Mario Schifano VII - Pagina 58
BTP Futura troppo avaro e complesso per essere amato dagli italiani bramosi di rendimenti. I motivi del mancato boom del bond anti-MES
Gli italiani non hanno fatto la fila per accaparrarsi il nuovo BTP Futura, destinato ai soli risparmiatori retail e che sarà interamente destinato a finanziare misure quali il rafforzamento del …
Elon Musk sorpassa sua maestà Buffett, a Wall Street la Tesla mania diventa virale
Il patrimonio netto di Elon Musk è balzato oltre quello di Warren Buffett. L’istrionico fondatore e amministratore delegato di Tesla è diventato la settima persona più ricca del mondo, secondo …
Atlantia consegna la ‘proposta irrinunciabile’, nodo discesa Benetton in Aspi. Decisione il 14
La decisione finale sulla revoca della concessione autostradale dovrebbe slittare al consiglio dei ministri di martedì prossimo, dopo un primo passaggio lunedì al MIT. Gli ultimi giorni hanno visto susseguirsi …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #571
    L'avatar di arte2011
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    9,061
    Mentioned
    109 Post(s)
    Quoted
    1645 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da tizianofiru Visualizza Messaggio
    @manwe84 concordo con quanto detto da baldovino e marione. saluti
    Assolutamente non volevo far polemica infatti non sono intervenuto prima. A me invece piacciono i quadri anni 80 ma non questo.

  2. #572
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,290
    Mentioned
    83 Post(s)
    Quoted
    2238 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da cicala69 Visualizza Messaggio
    Mario Schifano - Untitled, 1982 | Phillips

    come anche i ballerini danzanti monocromatici rossi da cleto polcina, quadri sublimi...
    Bello, molto "ripulito" e c'è tutto, un da abito delle grandi occasioni, rischia di risultare fin troppo patinato, spero si capisca cosa intendo. Come scriveva Marione difficile fare confronti con dimensioni tanto diverse, soprattutto nelle opere anni '80 ha più peso di altri periodi.

    @Ostenda, so di essere poco qualificata ma abbiamo criteri di valutazione, non credo solo gusti, totalmente diversi. I paesaggi anemici di quel periodo sono opere spesso molto seriali, qui c'è dentro molto più di lui, dei suoi temi, della sua pittura, è un quadro imperfetto che ha comunque forza e lo scrivo amando come ho già motivato, quadri anche più delicati, non solo o non proprio gli "energetici" e opulenti anni '80.
    Ultima modifica di Loryred; 27-02-20 alle 17:55

  3. #573
    L'avatar di arte2011
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    9,061
    Mentioned
    109 Post(s)
    Quoted
    1645 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Marione_ Visualizza Messaggio
    il ciclista è un quadro "onesto", di buona datazione e di ottima provenienza

    chi ha un po' di occhio sa distinguere che per il tipo di soggetto e di tecnica (cornice invasa) il gesto di Mario risulta un po' costretto in quella dimensione, entro quella cornice (che per opere piccole così diventa spesso un limite fisico all'atto di dipingere mentre per Mario spesso il quadro sembra continuare fuori dall'inquadratura: vedi ad es. quello allegato...), e non si può liberare come sulle grandi dimensioni!

    resta vero che chi conosce Schifano sa che in quel quadro si celano almeno 2 grandi amori di Mario: Balla e il Futurismo (innegabile il senso di movimento creato con pochi tocchi e 4 colori) e il ciclismo; in sostanza un quadro che piace di più a chi Mario lo conosce meglio.

    se ci si ferma all'estetica allora ognuno può dire la sua, legittimamente.

    comunque la location della vendita non era certo di quelle favorevoli a Schifano (mi pare che in quella casa aste certi artisti fatichino...), in una galleria di livello o in una fiera di quell'opera potrebbero chiedere 15-18k

    PS: se dite che il quadro che allego è più bello concordo!! ma quello è un capolavoro di grandi dimensioni
    Questo e un capolavoro ma non dipende solo dalle dimensioni se prendi anche solo uno spicchio qualsiasi di questo quadro e lo confronti con quello altro vedrai evidente la qualità e la cura del particolare. Altro pianeta

  4. #574
    L'avatar di tzn.7
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    1,471
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    584 Post(s)
    Potenza rep
    38680218
    Citazione Originariamente Scritto da Ostenda Visualizza Messaggio
    Caro Tiziano,

    se la serialità di un soggeto in Schifano è un difetto allora abbiamo una visione e una consoscenza dell'artista piuttosto diversa e difficilmente conciliabile.
    Che il quadro del ciclista sia costato poco e con gli stessi soldi non si compri molto di Schifano è un dato, ma rimane un quadro molto debole - dire brutto non è da veri intenditori - e a mio parere da non comprare.
    Per fare un paio di esempi, con 8K di Schifano si possono comprare delle tele emulsionate anni 70 ( e spesso avanzi ancora soldi) o dei Paesaggi Anemici di livello medio, discreti, migliori del ciclista
    Caro @Ostenda,

    Penso che per serialita hai capito bene a cosa mi riferisco .
    Ci sono moltissime palme ad esempio che Vengono definite seriali ma poi tra queste è possibile fare una selezione e cercate la qualità e la particolarità / unicità anche in un soggetto seriale , così come nei paesaggi anemici ..

