Art Basel 2019 & 2020 - Pagina 11
Commissione Ue presenta il suo Recovery Fund. All’Italia la fetta della torta più grande, ma occhio al nodo prestiti
Un Recovery Fund che si chiamerà Next Generation EU: Nuova generazione Ue, di un valore di 750 miliardi di euro, superiore, dunque, al fondo della proposta franco-tedesca per 500 miliardi …
Oro a quota $3000? Validi assist da monetizzazione debito banche centrali ed helicopter money
Rally dell’oro negli ultimi due mesi, con i prezzi passati dai minimi di circa 1.460 dollari l’oncia di marzo, ai massimi di quasi 1.765 USD/Oz di fine maggio. Un’analoga azione …
Bce esclude Italexit e nuova crisi euro post pandemia. Lagarde minimizza su boom debiti ma c’è il paper che avverte sui conti pubblici
Italexit o Italia fuori dall’euro? Il numero due della Bce Luis de Guindos non ci crede e non condivide la preoccupazione di diversi analisti, che ammettono il rischio di un …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #101
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    29,539
    Mentioned
    172 Post(s)
    Quoted
    6615 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    beh, non credo che spargeranno liquidità a gogò tanto per farci felici.

    E se dovessero darla agli imprenditori in difficoltà non credo nemmeno che la metterebbero in arte.

    Suvvia, dai

  2. #102
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    8,715
    Blog Entries
    6
    Mentioned
    130 Post(s)
    Quoted
    3795 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Questo 3D si sta trasformando sempre più in quello che doveva essere il 3D "conseguenze Covid19 mercato arte", che andrebbe invece ribattezzato in "bollettino di guerra" e sul quale non entro più, essendo già circondato H24 dalle informazioni tragiche dai media, e onestamente mi basta.

    Vengo sul forum per una boccata d'aria e per leggere i vostri post relativi all'arte e alle diverse opinioni sulle prospettive di mercato, oltre che per condividere le mie.

    Personalmente nel presente scenario io da collezionista mi comporterò così:
    - mi godrò le mie opere
    - non mi spaventerò per eventuali cali di quotazioni
    - difficilmente metterò opere in vendita
    - al limite farò delle permute migliorative
    - se gli artisti che seguo scendessero, valuterò di comprare

  3. #103
    L'avatar di smw85
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    1,781
    Mentioned
    58 Post(s)
    Quoted
    721 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Vabè Alessandro abbiamo capito la tua visione da pessimista cosmico, pazienza se la pensi cosi ma non sembra che tutti siano sull'orlo del suicidio. Io ho intorno a me persone laboriose che stanno lavorando ad una capacità del 200% rispetto al mese scorso per risalire la china e per riorganizzarsi per il post epidemia. Nessuno di questi piagnucola e nessuno di questi vuole diminuire di mezzo scalino la propria qualità della vita. Biasimo invece chi si piange addosso e vede tutto nero...peggio per lui.

  4. #104
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    29,539
    Mentioned
    172 Post(s)
    Quoted
    6615 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da smw85 Visualizza Messaggio
    Vabè Alessandro abbiamo capito la tua visione da pessimista cosmico, pazienza se la pensi cosi ma non sembra che tutti siano sull'orlo del suicidio. Io ho intorno a me persone laboriose che stanno lavorando ad una capacità del 200% rispetto al mese scorso per risalire la china e per riorganizzarsi per il post epidemia. Nessuno di questi piagnucola e nessuno di questi vuole diminuire di mezzo scalino la propria qualità della vita. Biasimo invece chi si piange addosso e vede tutto nero...peggio per lui.
    ascoltami caro smw85
    io certo non sono quello che si piange addosso, ma vivendo grazie alle imprese del territorio ti ho descritto la nostra realtà.
    Non so da dove scrivi e come cavolo nel tuo luogo non siano applicate le restrizioni del Governo, tuttora in vigore.

    per il resto leggi qui:
    Bergamo e Brescia: da lunedì si ferma il cuore industriale della Lombardia - Corriere.it

    ciao ciao

  5. #105
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    775
    Mentioned
    48 Post(s)
    Quoted
    277 Post(s)
    Potenza rep
    13915686
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    ascoltami caro smw85
    io certo non sono quello che si piange addosso, ma vivendo grazie alle imprese del territorio ti ho descritto la nostra realtà.
    Non so da dove scrivi e come cavolo nel tuo luogo non siano applicate le restrizioni del Governo, tuttora in vigore.

    per il resto leggi qui:
    Bergamo e Brescia: da lunedì si ferma il cuore industriale della Lombardia - Corriere.it

    ciao ciao

    Alessandro, ultimo intervento per parte mia poi getto la spugna pure io sul tuo pessimismo.

