Un’Arte Concettuale con colore ed estetica - Pagina 5
Apple punta i 2 trilioni $ e fa felice Buffett. Ma il peso record delle Mega Cap è un’insidia per tutta Wall Street
Era agosto 2018 quando Apple infranse per la prima volta il muro del trilione di dollari di capitalizzazione. Adesso a distanza di due anni esatti il colosso di Cupertino appare …
Chiusura Piazza Affari: Telecom e Unicredit tra i migliori sul Ftse Mib, CNH (+4%) grazie a scatto Nikola
La settimana di Ferragosto si è aperta con segno più per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha chiuso a 19.651 punti (+0,69%). Venerdì l’indice aveva chiuso in progresso grazie all’assist …
Triboo cede ShinyStat e avvia partnership con SevenData (gruppo Kompass)
Triboo cede ShinyStat a SevenData e contestualmente avvia una partnership con la società facente capo al Gruppo Kompass, permettendo lo sviluppo dell'offerta di ShinyStat a livello internazionale. Il gruppo attivo …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #41
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,904
    Mentioned
    167 Post(s)
    Quoted
    1129 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Leggere prima il messaggio precedente...


    In un momento
    Sono sfiorite le rose
    I petali caduti
    Perché io non potevo dimenticare le rose
    Le cercavamo insieme
    Abbiamo trovato delle rose
    Erano le sue rose, erano le mie rose
    Questo viaggio chiamavamo amore
    Col nostro sangue e colle nostre lagrime facevamo le rose
    Che brillavano un momento al sole del mattino
    Le abbiamo sfiorite sotto il sole tra i rovi
    Le rose che non erano le nostre rose
    Le mie rose le sue rose

    P:S: E così dimenticammo le rose
    (per Sibilla Aleramo)

    Dino Campana

  2. #42
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,044
    Mentioned
    178 Post(s)
    Quoted
    6889 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da techne Visualizza Messaggio
    Quindi dovendola scindere dall'impatto visivo (può andar bene al posto di "estetica"? Chiedo ) che è solo strumentale, si può dire che è una sorta di percorso mentale guidato?
    percorso mentale guidato?
    provo a spiegartela in sintesi

    E’ vero che fra i precursori ci stanno i vari Lucio Fontana Yves Klein Piero Manzoni che riconobbero il ruolo chiave dell’idea nella realizzazione di un’opera superando per importanza il risultato, ma l’arte concettuale nasce con Kosuth e il termine fu usato nel 1967 da Sol LeWitt, quindi deriva dal Minimalismo.
    Inevitabile aggiungere che all’origine vi è sempre Duchamp che sceglie un oggetto anonimo per trasformarlo in ready-made artistico.
    L’opera d’arte poteva essere qualsiasi cosa generata dal pensiero (il parlare di arte, il comportamento, la riflessione, il calcolo): l’arte divenne una sorta di filosofia
    Questi artisti giungono ad eliminare l’oggetto facendo coincidere l’arte con l’idea dell’arte. Il valore non risiede nelle qualità specifiche dell’oggetto, ma nel discorso intorno ad esso. Lo scopo è una definizione del concetto di arte per mettere a nudo sia la convenzione che le contraddizioni che sottendono il sistema artistico.

    L’arte Concettuale rifiuta l’oggetto sia perché non ha più valore di modello, in quanto si sono sempre evidenziati solo alcuni degli aspetti che lo caratterizzavano, sia perché in una società di mercato quale quella attuale viene immediatamente coinvolto nella logica di consumo, usato e mercificato. Una nuova situazione: arte senza opera d’arte, e uno degli aspetti fondamentali dell’Arte Concettuale è che può realizzarsi in qualsiasi forma decida di adottare, ma l’oggetto viene sostituito da un concetto.
    Se hai voglia e tempo di approfondire ecco qui:
    http://www.ecoledumagasin.com/sessio...tract_tesi.pdf

    Osserva questa opera in foto
    Composta da una sequenza di orologi a parete e da una serie di testi disposti in raccoglitori, sui tre lati di un tavolo, l’installazione interpreta un tema fondante della ricerca di Kosuth: il ripensamento dello statuto dell'opera d'arte, che da oggetto di contemplazione diventa un processo al quale lo spettatore prende parte attivamente.
    Immagini Allegate Immagini Allegate -2.jpg 

  3. #43
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,904
    Mentioned
    167 Post(s)
    Quoted
    1129 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Segue dalla poesia poco sopra.

