Artprice vittima o carnefice? - Pagina 4
Analisti danno ragione a Gubitosi, Telecom Italia tra i titoli più sottovalutati del Ftse Mib. C’è chi vede oltre +100% di upside
Telecom Italia si appresta a diffondere settimana prossima i risultati del 3° trimestre (cda il 27 ottobre) e tra gli analisti c’è un cauto ottimismo dettato dal traino del Brasile …
Trump SPACca a Wall Street, il titolo della sua piattaforma social raddoppia ancora dopo folgorante +350% di giovedì
Rialzo stellare quello che sta registrando a Wall Street un titolo, quello della società SPAC Digital World Acquisition Corp che ha chiuso ieri le contrattazioni a +350%e oggi preannuncia un …
Societe Generale: sei nuovi certificati Cash Collect Plus+ su valute emergenti
Societe Generale, banca leader nel mercato degli strumenti quotati in Italia, porta su EuroTLX di Borsa Italiana sei nuovi certificati Cash Collect PLUS+ su valute emergenti. Grazie a questi nuovi …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #31

    Data Registrazione
    Nov 2018
    Messaggi
    115
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    43 Post(s)
    Potenza rep
    5512972
    Personalmente credo che le aggiudicazioni, per un collezionista che vuole acquistare spendendo il giusto per l'opera che desidera,siano solo uno dei parametri da prendere in considerazione. A parità di qualità e misure va sempre verificata anche la richiesta di gallerie e, perché no, televendite. La media di questi dati,a mio avviso,fornisce il corretto valore di mercato. Diverso è invece il discorso di chi acquista solo ed esclusivamente al ribasso per rimettere le opere sul mercato.

  2. #32
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    2,120
    Mentioned
    101 Post(s)
    Quoted
    750 Post(s)
    Potenza rep
    36135046
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Domanda al centro: "Chi è il tipico utente Artprice e che peso da' allo strumento?".

    Io mi sono fatta l'idea che sia un pigro/poco esperto che necessita di un "conforto" o chi considera quello dell'arte come un mercato finanziario.
    Credo che il vero collezionista lo utilizzi come un ausilio informativo che ti semplifica alcune valutazioni o poco più, quindi a parte giudizi di correttezza (che per carità ci stanno e non nego!) finisce per danneggiare soprattutto chi vuol fare affari approfondendo poco. Attendo smentite.
    Ringraziando Ale , io credo che chi sia l'utente "medio" di Artprice (il suo identikit ) poco rilevi circa quella che è l'attendibilità, di una banca dati
    Non so se mi spiego: che lo si prenda per parametro prevalente, o che lo prenda per - per così dire - tastare il "polso" al mercato di un artista, misurarne la temperatura, integrando con altre conoscenze, l'effetto di certe storture, di certe deformazioni, non cambia. A meno di dover immaginare un utente che deve essere "predisposto" a smentire quelle che sono le risultanze di una banca dati, non so come dire. Al che, credo che occorrerebbe chiedersi per quale delle utilità che offre il servizio si paghi un abbonamento mica poco caro....
    Ad esempio, a quanto mi consta la banca dati offre un servizio, a mio avviso utile, di conoscenza sistematica delle opere circolanti in asta di un dato Artista. Vale a dire che ad oggi, di quell'artista, sono disponibili "tot" opere in asta. Però, insomma, non è un'utilità che - da sola - giustifica il prezzo, a mio modesto avviso.... Poi non so
    Per il resto una banca dati contiene.... dati Se questi dati non rispecchiano la realtà di un mercato, il problema che porta in sé questa criticità non lo rapporterei all'identikit di un suo fruitore. Mi chiederei piuttosto per cosa pago un servizio....

  3. #33
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    5,024
    Mentioned
    102 Post(s)
    Quoted
    2637 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    La penso in modo opposto il target è importante ovviamente con relative motivazioni proprio per capire utilità/uso e affidabilità/peso dati allo strumento.

    Tra neofiti e collezionisti "consumati" credo esistano differenze ad es. si guardano i trend, le singole aggiudicazioni, altri dati, più gli artisti seguiti o quelli poco studiati.

    Mi pare che il dato su opere presenti in asta in un dato periodo fosse offerto non so se in modo completo anche da altre piattaforme gratis.

  4. #34
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    2,120
    Mentioned
    101 Post(s)
    Quoted
    750 Post(s)
    Potenza rep
    36135046
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    La penso in modo opposto il target è importante ovviamente con relative motivazioni proprio per capire utilità/uso e affidabilità/peso dati allo strumento.

    Tra neofiti e collezionisti "consumati" credo esistano differenze ad es. si guardano i trend, le singole aggiudicazioni, altri dati, più gli artisti seguiti o quelli poco studiati.

