    Ma nel suo complesso il mercato dell’arte si autoregola come qualsiasi mercato ed è sempre l’incontro tra offerta e domanda che genera un valore.

    Per me questa aggiudicazione NON rientra in un’operazione di mercato, perché è troppo sopra le righe per avere un ipotetico senso commerciale.
    Non è che domani vai in galleria e ti propongono un Calendario a 60 o 50 banalmente perché non lo venderebbero, e le gallerie stanno lì per vendere e non per fare vetrina, altrimenti fallirebbero.

    Per me è semplicemente il meccanismo dell’asta: a volte un’opera va a poco e altre volte fa record.
    Per questo nessuna singola aggiudicazione fa mercato.
    E infatti sono convinto che le prossime aggiudicazioni saranno grossomodo in linea con le precedenti.
    Se poi invece dei 10-15k i Calendari salissero a 20-30, la cosa in ogni caso non mi dispiacerebbe per niente!

  3. #103
    L'avatar di arte2011
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    9,501
    Mentioned
    123 Post(s)
    Quoted
    1869 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Esatto 👍🏻
    Se vuoi alzare il prezzo non fai 60 da 10 fai 20.

  4. #104
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    31,875
    Mentioned
    198 Post(s)
    Quoted
    7764 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    Evidentemente vedi in me ingenuità che non c’è.

    Tu hai una visione per me molto parziale del mercato dell’arte, che sostanzialmente immagina una platea di collezionisti boccaloni in balia di operazioni mercantili spregiudicate.
    e giuro che poi la chiudo qui.

    Indipendentemente dall'aggiudicazione del calendarietto per me tu hai una visione del tutto fiabesca del mercato dell'arte
    dove invece è spesso pura finanza e decisione prese a tavolino fra importanti mercanti.

    L'idea che il collezionista compri per passione o per indipendenza dagli andamenti del mercato è una fiaba.

    buona domenica

  5. #105
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    6,106
    Mentioned
    206 Post(s)
    Quoted
    2080 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    " fiabesca del mercato dell'arte
    dove invece è spesso pura finanza e decisione prese a tavolino fra importanti mercanti."

    Ale.. quindi, secondo te, QUALCUNO.. ( Mercanti di peso..??) decide a tavolino su chi puntare, far salire di quotazioni, magari su un Artista passato a miglior vita.. per poi passare all'incasso?? E voi Collezionisti.. che ruolo avete, semplicemente passivo e basta??.. Mah, non ci credo mica tanto.. eh!! Non pensi che ANCHE QUALCHE COLLEZIONISTA particolarmente attento alla speculazione non ci metta del suo?? ... ma noi Pittori, che i quadri li facciamo.. non contiamo proprio una beata mazza?? Decidete tutto voi Collezionisti, Galleristi, Mercanti e Televendite varie??.. Volete darci due dita negli occhi, in attesa che schiattiamo, per POI cercare di guadagnare palanche?? E criticate pure chi cerca di arrangiarsi per conto proprio??
    PS. Niente di personale, eh, discorso generico.. ho mangiato pesante..
    Ultima modifica di Kiappo; 09-05-21 alle 16:11

  6. #106
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    31,875
    Mentioned
    198 Post(s)
    Quoted
    7764 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    caro Kiappo,

    ho scritto "spesso" perchè molte volte è avvenuto e tutti ne siamo consapevoli.

    Comunque tutto il consumo è regolamentato.

  7. #107
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,100
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    157 Post(s)
    Quoted
    4428 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    e giuro che poi la chiudo qui.

    Indipendentemente dall'aggiudicazione del calendarietto per me tu hai una visione del tutto fiabesca del mercato dell'arte
    dove invece è spesso pura finanza e decisione prese a tavolino fra importanti mercanti.

    L'idea che il collezionista compri per passione o per indipendenza dagli andamenti del mercato è una fiaba.

    buona domenica
    Onestamente ritengo di avere del mercato un'idea piuttosto approfondita, quindi fiabesca non direi proprio....
    A me pare piuttosto che cose del tutto normali vengano ogni tanto viste come chissà che sorprendenti: il lavoro di mercanti e galleristi è evidentemente, ovviamente e lapalissianamente quello di vendere (sennò fallirebbero), valorizzare i loro artisti e cercare di farne crescere il mercato.