    Per restare nel tema del colore...
    Vincent Van Gogh, Natura morta: Rose rosa (o bianche, N.d.A.) in un vaso...
    Ciao

    A differenza dei pigmenti, le lacche sono sostanze debolmente coprenti e che producono colorazioni e tonalità variabili a seconda del medium (olio, tempera a uovo, acqua, ecc.) in cui vengono disperse.
    Per di più, la loro natura organica le rende estremamente fotosensibili.

    È ormai accertato, infatti, che l’esposizione alla luce di lacche e coloranti organici, in condizioni di conservazione non favorevoli, conduca ad alterazioni cromatiche, se non addirittura allo sbiadimento come in questo caso facendoci percepire il bianco.

    -820px-van_gogh_-_vase_of_roses-768x959.jpg

  4. #44
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,162
    Mentioned
    53 Post(s)
    Quoted
    377 Post(s)
    Potenza rep
    16820704
    … Elimino dal mio vocabolario la parola Arte concettuale, non gli artisti eh. Proprio su quella definizione ci scivolo che è un piacere. Meglio per me levarla di mezzo. Mia ignoranza a parte.
    Grazie a entrambi

    P.S. Dino Campana grande poeta
    P.P.S. Mie rose, sue rose (non son mai nostre), rose a tutti i costi, e quando poi la storia va a ramengo, altro che rose….

  5. #45
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,005
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    3930 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    continui ad utilizzare il termine estetica come fosse bellezza o piacevolezza, se non leggo male,
    mentre ho scritto prima che "aesthetica" significa "sensazione", e da un verbo greco che significa "percepire attraverso la mediazione del senso".

    Quindi tu percepisci la tua sensazione di appagamento visivo piacevole ma non è quello il "godimento" nel concettuale, semmai è l'idea.

    Ti sei mai chiesto perché i tagli verdi di lucio sono meno apprezzati dal mercato rispetto ai bianchi, ai rossi ed addirittura ai blu?
    Sono percezioni e distorsioni del mercato (leggo le parole di beuys - pagina prima - in cui spiega molto bene la questione).

    Ma ormai stiamo sfociando in un cul de sac quindi facciamo che ognuno contempli i contenuti di un'opera come meglio lo appaghi.
    Buongiorno!
    Quello che sto dicendo è: togliamo all’arte concettuale per un momento il contenuto, che è la cosa su cui tutti siamo d’accordo, ed è quello che innesca il “godimento di tipo mentale”. Questo è il punto fermo, quindi non serve ribadire questa cosa che è condivisa e tra l’altro si poteva già dare per implicita.

    Detto questo, quello su cui mi vorrei concentrare su questo 3d non è l’arte concettuale, ma le sue possibili forme ed aspetti, ossia la sua superficie.
    Non so se “concettualmente” riesco a farmi capire

    Nell’apertura del 3d ho usato i termini “colore e estetica” che fino al giorno prima andavano bene, ora non più.
    Giustamente come dice @techne bisogna prima di tutto capirsi sui termini.
    Io la parola “estetica” la identificavo con “l’aspetto visivo dell’opera” anche in termini di eventuale godibilità - variabile ovviamente a seconda del mondo di ogni artista - ecco, questo “aspetto visivo” non è qualcosa su cui non ci si possa confrontare fermo restando il pensiero il fulcro di tutto.
    Ma qualsiasi opera ha un suo aspetto visivo, anche il Cubo Invisibile di De Dominicis.

