Collezionismo d'elite
L?esposizione sostenibile anche negli ETF obbligazionari High Yield
Tre nuovi ETF con la firma di Lyxor con un’esposizione sostenibile alle obbligazioni High Yield (segmenti USD High Yield, EUR High Yield e Global High Yield). I tre ETF, quotati …
Gentiloni: ‘Italia ancora in squilibrio macroeconomico eccessivo, debito non cala’. Su coronavirus attenti al panico
L'Italia rimane in una condizione di squilibrio macroeconomico eccesivo, con il debito pubblico che continua a non scendere. "In Italia il rapporto debito pubblico-Pil è ancora in aumento, sebbene i …
Effetto coronavirus non risparmia nessuno, travolta anche Enel ma il quadro grafico resiste
Nemmeno le utilities non riescono a schivare l?ondata di vendite che ha travolto Piazza Affari nelle ultime sedute per la diffusione del coronavirus in Italia, seppur evidenziando maggior resilienza. Il …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di blackcity
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    3,690
    Mentioned
    91 Post(s)
    Quoted
    1637 Post(s)
    Potenza rep
    42949678

    Collezionismo d'elite

    Prendo spunto da un post di acci (La domanda nasce spontanea...) per chiedervi: quali sono secondo voi gli artisti che hanno un mercato talmente controllato da parte delle rispettive gallerie di riferimento al punto da renderli praticamente impossibili da trovare in giro o in asta con lavori significativi?
    Questa strategia ripaga nel tempo o si rischia di farli cadere nell'oblio?

    Faccio i primi tre nomi che mi vengono in mente, solo uno è italiano: Acconci, Kawara, Spalletti.

  2. #2
    L'avatar di eelle25
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    1,720
    Mentioned
    47 Post(s)
    Quoted
    727 Post(s)
    Potenza rep
    33423764
    Sassolino, Samorì

  3. #3
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    28,683
    Mentioned
    165 Post(s)
    Quoted
    6156 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Giovanni Anselmo, Luciano Fabro, Emilio Prini (poveristi)
    confermo Vito Acconci (evitando pacchianate fatte per il mercato) e aggiungo cosette storiche di Gilbert & George.

    Confermo ovviamente Spalletti e ci aggiungo Roman Opalka e Claudio Parmiggiani, ma anche
    Jan Schoonhoven ed Emilio Villa (senza fare un minestrone troppo variegato; che già ho comunque fatto, vero?)

    Infine, se mi devo allargare ancora, mi spingo con
    Ian Wilson un mio sogno nel cassetto

    Solo per alcuni cicli anni settanta innegabile la presenza di John Baldessari, Andrè Cadere, Robert Barry e Daniel "Dan" Graham.

    Ah, dimenticavo magari un paio di sculture dai, magari di Medardo Rosso e di Adolfo Wildt.


    Non sono certo tutti artisti che fanno molto rumore nei record price ma in collezioni elitarie fanno la loro dignitosa figura

    uscendo dai miei gusti personali innegabile citare Enzo Cucchi

  4. #4

    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    422
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    144 Post(s)
    Potenza rep
    14695052
    Paolini e, nel suo piccolo, de marchi.

  5. #5

    Data Registrazione
    May 2004
    Messaggi
    1,310
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    151 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    Giovanni Anselmo, Luciano Fabro, Emilio Prini (poveristi)
    confermo Vito Acconci (evitando pacchianate fatte per il mercato) e aggiungo cosette storiche di Gilbert & George.

    Confermo ovviamente Spalletti e ci aggiungo Roman Opalka e Claudio Parmiggiani, ma anche
    Jan Schoonhoven ed Emilio Villa (senza fare un minestrone troppo variegato; che già ho comunque fatto, vero?)

    Infine, se mi devo allargare ancora, mi spingo con
    Ian Wilson un mio sogno nel cassetto

    Solo per alcuni cicli anni settanta innegabile la presenza di John Baldessari, Andrè Cadere, Robert Barry e Daniel "Dan" Graham.

    Ah, dimenticavo magari un paio di sculture dai, magari di Medardo Rosso e di Adolfo Wildt.


    Non sono certo tutti artisti che fanno molto rumore nei record price ma in collezioni elitarie fanno la loro dignitosa figura

    uscendo dai miei gusti personali innegabile citare Enzo Cucchi
    forse black, si riferiva ad artisti anagraficamente meno in là e più di qua

    Con Enzo siamo mooooolto amici , lo hai già incontrato?

  6. #6

    Data Registrazione
    May 2004
    Messaggi
    1,310
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    151 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da eelle25 Visualizza Messaggio
    Sassolino, Samorì
    condivido.tra l'altro mi risulta si stimino molto positivamente

  7. #7
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    28,683
    Mentioned
    165 Post(s)
    Quoted
    6156 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da Saffada Visualizza Messaggio
    Con Enzo siamo mooooolto amici , lo hai già incontrato?
    complimentisssimi
    mai avuto il piacere e l'onore.

  8. #8

    Data Registrazione
    May 2004
    Messaggi
    1,310
    Mentioned
    15 Post(s)
    Quoted
    151 Post(s)
    Potenza rep
    42949688
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    complimentisssimi
    mai avuto il piacere e l'onore.
    complimenti per cosa? lol
    siam tutti esseri umani ,artisti compresi !

  9. #9
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,229
    Mentioned
    78 Post(s)
    Quoted
    2202 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Tutti quelli che hanno scelto una via internazionale si vedono poco nelle sessioni d'asta, anche se non le seguo costantemente, non so se per scelta, perchè seguiti da gallerie blindate, se per centellinare la produzione, anche se questi ingredienti credo coesistano un pò in tutti. Forse dovremo farci anche qualche domanda sul significato di gran parte delle aste nostrane.

    Anche a me è venuto in mente Sassolino oltre a Spalletti tra quelli citati, in fascia alta Stingel e Vezzoli, di Nunzio e Tirelli poco e/o poco significativo, anche Pivi (pur non amandola), tra i datati noto che Merz è molto meno presente di altri poveristi, non so se per "ragioni di galleria" o altre motivazioni.
    Ultima modifica di Loryred; 08-01-20 alle 14:50

  10. #10

    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    315
    Mentioned
    27 Post(s)
    Quoted
    132 Post(s)
    Potenza rep
    10876220
    Ricordo lui che mi viene in mente di associare alla parola elitario, anche se qualche passaggio in asta lo ha avuto.

    "La pittura, il quadro sono una realtà, come sono realtà le cose in cui viviamo, di cui viviamo e ci circondano, noi siamo realtà e l’universo è noi, non solo dentro di noi, cioè noi, la pittura e' la sostanza della esperienza quotidiana di vita".

    Tancredi Parmeggiani.

Accedi