    Mi pare che il dato su opere presenti in asta in un dato periodo fosse offerto non so se in modo completo anche da altre piattaforme gratis.
    Mah, secondo me il cd. target di clientela è più utile dal lato dell'azienda. Ovviamente guardare alla tipologia dei servizi maggiormente fruiti dalla clientela aiuta a trovare soluzioni "mirate", e di conseguenza più appetibili.
    Concordo anche (e qui mi dai modo di fare una precisazione) che la diversa sensibilità, preparazione, cultura, il differente scopo anche, di chi fruisce di simili banche dati abbia necessariamente ricadute sul peso stesso della banca dati. Che però diventa un peso, per così dire, soggettivo.
    Però, i grafici, i cd. trend, le proiezioni, gli andamenti, le statistiche, gli indici, i cd. report (molti di questi servizi, se non vado errata, e sto andando a memoria - ma correggetemi se sbaglio - esulano peraltro dal cd. "pacchetto base" di artprice, costituendo una maggiorazione sul prezzo dell'abbonamento) sono pur sempre fatti di dati. Degli stessi dati, magari con un trend più lungo, magari (magari) meno distorsivi, ma sempre parzialmente su dati errati (a prendere per buona ovviamente la premessa che ci siamo dati delle distorsioni) sono elaborati e costruiti.

    Per questo motivo dicevo (ovviamente secondo me), in buona sintesi, che l'identikit del fruitore medio, utilissimo senz'altro all'azienda, non rilevi granché in ordine alla attendibilità di una banca dati, intesa nel suo senso oggettivo.

    Poi chiaramente gli effetti di una ipotetica inattendibilità sarebbero idonei a riversarsi in misura parzialmente differente a seconda del singolo collezionista (il che risponde alla domanda su che peso si dà, alla banca dati medesima). Ma non rileva sulla oggettiva attendibilità, essendo che pure i cd. trend sono costruiti sulla base di dati, e se questi son parziali o distorti, pure il frutto delle loro elaborazioni non potrà essere fedele alla realtà.

    Questo a prescindere da un discorso che, portato all'iperbole , vede senz'altro maggiori possibilità di pigliar granchi in capo a chi - magari guardando solo alle ultime aggiudicazioni - senza ulteriore analisi alcuna, magari vede un "botto" all'asta, e si mette a pensare che, se ce l'ha (tipo collezionismo delle figurine della Liebig, hai presente? ) ha vinto....
    Eppure, quanti ce ne sono che dell'Arte chissenefrega, l'importante è che faccia il botto in asta (e vai che si festeggia!). Poi magari eventuali discorsi atti a capire se quei risultati sono veritieri oppure no, se il fatto che i lavori non apprezzati dal mercato vengano segnalati o no, e compagnia cantante, diventano finanche "polemiche pallose e inutili rotture di palle" .
    De gustibus (o meglio, diciamo così , senza stare a chiedercene perché ), credo che in quell'ottica basti inneggiare al "si saaaaaa..... (che la fuffa sparisce ".

    Ultima modifica di techne; 09-09-21 alle 09:13

  5. #35
    L'avatar di satiricon
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Messaggi
    1,136
    Mentioned
    48 Post(s)
    Quoted
    463 Post(s)
    Potenza rep
    33580225
    Il ragionamento di techne non fa una piega.
    Il fatto è che, un dato inattendibile, frutto di manipolazioni (nostra ipotesi, ovvio), nel momento in cui viene cristallizzato in una banca dati, diventa, agli occhi di tutti, certo e sicuro e da quel momento viene usato come parametro di riferimento dalla comunità che lo utilizza.
    In altre parole, il dato artprice, dal momento in cui viene accettato nel circuito del mercato dell'arte, tende a diventare vero, credibile e parametro certo con cui confrontarsi.

  6. #36
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    6,294
    Mentioned
    212 Post(s)
    Quoted
    2144 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    " In altre parole, il dato artprice, dal momento in cui viene accettato nel circuito del mercato dell'arte, tende a diventare vero, credibile e parametro certo con cui confrontarsi."

    Eh, e la responsabilità, per lo meno etica, di divulgare dati veri e di agire correttamente.. dove la mettiamo?? ( Discorso in generale, eh.. io non ho mai avuto a che fare con Artprice )

  7. #37
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    6,294
    Mentioned
    212 Post(s)
    Quoted
    2144 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Ma che è sta roba??

  8. #38
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,388
    Mentioned
    199 Post(s)
    Quoted
    8022 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    segnalato come messaggio inopportuno da rimuovere

  9. #39
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,405
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    162 Post(s)
    Quoted
    4552 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Lucarossi23 Visualizza Messaggio
    Un' uomo ha recentemente fatto saltare la copertura a un crescente conflitto internazionale che sta già muovendo € 6,6 trilioni al giorno. Sì, trilioni... Ogni. Singolo. Giorno. Ma una cosa ancora più importante, è che ha rivelato il suo segreto per trarre profitto da questo enorme flusso giornaliero di capitali.
    Se vuoi sfruttare questa opportunità gratuitamente, devi cliccare qui: La più grande bolla di sempre sta per scoppiare? - YouTube
    Dal cellulare per qualche motivo non vedo più le funzioni per rimuovere questo spam, e tra l’altro sotto il nick vedo anche scritto “sospeso”, eppure ha postato.
    Segnalo alla redazione !

  10. #40
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    2,120
    Mentioned
    101 Post(s)
    Quoted
    750 Post(s)
    Potenza rep
    36135046
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    Dal cellulare per qualche motivo non vedo più le funzioni per rimuovere questo spam, e tra l’altro sotto il nick vedo anche scritto “sospeso”, eppure ha postato.
    Segnalo alla redazione !
    Eppur si muove....

    Prima avrà postato e poi sarà stato sospeso.
    A problema soluzione

Accedi