Alighiero Boetti II - Pagina 3
Forex: cosa aspettarsi dal dollaro Usa nel 2020, l?incognita delle elezioni americane
La forza del dollaro Usa (Usd) è stata piuttosto sorprendente quest’anno. Lo si legge nella nota settimanale a cura di Giacomo Calef, Country manager di Notz Stucki, società ginevrina di …
Gestore Jupiter: ‘investire oltre Trump e Greta. Thunberg potrebbe avere impatto maggiore di Karl Marx’
“Il 2020 dei mercati asiatici: investire oltre Trump e Greta”. Così il titolo del commento di Jason Pidcock, gestore del fondo Jupiter Asia Pacific Income di Jupiter Asset Management: “Il …
Gentiloni affossa speranze ripresa Eurozona, avverte sovranisti su MES. E ‘Patto Stabilità va rivisto’
Nell'area euro "fino al 2018 c'era crescita convergente e sostenuta nei paesi. (O)ra) non ci sono possibilità che nel 2020-2021 ci sia un rebound significativo della crescita. Non siamo alla …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #21
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    28,050
    Mentioned
    153 Post(s)
    Quoted
    5854 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    certamente avrei preferito per trasparenza ciò che l'archivio
    intende dire senza lasciare adito ad interpretazioni

  2. #22
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,680
    Mentioned
    104 Post(s)
    Quoted
    3280 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Sai che questa cosa davvero mi stupisce @brix?
    Tra una dicitura sull'autentica di una tua opera (Boetti, Fontana, Paolini, Agnetti ecc) tra la scritta "su carta" e "non intelata dall'artista" preferiresti davvero la seconda?

    Io preferirei molto semplicemente "su carta".

    Cmq per curiosità, anche per avere un termine comparativo in termini metodologici, ripropongo la domanda: qualcuno conosce degli archivi che danno informazioni supplementari rispetto a quanto riportato sull'autentica e che condividono informazioni su intelature non realizzate dall'artista?

  3. #23
    L'avatar di Klee
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    2,603
    Mentioned
    42 Post(s)
    Quoted
    414 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    " I FREGI E GLI SFREGI "
    cm 20 x23 da Finarte quasi 24 k compresi i diritti . Dopo 10 anni più o meno si paga il doppio ...

  4. #24
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,680
    Mentioned
    104 Post(s)
    Quoted
    3280 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    @Klee l'arazzo da Finarte probabilmente una decina di anni fa avrebbe fatto 12-14k quindi in effetti un po' meno del doppio in termini di rivalutazione, che non mi pare niente male!
    E' circa un 8-10% su base annua

    In questo periodo, dopo una certa crescita, sono comparsi parecchi arazzi sul mercato. Potrebbe essere l'anno in cui in assoluto ne sono passati di più in asta.
    Questo è dovuto da un lato ai collezionisti "di vecchia data" che vendono per realizzare una plusvalenza, e dall'altro da collezionisti che semplicemente monetizzano a fronte del periodo economico internazionale non dei più semplici.

    La conseguenza è appunto una presenza piuttosto cospicua di opere sul mercato. D'altro canto gli arazzi sono una produzione piuttosto abbondante e quindi è normale che in certe fasi si affaccino più opere sul mercato, come è già successo in passato.

  5. #25
    L'avatar di Klee
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    2,603
    Mentioned
    42 Post(s)
    Quoted
    414 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    @Klee l'arazzo da Finarte probabilmente una decina di anni fa avrebbe fatto 12-14k quindi in effetti un po' meno del doppio in termini di rivalutazione, che non mi pare niente male!
    E' circa un 8-10% su base annua

    In questo periodo, dopo una certa crescita, sono comparsi parecchi arazzi sul mercato. Potrebbe essere l'anno in cui in assoluto ne sono passati di più in asta.
    Questo è dovuto da un lato ai collezionisti "di vecchia data" che vendono per realizzare una plusvalenza, e dall'altro da collezionisti che semplicemente monetizzano a fronte del periodo economico internazionale non dei più semplici.

