Televendite VII - Pagina 23
Valentine, la nuova tegola sulla testa di MPS vale 1,4 MLD. Si complica ulteriormente processo privatizzazione
“Crediamo che il processo di privatizzazione di MPS sia indebolito dai diversi rischi finanziari che incombono sulla banca”. Così commentano gli analisti di Banca IMI, facendo riferimento agli ultimi rumor …
BTP: tassi sui minimi sia nel secondario che in asta. Bce avanti tutta con i buy, pronta a fare incetta anche di questi bond ENEL
I BTP continuano a confermarsi tra i principali beneficiari, tra i bond sovrani dell’Eurozona, dell’effetto combinato del bazooka PEPP della Bce e delle aspettative sull’impatto che il Recovery Fund avrà …
Plastic tax e Piazza Affari: guerra a plastica monouso sarà driver positivo per questi titoli
Torna in auge l'argomento plastic tax che aveva tenuto a lungo banco lo scorso autunno. La plastic tax italiana partirà a gennaio 2021 prevede il pagamento di 45 centesimi ogni …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #221
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    6,206
    Mentioned
    282 Post(s)
    Quoted
    2859 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Caro il mio Sattin,

    Che Giovanni Faccenda non ti sia simpatico lo abbiamo capito.
    Ma che non abbia competenza, mi sembra fuori luogo.
    Cosa ne pensi?

  2. #222

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,898
    Mentioned
    127 Post(s)
    Quoted
    3174 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Al di là dei battibecchi tra primedonne del venerdì sera, mi sembra innegabile che Tommasi abbia portato una ventata nuova di competenza e soprattutto di personalità. Superate di slancio le tante televenditine incolori e insapori, ha saputo collocare la sua trasmissione subito al livello dei migliori ed è molto probabile che sarà seguito con interesse da una grossa fetta di pubblico. Bisogna anche dire che questa FR pare voler presentare opere di tutto rispetto, evitando le tante inguardabili frattaglie che passano sugli altri canali. La strada sembra quella giusta: un presentatore frizzante e carismatico, un altro (Gea) più misurato ma ugualmente credibile, poche opere ma scelte con cura, grande rispetto per il pubblico che non viene intontito con 'invenzioni' imbarazzanti o promesse fuori dalla grazia di Dio.
    I competitors hanno poco da arrabbiarsi. Farebbero molto meglio a prendere adeguate contromisure per contrastare efficacemente una nuova realtà che a quanto pare vuole lavorare bene.
    Ultima modifica di accipicchia; 20-06-20 alle 22:47

  3. #223

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    2,741
    Mentioned
    105 Post(s)
    Quoted
    1153 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    Al di là dei battibecchi tra primedonne del venerdì sera, mi sembra innegabile che Tommasi abbia portato una ventata nuova di competenza e soprattutto di personalità. Superate di slancio le tante televenditine incolori e insapori, ha saputo collocare la sua trasmissione subito al livello dei migliori ed è molto probabile che sarà seguito con interesse da una grossa fetta di pubblico. Bisogna anche dire che questa FR pare voler presentare opere di tutto rispetto, evitando le tante inguardabili frattaglie che passano sugli altri canali. La strada sembra quella giusta: un presentatore frizzante e carismatico, un altro (Gea) più misurato ma ugualmente credibile, poche opere ma scelte con cura, grande rispetto per il pubblico che non viene intontito con 'invenzioni' imbarazzanti o promesse fuori dalla grazia di Dio.
    I competitors hanno poco da arrabbiarsi. Farebbero molto meglio a prendere adeguate contromisure per contrastare efficacemente una nuova realtà che a quanto pare vuole lavorare bene.
    È esattamente quello che penso io ed è evidente a tutti i collezionisti che si possono definire come tali e non devono difendere per mal celati ed evidenti interessi personali.
    Chi ha un po’ di esperienza non può più sentire storie impossibili e totalmente inesistenti

  4. #224

    Data Registrazione
    Apr 2020
    Messaggi
    205
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    115 Post(s)
    Potenza rep
    2409209
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    "turlupinato"???