    Per fortuna io parlo senza interesse avendo sia p.a. , palma , che televisore anni 70 ma anche opere anni 80..

    Visti i prezzi aumentati negli ultimi 6 mesi ti dico che dubito che si riesca a trovare una tela emulsionata o un paesaggio anemico valido e a parità di prezzo penso che il ciclista sia stata un occassione..

    Ovvio che è impensabile paragonare il ciclista grande postato da Marione con quello di pananti, ma probabilmente con gli occhi “innamorati” di schifano io ho apprezzato anche tutto quello che mi ha trasmesso oltre alla pittura (ovvero ho sentito ripotato su tela due tematiche amate dall artista come il futurismo ed il ciclismo ).

    Secondo te , con le dovute proporzioni era meglio il quadro della meeting?

    Personalmente quando analizzo un quadro per L‘ acquisto, fatto salvo che deve piacermi , poi valuto tutto, in primis il rapporto qualità prezzo , poi provenienza , pubblicazione , datazione, dimensione , firma, titolo , ecc ecc.. e questo quadro per me era un quadro da prendere se piaceva e di certo non era un quadro brutto !!!

    Sfido qualcuno a trovare quadri dell 81/82 con molta energia.. se studiamo un po’ la vita sappiamo chi stava riprendendo .. torna a pieno nel colore ed energia a mio avviso nel 83/84...

    Ribadisco che è bello confrontarsi sui quadri.. e aggiungo .. finalmente !!!!

  5. #575
    L'avatar di smw85
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    1,822
    Mentioned
    59 Post(s)
    Quoted
    748 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Citazione Originariamente Scritto da tizianofiru Visualizza Messaggio
    apprezzo invece @smw85 perchè è uno dei pochi che motiva quello che dice, (io ho parlato di qualità ..che a mio avviso c'è ...e non di gran bel quadro...per i "gran bei quadri" sappiamo tutti che ci vogliono altre cifre..). il forum dovrebbe essere questo e dallo scambio di idee tutti si cresce!
    ciao tiziano grazie, se si vogliono fare discorsi costruttivi io ci sono sempre...come fatto con @mmt qualche post fa sull'origine dei futurismi rivisitati

    Citazione Originariamente Scritto da Marione_ Visualizza Messaggio
    resta vero che chi conosce Schifano sa che in quel quadro si celano almeno 2 grandi amori di Mario: Balla e il Futurismo (innegabile il senso di movimento creato con pochi tocchi e 4 colori) e il ciclismo; in sostanza un quadro che piace di più a chi Mario lo conosce meglio.
    Devo contraddirti o meglio rettificare quel che dici....i ciclisti di Schifano in realtà più che a Balla si isprirano, in maniera molto chiara, al capolavoro del ciclista di Carlo Carrà del 1913...dinamicità, ritmo e colore. Un abbracio agli schifaniani (quelli pacati e raziocinanti).


  6. #576
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,290
    Mentioned
    83 Post(s)
    Quoted
    2238 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    @smw nessun desiderio di perorare le cause altrui credo che @marione abbia citato Balla per il quadro Pananti sia perchè fu un riferimento certo ed importante richiamato anche per altre opere e perchè in quel quadro prevale il "movimento" rispetto al soggetto, presente sia in lavori di Balla che di Carrà e non solo loro, forse più affine nel secondo quadro da te citato.

    “Casa sua era piena di libri, a Mario piacevano. Li comprava e se li faceva regalare. Aveva tanti libri illustrati sul Futurismo, da lì sono nati i quadri alla Balla con le sagome in movimento. Giacomo Balla era morto qualche anno prima, abitava a Prati in via Oslavia.”
    Memmo Mancini
    Ultima modifica di Loryred; 27-02-20 alle 19:14

  7. #577
    L'avatar di Marione_
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    2,376
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    1017 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da smw85 Visualizza Messaggio
    ciao tiziano grazie, se si vogliono fare discorsi costruttivi io ci sono sempre...come fatto con @mmt qualche post fa sull'origine dei futurismi rivisitati



    Devo contraddirti o meglio rettificare quel che dici....i ciclisti di Schifano in realtà più che a Balla si isprirano, in maniera molto chiara, al capolavoro del ciclista di Carlo Carrà del 1913...dinamicità, ritmo e colore. Un abbracio agli schifaniani (quelli pacati e raziocinanti).

