Alternative di Collezione : l ' Artista Centrale
Tassi di interesse negativi ci dicono che il futuro vale più del presente in un mondo dove sovrabbonda il risparmio
Cosa si nasconde dietro questa grossa ondata di tassi d?interesse negativi? Da Francoforte  a Zurigo passando per Tokio, più di un terzo dei bond presenti sul mercato offrono ormai ritorni …
Calendario conti 3° trimestre 2019 Ftse Mib: apre Saipem, banche e FCA le più attese
Dopo un inizio poco fortunato, il mese di ottobre ha visto un forte rialzo dei mercati azionari internazionali. Gli indici USA sono tornati sui massimi storici, mentre quelli europei (Ftse …
Descalzi a tutto campo: Eni non sarà preda M&A, dividendo può salire
Eni è diventata la compagnia più efficiente tra le grandi con riserve proprie che sono state scoperte e non comprate, con costi per i nuovi barili molto bassi, a meno …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di Klee
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    2,582
    Mentioned
    41 Post(s)
    Quoted
    402 Post(s)
    Potenza rep
    42949678

    Alternative di Collezione : l ' Artista Centrale

    Sono pochi , probabilmente pochissimi ... i grandi artisti più o meno costosi meritevoli di essere collezionati in esclusiva . Stranieri , italiani , certamente famosissimi o forse , in rarissimi casi , non ancora sufficientemente noti . Ne parlavo ieri con un amico del Fol , che considerava un limite ( per ora ) avere opere di un solo autore . Invece potrebbe essere molto gratificante centrare l ' attenzione su chi , nato e vissuto per sua fortuna nel " momento giusto " , abbia saputo cavalcare il suo tempo artistico con capacità creative molteplici e poter essere ritenuto un riferimento , anche culturale , nel senso più ampio del termine . La discussione potrebbe partire dando poi seguito a diverse articolazioni della stessa ... Un saluto a tutti 👍 , in particolare a chi vorrà contribuire ad " esplorare " il tema ; nasce tutto da una semplice intuizione non troppo meditata ... 😇
    Ultima modifica di Klee; 20-09-19 alle 11:51

  2. #2
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    3,609
    Mentioned
    110 Post(s)
    Quoted
    797 Post(s)
    Potenza rep
    42949674
    Limitandomi a un artista sceglo Capogrossi che coglie il suo tempo e lo anticipa.
    Ciao!!

    Esordisce nel '27 a Roma e per due decenni propone un tipo di pittura figurativa che si accosta molto alla poetica metafisica di Morandi, accentuando sempre più la ricerca tonale e ponendosi così in una posizione autonoma nell’ambito della “Scuola Romana”.

    Tutto tendeva nella pittura di Capogrossi, ancora in tempi non sospetti, ad essere caricato di valore simbolico o meglio ancora a divenire segno sotto l’egida del pittore.

    "È stata una svolta, improvvisa e radicale, a segnare il percorso artistico di un indiscusso talento del Novecento italiano.
    Nel '49, “improvvisamente, senza alcun segno premonitore, abbandonò il figurativo per l’astratto, il mestiere per la fantasia”.
    M. Seuphor

    Alternative di Collezione :  l ' Artista Centrale-4_ballo_sul_fiume.jpg

    Alternative di Collezione :  l ' Artista Centrale-25.jpg

  3. #3
    L'avatar di schiavo
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    2,524
    Mentioned
    21 Post(s)
    Quoted
    191 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    non capisco bene dove vuoi portare il discorso ma metto 2 miei pensieri a riguardo:
    - resterà sempre impressa nella mia mente un articolo di BolaffiArte sul finire anni 70 su una rubrica che intervistava vari collezionisti italiani (non noti..., erano medici, avvocati ecc)
    uno di questi aveva la casa letteralmente TAPPEZZATA di opere di S. Fiume, un altro aveva la casa piena di opere di Maccari , un altro di ....boh nn ricordo ma era un mister nessuno.
    ecco io ora penso che al tempo erano 2 collezionisti "invidiati" (?!) ma ora ?? .... avevano speso un patrimonio per opere che ora forse sono buone per accendere il fuoco.
    ecco, primo pensiero: mono-collezioni sono sempre e dico sempre pericolosissime !! ma al cuor non si comanda, ahimè.

    - un artista (giusto) che ha operato con varie forme espressive ? forse intendevi ? tipo un Fontana che era scultore , pittore ? Warhol che era disegnatore, filmmaker e pittore ?
    boh oggi mi pare che tutti gli artisti si confrontino con vari medium....poi nel futuro vedremo chi era veramente il + bravo !

  4. #4

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,090
    Mentioned
    81 Post(s)
    Quoted
    2640 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Personalmente non farei mai una Collezione dedicata ad un solo artista. Anzi, il mio metodo va proprio nella direzione opposta: un tema e tanti Artisti riconducibili a quel tema. Ma mai più di un'opera per Artista. La più significativa possibile, ma una sola. Se di un Artista trovo un'opera migliore di quella che ho, semplicemente faccio una sostituzione.

  5. #5
    L'avatar di cap.Harlock
    Data Registrazione
    May 2015
    Messaggi
    207
    Mentioned
    2 Post(s)
    Quoted
    87 Post(s)
    Potenza rep
    18079240
    Non serve andare tanto lontano a cercare..
    un artista del genere ce l hai sotto casa si chiamava BRUNO MUNARI..
    ti puoi divertire a collezionare le opere dagli annni 30.. macchine inutili, tensostrutture,concavo convesso, negativo positivo,pittura proiettata..
    macchine aritmiche, sculture da viaggio..ecc

  6. #6
    L'avatar di tizianofiru
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    1,299
    Mentioned
    18 Post(s)
    Quoted
    510 Post(s)
    Potenza rep
    30029070
    Grazie per la discussione @Klee.

