Target Price di un Artista.
Effetto vaccinazioni su petrolio: boom opzioni call su Brent a quota $100. ‘Comprate come biglietti della lotteria’
Gli analisti rimangono bullish sul petrolio, grazie alla riapertura delle economie di tutto il mondo dalla fase di lockdown da Covid e le aspettative, di conseguenza, di una forte ripresa …
Telecom crolla in Borsa con spauracchio addio a progetto rete unica. Colao: ‘No agli assetti societari’
il governo Draghi è pronto ad abbandonare il progetto rete unica sotto il controllo di Telecom Italia per aumentare la concorrenza nella digitalizzazione del paese. L’indiscrezione, rilanciata dall’agenzia Bloomberg e …
UniCredit torna in utile nel I trimestre con numeri che stracciano le stime. Mercato scommette su piano Orcel e scalpita su nodo M&A
Il mercato brinda ai conti di UniCredit, che hanno messo in evidenza il ritorno all'utile della banca nei primi tre mesi del 2021, tra l'altro a un ritmo decisamente migliore …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1

    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    99
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    47 Post(s)
    Potenza rep
    2568297

    Target Price di un Artista.

    Citazione Originariamente Scritto da eelle25 Visualizza Messaggio
    Lascio la risposta a chi segue più da vicino il mercato di Griffa, perché io desideravo puntare l’attenzione su un’altra questione.

    Sintetizzando il mio intervento (e ripeto sarò felicissima di sbagliarmi) chi compra a 18 sperando un giorno che arrivi a 50... ecco è già arrivato tardi. Chi invece l’ha acquistato a 5 ha già brindato! Purtroppo, secondo me, per il tipo di mercato a cui si affaccia siamo già al target price!
    Ciao a tutti, riprendo questo commento di @eelle25, che parla di target price di un artista, Griffa in questo caso.
    Sperando sia di vostro interesse, mi piacerebbe provare a fare una piccola fotografia dello stato del mercato dei nostri "beniamini".

    Io, ad esempio, resto convinto che i nomi più importanti dell'informale italiano del dopoguerra, possano ancora dare enormi soddisfazioni. Non tutti, però.

    potenzialmente in ascesa secondo me:
    Vedova
    Tancredi
    Santomaso
    Afro

    stabili, in quanto "esplosi":
    Burri
    Fontana

    potenzialmente in difficoltà:
    Dova
    Scanavino
    Fabbri
    Crippa

    cosa ne pensate? inoltre, mi piacerebbe tantissimo sentire il vostro punto di vista su Azimuth, arte povera, pop art, ecc.

  2. #2
    L'avatar di eelle25
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    2,349
    Mentioned
    59 Post(s)
    Quoted
    1006 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    @silviomeazza grazie mille per aver preso spunto dal mio post nel 3D di Griffa. Si perché qui un conto e' il peso storico di un artista, il rigore del suo lavoro, etc. etc. un altro il valore o meglio per andare dritti al punto, quanto si e' disposti a pagarlo.

    Dunque perché il mercato di un'artista possa essere in una fase espansiva per farla semplice significa (a parte le cosiddette operazioni) che la visibilità e' in crescita idealmente non solo fra gli addetti ai lavori, ma anche almeno al collezionista medio. Certo che se poi si arriva al grande pubblico (dove pero' in pochissimi arrivano tipo Keith Haring per intenderci) fa davvero il botto e spesso riesce a passare da una generazione all'altra, ma questo e' davvero un altro discorso.

    Per quanto riguarda gli autori menzionati, soprattutto gli ultimi quattro (Dova, Scanavino, Fabbri (chi e'?), Crippa), che sono italiani.. ecco devono già superare la difficoltà iniziale di uscire da un mercato che conta 1% di quello mondiale, di una nazione che non possiede un numero di benestanti in crescita (anzi semmai il contrario), e di stabilire una riconoscibilità strutturata all'estero.
    Mostre, musei, gallerie... non importa più di tanto se in passato erano già noti, siamo nella società delle immagini, importa che ora le immagini [delle opere] da loro prodotte girino.

    Questa e' secondo me la chiave con cui leggere la crescita, la stasi o la decrescita di alcuni autori... certo non e' la sola, ma la ritengo personalmente importante...

    Il target price (per riallacciarmi a quanto detto altrove) si raggiunge quando i confini del tuo mercato (del livello di apprezzamento) si sono stabilizzati e non si vede all'orizzonte la possibilità di ulteriori allargamenti.
    Ultima modifica di eelle25; 11-03-21 alle 16:26

  3. #3

    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    68
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    29 Post(s)
    Potenza rep
    429508
    Target price per un artista mi sembra difficile da definire (più che altro e’ riferito ad un titolo del mercato finanziario) e, volendo, si può far riferimento ad una specifica opera di un artista. Si può parlare di andamenti, forse. Aggiungerei nello specifico come tendenti ad una tendenza al rialzo, accardi, capogrossi, hartung, condivido per Tancredi che trovo sia un artista raro per quanto riguarda le opere di qualità (oli su tela biennio 57/58).