    È dunque evidente che lo stesso Kosuth - ma tutti gli altri artisti anche concettuali, ognuno in modo differente - si confrontino ANCHE per forza con l’aspetto visivo delle loro opere.
    E che questo risultato possa essere più o meno godibile da chi lo guarda.
    L’aspetto dell’opera e la sua eventuale “godibilità” o “bellezza” sono uno strato ULTERIORE, che non toglie nulla all’efficacia concettuale dell’opera. Nè all'IDEA.

    Ad esempio, visto che è citato Fontana, per come la vedo io, l’aspetto concettuale di una tela con dei tagli è lo stesso identico se la tela è bianca o nera o gialla o rossa.
    Non è che il colore tolga alcunché all'idea.
    Conseguentemente non c’è alcuna “distorsione di mercato”, molto semplicemente ogni opera d’arte ha anche un aspetto e i collezionisti scelgono quello che è più in linea con il loro gusto “estetico” (si può dire gusti estetico, senza risalire all’antica Grecia? )

    Ecco, io trovo che la distorsione sia invece paradossalmente che l’aspetto visivo più o meno godibile possa essere un limite per gli appassionati del “concettuale francescano”, come se un risultato più o meno colorato, più o meno bilanciato, più o meno “godibile” togliesse qualcosa al “godimento mentale” dell’opera, quando in realtà semplicemente è un qualcosa di ulteriore - che può essere più o meno ricercato dall’artista, o può o meno intenzionale - e con cui l’osservatore può confrontarsi.

    Per esempio, un altro discorso che io non condivido è proprio quello tra i Tagli Rossi di Fontana rispetto ai Buchi su tela grezza.
    Per qualche motivo alcuni fan del “concettuale essenziale” immaginano che chi possa amare un Taglio Rosso o Giallo, per qualche infondato preconcetto possa essere una sorta di cavernicolo che non conosce la ricerca di Fontana, non conosce il Manifesto Blanco, non conosce i Buchi ma anzi preferisce la tela colorata per chissà che bisogno di ostentazione o altro.
    Ebbene, mi spiace dare questa “delusione”, ma non è così...
    Fontana ha fatto tante opere, e non è un segreto che le ricerche spazialiste inizino intorno al 1948-49, che i “Buchi” (ne esistono anche di colorati tra l’altro ... ) vengano prima dei Tagli, che fanno la loro comparsa a fine anni ‘50 e sono perloppiù opere anni ‘60.
    Non è che chi conosce anche minimamente Fontana non sia in grado di capire che per un Concetto Spaziale sia sufficiente un singolo buco su una tela grezza o bianca ... e che successivamente volga la stessa cosa per un taglio.
    Ma semplicemente il collezionismo (che poi corrisponderebbe a quel famigerato “mercato” e alle sue “distorsioni”), è fatto da persone che di ogni artista acquistano ciò con cui maggiormente sono in empatia.
    Io, come evidentemente molti altri, potendo scegliere prenderei una Tela Rossa.
    Il fatto che abbia un colore (un monocromo rosso eh... mica un mazzolin di fiori che vien dalla montagna ... ) non toglie niente di niente al significato concettuale e al godimento mentale rispetto ad un’opera bianca essenziale; aggiunge solo del colore... non “sottrae” nulla.
    Se poi uno preferisce il Taglio Bianco o il Buco su tela grezza, va benissimo, ma non si capisce che problema ci sia se altri preferiscono il Rosso, il Giallo o il Blu, o magari una Fine di Dio tutta Rosa.
    Un “Concetto Spaziale” con del colore o con una composizione di più elementi (Tagli o Buchi, o Pietre, o Vetri...) non è nè meno “concetto” nè meno “spaziale”. Ha solo una diversa superficie, ma è evidente che rimangano opere mentali.
    Non a caso ancora oggi il 98% delle persone non le capisce e pensa che il Taglio sia una provocazione se non una truffa... evidentemente per capire quelle opere bisogna entrare in un’ottica mentale e filosofica, e questo anche se c’è tutta quell’abbondanza di “coloritura”

    Capisco che “il colore” possa in certi casi anche non essere strettamente necessario o anche un dippiù, ma il colore esiste in arte e in natura, e gli artisti lo usano... anche quelli concettuali. Con buona pace per gli appassionati del “concettuale francescano” che pensano che il mondo delle idee possa essere solo in bianco e nero.

