Pensando in musica - Pagina 78
Tesla e Apple: titoli in calo dopo bilanci IV trimestre. Mercati drogati di buy chiedono ormai sempre di più
Tesla ed Apple sotto pressione a Wall Street dopo la diffusione dei risultati di bilancio relativi al quarto trimestre del 2020. Per la prima volta in più di un anno, …
Con Orcel UniCredit-Mps Mission ancora più Impossible? Banco BPM un rischio per il Tesoro, che valuta ormai ultime spiagge
Nessun rally di UniCredit dopo l'indicazione del cda sul nuovo AD che, così come da indiscrezioni, sarà Andrea Orcel. Il titolo è sotto pressione a Piazza Affari, vittima anche del …
Investor sentiment di UBS: tre preoccupazioni assillano gli investitori italiani (che però guardano con ottimismo ai mercati azionari)
Nel quarto trimestre la view degli investitori italiani verso l’economia del proprio paese è ottimista per il 71% degli investitori italiani intervistati se si guarda al breve periodo (12 mesi), in aumento …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #771
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,697
    Mentioned
    76 Post(s)
    Quoted
    540 Post(s)
    Potenza rep
    21959545
    Citazione Originariamente Scritto da Brusco Visualizza Messaggio
    È molto interessante la terminologia, USARE l'arte. Non l'avevo mai associata a questo verbo. Restando un attimo sulla musica (sii paziente), nella mia esperienza, lunga oltre i 50 anni ormai, l'ho fatta, ne ho scritto e ne scrivo, ne ascolto/sento a vagonate, e cmq ci sono sempre lacune da colmare e cose nuove da scoprire. Per le arti figurative, che a te sono più confacenti e dove quindi sei tu a intimorirmi) il discorso è analogo.
    Usare l'arte, è interessante, ci penso su...

    Cosa sarebbe la musica, se non qualcosa che è in nostra funzione?

    Lo stesso l'Arte. Che risponde a nostre domande. Ma potrei dire anche le altre persone.

    E' uso e utilità che ne ricaviamo, per il mio modo di vedere

    (Io non intimorisco proprio nessuno comunque )

  2. #772
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    7,523
    Mentioned
    209 Post(s)
    Quoted
    1431 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Mi inserisco per riprendere un argomento ancora aperto...

    Citazione Originariamente Scritto da Brusco Visualizza Messaggio
    Edit: di Milhaud non ho sentito molto, ma ho la sensazione che spesso prenda un po' in giro l'ascoltatore, e anche qui...
    La presa in giro dell'ascoltatore può essere un problema genetico.

    Tra le caratteristiche del gruppo dei sei si legge...
    "aggiungendovi uno spirito nazionalista che tendeva alla rifondazione della musica nazionale francese."
    Ciao!!

    Ps, quindi rispondiamo da italioti rigorosamente al pianoforte. ..


  3. #773
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    7,523
    Mentioned
    209 Post(s)
    Quoted
    1431 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Ps, approfitto per due "note" biografiche...


    Conobbe Claude Debussy, Erik Satie e Jean Cocteau ed entrò a far parte del Gruppo dei Sei (con Honegger, Auric, Tailleferre, Durey e Poulenc).

    La sua produzione creativa, intensa dal 1920 in poi, andò progressivamente affrancandosi dalla poetica del “gruppo”, accogliendo in una sintesi del tutto inedita diverse suggestioni musicali, da quelle del folklore sudamericano, che il musicista aveva avuto modo di studiare, a quelle del jazz, dalla musica politonale al neoclassicismo.

    Quando morì nel 1974, Luciano organizzò e diresse un concerto della sua musica al Théâtre d'Orsay.
    Ex studenti di Milhaud, come Betsy Jolas e Gilbert Amy, hanno cantato, tra gli altri, nel coro di La mort d'un Tyran.

    Berio gli dedicherà Passaggio (1961-62).


  4. #774
    L'avatar di Brusco
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    5,259
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    975 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da techne Visualizza Messaggio
    Cosa sarebbe la musica, se non qualcosa che è in nostra funzione?

    Lo stesso l'Arte. Che risponde a nostre domande. Ma potrei dire anche le altre persone.

    E' uso e utilità che ne ricaviamo, per il mio modo di vedere

    (Io non intimorisco proprio nessuno comunque )
    Ha ha ha scherzavo ovviamente, parafrasavo il tuo post di stamattina

  5. #775
    L'avatar di Brusco
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    5,259
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    975 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Antipole Visualizza Messaggio
    Mi inserisco per riprendere un argomento ancora aperto...


    La presa in giro dell'ascoltatore può essere un problema genetico.

    Tra le caratteristiche del gruppo dei sei si legge...
    "aggiungendovi uno spirito nazionalista che tendeva alla rifondazione della musica nazionale francese."
    Ciao!!