    Nessuno sminuisce certe realtà come Bergamo e Brescia (ma non solo eh, non è che a Milano, Firenze o che altro si stia proprio con il sedere parato eh).
    Alcuni (me compresa) ti stavano solo dicendo che tra una realtà che ci ha senz'altro colto impreparati e la previsione di tragedie non ancora verificatesi ne corre. E' questo che ti si prova a dire.

  6. #106
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    29,539
    Mentioned
    172 Post(s)
    Quoted
    6615 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    tutto chiaro,
    mi rendo conto che BS e BG siano devastate, ma in tutta l'Italia le restrizioni sono in atto.
    Non mi spiego come in certe zone del Paese si possa lavorare al 200%

    io per ora io registro la chiusura del 65% dei miei clienti considerando che ovviamente sono le aziende più grandi
    (questioni etico sociali, di timore responsabilità in 231, o cavoli loro, ma hanno chiuso e fino a data ancora dubbia)

    Una delle più grandi società di medicina del lavoro di zona sta lavorando al 20%.

    A conti fatti i fatturati saranno una palese conseguenza, o no?

  7. #107
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    8,715
    Blog Entries
    6
    Mentioned
    130 Post(s)
    Quoted
    3795 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    L'essere umano e anche gli altri animali hanno nel proprio DNA l'istinto di sopravvivenza, di conservazione e di reazione.
    Questa dotazione genetica emerge ancora più forte quando la tempesta è alle spalle e arriva il tempo dell'elaborazione e della ricostruzione.

    Bisogna vivere le difficoltà del presente cercando di superarle non facendosi deprimere e cercando di pensare al domani.
    Vedrete che arriverà e che sarà una nuova rinascita!

    PS. la II guerra Mondiale è durata 5 anni, con bombe e con MILIONI di morti e ci siamo ripresi. Non uno o due mesi. Guardiamo positivo.

    Art Basel 2019 & 2020-tempo.jpg

  8. #108
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    775
    Mentioned
    48 Post(s)
    Quoted
    277 Post(s)
    Potenza rep
    13915686
    A tua domanda: si. Ci sarà una battuta d'arresto e una ripresa.

    Abbiamo (magari non in prima persona) vissuto di peggio eh, nella storia.

  9. #109
    L'avatar di smw85
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    1,781
    Mentioned
    58 Post(s)
    Quoted
    721 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Senti Alessandro Brescia non è l'Italia e l'Italia non è il mondo. L'altro giorno Sotheby's ha venduto il 97% dei lotti (e non alla base) all'asta di gioielli...vedi te. Per 200% intendo di energia messa nel lavoro. Comunque non ti seguo più, tieniti le tue opinioni che per l'amor del cielo son personali e relative

  10. #110

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,776
    Mentioned
    121 Post(s)
    Quoted
    3071 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Alessandro, l'Italia è ferma, è vero. Ma quello che stiamo dicendo è che alla ripresa del lavoro non ci saranno macerie da togliere, fabbriche da ricostruire o attività da reinventare. La ripresa ci sarà e sarà piuttosto veloce. ll che non significa minimizzare, ma solo guardare avanti. Quando si dice che si sta già 'lavorando' al 200%, credo si voglia sottolineare come in molti, anche se la produzione è ferma, stiano facendo nuovi progetti ed elaborando nuove strategie per non risultare impreparati al momento opportuno. E per fortuna che c'è gente che immagina un futuro! Credo che nessuno pensi che sarà la fine di tutto. Ci sarà da ripartire e come sempre i più organizzati saranno in vantaggio. Purtroppo ci sarà anche chi non ce la farà, ma non mi fisserei solo su questo aspetto per quanto triste e negativo. E' sempre stato così, in ogni campo.

Accedi