    PS. qui sotto un po' di immagini di opere (pre)concettuali colorate, o viceversa delle "distorsioni" artistiche e di mercato

    -fontana-concetto-post.jpg

    -fontana-fine-di-dio.jpg

  6. #46
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,005
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    3930 Post(s)
    Potenza rep
    42949679

    Sol Lewitt

    Visto che è stato citato Sol Lewitt, che è uno dei massimi esponenti in assoluto del Minimalismo, ecco qui alcune opere in cui l'artista fa ANCHE uso del colore.
    E tra i minimalisti non è certo il solo...

    Non potendo usare la parola "estetica" provo usando l'espressione "aspetto visivo" (?) "composizione" (?) che possano ANCHE essere pensati in un certo modo dall'artista e che possano ANCHE essere percepiti come "visivamente godibili" (?)

    -sol-lewitt-wall-drawing-1136.jpg

    -sol1.jpg

    -sol12.jpg

  7. #47
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,044
    Mentioned
    178 Post(s)
    Quoted
    6889 Post(s)
    Potenza rep
    42949683


    ma Lucio non lo puoi annoverare nell'arte concettuale

    una buona volta che mi smazzo a fare una pappardella e tu non la leggi nemmeno

    Sigh

  8. #48
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,005
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    3930 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio


    ma Lucio non lo puoi annoverare nell'arte concettuale

    una buona volta che mi smazzo a fare una pappardella e tu non la leggi nemmeno

    Sigh
    Esci da quell'etichetta @Ale!

    Le opere di Fontana è chiaro che sono pre-concettuali. Ma già il titolo "CONCETTO spaziale" le colloca in un innegabile contesto artistico di tipo mentale. Non a caso allora si parlava di "morte della pittura" (nonostante l'uso del colore eh...).

    Andando a vedere la conversazione di qualche giorno fa sui "Tagli Colorati" Vs "Buchi su tela grezza", già lì emergevano posizioni contrapposte.
    La mia che contemplava anche il colore e anche la composizione, la tua viceversa considerava queste opere come una "distorsione del mercato", a favore delle opere più essenziali.

    L'approccio mentale rispetto al dibattito "colore + aspetto visivo" Vs "essenzialità come unica possibilità" è identico.

    Io non contesto minimamente l'orientamento verso le forme più essenziali, che spesso anche io posso prediligere, quello che però personalmente trovo incomprensibile è un arroccamento su una posizione secondo la quale l'essenzialità assoluta sia l'unica possibile forma vera di rappresentazione di un'arte mentale, e tutto ciò che non rientra in questa "casella" sembra ad alcuni per qualche motivo non degno di essere "concettuale".

  9. #49
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    5,904
    Mentioned
    167 Post(s)
    Quoted
    1129 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Dalla filosofia passo alla scienza...
    Ciao!! a entrambi.

    La quale sentenzia che il bianco è formato dalla somma di tutti i colori dello spettro elettromagnetico...

    Per Newton il primo importante concetto sullo studio del colore ha riguardato il fatto che è sempre necessario distinguere tra il mondo fisico, dove tutto è oggettivo e misurabile, ed il mondo della percezione, dove invece tutto è soggettivo e non misurabile.

    Metto anche un'immagine per semplificare il discorso.

    -lu_scp_prisma_encyclopaedia_britannica.png

  10. #50
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,005
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    3930 Post(s)
    Potenza rep
    42949679

    Parentesi minimalista

    Piccola parentesi minimalista italiana ed estera... sembrerebbe quasi quasi che il minimalismo metta ANCHE in relazione il colore alla forma gi' a partire dagli anni 60.

    Enrico Castellani

    Agostino Bonalumi

    Donald Judd

    John Mc Cracken


    -00-castellani-1965-tela.jpg

    -00-bonalumi.png

    -00-judd.jpg

    -00-mc-cracken.jpg

Accedi