    La conseguenza è appunto una presenza piuttosto cospicua di opere sul mercato. D'altro canto gli arazzi sono una produzione piuttosto abbondante e quindi è normale che in certe fasi si affaccino più opere sul mercato, come è già successo in passato.
    Ciao Biagio , consideravo infatti che le quotazioni tengono eccome , anzi continuano a salire seppur con gradualità moderata e l ' offerta di opere sia generosa ( arazzi ) come osservi giustamente . Ho sempre ritenuto che anche i più piccoli , tranne rare eccezioni , trasmettano un notevole piacere estetico oltre a rappresentare il ciclo più conosciuto e " commerciale "
    ; proprio queste componenti probabilmente fanno si che per i piccoli formati il mercato sia sempre molto reattivo tra offerta e domanda , garantendo infine ottima tenuta delle quotazioni . Il tutto si fonda certamente sulla importanza che Alighieri Boetti ha raggiunto nel panorama artistico internazionale .

  6. #26
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,680
    Mentioned
    104 Post(s)
    Quoted
    3280 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Sono d'accordo con te Klee!

    Tornando al discorso della quantità di arazzi passati in asta fin'ora - numero da record - devo dire che per me è andata meglio di quanto pensassi in termini di tenuta e di risultati, perchè erano veramente tanti, e soprattutto in un periodo in cui si vede che il mercato un po' arranca visto il contesto economico globale.

    Chiaramente l'economia ci insegna che se ci sono 10 potenziali compratori alla ricerca di una determinata opera e 1 sola compare in asta, allora il prezzo salirà, viceversa se i compratori sono sempre 10 ma le opere 20, allora non ci sarà la stessa spinta verso l'alto e anzi, la tenuta è già un grande risultato.

    Ieri è andato alla Meeting l'arazzo "Divine astrazioni", che ha fatto 26.000 inclusi i diritti. Ecco, è un'aggiudicazione entro i parametri, ma verso la parta bassa delle medie, per un arazzo che secondo me era di ottima qualità.
    Chi l'ha comperato secondo me ha fatto un ottimo acquisto per le caratteristiche dell'opera. Complimenti!

  7. #27
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,680
    Mentioned
    104 Post(s)
    Quoted
    3280 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Intanto nello stand di Tornabuoni in quel di Artbasel... qualche Mappetta giusto per gradire

    Alighiero Boetti II-boetti-mappe-tornabuoni-artbasel-2019.jpg

  8. #28
    L'avatar di Klee
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    2,603
    Mentioned
    42 Post(s)
    Quoted
    414 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    Intanto nello stand di Tornabuoni in quel di Artbasel... qualche Mappetta giusto per gradire

    Alighiero Boetti II-boetti-mappe-tornabuoni-artbasel-2019.jpg
    EhlaMadooonna ! per dirla alla milanese ...Tornabuoni per Boetti non ha davvero badato a spese negli anni .

  9. #29
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    7,680
    Mentioned
    104 Post(s)
    Quoted
    3280 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Klee Visualizza Messaggio
    EhlaMadooonna ! per dirla alla milanese ...Tornabuoni per Boetti non ha davvero badato a spese negli anni .
    No beh... non credo sai @Klee...
    Sicuramente si tratta in parte di prestiti da galleristi e anche da collezionisti, e immagino che solo alcune Mappe saranno effettivamente in vendita.

    La prima grande mostra incentrata sulle Mappe venne organizzata qualche annno fa da Barbara Gladstone a New York (una foto qui sotto).

    Questa è la prima volta invece che vengono portate così tante Mappe in una fiera, e con un progetto anche curatoriale.
    Sicuramente sarà uno degli stand più fotografati di Art Basel. Una bella visibilità per Boetti!

    Alighiero Boetti II-mappe-boetti-gladstone.jpg

  10. #30
    L'avatar di Klee
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    2,603
    Mentioned
    42 Post(s)
    Quoted
    414 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    No beh... non credo sai @Klee...
    Sicuramente si tratta in parte di prestiti da galleristi e anche da collezionisti, e immagino che solo alcune Mappe saranno effettivamente in vendita.

    La prima grande mostra incentrata sulle Mappe venne organizzata qualche annno fa da Barbara Gladstone a New York (una foto qui sotto).

    Questa è la prima volta invece che vengono portate così tante Mappe in una fiera, e con un progetto anche curatoriale.
    Sicuramente sarà uno degli stand più fotografati di Art Basel. Una bella visibilità per Boetti!

    Alighiero Boetti II-mappe-boetti-gladstone.jpg
    Caspita , si potrebbe innescare una richiesta di Mappe ben superiore all ' offerta quindi ... Tornabuoni poi è uno dei pochissimi selezionati anche per il Tefaf se non ricordo male , altra vetrina notevolissima per le potenzialità " Boettiane " . 👍

Accedi