Alternative di Collezione : l ' Artista Centrale - Pagina 3
Appelli per cambiare l’euro: Savona spiega sua view sul Mes, Lagarde (Bce) chiede più investimenti pubblici
Riforma Mes, tassi negativi, una Bce capitanata ora da Christine Lagarde che riconosce, come aveva già fatto il predecessore Mario Draghi, che la politica monetaria non può essere "the only …
Ubi Banca: settimana da incorniciare, attacco a muro dei 3 euro e successivi target. Tornano segnali di forza su Banco BPM
Settimana in rally per Ubi Banca che si è portata su nuovi massimi annui. L?istituto bergamasco, che segna il +10% nelle ultime 5 sedute, è tra i più vociferati in ottica …
FCA rischia stangata da 6 miliardi da causa GM, anche Trump vorrebbe bloccare merger con PSA
Fiat Chrysler ha rigettato al mittente le accuse di GM, ma la causa intentata dal colosso Usa rischia di intaccare le casse del Lingotto. Jp Morgan prevede, nel caso la …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    4,445
    Mentioned
    156 Post(s)
    Quoted
    1447 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    Poichè ognuno destina ai quadri una parte di quel surplus non vitale per la tranquilla sopravvivenza della famiglia, è vero che ogni collezione, qualunque sia il criterio seguito, soddisfa principalmente la sensibilità e l'ambizione del collezionista. Però per quanto riguarda l'affermazione - peraltro ricorrente e frequentissima - "senza pensare troppo all'investimento" esprimo tutto il mio dissenso. Una Collezione può arrivare ad una immobilizzazione di capitali veramente notevoli. Dire che vada come vada non ce ne frega niente... beh, io non ne conosco tanti che la pensano SINCERAMENTE così. Dentro ognuno di noi c'è la speranza di aver fatto degli ottimi centri, questo mi sembra indiscutibilmente vero. Altrimenti vorrei capire come mai appena si verifica un risultato d'asta un po' deludente tutti si disperano. Inoltre ogni Collezione è destinata, presto o tardi, a tramandarsi: siamo davvero convinti che per chi la riceverà il valore sia cosa indifferente? L'ambizione è anche quella che un lontanissimo domani qualcuno possa dire con fierezza "Ma pensa che razza di opere è stato capace di mettere insieme!". Molto meglio che "Ma guarda 'sto rimbambito che cagate che piacevano solo a lui ha raccolto!" O no?
    Eh...Acci, ciao ..siamo alle solite ...che ci sia un BARLUME di speranza che un domani la mia ipotetica Collezione possa, eventualmente, darmi soddisfazione economica.. te lo concedo pure ..ma non è ( sarebbe ) sicuramente il motivo principale per Collezionare ..su questo punto, mi sa, non ci incontreremo mai...Buon pomeriggio

  2. #22
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    4,445
    Mentioned
    156 Post(s)
    Quoted
    1447 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    Poichè ognuno destina ai quadri una parte di quel surplus non vitale per la tranquilla sopravvivenza della famiglia, è vero che ogni collezione, qualunque sia il criterio seguito, soddisfa principalmente la sensibilità e l'ambizione del collezionista. Però per quanto riguarda l'affermazione - peraltro ricorrente e frequentissima - "senza pensare troppo all'investimento" esprimo tutto il mio dissenso. Una Collezione può arrivare ad una immobilizzazione di capitali veramente notevoli. Dire che vada come vada non ce ne frega niente... beh, io non ne conosco tanti che la pensano SINCERAMENTE così. Dentro ognuno di noi c'è la speranza di aver fatto degli ottimi centri, questo mi sembra indiscutibilmente vero. Altrimenti vorrei capire come mai appena si verifica un risultato d'asta un po' deludente tutti si disperano. Inoltre ogni Collezione è destinata, presto o tardi, a tramandarsi: siamo davvero convinti che per chi la riceverà il valore sia cosa indifferente? L'ambizione è anche quella che un lontanissimo domani qualcuno possa dire con fierezza "Ma pensa che razza di opere è stato capace di mettere insieme!". Molto meglio che "Ma guarda 'sto rimbambito che cagate che piacevano solo a lui ha raccolto!" O no?
    Eh...Acci, ciao ..si, siamo alle solite ...che ci sia un BARLUME di speranza che un domani la mia ipotetica Collezione possa, eventualmente, darmi soddisfazione economica.. te lo concedo pure ..ma non è ( sarebbe ) sicuramente il motivo principale per Collezionare ..su questo punto, mi sa, non ci incontreremo mai...Buon pomeriggio P.S. del lontanissimo domani, francamente ...non mi potrebbe interessare di meno, senza considerare il cambiamento di gusti, sensibilità artistica, e mode più o meno effimere ...

  3. #23
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,017
    Mentioned
    68 Post(s)
    Quoted
    2075 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    @Kiappo e' chiaro che scegliendo movimenti/artisti si circoscrive già quanto incontra un interesse/sensibilità.
    Seguire anche la logica e non solo il cuore credo corrisponda anche ad obiettivi di buon senso, si tratta sempre e comunque di dedicare risorse altrimenti riservate ad altro. Quando parlavo di "quadri per sempre" mi riferivo proprio ad uno spazio lasciato ad opere che rappresentano un legame particolare perché il primo acquisto o per altri motivi.