  4. #4
    L'avatar di eelle25
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    2,349
    Mentioned
    59 Post(s)
    Quoted
    1006 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    @terminator1962 concordo, ho usato impropriamente il concetto di target price... diciamo che volevo intendere la fascia di prezzo in cui le opere di un certo autore possono oscillare, se vuoi il prezzo mediano. Ma penso il concetto sia passato ugualmente

  5. #5

    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    99
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    47 Post(s)
    Potenza rep
    2568297
    Citazione Originariamente Scritto da eelle25 Visualizza Messaggio
    @silviomeazza grazie mille per aver preso spunto dal mio post nel 3D di Griffa. Si perché qui un conto e' il peso storico di un artista, il rigore del suo lavoro, etc. etc. un altro il valore o meglio per andare dritti al punto, quanto si e' disposti a pagarlo.

    Dunque perché il mercato di un'artista possa essere in una fase espansiva per farla semplice significa (a parte le cosiddette operazioni) che la visibilità e' in crescita idealmente non solo fra gli addetti ai lavori, ma anche almeno al collezionista medio. Certo che se poi si arriva al grande pubblico (dove pero' in pochissimi arrivano tipo Keith Haring per intenderci) fa davvero il botto e spesso riesce a passare da una generazione all'altra, ma questo e' davvero un altro discorso.

    Per quanto riguarda gli autori menzionati, soprattutto gli ultimi quattro (Dova, Scanavino, Fabbri (chi e'?), Crippa), che sono italiani.. ecco devono già superare la difficoltà iniziale di uscire da un mercato che conta 1% di quello mondiale, di una nazione che non possiede un numero di benestanti in crescita (anzi semmai il contrario), e di stabilire una riconoscibilità strutturata all'estero.
    Mostre, musei, gallerie... non importa più di tanto se in passato erano già noti, siamo nella società delle immagini, importa che ora le immagini da loro prodotte girino.

    Questa e' secondo me la chiave con cui leggere la crescita, la stasi o la decrescita di alcuni autori... certo non e' la sola, ma la ritengo personalmente importante...

    Il target price (per riallacciarmi a quanto detto altrove) si raggiunge quando i confini del tuo mercato (del livello di apprezzamento) si sono stabilizzati e non si vede all'orizzonte la possibilità di ulteriori allargamenti.
    verissimo, purtroppo il mercato lo fa innanzitutto il contesto. l'ambiente che si crea attorno all'artista è il mercato. noi collezionisti arriviamo dopo, e mediamo costantemente (almeno io lo faccio) tra il gusto estetico e la possibilità di investimento. i nomi che ho indicato sono di puro esempio, di mia esperienza. mi piacerebbe tanto imparare dagli utenti del FOL circa altre correnti, e e poche più recenti. Spalletti, ad esempio, mi sembra molto lanciato, così come Merz. Boetti è già "esploso", e queste cose le ho lette qui. Secondo me parlare di potenzialità di mercato è fondamentale quando si parla di arte.

  6. #6
    L'avatar di eelle25
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    2,349
    Mentioned
    59 Post(s)
    Quoted
    1006 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    @silviomeazza mi permetto di correggerti... "Secondo me parlare di potenzialità di mercato è fondamentale quando si parla di arte." , quando si parla di investimento.

    Poi un conto e' sperare di proteggere il capitale investito (quindi in soldoni, non strapagare un'opera che magari hai comprato solo perché ti piaceva), un conto e' sperare di acquistare per rivendere ad un prezzo maggiore.

  7. #7

    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    99
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    47 Post(s)
    Potenza rep
    2568297
    Citazione Originariamente Scritto da terminator1962 Visualizza Messaggio
    Target price per un artista mi sembra difficile da definire (più che altro e’ riferito ad un titolo del mercato finanziario) e, volendo, si può far riferimento ad una specifica opera di un artista. Si può parlare di andamenti, forse. Aggiungerei nello specifico come tendenti ad una tendenza al rialzo, accardi, capogrossi, hartung, condivido per Tancredi che trovo sia un artista raro per quanto riguarda le opere di qualità (oli su tela biennio 57/58).
    Accardi! stupido io a dimenticarla. E Dorazio, ovviamente, che dici?
    Tancredi è stato una parentesi meravigliosa e ahimé brevissima. Sono fiero possessore di un'opera piuttosto importante.

  8. #8

    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    99
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    47 Post(s)
    Potenza rep
    2568297
    Citazione Originariamente Scritto da eelle25 Visualizza Messaggio
    @silviomeazza mi permetto di correggerti... "Secondo me parlare di potenzialità di mercato è fondamentale quando si parla di arte." , quando si parla di investimento.
    L'ho scritto provocatoriamente. Figurati, io ho sempre comprato solo col cuore. La potenzialità di mercato ho iniziato a prenderla in considerazione solo ultimamente, alzando le cifre a portafoglio pur sempre limitato, è imprescindibile.

  9. #9
    L'avatar di eelle25
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    2,349
    Mentioned
    59 Post(s)
    Quoted
    1006 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da silviomeazza Visualizza Messaggio
    La potenzialità di mercato ho iniziato a prenderla in considerazione solo ultimamente, alzando le cifre a portafoglio pur sempre limitato, è imprescindibile.
    D'accordissimo, dopotutto i soldi non crescono sugli alberi...

  10. #10

    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    68
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    29 Post(s)
    Potenza rep
    429508
    Concordo assolutamente anche per Dorazio soprattutto per le tele anni 60

Accedi