    non voglio sembrare pedante ma la correzione mi pare poco azzeccata: intendevo semplicemente dire che Mario amava Balla sopra gli altri, e tanti suoi quadri anni 60 palesemente lo dichiarano con opere dal titolo tipo "alla balla" o "a la balla" ecc (vedi allegato)

    e i soggetti di quelle opere omaggio a balla e ai futuristi in generale negli anni 60 non sono mai i ciclisti ma le "gambe" che si muovono, con un approccio "fotografico" come tanti frame accostati, concentrandosi sul dettaglio dei piedi, dipinti nella ripetizione del movimento in sequenza (Nota: frame, sequenza, movimento, ecc...: come si può notare l'approdo anche ad altri media ed in particolare ai film e l'amore di Mario per il cinema appare uno sbocco naturale - coi film Satellite (1968), Umano non Umano (1969) e Trapianto consunzione e morte di Franco Brocani (1969) - come la successiva ossessione per la TV e le sue immagini).
    L'omaggio dunque è ai futuristi ma in primis a Balla , uno dei suoi artisti preferiti (un altro è Malevič) ed in particolare alla famosa opera "bambina che corre sul balcone" (1912) (vedi allegato)

    Un altro riferimento, tra i tanti, per gli omaggi di Schifano a Balla è ad es. è l'opera "When I Remember Giacomo Balla", 1964 (allegato)

    poi quando negli anni 80 Schifano dipinge un ciclista non può che ricercare il senso del movimento, movimento omaggio a Balla ma anche movimento che rappresenta bene l'indole del "puma"; e il soggetto della bicicletta non viene da Carrà ma deriva direttamente dalla sua passione per la bici (fin da quando faceva il garzone a Roma consegnava in bici...) e dal suo amore per il ciclismo, come del resto testimoniato da tante opere anni 70 con soggetto la bicicletta, che era poi quella che aveva in studio e che a volte usava per spostarsi anche dentro i grandi edifici che abitava

    poi che come iconografia l'opera possa ricordare l'opera mostrata di Carrà mi pare tanto innegabile quanto "secondario" rispetto al suo amore per Balla e per la bicicletta, sulla base di tutto quanto precede

    un saluto

    PS: del resto Mario disse:
    «Sai che facevo il restauratore al museo etrusco? Mio padre lavorava con gli archeologi, mi ci mise lui. Prima facevo il garzone per un pasticcere di vicolo del Moro. Portavo le consegne in bicicletta, la bicicletta era la mia passione […] e facevo tutte le salite, per amore della bicicletta facevo le strade più lunghe. Anche al museo andavo in biciletta. Più tardi ho fatto una serie di quadri sulle biciclette. Poi ho iniziato a stufarmi...»

    commento: grandissimo Mario!!! altri pittori avrebbero fatto 40 anni di monocromi per Ileana e tante biciclette per il mercato...Mario invece variava soggetti e stili, evolvendo continuamente, come fanno gli Artisti veri...forza Mario!!!!!!
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Mario Schifano VII-balla_bambina_che_corre_sul_balcone.jpg   Mario Schifano VII-when-i-remember-giacomo-balla.jpg  
    Immagini Allegate Immagini Allegate Mario Schifano VII-mario_schifano_alla_balla_1963.jpg Mario Schifano VII-schifano-bici.jpg 
    Ultima modifica di Marione_; 27-02-20 alle 19:34

  8. #578
    L'avatar di Marione_
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    2,376
    Mentioned
    14 Post(s)
    Quoted
    1017 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    @smw nessun desiderio di perorare le cause altrui credo che @marione abbia citato Balla per il quadro Pananti sia perchè fu un riferimento certo ed importante richiamato anche per altre opere e perchè in quel quadro prevale il "movimento" rispetto al soggetto, presente sia in lavori di Balla che di Carrà e non solo loro, forse più affine nel secondo quadro da te citato.

    “Casa sua era piena di libri, a Mario piacevano. Li comprava e se li faceva regalare. Aveva tanti libri illustrati sul Futurismo, da lì sono nati i quadri alla Balla con le sagome in movimento. Giacomo Balla era morto qualche anno prima, abitava a Prati in via Oslavia.”
    Memmo Mancini
    brava Lory, Schifaniana dentro!!!!!

  9. #579

    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    426
    Mentioned
    34 Post(s)
    Quoted
    228 Post(s)
    Potenza rep
    16753169
    Per tornare in tema arte e investimenti... ma anche no purtroppo... nel video che tratta dell’argomento che in questi giorni la fa da padrona mi pare ci sia uno Schifano o mi sbaglio???
    e non mi sembra neanche malaccio...

    Restando a casa, Gabriele Corsi: "(Ri) scoprite 'Tutti a casa'. Un gran film e una gran diretta Fb" - Repubblica Tv - la Repubblica.it

  10. #580
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,290
    Mentioned
    83 Post(s)
    Quoted
    2238 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Vedo che non sono l'unica in video o trasmissioni TV in cui si intravedono interni a scrutare cosa c'è appeso alle pareti! Ieri durante la trasmissione Andrea Purgatori parlava davanti ad una palma di Schifano.

    Scartabellando in rete sono capitata nel foglio dell'Unità il giorno dopo la sua morte non so se già linkato.

    https://archivio.unita.news/assets/d...issue_full.pdf

Accedi