Arte scabrosa - Pagina 9
Mps: nuove grane di Stato mentre bond subordinati soffrono. UniCredit distante e su aumento capitale tempo sta per scadere. Arriva lettera Bce
L'aura di mistero che si sta infittendo sul dossier Mps sta facendo perdere la pazienza alla Bce. La Banca centrale europea avrebbe inviato infatti una lettera al Monte di Stato. …
Atlantia e futuro post Aspi: mercato ingolosito da ritorno dividendo e piano buyback  
Atlantia delinea il suo nuovo futuro senza Autostrade per l'Italia (Aspi) e punta a un modello che si fonda su alleanze strategiche. Di fronte alla comunità finanziaria il gruppo guidato …
Musk si sbarazzerà dell’ultima casa ‘speciale’ rimastagli, ma pone una condizione. Mr Tesla e il suo piano di accumulo per una città su Marte
Elon Musk si prepara a vendere la sua ultima casa rimasta. L'istrionico miliardario aveva già palesato più volte in passato di volersi 'sbarazzare' di tutto ciò che possiede ad eccezione …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #81
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    2,001
    Mentioned
    88 Post(s)
    Quoted
    697 Post(s)
    Potenza rep
    32066873
    Citazione Originariamente Scritto da batteristasinest Visualizza Messaggio
    Trovare ritagli di tempo per approfondire tematiche in un forum diventa sempre più difficile ma ci provo, anche perchè l'argomento l'ho aperto io ed è giusto che dia una mia interpretazione per poi, ovviamente, essere trasgredita. C' è più gusto a trasgredire quando si dettano regole.Poi ovviamente, come già scritto, il tutto dipende dalla propria sensibilità e comunque ognuno si senta libero di postare ciò che crede sia attinente al titolo del topic.
    La differenza lessicale tra provocazione e scabrosità la metto sullo stesso piano di pornografia e eros, infatuazione e amore, conoscenza e amicizia e così via. Sono sottigliezze ma da queste sottigliezze esce veramente il tuo essere, la tua sensibilità. C'è chi ad esempio si schifa alla vista di un water, Cattelan ne ha fatto uno d'oro, in asta ha raggiunto cifre elevate il water di Hitler comperato da uno strano collezionista ecc...così, per dire, che il gusto e l'idea di arte è sempre relativa.
    Scabrosità è affrontare tematiche particolarmente delicate (non solo collegate al sesso ) che impongono una particolare cautela nell'essere affrontate.Questo distingue la scabrosità prodotta nelle opere d'arte dalla mera provocazione , quest'ultima perpetrata principalmente per istigare, per irritare , non certo per essere affrontata con una certa cautela.
    Contrariamente allo scabroso c'è la purezza.Potrei prendere ad esempio tantissimi artisti della "purezza" ma me ne viene in mente uno su tutti in questo momento: Piet Mondrian.La sua arte è completa ricerca delle forme pure, delle linee pure, dei colori puri.Talmente puri da essere definiti da lui stesso valori universali.Mondrian è così dentro alla purezza artistica che ne postula addirittura un cambiamento sociale attraverso le arti.Auspica un sistema sociale in cui l'amore prende il posto alla gelosia, al possesso, l'amicizia alle semplici conoscenze di opportunismo e via dicendo.
    Ecco, volendo, attraverso una disamina di ciò che sono i valori "sfalsati" della società si possano evidenziare artisticamente le scabrosità con l'intento di avvicinarsi all'essenza della purezza.Ciò è impossibile con la sola provocazione che oggi va tanto di moda.
    Ok, comunque postate un pò ciò che volete ma sarebbe bello che spiegaste anche ciò che postate.

    Pensa te, che per me Cattelan un pò è "provocazione", più che arte "scabrosa", nel senso in cui la intendi Tu
    Capirai però che "scabroso" può essere l'argomento trattato, mentre la modalità con cui lo si tratta (e la sensibilità con cui lo si recepisce) definisce come meramente provocatorio, oppure no (vale a dire pur sempre provocatorio, ma costruttivo) ciò che tu chiami "stile". Ma si ricade inevitabilmente nel soggettivo, in cò che è filtrato dalla sensibilità individuale. Per te (se ho ben inteso) Cattelan è indicativo di ciò che definisci scabroso, io lo definirei più "provocatorio".... non so se mi spiego

    Detto ciò, e ringraziando l'amico @rothko che me l'ha fatta conoscere, posto lei:

    Teresa Margolles e la poesia dell'orrore: cronache di una violenza senza fine, a Milano - ArtsLife

    e la porto ad emblema di ciò che per me è trattare con delicatezza un tema attuale e per nulla - in sé - delicato.