    Ps, quindi rispondiamo da italioti rigorosamente al pianoforte. ..
    ah vedi, allora qualcosina di vero forse c'è, forse più grandeur che presa in giro, ma vabbè...

    invece il buon Paolone è 100% garantito, quale miglior risposta

  6. #776
    L'avatar di Brusco
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    5,259
    Mentioned
    8 Post(s)
    Quoted
    975 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Antipole Visualizza Messaggio
    Ps, approfitto per due "note" biografiche...


    Conobbe Claude Debussy, Erik Satie e Jean Cocteau ed entrò a far parte del Gruppo dei Sei (con Honegger, Auric, Tailleferre, Durey e Poulenc).

    La sua produzione creativa, intensa dal 1920 in poi, andò progressivamente affrancandosi dalla poetica del “gruppo”, accogliendo in una sintesi del tutto inedita diverse suggestioni musicali, da quelle del folklore sudamericano, che il musicista aveva avuto modo di studiare, a quelle del jazz, dalla musica politonale al neoclassicismo.

    Quando morì nel 1974, Luciano organizzò e diresse un concerto della sua musica al Théâtre d'Orsay.
    Ex studenti di Milhaud, come Betsy Jolas e Gilbert Amy, hanno cantato, tra gli altri, nel coro di La mort d'un Tyran.

    Berio gli dedicherà Passaggio (1961-62).
    Del gruppo dei 6, invero ritengo che solo il primo abbia lasciato un segno importante nella storia della musica. Molto belli in particolare i suoi quartetti per archi, per cui vedo Berio e rilancio
    Arthur Honegger: Quartetto per archi n.2 (H. 103) (1934/1936) - YouTube

    Solo un cenno anche per il didascalico Pacific 231

  7. #777

    Data Registrazione
    Jan 2020
    Messaggi
    89
    Mentioned
    4 Post(s)
    Quoted
    43 Post(s)
    Potenza rep
    1583520
    Sarebbe bello anche postare pezzi presi da album con opere d'arte in copertina, a parte la famosa banana dei VU di Wharol
    ad esempio questa:
    Teen Age Riot - YouTube

  8. #778
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,697
    Mentioned
    76 Post(s)
    Quoted
    540 Post(s)
    Potenza rep
    21959545
    Citazione Originariamente Scritto da giorgiova Visualizza Messaggio
    Sarebbe bello anche postare pezzi presi da album con opere d'arte in copertina, a parte la famosa banana dei VU di Wharol
    ad esempio questa:
    Teen Age Riot - YouTube

    @Antipole ne ha già ricordate diverse

    A me sono rimaste impresse le copertine dei Pink Floyd:

    La storia e i segreti dietro le copertine dei Pink Floyd - R3M

    Pink Floyd, la storia vista attraverso le copertine degli album – Sussurrandom


    e qui una immagine (che aveva appunto già postato @Antipole, mi scuso se non riesco a trovare il suo post in cui spiegava anche un pò di roba in materia di rifrangenza e percezione del colore.... ) dall'album The dark side of the moon:

    https://upload.wikimedia.org/wikiped...dispersion.png

    La questione della mera riproduzione di opere è - comunque - sempre un pò controversa, poiché presuppone il pagamento dei relativi diritti di autore (In Italia per 70 anni dalla morte dell'Artista, in altri Paesi non so).

    Altrettanto controverse sono talune immagini, che pongono spesso la domanda se possano costituire plagio (o quantomeno violazione dei diritti d'autore) o no, certe riproduzioni che richiamano l'opera figurativa di taluni Artisti.

    Tempo fa abbiamo parlato di Emilio Isgrò e Rogers Waters:

    √ Roger Waters, chiusa pacificamente la causa con Emilio Isgro | News | Rockol

    per questa copertina:

    https://www.rollingstone.it/wp-conte...eally-want.jpg

    Chiudo con un video e una bella canzone i cui riferimenti all'arte optical sono più che evidenti

    https://www.youtube.com/watch?v=VbQqV8_Ykow

  9. #779
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    7,523
    Mentioned
    209 Post(s)
    Quoted
    1431 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Riprendo il "filo" del discorso...
    Ciao!! a tutti.
    Ps, per i Pink Floyd messaggio #49Un’Arte Concettuale con colore ed estetica

    La camera da letto della protagonista, squilla il telefono.
    È una telefonata che, con alcune interruzioni, si protrarrà per tutta la durata dell’opera...

    La donna racconta la sua giornata trascorsa con un’amica, ma l’atmosfera si fa presto tesa a causa delle risposte che arrivano dall’altro capo del filo.

    Tra i due è in corso il tentativo di smascherare le reciproche bugie...


  10. #780
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    7,523
    Mentioned
    209 Post(s)
    Quoted
    1431 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Cocteau stesso ebbe a dire che il suo dramma La voix Humaine stava trovando la definitiva fisionomia nell'opera di Poulenc.

    Moltissimi anni dopo la telefonata continua...


Accedi