    Turlupinare = imbrogliare, ingannare, raggirare, truffare

    Ossignur, almeno non calpestare l'italiano...
    Hai ragione. Correggo turlupinato,con sfruculiato.

  5. #225

    Data Registrazione
    Apr 2020
    Messaggi
    205
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    115 Post(s)
    Potenza rep
    2409209
    Nunziante , ottima mano e tecnica,con però ,idee poco incisive,e profondità artistica quasi assente.

  6. #226

    Data Registrazione
    Apr 2020
    Messaggi
    205
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    115 Post(s)
    Potenza rep
    2409209
    Accidenti, telemarket é ancora lì!!

  7. #227

    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,254
    Mentioned
    61 Post(s)
    Quoted
    641 Post(s)
    Potenza rep
    17260851
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    Al di là dei battibecchi tra primedonne del venerdì sera, mi sembra innegabile che Tommasi abbia portato una ventata nuova di competenza e soprattutto di personalità. Superate di slancio le tante televenditine incolori e insapori, ha saputo collocare la sua trasmissione subito al livello dei migliori ed è molto probabile che sarà seguito con interesse da una grossa fetta di pubblico. Bisogna anche dire che questa FR pare voler presentare opere di tutto rispetto, evitando le tante inguardabili frattaglie che passano sugli altri canali. La strada sembra quella giusta: un presentatore frizzante e carismatico, un altro (Gea) più misurato ma ugualmente credibile, poche opere ma scelte con cura, grande rispetto per il pubblico che non viene intontito con 'invenzioni' imbarazzanti o promesse fuori dalla grazia di Dio.
    I competitors hanno poco da arrabbiarsi. Farebbero molto meglio a prendere adeguate contromisure per contrastare efficacemente una nuova realtà che a quanto pare vuole lavorare bene.
    Mi fa piacere @accipicchia leggerti favorevole alle trasmissione di Tommasi, e nonostante il fatto che sono rimasto "basito" sul fatto che vendeva Nunziante, per quello che lui oggi afferma in trasmissione ( a proposito grazie a @AlessandroMeis che ha segnalato dove trovarlo), ti chiedo come mai questa conversione e accettazione delle vendite televisive?
    Mi hai sempre colpito perchè il credo che ho trovato nei tuoi post è studiare, visitare musei, girare per gallerie, conoscere artisti e poi ancora studiare. Ora leggo OK al format di FR e Tommasi.
    Ascoltando Tommasi (che mi piace come si pone e nella dialettica) in effetti trovo similitudini al tuo credo ma la domanda è: perchè il collezionista da divano va bene se compra Griffa e non va bene se compra Tozzi?
    La differenza sta come il televenditore si pone nei confronti della telecamera e in quello che dice? Ascoltando una televendita non studio e non vado a parlare con i galleristi.