    So che la Margolles ha lavorato anche con quello che - direi insieme alla vista - è il senso più "spaventevole" che può essere coinvolto in Arte (ed anche uno dei meno coinvolti), vale a dire l'olfatto (l'odore dei morti di morte violenta, nella specie, raccomandandosi - l'artista - di non sostare troppo a lungo a sentirlo): mica bubbole....

    Ecco.... lei trovo abbia non solo visto, ma proprio "sentito".... molto.

    Teresa Margolles, l'arte come conoscenza anche dentro l'inferno - YouTube

  2. #82

    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    4,713
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    817 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da e già Visualizza Messaggio
    non ce bisogno di cagare su di una bandiera x denunciare i bombardamentiAllegato 2751278
    Hai postato ciò che per me, soggettivo, è il massimo dell arte.Prima o poi, se non c è già, vorrei aprire un topic sul cubismo e ovviamente su Picasso, il n.1.

  3. #83

    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    4,713
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    817 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da techne Visualizza Messaggio
    Pensa te, che per me Cattelan un pò è "provocazione", più che arte "scabrosa", nel senso in cui la intendi Tu
    Capirai però che "scabroso" può essere l'argomento trattato, mentre la modalità con cui lo si tratta (e la sensibilità con cui lo si recepisce) definisce come meramente provocatorio, oppure no (vale a dire pur sempre provocatorio, ma costruttivo) ciò che tu chiami "stile". Ma si ricade inevitabilmente nel soggettivo, in cò che è filtrato dalla sensibilità individuale. Per te (se ho ben inteso) Cattelan è indicativo di ciò che definisci scabroso, io lo definirei più "provocatorio".... non so se mi spiego

    Detto ciò, e ringraziando l'amico @rothko che me l'ha fatta conoscere, posto lei:

    Teresa Margolles e la poesia dell'orrore: cronache di una violenza senza fine, a Milano - ArtsLife

    e la porto ad emblema di ciò che per me è trattare con delicatezza un tema attuale e per nulla - in sé - delicato.

    So che la Margolles ha lavorato anche con quello che - direi insieme alla vista - è il senso più "spaventevole" che può essere coinvolto in Arte (ed anche uno dei meno coinvolti), vale a dire l'olfatto (l'odore dei morti di morte violenta, nella specie, raccomandandosi - l'artista - di non sostare troppo a lungo a sentirlo): mica bubbole....

    Ecco.... lei trovo abbia non solo visto, ma proprio "sentito".... molto.

    Teresa Margolles, l'arte come conoscenza anche dentro l'inferno - YouTube
    Si, come già scritto è tutto molto relativo e ciò che penso e dico non è un dogma...è solo un mio punto di vista anche se il topic l ho aperto io, ma avrebbe potuto aprirlo chiunque.Postate ciò che vi pare, io dico solo la mia opinione e essendo fallibile, come tutti, non è da prendere come faro guida ma solo come indicazione di massima.Poi io qui mi diverto🤣🤣👍...adesso sono al mare , a rischio multa...🤔comportamento scabroso.

  4. #84
    L'avatar di Cris70
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    4,826
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    798 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da artista ? Visualizza Messaggio
    Qualche giorno fa ti sei vantato di possedere un Regina José Galindo, qual è la discriminante per la volgarità il prezzo ?
    Scusa non ho capito la domanda. Puoi per favore riformularla? Grazie

  5. #85
    L'avatar di artista ?
    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    1,275
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    378 Post(s)
    Potenza rep
    25722664
    Citazione Originariamente Scritto da Cris70 Visualizza Messaggio
    Scusa non ho capito la domanda. Puoi per favore riformularla? Grazie
    Visto che hai detto di essere d'accordo con batterista sulla volgarità mi sembrava poco coerente

  6. #86
    L'avatar di Cris70
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    4,826
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    798 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da artista ? Visualizza Messaggio
    Visto che hai detto di essere d'accordo con batterista sulla volgarità mi sembrava poco coerente
    Non capisco cosa ci sia di "volgare" nel lavoro di Regina.

    A proposito, non mi vanto di nulla, colleziono e non ho alcun problema, come invece la maggior parte dei collezionisti, a dire cosa colleziono.

  7. #87
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    2,001
    Mentioned
    88 Post(s)
    Quoted
    697 Post(s)
    Potenza rep
    32066873
    Citazione Originariamente Scritto da batteristasinest Visualizza Messaggio
    Si, come già scritto è tutto molto relativo e ciò che penso e dico non è un dogma...è solo un mio punto di vista anche se il topic l ho aperto io, ma avrebbe potuto aprirlo chiunque.Postate ciò che vi pare, io dico solo la mia opinione e essendo fallibile, come tutti, non è da prendere come faro guida ma solo come indicazione di massima.Poi io qui mi diverto🤣🤣👍...adesso sono al mare , a rischio multa...🤔comportamento scabroso.
    E cosa hai fatto al mare per essere a rischio multa? (@techne maliziosa )

