Un’Arte Concettuale con colore ed estetica - Pagina 8
Elezioni Usa e volatilità Wall Street: lo scenario che potrebbe portare a un novembre caotico
L?attenzione dei mercati nell’ultima settimana si è iniziata a spostare alle elezioni statunitensi. Il 3 novembre non è ancora alle porte, ma c’è chi come gli operatori in derivati che …
Posizioni nette corte: Saipem capolista degli short di Piazza Affari, subito dietro Maire e Bper
Dall?ultimo aggiornamento disponibile di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Saipem con 6 posizioni short aperte per una quota pari al …
Piazza Affari archivia una settimana buia: sul Ftse Mib agli inferi Unicredit, Bper ed ENI
Piazza Affari manda in archivio una settimana incolore e anche l?ultima seduta si conclude con segno meno. L’indice Ftse Mib ha chiuso con un calo dell?1,09% a 19.524 punti in …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #71
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,317
    Mentioned
    58 Post(s)
    Quoted
    417 Post(s)
    Potenza rep
    17773905
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    'na bella chiacchierata

    YouTube
    Bella, la scala (la parabola) che fa da senso a Senso

    Edit: mi fa pure venire in mente una cosa che brevemente ho "spulciato" nell'Internet qualche giorno fa. L'olfatto probabilmente è il senso più "spaventoso", significativo che vi siano pochi Artisti che vi lavorino.

  2. #72
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,037
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    135 Post(s)
    Quoted
    3942 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    Quando l’ =estetica del bello= annienta la concettualità.

    Consiglio di percorrere le performance nel tempo di Vanessa Beecroft.
    Se prendete le prime VB degli anni 90 dove si leggeva un chiaro concetto da parte dell’artista rivolto al realismo esistenziale che sta dietro quel mondo della moda ed emerge palesemente la solitudine delle persone che vivono in quel contesto
    eppoi
    proseguite nella lettura delle VB successive fino a quelle degli anni duemila ben vi renderete conto di quanta intimità concettuale Vanessa ha perduto, a scapìto appunto della cosiddetta “bellezza estetica”.

    Per un amante di questa grande artista concettuale è stato un continuo declino.

    Spero di essere riuscito a spiegarmi.

    PS: la performance "bella" è relativamente recente, le altre due sono del 1996
    Anche qui mi trovi poco d'accordo, per diversi motivi.

    Intanto farei molta fatica a definire la Beecroft "artista concettuale". E' una fotografa, che vuole veicolare delle idee, ma "il pensiero" non è l'aspetto centrale del suo lavoro, lo è più la condizione della donna eccetera. Quindi la dimensione "concettuale" onestamente non la trovo. Fa una sua ricerca.

    Le due foto del 1996 per altro sono proprio gli inizi inizi inizi della Beecroft, e immagini di quel tipo le trovi solo nel 1996 e nemmeno tutto il 1997, quando aveva pochi mezzi e faceva il brodo con quello che aveva.
    Ma riconoscere alla Beecroft poco più di un anno di lavoro di qualità mi pare estremamente riduttivo e ingiusto nella considerazione dell'artista.

    Qui sotto si possono vedere immagini del 1997, dove già il suo lavoro aveva avuto un'evoluzione di tipo formale, proseguita per anni, con una produzione significativa di opere fotografiche e performance, per tutti gli anni '90 e buona parte degli "anni zero" dove la sua ricerca andava di pari passo tra contenuti e rappresentazion.

    Il cambiamento di orientamento che ha rotto con il passato non è quello "formale" e "visivo", ma è stato quello sui contenuti, ed è più rencente, circa una decina d'anni.

    Il suo lavoro degli anni più recenti è meno interessante del precedente non per una questione puramente estetica, ma per una "questione estetica svuotata dai contenuti" originali e orientati su altre tipologie di ricerche.

    Per me è la stessa identica cosa di cui si parla in relazione all'arte concettuale: la centralità deve averla l'idea, dopo di che il suo aspetto visivo fa parte di un altro strato (può essere minimale, bianco e nero, colorato, pirotecmico, luminoso, ecc).

    Se però perdi per strata la centralità dell'idea, allora rimane poco... un "poco" che può anche essere bello e piacevole, ma è vuoto.
    Questo vale per tutti gli artisti, non solo per i concettuali.

    -screenshot_2020-07-03-vanessa-beecroft-b-1969-vb-35-1998-solomon-r-guggenheim-museum-new-y.jpg -screenshot_2020-07-03-vanessa-beecroft-untitled-performance-detail-1998-solomon-r-guggenhe.jpg

  3. #73
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,206
    Mentioned
    181 Post(s)
    Quoted
    6959 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Immagini Allegate Immagini Allegate -106507742_3326110654117966_7750908772153180673_o.jpg 

  4. #74
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,206
    Mentioned
    181 Post(s)
    Quoted
    6959 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    la posto qui perchè è buffa:

    Incredibile, ma reale: New York c'è un Museo d'Arte invisibile

    Mostra seriamente varie opere d'arte invisibili, che possono essere tentate a immaginare solo leggendo un cartello con una descrizione direttamente dall'artista che ha creato un ′′ capolavoro ". Ma non è tutto. A quanto pare alcuni dipinti e sculture invisibili sono stati venduti per migliaia di dollari ai veri acquirenti!