    Non capisco cosa ci sia di tanto sorprendente o inatteso. E' così da sempre. E ogni azienda a questo mondo cerca una propria strategia, anche questo mi pare un'ovvietà.

    Ma, visto che tu vuoi ridurre il collezionista ad un consumatore (nella tua visione una sorta di beota), e riducendo anche l'arte a livello di un qualsiasi bene (di lusso), ebbene, anche in questo caso è il consumatore, ossia il compratore, ossia il collezionista, ossia "la domanda" a decidere quanti soldi è disposto a tirare fuori.

    Un ipotetico pool di mercanti può anche decidere a tavolino di proporre il Pinco Pallino di turno (giovane o storicizzato) ad 100.000euro, ma se non c'è chi compra, il pool salta in aria.

    Il meccanismo dell'offerta e della domanda ha delle regole millenarie di una basicità assoluta: funziona solo se il prezzo va bene ad entrambi. Questa è la "regolamentazione" di qualunque mercato (di quelli liberi ovviamente, come quello dell'arte, dei preziosi, dell'immobiliare, dell'agroalimentare ecc)
    E questo vale per qualsiasi bene presente su questo pianeta che sia in vendita.
    Deciso a tavolino o meno non cambia nulla, perchè sta sempre a chi compra valutare se ritiene un prezzo congruo o meno.
    Non stiamo parlando di farmaci salvavita o beni essenziali, che sono gli unici ad avere un qualche tipo di regolamentazione reale ed imposta a livello gonvernativo.

    Si vive bene anche senza caviale, ma se uno lo vende a 10.000 euro al chilo perchè è speciale e trova chi glielo paga, contenti tutti, sia chi compra che chi vende...

    Idem se io ho un Van Gogh e domando 1 miliardo e uno sceicco me lo paga, contenti tutti.

    Per quanto riguarda l'arte, evidentemente entrano in campo tanti aspetti, tra cui quello emotivo ed emozionale è il prevalente.

    Se c'è una serie di gallerie che fa su un artista un buon lavoro di valorizzazione, è ovvio e scontato che auspichi anche di ampliarne il mercato e di farne aumentare le quotazioni.

    E al 99,99% dei collezionisti fa assolutamente piacere che un artista che hanno in collezione venga trattato da gallerie e mercanti che fanno un buon lavoro e che contribuiscono a farne salire le quotazioni. Il 99,99% dei collezionisti non disdegna questo tipo di appagamento.

    Quindi, veramente non capisco nè dove sia il problema, nè cosa ci sia di poco comprensibile.
    Uno può comperare o non comperare.

    Se ci sono dei collezionisti che comprano al livello di prezzo proposto allora il mercato di un artista Pinco Pallino sta in piedi, diversamente i prezzi scendono.
    Infattiè pieno di artisti - anche validissimi - trattati da ottime gallerie i cui prezzi non crescono o addirittura crollano. Perchè? Perchè la gente non li compra.
    E' il collezionista che determina se comperare o meno e a che prezzo, non il mercante/gallerista, che può solo ragionare per ipotesi su un prezzo a cui pensa di poter trovare un compratore.

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    Comunque tutto il consumo è regolamentato.
    Ma dove? In Corea del Nord, forse.
    Per il resto, in tutto il mondo occidentale vige il libero mercato in tutti i settori, salvo giusto i farmaci (salvavita, non tutti) e alcuni beni/servizi essenziali (acqua, gas ecc).
    Per il resto in tutti i settori c'è chi produce / propone in vendita e stabiilisce liberamente il prezzo a cui proporre un qualsiasi bene (casa, gioiello, mobile, prodotto, cibo, quadro, abbigliamento ecc), è l'acquirente che può decidere se comperare o meno, e in quel modo qualsiasi mercato tende al punto dell'incontro tra domanda e offerta.