    Quello che è secondo me emerso è la difficoltà, oggettiva (dovuta all'ampiezza di criteri soggettivi), di circoscrivere un "campo".
    Tu identifichi con il termine "scabroso" tutto ciò che è delicato da trattare, se ho ben capito. Io aggiungerei anche tutto ciò che è "scottante". Comunque non è facile delimitare questo campo, e lo dimostra anche la diversa sensibilità che va ad attenere più al modus. Talvolta l'interesse per un determinato argomento, ciò che riflette in noi, è più forte, fa passare oltre, un certo modus. A volte invece no
    E qui si apre un confine talvolta piuttosto incerto, tra quella che è Arte (intesa come qualcosa che va a "toccare", a "smuovere", investendo alcuni nostri punti nevralgici), e ciò che non lo è. O meglio: tra ciò che è fatto per essere Arte, e ciò che è semplicemente fatto. Una "sassata": ma che poi, da questo punto di vista, è il nostro funzionamento a decretare ciò che è da ciò che non è. Solo in un secondo tempo intervengono altri fattori, come cultura, erudizione, critica, allenamento del proprio gusto, sensibilità, studio e via via fattori sempre più oggettivi tra i quali il riscontro in qualche libro nemmeno più di critica, ma di Storia, dell'Arte.

    Credo che in questo 3D Tu abbia voluto (è corretto? Chiedo. Anche le tue personali scelte sembrano dimostrare quello che sto dicendo ) lasciare aperto e libero questo "passaggio" dallo "step 1" allo "step 2", vale dire dalla PREVALENZA del soggettivo rispetto all'oggettivo per il primo, e dall'esatto viceversa per il secondo.

    Se ci pensi, il modus viene spesso a trovarsi conteso, tra questi due step. Quanto influisca l'oggettivo (inteso come ciò che è riconosciuto da molti, tributato direi) sul nostro modo di recepirlo, sarebbe argomento assai affascinante.

    Discorso luuuuungo, lo lascio aperto e lo termino qui, per ora
    Cos'è materialmente "scabroso"? Perché appunto sarebbe utile delimitare il campo.

    E' scabroso ciò che, a vari livelli e sotto varie forme, è tale da ottenere lo stigma della società (qui poi il campo si potrebbe dilatare onde evidenziare le differenze sociali). E così è scabroso parlare di se.sso in certi contesti, è scabroso un gesto che colpisce per la sua efferatezza, è scabroso ciò che risulta schifoso, e l'elenco potrebbe continuare.
    In generale (ma avviso che questo attiene al mio personale "funzionamento") trovo che più si salgo nella mia personale "scala" di valori per così dire "rovesciati", maggiore è la necessità di vedermeli presentati con un modus che.... mi pigli dalla parte "giusta", per il verso "giusto". Che altrimenti son portata a dire "questo Artista non mi piace", o "è solo provocazione", o similari. Altre volte anche (ammetto) a restare indifferente. Piglio, archivio e.... in realtà faccio conto su un oblìo che non sempre arriva come un deus ex machina

    Ti faccio una domanda, anzi due : vorrei sapere anzitutto come trovi l'invito della Margolles (volgare? Oltre le righe? Forte?) ad oltrepassare un certo confine, quello che (riprendo le parole dell'articolo che ho postato nel mio precedente intervento) "separa la violenza più brutale dalla leggerezza dell’ultimo sospiro", quello che invita ad oltrepassare una soglia oscura, una linea quasi invisibile. Argomento "forte" eh, lo so .

    Seconda domanda: cosa pensi del fatto che - tra i bambini impiccati - uno di questi abbia le fattezze nel volto di Cattelan?
    Io ad esempio lo trovo molto molto "furbo". Ma non nel senso "buono"

  8. #88
    L'avatar di artista ?
    Data Registrazione
    Feb 2016
    Messaggi
    1,275
    Mentioned
    10 Post(s)
    Quoted
    378 Post(s)
    Potenza rep
    25722664
    Citazione Originariamente Scritto da Cris70 Visualizza Messaggio
    Non capisco cosa ci sia di "volgare" nel lavoro di Regina.

    A proposito, non mi vanto di nulla, colleziono e non ho alcun problema, come invece la maggior parte dei collezionisti, a dire cosa colleziono.
    Solo un osservazione,
    PIEDRA è un filino degradante se lo si legge come hanno letto Natali Cohen cioè svincolato dal messaggio,
    sul fatto che sei tra i pochi che dice cosa collezioni è vero .
    Ciao

  9. #89

    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    4,713
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    817 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da techne Visualizza Messaggio
    E cosa hai fatto al mare per essere a rischio multa? (@techne maliziosa )