  8. #228

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,898
    Mentioned
    127 Post(s)
    Quoted
    3174 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da gogojoe Visualizza Messaggio
    Mi fa piacere @accipicchia leggerti favorevole alle trasmissione di Tommasi, e nonostante il fatto che sono rimasto "basito" sul fatto che vendeva Nunziante, per quello che lui oggi afferma in trasmissione ( a proposito grazie a @AlessandroMeis che ha segnalato dove trovarlo), ti chiedo come mai questa conversione e accettazione delle vendite televisive?
    Mi hai sempre colpito perchè il credo che ho trovato nei tuoi post è studiare, visitare musei, girare per gallerie, conoscere artisti e poi ancora studiare. Ora leggo OK al format di FR e Tommasi.
    Ascoltando Tommasi (che mi piace come si pone e nella dialettica) in effetti trovo similitudini al tuo credo ma la domanda è: perchè il collezionista da divano va bene se compra Griffa e non va bene se compra Tozzi?
    La differenza sta come il televenditore si pone nei confronti della telecamera e in quello che dice? Ascoltando una televendita non studio e non vado a parlare con i galleristi.
    Calma , calma, calma. Se vuoi esprimere tue visioni diverse dalle mie va più che benissimo, ma non stravolgere il senso dei miei interventi. Di questi temi ho scritto molto, per cui non intendo riscrivere tutto per l'ennesima volta. Riassumo per chiarezza:
    1) Ho sempre detto che quello che conta è lo studio e l'approfondimento e che non esiste alcuna possibilità di sostituire studio e approfondimento con le televendite. Dalle televendite si impara ben poco, se non, quando va bene, una superficiale informazione sempre da verificare. Sempre, dico sempre, ogni televenditore finisce con 'recitare' la sua parte. Per non dire che la maggioranza dei televenditori sa ben poco, alcuni non sanno proprio niente, e il più delle volte 'straparla'. Purtroppo c'è chi si beve ore e ore di noiosissime tiritere illudendosi di imparare arte.
    2) Ho sempre detto che guardo le televendite facendo zapping durante le pubblicità. Alcune rare volte mi imbatto in discorsi più colti (Vanoni), in aneddoti interessanti (Faccenda) e poco altro. Allora seguo di più, non raramente riportando qui qualche critica.
    3) Il format di Tommasi mi ha colpito per la 'novità'. Ho parlato bene della sua impostazione già alla prima puntata: la prima mezz'ora dedicata all'approfondimento delle logiche di mercato e all'arte contemporanea di respiro internazionale, mi è piaciuta molto. Tu dici che trovi delle similitudini con alcuni punti che tratto io: bene, significa che parla di cose reali, non addomesticate per il proprio tornaconto. Inoltre ho parlato bene della scelta coraggiosa di presentare Davenport. Quando mai avevi visto prima Davenport in televisione? Pensi che sia un artista semplice, nazional popolare?
    4) Il collezionista da divano non mi piace e personalmente non ho comprato mai in televendita. Il mio modo collezionare sviluppando un tema ben preciso, e di cercare per ogni artista che mi interessa l'opera più giusta in assoluto, TENDENZIALMENTE esclude l'acquisto di quello che propina l'imbonitore di turno, chiunque esso sia.
    5) Non è questione di Griffa o non Griffa (la settimana scorsa come potevo sapere che la volta dopo avrebbe presentato un Griffa?) ma di modo di porsi: Tommasi mi piace non solo perchè parla bene, ma perchè segue una sua linea coerente e tutto sommato molto più credibile rispetto a tutti gli altri. Infatti è un gallerista che segue una sua impostazione precisa (probabilmente gli autori che conosce e che frequenta), non il classico trombone che presenta qualsiasi cosa gli facciano trovare appesa, con la stessa fastidiosissima enfasi.