    Lo stesso identico chilo di ciliege al supermercato lo trovi a 8 euro al chilo e la gente le compra, e contemporaneamente a 30 euro al chilo a St. Tropez e la gente le compra.
    a 30 euro al supermercato del paesello non le comprerebbe nessuno e il negozio fallirebbe.

    Davvero non so dove tu veda una regolamentazione su "tutto il consumo" nel libero mercato (si chiama "libero" proprio per questo).
    Da una parte c'è qualcuno che propone qualcosa ad un prezzo, e dall'altra c'è uno che sceglie se comprare o meno a quel prezzo. Se il secondo compra, il prezzo era giusto, se nessuno compra, il primo chiude o abbassa il prezzo finchè trova qualcuno che compra al nuovo prezzo.

    Buona serata

  8. #108
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,100
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    157 Post(s)
    Quoted
    4428 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Kiappo Visualizza Messaggio
    " fiabesca del mercato dell'arte
    dove invece è spesso pura finanza e decisione prese a tavolino fra importanti mercanti."

    Ale.. quindi, secondo te, QUALCUNO.. ( Mercanti di peso..??) decide a tavolino su chi puntare, far salire di quotazioni, magari su un Artista passato a miglior vita.. per poi passare all'incasso?? E voi Collezionisti.. che ruolo avete, semplicemente passivo e basta??.. Mah, non ci credo mica tanto.. eh!! Non pensi che ANCHE QUALCHE COLLEZIONISTA particolarmente attento alla speculazione non ci metta del suo?? ... ma noi Pittori, che i quadri li facciamo.. non contiamo proprio una beata mazza?? Decidete tutto voi Collezionisti, Galleristi, Mercanti e Televendite varie??.. Volete darci due dita negli occhi, in attesa che schiattiamo, per POI cercare di guadagnare palanche?? E criticate pure chi cerca di arrangiarsi per conto proprio??
    PS. Niente di personale, eh, discorso generico.. ho mangiato pesante..
    Caro Kiappo, anche in questo caso tutto ruota intorno all’offerta e alla domanda, e vale per tutti gli artisti in ogni periodo storico.
    I collezionisti non fanno speculazione, al limite possono sperare di fare degli acquisti che nel medio-lungo termine abbiano una qualche rivalutazione.
    La “speculazione” è quella che fanno casomai galleristi/mercanti, ma diversamente dall’accezione negativa che si attribuisce a questo termine, nel campo dell’arte corrisponde a “valorizzazione”.

    Il che vuol dire che se c’è qualcuno che prova a fare una speculazione su un artista, in termini di mercato sta aggiungendo un plus valore rispetto ad un listino (prezzo concordato con l’artista + margine per il venditore che fa lavoro di promozione).

    Non esiste un “passare all’incasso”: ci vuole un lavoro di valorizzazione e dall’altra parte qualcuno che comperi.
    Non è proprio una cosa semplice, altrimenti tutti i galleristi sarebbero ricchissimi e idem tutti gli artisti.

  9. #109
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,837
    Mentioned
    99 Post(s)
    Quoted
    2531 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Scusa @Biagio hai scritto: "Un ipotetico pool di mercanti può anche decidere a tavolino di proporre il Pinco Pallino di turno (giovane o storicizzato) ad 100.000euro, ma se non c'è chi compra, il pool salta in aria...."

    Se però chi compra è proprio uno dei mercanti del pool la storia cambia un pochino non credi? E il collezionista in tutto questo può rallegrarsi solo se partecipa al tavolo o ha il Pinco Pallino in collezione.

  10. #110
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    31,875
    Mentioned
    198 Post(s)
    Quoted
    7764 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    caro Biagio.

    Rispetto la tua opinione ma temo tu il mercato mica l'abbia capito, sai?

    Per non andare OT chiediti come mai in questo periodo tutti salirebbero ben volentieri sul carro di Boetti
    alle quotazioni di qualche anno fa.
    Credi se ne siano innamorati per scelta indipendente dall'andamento del mercato?
    Ma lo credi veramente ?



    io sono la contraddizione
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Alighiero Boetti III-a12.jpg  

Accedi