    Per quanto riguarda il solo fine di investimento penso che come per tutti gli investimenti valga la regola del diversificare .

    Per quanto mi riguarda ad oggi si può dire che sono ancora ancorato ad un’ unico artista oltre ad altre opere minori prese all’ inizio.
    Penso che ne acquisterò un altra e poi cambierò artista .. anche se per me ad oggi prevale anche un discorso di emozioni e non di investimento (ciò non toglie che ho cercato di selezionare al massimo L’opera per il ciclo che mi interessava )..

    Ho però un vasto elenco di nomi per il futuro.. per fortuna sono ancora giovane 🤪😂

  7. #7
    L'avatar di Klee
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    2,582
    Mentioned
    41 Post(s)
    Quoted
    402 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Come anticipavo , la discussione potrebbe ampliarsi in diversi modi ... la figura Centrale della collezione potrebbe anche avere un contorno che faccia però sempre riferimento in modo significativo alla sua Opera intesa come insieme . Mi viene in mente Giacomo Balla ... quanto e in che modo si potrebbe coinvolgere intorno a un piccolo insieme di sue creazioni . Cap . Harlock ha citato giustamente Munari , pittore , figura di contro cultura , inventore , scultore ? rappresentante e anticipatore con uno sguardo al futuro e uno al passato ... ecco un ottimo esempio per una raccolta esclusiva che non annoierebbe di certo ...👍

  8. #8
    L'avatar di DiegoS
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    2,281
    Mentioned
    5 Post(s)
    Quoted
    171 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Personalmente non mi attrae l'idea, quello che mi piace di una collezione è anche il poter mettere in dialogo artisti diversi

  9. #9

    Data Registrazione
    May 2015
    Messaggi
    905
    Mentioned
    22 Post(s)
    Quoted
    375 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da DiegoS Visualizza Messaggio
    Personalmente non mi attrae l'idea, quello che mi piace di una collezione è anche il poter mettere in dialogo artisti diversi
    Corretto. In una collezione, coerente ma eterogenea, mettere in dialogo le opere è aspetto assai appagante.
    Trovo difficile pensare ad una collezione di un singolo artista.
    A parte mi verrebbe a noia ma poi, ogni artista, ha forse 1-3 cicli/temi dove ha dato il meglio di se.
    Ha sicuramente più senso avere 1-3 opere opere rappresentative di un dato artista (non mi sento di essere assolutista come Accipicchia in tal senso, benché ne condivida pienamente i criteri selettivi) all'interno di una collezione di più ampio respiro inclusivo.
    Non so, di Griffa può avere certamente senso avere un' opera degli anni '70 accompagnata da una appartenete al ciclo del canone aureo.
    Ancora Nunzio, dove un legno combusto può certamente essere accompagnato da un piombo.
    Colombo lo si può raccontare con una struttura pulsante accompagnata da uno spazio elastico.
    Ancora, in una collezione di pop art, difficilmente si può pensare di avere un solo pezzo di Schifano.
    Ceramica e tela restano due elementi fondamentali, in una collezione, per raccontare l'opera di Fontana.
    Pero', un singolo artista, proprio no.

  10. #10

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,090
    Mentioned
    81 Post(s)
    Quoted
    2640 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Doctor83 Visualizza Messaggio
    Corretto. In una collezione, coerente ma eterogenea, mettere in dialogo le opere è aspetto assai appagante.
    Trovo difficile pensare ad una collezione di un singolo artista.
    A parte mi verrebbe a noia ma poi, ogni artista, ha forse 1-3 cicli/temi dove ha dato il meglio di se.
    Ha sicuramente più senso avere 1-3 opere opere rappresentative di un dato artista (non mi sento di essere assolutista come Accipicchia in tal senso, benché ne condivida pienamente i criteri selettivi) all'interno di una collezione di più ampio respiro inclusivo.
    Non so, di Griffa può avere certamente senso avere un' opera degli anni '70 accompagnata da una appartenete al ciclo del canone aureo.
    Ancora Nunzio, dove un legno combusto può certamente essere accompagnato da un piombo.
    Colombo lo si può raccontare con una struttura pulsante accompagnata da uno spazio elastico.
    Ancora, in una collezione di pop art, difficilmente si può pensare di avere un solo pezzo di Schifano.
    Ceramica e tela restano due elementi fondamentali, in una collezione, per raccontare l'opera di Fontana.
    Pero', un singolo artista, proprio no.
    Ciao Doc, certamente le tue considerazioni sono ampiamente condivisibili. Io però vedo la collezione in questa maniera: se posso permettermi DUE opere di XXX vuol dire che con lo stesso capitale posso acquisirne UNA molto più importante. Fin dagli inizi, ormai lontani, ho sempre proceduto così tranne rare eccezioni (una come già sai è proprio Griffa del quale possiedo 5 lavori perchè lo considero un autore incredibilmente sottovalutato). Ma qualsiasi sia l'importanza e il costo di un Artista, in me c'è sempre la ricerca di acquisire il pezzo più importante disponibile sul mercato (in base alle mie possibilità). Quindi quando trovo un pezzo di livello superiore (per importanza, epoca, storia documentata, ecc.) "sacrifico" senza alcun rimpianto quello che già possiedo. La collezione per me deve tendere al continuo miglioramento, anche esasperando il rigore della selezione. Non potrei mai avere 3 o 4 opere di uno stesso Artista: per belle che fossero, mi rimprovererei di non averne comprata UNA SOLA ma veramente super. Se per pura ipotesi avessi 3 opere veramente super di uno stesso Artista, mi chiederei se vendendone due non potrei arrivare ad UN SOLO lavoro super di un Artista di fascia superiore. E così via...

Accedi