Televendite V+I - Pagina 32
Lunedì da incubo per Borsa Italiana, mai così male da Brexit. L’Italia diventa epicentro del panic selling globale
Era dalla Brexit che non si vedevano cali così marcati in chiusura per Piazza Affari. L?indice Ftse Mib è arrivato a cedere oltre il 6 per cento nel corso della …
Titoli banche Usa, Buffett ci crede ancora: ‘business fantastico’. Il suo consiglio sul coronavirus
“Sono molto positivo riguardo ai titoli delle banche (riferimento alle banche Usa) che deteniamo nel nostro portafoglio. Sono molto appetibili rispetto alla maggior parte delle altre azioni”. A dirlo non …
Alert coronavirus riporta spettro recessione anche in Usa: attenti a soglia pericolo Treasuries
Attenzione a questa soglia clou per rendimenti dei Treasuries Usa a 10 anni: se i tassi decennali dovessero capitolare al di sotto di questo livello, allora sì che i timori …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #311
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    8,109
    Mentioned
    119 Post(s)
    Quoted
    3510 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Cento Arte Visualizza Messaggio
    Le musiche in televendita non si possono sentire.
    Hai provato alzando il volume?

  2. #312

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    2,142
    Mentioned
    94 Post(s)
    Quoted
    942 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    Striscioni, standing ovation, televisori sottobraccio, partecipazione a stand, contro-manifestazioni
    Certo che siete proprio forti eh
    Nulla di tutto ciò please

    [E ricordiamoci che, se vogliamo parlare di potenzialità di investimento in arte, il "cosa" è l'aspetto più centrale, ossia la somma tra l'artista e un'opera di qualità pagata il giusto (gli affari sulle opere di qualità sono una mosca bianca), dopo di che il tempo dirà.
    Qui invece ci si focalizza molto sul "dove", quando il nodo principale è riuscire ad individuare il "cosa", in un settore in cui la maggiorparte si accontenta di una firma o non ha un occhio sufficientemente allenato per riconoscere la qualità di un determinato artista.

    Potrei dilungarmi, anche considerato che la domenica si addice alle pappardelle, ma mi fermo qui.

    Buongiorno Biagio, e buongiorno a tutti. Io ho già più volte parlato appunto di qualità (quella qualità sempre decantata dai televenditori di turno) che è già rara da trovare ed è rarissima da riscontrare in televendita. Quello che invece può essere in linea con le opere di qualità è sempre il prezzo, i collezionisti dovrebbero capire che i quadri di grande qualità sono rari, spesso se si dice che sono già tutti appesi si sbaglia poco. Le televendite offrono nel 90% dei casi opere di qualità inferiore a prezzi da grande qualità, è questo il punto, se poi aggiungiamo tutti gli artigiani di scuderia che vengono definiti grandi maestri richiesti in tutto il mondo…..

  3. #313

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    2,142
    Mentioned
    94 Post(s)
    Quoted
    942 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Apro poi un altro capitolo che riguarda tutto il mercato, i quadri restaurati venduti come perfetti……, che ne dici Alessandro?

  4. #314
    L'avatar di blackcity
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    3,683
    Mentioned
    91 Post(s)
    Quoted
    1630 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Sattin Visualizza Messaggio
    Buongiorno Biagio, e buongiorno a tutti. Io ho già più volte parlato appunto di qualità (quella qualità sempre decantata dai televenditori di turno) che è già rara da trovare ed è rarissima da riscontrare in televendita. Quello che invece può essere in linea con le opere di qualità è sempre il prezzo, i collezionisti dovrebbero capire che i quadri di grande qualità sono rari, spesso se si dice che sono già tutti appesi si sbaglia poco. Le televendite offrono nel 90% dei casi opere di qualità inferiore a prezzi da grande qualità, è questo il punto, se poi aggiungiamo tutti gli artigiani di scuderia che vengono definiti grandi maestri richiesti in tutto il mondo…..
    Questa discussione è diventata di una noia mortale, adesso scrivi sta cosa così Biagio ripeterà per la 100esima volta la sua posizione e tu per la 101esima la tua.

    Inoltre non consideri che negli ultimi mesi sono passati in televendita opere di artisti "d'elite" e di qualità museale come, per citare le prime che mi vengono in mente: Josef Albers con un Homage to the square (che si vede solitamente solo alle aste di punta delle major), Maurizio Nannucci, Ettore Spalletti e potrei andare avanti.

    Volete un nuovo argomento di discussione?
    Le tre televendite di punta si sono incontrate a cena una decina di giorni fa con i tre rispettivi rappresentanti, cosa si sono detti?
    Questo è un argomento interessante.

  5. #315

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    2,142
    Mentioned
    94 Post(s)
    Quoted
    942 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Black se ti annoia leggi altre discussioni, è semplice no. Le opere da te citate erano di bassa qualità per me, assolutamente.

  6. #316
    L'avatar di blackcity
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Messaggi
    3,683
    Mentioned
    91 Post(s)
    Quoted
    1630 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Sattin Visualizza Messaggio
    Black se ti annoia leggi altre discussioni, è semplice no
    Ma almeno ti rendi conto che state reiterando la stessa discussione da mesi, senza aggiungere niente e senza che qualcuno avvicini l'altro alle proprie posizioni, si?

