opere da major o da museo? - Pagina 5
Dna bond centrico dell’Italia anche negli ETF. Tutti i numeri record del 2019
Ennesimo anno di forte crescita per l’ETFplus con nuovo record di strumenti quotati in un singolo anno. Il mercato di Borsa Italiana dedicato a ETF, ETC ed ETN chiude il …
Poste Italiane: per analisti il modello diversificato è solido pilastro per crescita futura e dividendi più generosi
Il modello di business diversificato di Poste Italiane consente al gruppo di adattarsi efficacemente alle mutevoli condizioni di mercato, fornire buoni risultati e offrire una politica dei dividendi remunerativa. Gli …
Elezioni Emilia Romagna, fattore Borgonzoni davvero capace di mandare a casa il governo?
Lo tsunami Lucia Borgonzoni ci sarà davvero? Davvero una eventuale vittoria della candidata della Lega di Matteo Salvini potrebbe innescare una crisi di governo? Gli analisti di Barclays presentano due …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #41

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,382
    Mentioned
    102 Post(s)
    Quoted
    2801 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Kiappo Visualizza Messaggio
    ..Non sembra nè fantasioso nè irreale..è semplicemente il tuo metodo ( Accipicchia ) e di chi la pensa come te. Ma esistono altre specie di Collezionisti, sicuramente meno " rigorosi " e non mi sembra giusto catalogarli come " Volpi di Fedro " ...Non mi sembra che esista il Pensiero Unico del Grande Collezionista ...Non riesco a capire perchè una persona, sicuramente acculturata come te, non " sopporti " che esistono altre vie al Collezionare Arte..Buona serata.
    Guarda che non mi riferivo a chi compricchia qualche quadro, ma a chi ne accumula un bel po’. Hai idea di quanta gente ha centinaia di quadri ammassati dappertutto? Secondo te costoro li comprano per goderseli riempiendo garage e cantine? Dai per favore

  2. #42
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    28,413
    Mentioned
    161 Post(s)
    Quoted
    6013 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Io procedo.
    Forse ci vorrebbe tanto “Coraggio” (mai vista la sua opera immensa al Castello di Rivoli, così intitolata ?) a citare Enzo Cucchi, uno “fieramente antimoderno”.
    Potrei menzionare di qualche piccolo museo come Kunsthalle, Guggenheim, Stedelijk, Tate Gallery, Würth di Künzelsau, oppure dire di Documenta 7 a Kassel o lo Zeitgeist a Berlino.
    Ma anche una personale da Paul Maenz a Colonia, un paio da Sperone Westwater Fischer, qualcosa da Bruno Bischofberger, tanto è arrivato pure al Louisiana di Copenaghen.

    E temo andreste a gogolare una di quelle ridicole banche dati delle aste per farmi notare se mi sono bevuto il cervello una ventina di giorni prima di natale, visto che costa poco più di un buon pennacchio di un albero addobbato a festa

    Seppoi noterete i suoi disegni, passati in asta a poco e che paiono opere minori, vi rammento che Guggenheim presentò due sculture a terra e un mucchio di piccoli disegni su una sola parete, lasciando lo spazio fondamentalmente vuoto.

    Detto ciò non è un Artista che rientra nelle mie voglie, ma certo è entrato in quelle di importanti istituzioni, o no?

  3. #43
    L'avatar di eelle25
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    1,621
    Mentioned
    45 Post(s)
    Quoted
    684 Post(s)
    Potenza rep
    31610124
    Ahah... Secondo te costoro li comprano per goderseli riempiendo garage e cantine? Dai per favore

  4. #44

    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    422
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    144 Post(s)
    Potenza rep
    14695052
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    Io procedo.
    Forse ci vorrebbe tanto “Coraggio” (mai vista la sua opera immensa al Castello di Rivoli, così intitolata ?) a citare Enzo Cucchi, uno “fieramente antimoderno”.
    Potrei menzionare di qualche piccolo museo come Kunsthalle, Guggenheim, Stedelijk, Tate Gallery, Würth di Künzelsau, oppure dire di Documenta 7 a Kassel o lo Zeitgeist a Berlino.
    Ma anche una personale da Paul Maenz a Colonia, un paio da Sperone Westwater Fischer, qualcosa da Bruno Bischofberger, tanto è arrivato pure al Louisiana di Copenaghen.

    E temo andreste a gogolare una di quelle ridicole banche dati delle aste per farmi notare se mi sono bevuto il cervello una ventina di giorni prima di natale, visto che costa poco più di un buon pennacchio di un albero addobbato a festa

    Seppoi noterete i suoi disegni, passati in asta a poco e che paiono opere minori, vi rammento che Guggenheim presentò due sculture a terra e un mucchio di piccoli disegni su una sola parete, lasciando lo spazio fondamentalmente vuoto.

    Detto ciò non è un Artista che rientra nelle mie voglie, ma certo è entrato in quelle di importanti istituzioni, o no?

    Da una recensione sul libro 'Vita sconnessa di Enzo Cucchi'
    .