    @Klee una collezione monografica o totalizzante non fa per me, la vedo più da fan musicale o sportivo, da innamoramento adolescenziale! Distinguerei anche tra documenti epistolari o "progettuali" significativi per lo sviluppo creativo e per comprendere l'artista da memorabilia sentimentali o per feticisti.
    Ultima modifica di Loryred; 21-09-19 alle 20:05

  4. #24
    L'avatar di Klee
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    2,596
    Mentioned
    41 Post(s)
    Quoted
    411 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    @Kiappo e' chiaro che scegliendo movimenti/artisti si circoscrive già quanto incontra un interesse/sensibilità.
    Seguire anche la logica e non solo il cuore credo corrisponda anche ad obiettivi di buon senso, si tratta sempre e comunque di dedicare risorse altrimenti dedicate ad altro. Quando parlavo di "quadri per sempre" mi riferivo proprio ad uno spazio lasciato ad opere che rappresentano un legame particolare perché il primo acquisto o per altri motivi.

    @Klee una collezione monografica o totalizzante non fa per me, la vedo più da fan musicali o sportivo da innamoramento adolescenziale! Distinguerei anche tra documenti epistolari o "progettuali" significativi per lo sviluppo creativo da memorabilia sentimentali o da feticisti.
    No no ... niente di superfluo o non meditato ; ad esempio chi ha puntato 50 anni fa a collezionare solo Piero Manzoni probabilmente si sarebbe potuto ben dedicare a creare intorno un ' atmosfera ben precisa senza aggiungere altro , al massimo un " taglietto " o forse una " pancetta " . Ma nulla di più ...😉

  5. #25

    Data Registrazione
    May 2015
    Messaggi
    956
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    400 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Klee Visualizza Messaggio
    No no ... niente di superfluo o non meditato ; ad esempio chi ha puntato 50 anni fa a collezionare solo Piero Manzoni probabilmente si sarebbe potuto ben dedicare a creare intorno un ' atmosfera ben precisa senza aggiungere altro , al massimo un " taglietto " o forse una " pancetta " . Ma nulla di più ...😉
    Io troverei davvero molto limitante presentare a parete un solo artista ed usare, direi sacrificare, altre opere solo per sottolinearne le caratteristiche del linguaggio.
    Trattasi di una tipologia di raccolta che potrei accettare solo come esposizione transitoria all'interno di un museo che vuole ciclicamente porre luce su un determinato artista.
    Servirebbe comunque un nome di altissima importanza per poter giustificare una scelta così estrema.
    Una quindicina di opere ultra-selezionate di Burri? Manzoni? Fontana? perché no Christo o Kosuth?
    Beh, in ogni caso, una spesa davvero consistente.
    Credo la potenza di una raccolta così estrema stia proprio nel suo essere effimera. Un'occasione, quindi, dove il tutto si concentra su uno.
    Torno quindi a vederne la fattibilità solo in una sede espositiva e non in una collezione privata dove, la sua materializzazione, avrebbe più i connotati dell'ossessione che della collezione.

  6. #26
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,579
    Mentioned
    91 Post(s)
    Quoted
    3235 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    È chiaro che ci sono infiniti modi di collezionare e ognuno ha il suo, da chi segue un filo conduttore a chi segue un gruppo, un periodo, o chi - come me - colleziona sostanzialmente gli artisti che più gli piacciono senza che ci sia tra loro alcun legame.
    Io non ho velleità di Grande Collezionista, mi "accontento" molto volentieri di essere appagato da Opere che ritengo di qualità e in sintonia con me.
    Pochi artisti - per me "centrali" - spesso slegati da loro e "centrali" rispetto alla mia sensibilità, senza pensare a ciò che eventualmente sarà dopo di me. Fanno parte della mia vita, e intendo godermeli come minimo per qualche secolo

  7. #27
    L'avatar di Klee
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    2,596
    Mentioned
    41 Post(s)
    Quoted
    411 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Doctor83 Visualizza Messaggio
    Io troverei davvero molto limitante presentare a parete un solo artista ed usare, direi sacrificare, altre opere solo per sottolinearne le caratteristiche del linguaggio.
    Trattasi di una tipologia di raccolta che potrei accettare solo come esposizione transitoria all'interno di un museo che vuole ciclicamente porre luce su un determinato artista.
    Servirebbe comunque un nome di altissima importanza per poter giustificare una scelta così estrema.
    Una quindicina di opere ultra-selezionate di Burri? Manzoni? Fontana? perché no Christo o Kosuth?
    Beh, in ogni caso, una spesa davvero consistente.
    Credo la potenza di una raccolta così estrema stia proprio nel suo essere effimera. Un'occasione, quindi, dove il tutto si concentra su uno.
    Torno quindi a vederne la fattibilità solo in una sede espositiva e non in una collezione privata dove, la sua materializzazione, avrebbe più i connotati dell'ossessione che della collezione.
    E ' vero , potrebbe risultare limitante , però hai colto nel segno 👍 indicando la possibilità che tutto ruoti intorno a un gran nome , pur con handicap - costi . Un gran nome , oppure un movimento o un tema ... il senso dell ' esclusività si può condurre con diverse opzioni .