    Quello che è secondo me emerso è la difficoltà, oggettiva (dovuta all'ampiezza di criteri soggettivi), di circoscrivere un "campo".
    Tu identifichi con il termine "scabroso" tutto ciò che è delicato da trattare, se ho ben capito. Io aggiungerei anche tutto ciò che è "scottante". Comunque non è facile delimitare questo campo, e lo dimostra anche la diversa sensibilità che va ad attenere più al modus. Talvolta l'interesse per un determinato argomento, ciò che riflette in noi, è più forte, fa passare oltre, un certo modus. A volte invece no
    E qui si apre un confine talvolta piuttosto incerto, tra quella che è Arte (intesa come qualcosa che va a "toccare", a "smuovere", investendo alcuni nostri punti nevralgici), e ciò che non lo è. O meglio: tra ciò che è fatto per essere Arte, e ciò che è semplicemente fatto. Una "sassata": ma che poi, da questo punto di vista, è il nostro funzionamento a decretare ciò che è da ciò che non è. Solo in un secondo tempo intervengono altri fattori, come cultura, erudizione, critica, allenamento del proprio gusto, sensibilità, studio e via via fattori sempre più oggettivi tra i quali il riscontro in qualche libro nemmeno più di critica, ma di Storia, dell'Arte.

    Credo che in questo 3D Tu abbia voluto (è corretto? Chiedo. Anche le tue personali scelte sembrano dimostrare quello che sto dicendo ) lasciare aperto e libero questo "passaggio" dallo "step 1" allo "step 2", vale dire dalla PREVALENZA del soggettivo rispetto all'oggettivo per il primo, e dall'esatto viceversa per il secondo.

    Se ci pensi, il modus viene spesso a trovarsi conteso, tra questi due step. Quanto influisca l'oggettivo (inteso come ciò che è riconosciuto da molti, tributato direi) sul nostro modo di recepirlo, sarebbe argomento assai affascinante.

    Discorso luuuuungo, lo lascio aperto e lo termino qui, per ora
    Cos'è materialmente "scabroso"? Perché appunto sarebbe utile delimitare il campo.

    E' scabroso ciò che, a vari livelli e sotto varie forme, è tale da ottenere lo stigma della società (qui poi il campo si potrebbe dilatare onde evidenziare le differenze sociali). E così è scabroso parlare di se.sso in certi contesti, è scabroso un gesto che colpisce per la sua efferatezza, è scabroso ciò che risulta schifoso, e l'elenco potrebbe continuare.
    In generale (ma avviso che questo attiene al mio personale "funzionamento") trovo che più si salgo nella mia personale "scala" di valori per così dire "rovesciati", maggiore è la necessità di vedermeli presentati con un modus che.... mi pigli dalla parte "giusta", per il verso "giusto". Che altrimenti son portata a dire "questo Artista non mi piace", o "è solo provocazione", o similari. Altre volte anche (ammetto) a restare indifferente. Piglio, archivio e.... in realtà faccio conto su un oblìo che non sempre arriva come un deus ex machina

    Ti faccio una domanda, anzi due : vorrei sapere anzitutto come trovi l'invito della Margolles (volgare? Oltre le righe? Forte?) ad oltrepassare un certo confine, quello che (riprendo le parole dell'articolo che ho postato nel mio precedente intervento) "separa la violenza più brutale dalla leggerezza dell’ultimo sospiro", quello che invita ad oltrepassare una soglia oscura, una linea quasi invisibile. Argomento "forte" eh, lo so .

    Seconda domanda: cosa pensi del fatto che - tra i bambini impiccati - uno di questi abbia le fattezze nel volto di Cattelan?
    Io ad esempio lo trovo molto molto "furbo". Ma non nel senso "buono"
    Cara Tecne, alcune tue domande meriterebbero davvero un bel po' di tempo e poi mi si cancella tutto e devo riscriverle.Rispondero' solo a quelle più immediate.
    Al mare potrebbero multarmi perché non potrei spostarmi da un Comune ad un altro e poi...altro, censurabilmente indescrivibile che va sul tema scabroso e non posso riportare
    Su Margolles dovrei orima approfondire, così su due piedi non posso risponderti.
    Su Cattelan si sa...quello mette la sua faccia ovunque tranne in un documentario sulla sua vita che ha messo un sosia...mah, strano personaggio.
    Si discorso termine scabroso basta aprire un vocabolario .Non è che mi sono inventato il suo significato.Scabroso è un argomento che ler sua natura va affrontato delicatamente e da qui il titolo arte scabrosa.Poi come ho già scritto uno può interpretarla in altra maniera, sono di mente aperta.
    Ciao👋👋

  10. #90

    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    4,713
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    817 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Tecne, siccome oggi è l ultimo giorno delle giornate bianche( festeggiate da certi popoli ma che comunque so che esistono) ti metto una foto dell' ultima luna bianca.Ciao
    Arte scabrosa-20210226_173426.jpg
    Come solito...è venuta di sbieco🤣🤣👋👋

Accedi