  7. #317

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    2,142
    Mentioned
    94 Post(s)
    Quoted
    942 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da blackcity Visualizza Messaggio
    Ma almeno ti rendi conto che state reiterando la stessa discussione da mesi, senza aggiungere niente e senza che qualcuno avvicini l'altro alle proprie posizioni, si?
    Se rileggi bene il discorso qualità è stato inserito da Biagio solo nell'ultimo post, però se l'argomento non ti interessa capisco la tua disattenzione ma non te ne faccio una colpa.

  8. #318
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    8,109
    Mentioned
    119 Post(s)
    Quoted
    3510 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Dai, allora intervengo nuovamente per fare un dispetto a blackcity

    La mia opinione, più volte ribabadita (ahimè per chi legge ) è che a generalizzare si sbaglia, perchè - parlando in termini di potenziale investimento - appunto si può comperare bene ovunque e allo stesso modo si può comprare male ovunque. Il punto centrale è infatti il "cosa" si compra e non il "dove", perchè le cose giuste possono capitare dappertutto. Naturalmente bisogna avere l'intuito e la fortuna di individuarle.

    Vorrei fare un esempio:
    una quindicina di anni fa sono andato molto vicino a comperare un Bonalumi da Orler durante uno degli speciali.
    Tela blu, primi anni '70, 100x70 cm, prezzo circa 12.000 euro (che poi forse a 10 si portava a casa). Cifra già importante, ma rateizzabile anche in 4 anni...
    Qualcuno avrà quell'opera in casa.
    Può essere che un'opera "analoga" in asta si comprasse a meno. Diciamo 6.000 euro? 7.000? 8.000? OK, va bene.
    Oggi un'opera così, nonostante il calo di quotazioni, quanto vale? 60.000? 70.000? 80.000 Forse anche di più. E a un certo punto probabilmente ben oltre i 100k.

    Nello stesso periodo ci sarà stato sicuramente qualcuno che avrà comprato in asta ad esempio una tela delle ultime di Migneco a 12.000 euro, pagandola ipoteticamente 30-40-50% meno che in galleria. Certamente l'acquirente avrà pensato di avere comperato bene risparmiando rispetto a gallerie/telvendite. Un "affare". Ed è sicuramente vero che nell'immediato ha ipoteticamente risparmiato al momento dell'acquisto. Ma quanto recupera oggi?

    Questo è quello che sto cercando di argomentare, ossia che la centralità è dell'opera. E della qualità.
    Un'opera giusta (sempre a patto di saper riuscire a individuarla e di avere un po' di fortuna) non è un problema se la si paga più che in asta a a volte può andar bene anche a prezzo pieno di galleria senza sconto.
    La differenza sta tra l'averla e il non averla.
    Perchè se l'opera è giusta e l'artista è giusto, poi il resto lo farà il tempo.

    Pensiamo ai monocromi di Schifano da Marconi: galleria che ha sempre tenuto i listini solidi su tutte le opere, con sconti quansi inesistenti, e prezzi completamente diversi dalle aste. Eppure, chi avesse comperato negli anni '90 o 2000 a prezzi pieno, oggi si troverebbe con un'opera che vale 10 o 20 o 30 volte di più.
    Di certo quelle opere non le avranno comperate quelli che pensano che le gallerie siano care.

    D'accordo che potendo scegliere, è meglio comprare a un prezzo giusto, ma non è detto che un risparmio nel presente si traduca in un vantaggio nel tempo. A volte si, a volte no. Dipende da cosa si compra.

    Uscendo un attimo dal mero discorso di "potenziale investimento", le opere veramente belle (sempre sapendole individuare, che non è poi una cosa nè scontata nè automatica), mettiamoci in testa che non solo si pagano parecchio ovunque, ma è proprio giusto che si debbano pagare più delle altre. E chi le vuole, le paga.
    E ci sarà sempre qualcuno disposto a pagare di più per un'opera super, anche per il solo puro godimento e a prescindere se possano o meno essere un investimento.

  9. #319
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,226
    Mentioned
    78 Post(s)
    Quoted
    2200 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da blackcity Visualizza Messaggio
    ... Inoltre non consideri che negli ultimi mesi sono passati in televendita opere di artisti "d'elite" e di qualità museale come, per citare le prime che mi vengono in mente: Josef Albers con un Homage to the square (che si vede solitamente solo alle aste di punta delle major), Maurizio Nannucci, Ettore Spalletti e potrei andare avanti.

    Volete un nuovo argomento di discussione?
    Le tre televendite di punta si sono incontrate a cena una decina di giorni fa con i tre rispettivi rappresentanti, cosa si sono detti?
    Questo è un argomento interessante
    .
    A memoria mi pare sempre sia passato di tutto, anche lavori importanti di artisti quotati dai Castellani ai bellissimi Christo, a lavori di Griffa dei periodi giusti per citarne alcuni, come Uncini proposto in outlet e autori minori o di scuderia, non sono assidua ma non trovo grandi differenze nel tempo.

    Sul punto evidenziato senza altri dettagli che c'è da aggiungere se non prenderne atto?!

  10. #320
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    4,586
    Mentioned
    136 Post(s)
    Quoted
    948 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Citazione Originariamente Scritto da blackcity Visualizza Messaggio
    Le tre televendite di punta si sono incontrate a cena una decina di giorni fa con i tre rispettivi rappresentanti, cosa si sono detti?
    Che il Cesare's corner andrà a reti unificate...
    Ciao!!

Accedi