  9. #229

    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,254
    Mentioned
    61 Post(s)
    Quoted
    641 Post(s)
    Potenza rep
    17260851
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    Calma , calma, calma. Se vuoi esprimere tue visioni diverse dalle mie va più che benissimo, ma non stravolgere il senso dei miei interventi. Di questi temi ho scritto molto, per cui non intendo riscrivere tutto per l'ennesima volta. Riassumo per chiarezza:
    1) Ho sempre detto che quello che conta è lo studio e l'approfondimento e che non esiste alcuna possibilità di sostituire studio e approfondimento con le televendite. Dalle televendite si impara ben poco, se non, quando va bene, una superficiale informazione sempre da verificare. Sempre, dico sempre, ogni televenditore finisce con 'recitare' la sua parte. Per non dire che la maggioranza dei televenditori sa ben poco, alcuni non sanno proprio niente, e il più delle volte 'straparla'. Purtroppo c'è chi si beve ore e ore di noiosissime tiritere illudendosi di imparare arte.
    2) Ho sempre detto che guardo le televendite facendo zapping durante le pubblicità. Alcune rare volte mi imbatto in discorsi più colti (Vanoni), in aneddoti interessanti (Faccenda) e poco altro. Allora seguo di più, non raramente riportando qui qualche critica.
    3) Il format di Tommasi mi ha colpito per la 'novità'. Ho parlato bene della sua impostazione già alla prima puntata: la prima mezz'ora dedicata all'approfondimento delle logiche di mercato e all'arte contemporanea di respiro internazionale, mi è piaciuta molto. Tu dici che trovi delle similitudini con alcuni punti che tratto io: bene, significa che parla di cose reali, non addomesticate per il proprio tornaconto. Inoltre ho parlato bene della scelta coraggiosa di presentare Davenport. Quando mai avevi visto prima Davenport in televisione? Pensi che sia un artista semplice, nazional popolare?
    4) Il collezionista da divano non mi piace e personalmente non ho comprato mai in televendita. Il mio modo collezionare sviluppando un tema ben preciso, e di cercare per ogni artista che mi interessa l'opera più giusta in assoluto, TENDENZIALMENTE esclude l'acquisto di quello che propina l'imbonitore di turno, chiunque esso sia.
    5) Non è questione di Griffa o non Griffa (la settimana scorsa come potevo sapere che la volta dopo avrebbe presentato un Griffa?) ma di modo di porsi: Tommasi mi piace non solo perchè parla bene, ma perchè segue una sua linea coerente e tutto sommato molto più credibile rispetto a tutti gli altri. Infatti è un gallerista che segue una sua impostazione precisa (probabilmente gli autori che conosce e che frequenta), non il classico trombone che presenta qualsiasi cosa gli facciano trovare appesa, con la stessa fastidiosissima enfasi.
    Grazie della risposta, non voglio esprimere idee diverse ma siccome non ti sei mai posto in maniera accorata nei confronti di qualcuno e soprattutto nei confronti di una televendita come hai fatto nel post precedente, questo mi ha stupito. Poi personalmente mi rimane in mente Tommasi che presenta Nunziante, ma probabilmente è stato un errore di gioventù.

  10. #230

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,898
    Mentioned
    127 Post(s)
    Quoted
    3174 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da gogojoe Visualizza Messaggio
    Grazie della risposta, non voglio esprimere idee diverse ma siccome non ti sei mai posto in maniera accorata nei confronti di qualcuno e soprattutto nei confronti di una televendita come hai fatto nel post precedente, questo mi ha stupito. Poi personalmente mi rimane in mente Tommasi che presenta Nunziante, ma probabilmente è stato un errore di gioventù.
    Ti confondi. Ho parlato spesso molto bene di Vanoni come unico divulgatore (solo a tratti però, non quando spinge artisti improponibili o ripete le stesse frasi secondo lui ad effetto tipo 'meglio se non lo prenotate, Orler spera che rimanga' o 'stasera evidentemente non ci sono persone interessate a fare un investimento' o 'le altre volte le opere che ho presentato sono state confermate in un minuto') in un mondo fatto per lo più da incompetenti che hanno imparato 'dalla strada' qualche banalità e la ripetono all'infinito senza alcuna capacità critica. Ho ripetuto, e persino l'interessato mi ha risposto, che trovo Faccenda insopportabile quando vende ma straordinario come studioso. Ho scritto che Montini è bravo ma fuori dal mondo con i suoi gorgheggi e il suo ostinato e anacronistico 'loro', 'loro', 'loro'.
    Di altri ho scritto peste e corna (nei limiti - purtroppo - del consentito, perchè avrei voluto scrivere molto di peggio) tanto che un 3D dedicato alle 'sparate' è stato addirittura rimosso e arso al rogo. Ti assicuro quindi che mi sono espresso, eccome. Tommasi per ora (ribadisco: PER ORA) sembra essersi collocato nella fascia più alta della credibilità possibile in televisione.
    Ultima modifica di accipicchia; 21-06-20 alle 10:47

Accedi