    Museum of Non-visible Art – A place where ideas alone are hung on walls.
    Immagini Allegate Immagini Allegate -a2.jpg -a1.jpg -a3.jpg -a4.jpg 

  5. #75
    L'avatar di sans souci
    Data Registrazione
    Nov 2018
    Messaggi
    339
    Mentioned
    39 Post(s)
    Quoted
    245 Post(s)
    Potenza rep
    25990900
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    la posto qui perchè è buffa:

    Incredibile, ma reale: New York c'è un Museo d'Arte invisibile

    Mostra seriamente varie opere d'arte invisibili, che possono essere tentate a immaginare solo leggendo un cartello con una descrizione direttamente dall'artista che ha creato un ′′ capolavoro ". Ma non è tutto. A quanto pare alcuni dipinti e sculture invisibili sono stati venduti per migliaia di dollari ai veri acquirenti!

    Museum of Non-visible Art – A place where ideas alone are hung on walls.

    Caro Alessandro, non è per niente buffo questo museo: in fondo quando mi avvicino a certi santoni della cosiddetta arte concettuale - alcuni da te molto apprezzati - provo più o meno le medesime sensazioni, tanto da dovermi tappare la bocca per non mettermi a urlare "il Re è nudo!"



    p.s. - non mi si dia del bruto, please, non lo sono. A volte mi piace stuzzicare, altrimenti questo ambiente diventa noioso.

  6. #76

    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,247
    Mentioned
    61 Post(s)
    Quoted
    640 Post(s)
    Potenza rep
    17260851
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    la posto qui perchè è buffa:

    Incredibile, ma reale: New York c'è un Museo d'Arte invisibile

    Mostra seriamente varie opere d'arte invisibili, che possono essere tentate a immaginare solo leggendo un cartello con una descrizione direttamente dall'artista che ha creato un ′′ capolavoro ". Ma non è tutto. A quanto pare alcuni dipinti e sculture invisibili sono stati venduti per migliaia di dollari ai veri acquirenti!

    Museum of Non-visible Art – A place where ideas alone are hung on walls.
    Tutta una presa per il c....., con queste "verità" anche Don Chisciotte aveva ragione nel vedere i Giganti al posto dei Mulini a vento o l'esercito invece del branco di pecore.

  7. #77
    L'avatar di satiricon
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Messaggi
    1,046
    Mentioned
    47 Post(s)
    Quoted
    416 Post(s)
    Potenza rep
    27934197
    Citazione Originariamente Scritto da gogojoe Visualizza Messaggio
    Tutta una presa per il c....., con queste "verità" anche Don Chisciotte aveva ragione nel vedere i Giganti al posto dei Mulini a vento o l'esercito invece del branco di pecore.
    Speriamo almeno che l'ingresso si paghi con denaro invisibile, perché se accettano banconote son proprio dei furbastri...

  8. #78
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,317
    Mentioned
    58 Post(s)
    Quoted
    417 Post(s)
    Potenza rep
    17773905
    Citazione Originariamente Scritto da gogojoe Visualizza Messaggio
    Tutta una presa per il c....., con queste "verità" anche Don Chisciotte aveva ragione nel vedere i Giganti al posto dei Mulini a vento o l'esercito invece del branco di pecore.
    Non sono d'accordo

    Lascio due parole malamente "tradotte", poi il link del sito del Museo.

    Composto interamente da idee, il lavoro che il

    Le vetrine del Museo d'Arte Non Visibile rimangono invisibili.

    Anche se le opere d'arte stesse non sono visibili,

    le descrizioni sono leggibili, e aprire gli occhi a

    un mondo parallelo costruito di immagini e parole.

    Questo mondo non è visibile, ma esiste, come sicuramente esiste il pensiero stesso.


    Museum of Non-visible Art – A place where ideas alone are hung on walls.

    A me l'espressione arte concettuale fa rabbrividire (ed è la premessa). Qui la forma (l'estetica se vogliamo) è lasciata a parole. A descrizioni. Poi vi sono spazi, tempi di sosta, e visitatori a fare il resto. Si parla ovviamente di un non- visibile. Non ricordo le percentuali (avevo letto un articolo), ma pare che la scienza ci dica che un buon 80-90% di ciò che è il e nel mondo non lo vediamo. Sono fisici eh, che lo dicono, mica maghi
    Proprio ieri pensando a Duchamp (con cui non ho particolare empatia, ma è un mio limite, nel senso che io con l'Arte sono un pò cannibala) sono incappata nel suo distacco rispetto a quella che è l'"arte della retina". Lui la metteva comunque in scena con oggetti, la sua arte. Certo. Qui mettono in scena il pensiero guida. Può essere un modo non congeniale, ma è un discorso differente. Se ci limitiamo a guardare, a cosa serve oggi l'arte?

  9. #79

    Data Registrazione
    Mar 2000
    Messaggi
    4,945
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    155 Post(s)
    Potenza rep
    42949693
    tutto ciò mi sembra così datato

    https://wikivisually.com/wiki/Zone_d...at%C3%A9rielle

  10. #80
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,317
    Mentioned
    58 Post(s)
    Quoted
    417 Post(s)
    Potenza rep
    17773905
    Citazione Originariamente Scritto da rothko Visualizza Messaggio
    Si, in effetti ce lo hanno comunicato da tempo.
    Mi viene in mente, per restare nello stesso periodo, Antoine de Saint-Exupéry, l'essenziale è invisibile agli occhi, frase che è passata alla Storia.

Accedi