Botticelli in asta da Sotheby's - Pagina 13
Primo Btp Green in arrivo, Tesoro punterà su scadenza lunga
Tutto pronto per il primo Btp green che verrà proposto agli investitori dall'Italia. Il Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF) ha pubblicato il Quadro di riferimento per le emissioni dei …
Ftse Mib da buy con Draghi Effect, l’outlook di UniCredit. Anche JP Morgan bullish su Piazza Affari con assist BTP
Con Mario Draghi al governo ci sarà la rimonta di Piazza Affari, oltre a quella dei BTP. E’ quanto ritengono gli strategist di UniCredit e anche gli esperti di JP …
Generali affila le armi per risiko UE, focus su controllata polacca di Aviva e dossier Cattolica
Si chiama Fenice 190 il nuovo piano di investimenti da 3,5 miliardi di euro lanciato da Generali per sostenere il rilancio delle economie europee colpite dal Covid 19, a cominciare …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #121
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    6,499
    Mentioned
    302 Post(s)
    Quoted
    3029 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    soluzione all'enigma:

    Pittore dell’Italia centrale (già attribuita a Luciano Laurana)
    Città Ideale, 1480-1490 ?
    Olio su tavola, cm 67,7 x 239,4

    La tavola conosciuta come Città ideale, proveniente dal Monastero di Santa Chiara di Urbino, apparteneva probabilmente alla famiglia ducale. Elisabetta da Montefeltro, figlia di Federico, potrebbe aver portato con sé il dipinto quando entrò nel Monastero, dopo essere rimasta vedova nel 1482.
    Intorno al 1861 l’opera entra a far parte delle collezioni statali del Museo dell’Istituto di Belle Arti di Urbino, che diverrà Galleria Nazionale delle Marche nel 1912.
    L’opera è stata attribuita a diversi artisti, tra cui anche all’architetto Luciano Laurana per l’alta precisione del disegno e la somiglianza degli elementi architettonici classici con quelli
    presenti nel Palazzo Ducale di Urbino, di cui l’architetto fu in parte il progettista.
    Attualmente gli studiosi assegnano la tavola ad un generico pittore dell’Italia centrale, che l’ha dipinta, presumibilmente, tra il 1480 e il 1490.Varie ipotesi sono state formulate sul possibile uso di questa tavola. Essa è stata riconosciuta alternativamente come uno studio prospettico, come una spalliera lignea di un arredo, o come il modello per una scenografia.
    Il dipinto rappresenta gli ideali di perfezione e armonia del Rinascimento italiano, nella forma ordinata e simmetrica di una città che viene raffigurata con i principi scientifici della
    prospettiva centrale, evidente nel disegno geometrico della pavimentazione della piazza.
    In primo piano, ai lati, si trovano due pozzi con gradinate a base ottagonale, posti in maniera perfettamente simmetrica. Domina la scena un grande edificio religioso a pianta circolare, forse un battistero o un mausoleo.
    La piazza è delimitata dalle facciate dei palazzi signorili rinascimentali, rivestite per lo più da marmi policromi che accentuano la visione prospettica. In successione si vedono edifici più bassi di tipo medioevale.
    Sullo sfondo a destra, in posizione arretrata, è visibile il prospetto di una chiesa e in lontananza, dietro di questo, un paesaggio collinare.
    Rari elementi di vegetazione decorano balconi e finestre e su un cornicione del primo palazzo a destra sono appollaiate due tortore, uniche creature visibili nel dipinto.
    L’assenza dell’uomo, infatti, regna incontrastata e dona all’immagine la sensazione di un eterno silenzio.

  2. #122
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    6,499
    Mentioned
    302 Post(s)
    Quoted
    3029 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Nel mio libro di Storia dell'arte, edizione 1975, si leggeva:
    Piero della Francesca, nella didascalia.
    Nel libro di mio figlio:
    autore sconosciuto.

    Quella che ho riportato sopra è la didascalia che trovate ora al Palazzo Ducale di Urbino.
    Tra cinquanta anni?

  3. #123
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    6,499
    Mentioned
    302 Post(s)
    Quoted
    3029 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Questa estate durante la mia visita ad Urbino la guida americana lo presentava come: Piero della Francesca.

  4. #124

    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    386
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    33996299
    Citazione Originariamente Scritto da RedArrow Visualizza Messaggio
    Il ritratto di Botticini conservato al Palazzo Reale di Stoccolma non l’ho trovato
    nel caso servisse...