    Il risultato è il ritratto di un artista libero e istintuale, insofferente alle categorizzazioni della critica e alle imposizioni del mercato, che afferma le sue idee e le sue modalità espressive comunque e sempre, anche a costo di deludere le aspettative degli altri. Si pensi alla mostra svolta al Guggenheim di New York nel 1986, che Brunella Antomarini – moglie di Enzo Cucchi – ricorda nel libro con queste parole: “E’ stato veramente uno spartiacque nell’itinerario di Enzo. Una mostra al Guggenheim poteva farne l’artista del momento. Ma Enzo non ama essere al centro dell’attenzione.
    Così al Guggenheim presenta due sculture a terra e un mucchio di piccoli disegni su una sola parete, lasciando lo spazio fondamentalmente vuoto. Ci furono recensioni molto controverse sulla mostra, tanto che il direttore del Guggenheim, Tom Messer. ci chiese se ci fossimo dispiaciuti. In realtà moltissimi giovani artisti all’inaugurazione si complimentarono con Enzo perchè la sua scelta apriva loro nuovi spazi, dava loro l’opportunità di poter usare un museo in modo diverso. Il gesto di Enzo era nel senso della libertà, della sperimentazione, contro la storicizzazione della sua figura di artista, per di più giovane. Fu un modo di tradire le aspettative. Non fece dichiarazioni programmatiche. Seguì solo il suo istinto. Enzo si tenne la libertà, rinunciando a un ruolo di protagonista per non allineare la sua immagine alla percezione degli altri. Enzo è un solitario, che rifugge da situazioni teatrali o da appartenenza”.

    Artista immenso, lo conosco a fondo e lo adoro

  5. #45
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    28,413
    Mentioned
    161 Post(s)
    Quoted
    6013 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da toni77 Visualizza Messaggio
    Artista immenso, lo conosco a fondo e lo adoro
    Ma non lo comperi perché in Soth's e in Christie's
    "vale" 'na mazza?

    scherzo dai

  6. #46

    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    422
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    144 Post(s)
    Potenza rep
    14695052
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    Ma non lo comperi perché in Soth's e in Christie's
    "vale" 'na mazza?

    scherzo dai
    Me ne frego altamente se non gira da Christies o Sotheby's, anzi meglio!

  7. #47
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    28,413
    Mentioned
    161 Post(s)
    Quoted
    6013 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Olà.

    Siamo in
    2

  8. #48
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,107
    Mentioned
    73 Post(s)
    Quoted
    2120 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Certo che Acci e Kiappo viaggiate proprio su binari paralleli. Ammetto che condivido di Acci l'approccio metodico e scientifico al collezionismo, ma diamine una qualche concessione d'istinto per puro piacere anche se non segue appieno il filo conduttore o a favore di qualche giovane non è un delitto a cifre che non corrompono il budget. Anche nelle diete più rigide ci si concede qualche trasgressione!
    Mi pare ci siamo confrontati sul tema parecchio tempo fa mantenendo su questo una visione divergente e sai che ti ho riconosciuto un imprinting da "entomologo" che trafigge le farfalle con gli spilli... la troppa razionalità uccide i sogni.

    Brixia bello l'approccio idealista ma poi alla fine i risultati d'asta li guardano un pò tutti, come accade per le televendite. Pochi ammettono di seguirle, ma siamo proprio sicuri?!

  9. #49
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    4,591
    Mentioned
    164 Post(s)
    Quoted
    1497 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Certo che Acci e Kiappo viaggiate proprio su binari paralleli. Ammetto che condivido di Acci l'approccio metodico e scientifico al collezionismo, ma diamine una qualche concessione d'istinto per puro piacere anche se non segue appieno il filo conduttore o a favore di qualche giovane non è un delitto a cifre che non corrompono il budget. Anche nelle diete più rigide ci si concede qualche trasgressione!
    Mi pare ci siamo confrontati sul tema parecchio tempo fa mantenendo su questo una visione divergente e sai che ti ho riconosciuto un imprinting da "entomologo" che trafigge le farfalle con gli spilli... la troppa razionalità uccide i sogni.

    Brixia bello l'approccio idealista ma poi alla fine i risultati d'asta li guardano un pò tutti, come accade per le televendite. Pochi ammettono di seguirle, ma siamo proprio sicuri?!
    Beh, Lory ..io ammetto candidamente che NON essendo Collezionista..per me è facile spezzare una lancia a favore del " Collezionismo Romantico"...per così dire ..poi capisco che metterci tanti soldi in un Investimento d'Arte non sia facile, e che si speri sempre, almeno, di rientrare delle spese ..questo lo capisco benissimo ...dico solo che non è l'unico modo di Collezionare, e che conosco persone ( anche Utenti del FOL ) che collezionano senza l'assillo dell'investimento, e che se "toppano" un acquisto per qualcosa di piacevole, ma senza speranza di rivalutazione...non si strappano le vesti, e neppure saltano un pasto ...e, FORSE, sono anche la maggioranza degli Appassionati o Collezionisti "normali" ...tutto qui

  10. #50
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    28,413
    Mentioned
    161 Post(s)
    Quoted
    6013 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Brixia bello l'approccio idealista ma poi alla fine i risultati d'asta li guardano un pò tutti, come accade per le televendite. Pochi ammettono di seguirle, ma siamo proprio sicuri?!
    i risultati d'asta identificano il prezzo che in un determinato momento il mercato è disposto a decretare.

    Il valore è altra cosa, quello magari lo si può intravedere dentro un museo - più musei - più istituzioni di rilievo - eccetera eccetera ...

    Non è solo un approccio idealista, paradossalmente trovo più surreale una o più aggiudicazioni d'asta, sai?
    (considerando i tanti meccanismi che "muovono" appunto tale prezzo)

Accedi