  8. #28
    L'avatar di tizianofiru
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Messaggi
    1,315
    Mentioned
    19 Post(s)
    Quoted
    514 Post(s)
    Potenza rep
    31006310
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    È chiaro che ci sono infiniti modi di collezionare e ognuno ha il suo, da chi segue un filo conduttore a chi segue un gruppo, un periodo, o chi - come me - colleziona sostanzialmente gli artisti che più gli piacciono senza che ci sia tra loro alcun legame.
    Io non ho velleità di Grande Collezionista, mi "accontento" molto volentieri di essere appagato da Opere che ritengo di qualità e in sintonia con me.
    Pochi artisti - per me "centrali" - spesso slegati da loro e "centrali" rispetto alla mia sensibilità, senza pensare a ciò che eventualmente sarà dopo di me. Fanno parte della mia vita, e intendo godermeli come minimo per qualche secolo
    Esatto! Io sono piu un tipo alla @Biagio e mi rivedo di più nel suo modo di collezionare, ovvero ad oggi sono mono artista ma poi in futuro acquisterò opere di altri artisti che mi piacciono ( non escludendo a priori più di un opera)!! Ma penso si era capito 🤪😂
    Ultima modifica di tizianofiru; 22-09-19 alle 05:38

  9. #29
    L'avatar di Marione_
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    2,251
    Mentioned
    9 Post(s)
    Quoted
    957 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    L’artista centrale può essere inteso forse anche come quello che ci avvicina all’arte: si parte con quello, magari più opere, e con quello si impara ad amare l’arte, a guardarla (non vederla...) a studiare, a cercare le opere, ecc..

    Si impara dunque con l’artista centrale un “metodo” di collezionare (e ognuno ha il suo.. in base a personalità, cultura, grado di approfondimento, aspettative, ecc. e...budget) e più in generale si apprende il piacere di fruire l’arte;

    poi, ad un certo punto, ci si apre ad altri artisti, movimenti, ecc e magari si comprano opere di altri artisti.

    Ma nel cuore , e anche nella collezione, il primo Artista resterà sempre centrale! E avrà il grande merito di averci introdotto ed accompagnato ne l magico mondo dell’arte, indirizzandoci verso luoghi e sensibilità che mai avremmo immaginato di visitare...

    grande Mario, sei tu il mio Artista centrale!!

  10. #30
    L'avatar di Klee
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    2,596
    Mentioned
    41 Post(s)
    Quoted
    411 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Marione_ Visualizza Messaggio
    L’artista centrale può essere inteso forse anche come quello che ci avvicina all’arte: si parte con quello, magari più opere, e con quello si impara ad amare l’arte, a guardarla (non vederla...) a studiare, a cercare le opere, ecc..

    Si impara dunque con l’artista centrale un “metodo” di collezionare (e ognuno ha il suo.. in base a personalità, cultura, grado di approfondimento, aspettative, ecc. e...budget) e più in generale si apprende il piacere di fruire l’arte;

    poi, ad un certo punto, ci si apre ad altri artisti, movimenti, ecc e magari si comprano opere di altri artisti.

    Ma nel cuore , e anche nella collezione, il primo Artista resterà sempre centrale! E avrà il grande merito di averci introdotto ed accompagnato ne l magico mondo dell’arte, indirizzandoci verso luoghi e sensibilità che mai avremmo immaginato di visitare...

    grande Mario, sei tu il mio Artista centrale!!
    Qualcuno forse penserà " arieccoli gli schifaniani " ... ma certamente non si sbaglierebbe , visto che Pablo Picasso e Andy Warhol o i ns Fontana - Burri costicchiano ... Del resto gli anni ' 60 - '70 - '80 sia culturalmente che artisticamente lo vedono protagonista , i rapporti con Moravia - Pasolini ecct ecct , l' utilizzo di tecnologia , foto , i vari cicli pittorici ... Roma ancora legata alla Dolce Vita e le problematiche sociali ( politica , '68 , sindacato , diffusione della droga , consumismo e ambiente ecct ) . Piazza del Popolo un piccolissimo centro del mondo in un certo senso ... ancora con quotazioni non più da fame certamente , ma degne per lavorarci su con entusiasmo e attenzione ; in effetti da tempo sta succedendo , grazie Marione 👍per questo ulteriore contributo . E , per non essere troppo di parte , cito anche Alighieri Boetti come riferimento centrale in un panorama artistico ancor più concettuale e articolato a livello internazionale , sebbene le quotazioni siano in media decisamente più elevate . L' esclusività si può interpretare in modo piuttosto ampio , se si riesce a spaziare in ottica tematica .

Accedi