  5. #125
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,599
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    152 Post(s)
    Quoted
    4200 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da RedArrow Visualizza Messaggio
    Comunque era solo un esercizio, insomma poco più che un gioco. Figuriamoci se le attribuzioni si possono stabilire così, o meglio solo così.
    Una delle cose peggiori a questo mondo è la malafede.
    Alcune persone cercano il marcio dove non c’è e si sentono pure chiamati a condividere, con dei malcelati attacchi personali.

    Ti assicuro @RedArrow che da parte mia non c’era la benché minima “denigrare” o “devalorizzare” o altre stupidaggini come “camicia di forza”, che qualcuno mi vorrebbe attribuire con malsopito rancore.

    La prima riga del mio intervento in merito alla tua analisi è stato:

    Molto interessante l'analisi tecnicissima di @RedArrow !

    Ed è quello che penso realmente, altrimenti non lo avrei scritto.

    Come giustamente hai detto anche tu, quella che hai proposto può essere una interessante e valida analisi (anche di tipo “forense”) che può essere inserita in una serie di valutazioni più articolate, perché da sola non può rappresentare una modalità di individuazione dell’autografia di un autore.
    Ma certamente può individuare delle fisionomie e magari delle caratteristiche ricorrenti.

    Qualora il mio precedente post sia stato travisato, con il presente credo di avere chiarito che a me quel tipo di analisi piaceva. Del resto lo avevo pure scritto!

  6. #126
    L'avatar di ginogost
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    16,649
    Mentioned
    48 Post(s)
    Quoted
    2176 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Non entro in dispute dannose.
    La mia correzione, in sostanza, precisava che un ritratto è altro che una fotografia. Pertanto la bella analisi di @RedArrow deve tener conto di tale limite. Forzarla ad estendersi ad altre controprove va nella direzione contraria, e credo di aver spiegato perché. In tal senso deve intendersi la camicia di forza, cioè il voler assolutizzare il metodo, che in tal modo ne viene sterilizzato, non tenendo conto appunto che siamo nel campo del disegno manuale e non della fotografia.
    Molti anni fa ci fu chi fece notizia sostenendo di avere ricavato dal quadro di Leonardo addirittura il profilo della Gioconda. Detta così è una bufala, al massimo si può parlare di probabile profilo, ma allora fa molto meno prima pagina
    Sarebbe buona cosa che qualche volta si rispondesse sul merito.
    Su altro, come psicologo, sorvolo.
    Ultima modifica di ginogost; 22-01-21 alle 17:41

  7. #127
    L'avatar di ginogost
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    16,649
    Mentioned
    48 Post(s)
    Quoted
    2176 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Preciso a @red che il metodo acquisterebbe maggiore validità se, insieme con il dato oggettivo (i "centimetri") si considerasse il dato delle "scelte" operate dal pittore, concetto assai vasto, che però nel caso potrebbe ridursi a pochi elementi come qualche preferenza fisiognomica o debolezza nel disegno.
    Mi rendo conto che si tratta di indicazioni insufficienti, ma lo strumento con cui scrivo non mi permette, certo per mio limite, di operare per ora confronti decentemente completi.

  8. #128

    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    386
    Mentioned
    16 Post(s)
    Quoted
    1 Post(s)
    Potenza rep
    33996299
    Sovrapponendo il volto di Stoccolma a quello di Sotheby, verrebbe da dire che potrebbe essere la stessa persona a 16 anni e qualche anno dopo, più uomo fatto.



    e viceversa



    In questo caso si potrebbe dare per assodato 1) che si vestiva sempre dallo stesso sarto e 2) che gli è cresciuto notevolmente il collo, il che farebbe entrare in gioco prestigiose attribuzioni al Parmigianino o a Modigliani (o forse, meglio, al trio Ghelarducci, Luridiana e Ferrucci... )

  9. #129
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    5,798
    Mentioned
    197 Post(s)
    Quoted
    1980 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    " Sovrapponendo il volto di Stoccolma a quello di Sotheby, verrebbe da dire che potrebbe essere la stessa persona a 16 anni e qualche anno dopo, più uomo fatto."

    Beh, sembrerebbe proprio di sì...

  10. #130

    Data Registrazione
    Sep 2020
    Messaggi
    39
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    25 Post(s)
    Potenza rep
    1
    Scusate, ho visto i lotti e secondo me il lotto 29 è davvero bello, si vede che non capisco nulla di arte, quota 200/300 Mila euro praticamente una delle opere meno quotate dell' intera asta

Accedi