Fondazioni di artisti vivi: opinioni
Zavorra tassi negativi per le banche, le italiane limitano danni rispetto a costi monstre per le tedesche
Le banche europee hanno pagato alla BCE 25 miliardi di euro di interessi, inclusi i 6,7 miliardi del 2019. Le più penalizzate le banche tedesche che hanno pagato un terzo …
Per Telecom Italia gennaio da incubo, già -11% e titolo ripiomba sotto 0,50 euro. Parole Gubitosi su rete unica non convincono mercato
Non bastano le dichiarazioni incoraggianti dell’ad Luigi Gubitosi per risollevare il titolo Telecom. Anche oggi segna un calo di circa mezzo punto percentuale, tornando sotto quota 50 centesimi. Bloomberg ha …
Christine Lagarde conferma la sua natura di gufo. E garantisce una Bce green
Che si voglia smarcare dalla platea piuttosto nutrita di falchi e colombe e che in generale voglia distinguersi, è piuttosto evidente. Christine Lagarde, numero uno della Bce, si presenta alla …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di Jumpfree
    Data Registrazione
    Sep 2019
    Messaggi
    456
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    229 Post(s)
    Potenza rep
    7811313

    Fondazioni di artisti vivi: opinioni

    Ma voi non pensate che ci siano artisti vivi che hanno creato la propia fondazione per dare un immagine di artista consacrato?

    Io più di una volta ho avuto questa sensazione...

  2. #2

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,382
    Mentioned
    102 Post(s)
    Quoted
    2801 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Jumpfree Visualizza Messaggio
    Ma voi non pensate che ci siano artisti vivi che hanno creato la propia fondazione per dare un immagine di artista consacrato?

    Io più di una volta ho avuto questa sensazione...
    In qualche caso può essere così. Ma preferisco pensare che per i più sia una forma di rispetto per i collezionisti. Un mercato ordinato è un grande valore aggiunto. Per chiunque.

  3. #3
    L'avatar di Jumpfree
    Data Registrazione
    Sep 2019
    Messaggi
    456
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    229 Post(s)
    Potenza rep
    7811313
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    In qualche caso può essere così. Ma preferisco pensare che per i più sia una forma di rispetto per i collezionisti. Un mercato ordinato è un grande valore aggiunto. Per chiunque.
    Sí, ma costituirsi fondazione per questo?

  4. #4

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,382
    Mentioned
    102 Post(s)
    Quoted
    2801 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Jumpfree Visualizza Messaggio
    Sí, ma costituirsi fondazione per questo?
    Si prendono per tempo

  5. #5

    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    1,561
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    689 Post(s)
    Potenza rep
    23091366
    [QUOTE=accipicchia;53582097]In qualche caso può essere così. Ma preferisco pensare che per i più sia una forma di rispetto per i collezionisti. Un mercato ordinato è un grande valore aggiunto. Per chiunque.[/QUOTE

    Il mercato ordinato innanzitutto deve partire dall'artista. Poi dai suoi galleristi e di conseguenza anche dai collezionisti. Una Fondazione per artisti viventi sinceramente non so cosa possa essere come valore aggiunto.

  6. #6
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    5,456
    Mentioned
    239 Post(s)
    Quoted
    2452 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    se io fossi un artista avveduto sceglierei le persone che continueranno il mio percorso quando io non ci sarò più.
    Lascerei un archivio ordinato, fotografico, digitale e magari un bel catalogo aggiornato, magari on line consultabile gratuitamente.
    Verserei l'IVA al 10% quando vendo un'opera.
    Fantasia? Nel 90% dei casi si.

  7. #7

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    2,017
    Mentioned
    89 Post(s)
    Quoted
    903 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Un Artista serio deve pensare al futuro, per la sua onorabilità in primis e poi per tutto il resto compresi i collezionisti. Lo faccia in tutte le forme ed i modi che preferisce, l'importante è che lo faccia e seriamente.

  8. #8
    L'avatar di arte povera
    Data Registrazione
    May 2014
    Messaggi
    1,738
    Mentioned
    21 Post(s)
    Quoted
    494 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Sattin Visualizza Messaggio
    Un Artista serio deve pensare al futuro, per la sua onorabilità in primis e poi per tutto il resto compresi i collezionisti. Lo faccia in tutte le forme ed i modi che preferisce, l'importante è che lo faccia e seriamente.
    tutti lo vorrebbero, ma non esiste artista serio o meno, esistono gli artisti, anzi, per citarne alcuni, come il gruppo di Roma (Schifano, Festa, Angeli, questi soprattutto), vivevano senza regole, da artisti veri e "poco seri" (senza curare il mercato ect...) come invece viceversa avrebbero voluto i collezionisti.

  9. #9

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,382
    Mentioned
    102 Post(s)
    Quoted
    2801 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da arte povera Visualizza Messaggio
    tutti lo vorrebbero, ma non esiste artista serio o meno, esistono gli artisti, anzi, per citarne alcuni, come il gruppo di Roma (Schifano, Festa, Angeli, questi soprattutto), vivevano senza regole, da artisti veri e "poco seri" (senza curare il mercato ect...) come invece viceversa avrebbero voluto i collezionisti.
    Questa è una visione un po' antiquata. Una volta c'erano gli artisti maledetti, degli sbandati, o gli artisti bohemiens, dei poveracci e magari ubriaconi, e altri artisti emeriti ignoranti o mezzi matti o disadattati. Da qualche tempo non è più così: possiamo rimpiangere epoche più romantiche, ma oggi gli artisti sanno benissimo come fare, sono persone colte, a volte dei veri e propri intellettuali, dei professionisti che hanno scelto di fare arte. In molti casi sono perfettamente organizzati e consapevoli del loro ruolo. Personalmente considero SOLO questo tipo di artisti. Altri che volessero vivere fuori dal mondo di oggi, credo che ormai potrebbero fare ben poca strada.

    P.S. Provo a prevenire le solite obiezioni: lo so che sto generalizzando, lo so che ci sono le eccezioni, lo so che non può essere tutto o bianco o nero. Ma in generale il mondo di oggi è PER TUTTI molto più organizzato e anche gli artisti ne devono tener conto, di conseguenza.

  10. #10
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    4,594
    Mentioned
    164 Post(s)
    Quoted
    1498 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    L'Artista " maledetto " alla Gauguin o Modigliani, o molti altri, gran bevitori di assenzio & affini ..oggi, in effetti, non ha vita facile, è semplicemente cambiata la società ...chi si ostina su questa strada pensando, magari, di riuscire ad emergere proprio in virtù di un modo di vivere da drop out ...non penso possa andare molto lontano, che poi si tratti di una perdita di " romanticismo " può anche essere, ma tant'è ...provate a mettervi per strada, con un po' di quadri, un bottiglione di Lambrusco a fare l'artista, senza avere i permessi necessari, aver pagato il plateatico e poi mi dite quanto durate ...

Accedi