Alighiero Boetti II - Pagina 133
Wall Street come il selvaggio West, i 5 giganti Tech alterano la visione di uno scenario ancora molto critico
I mercati hanno offerto una prova di grande resilienza facendo registrare il trimestre migliore dal 1987 e recuperando le perdite di marzo. Sullo sfondo si staglia la recessione, ma andando …
Nikola ergo la nuova Tesla. Tutto il fatturato guadagnato con installazione pannelli solari al suo fondatore
E’ il caso di dire: quando si parla di fondamentali. Un articolo della Cnbc si focalizza sul caso Nikola, la società ribattezzata la nuova Tesla, che continua a far parlare …
Balzo trading online traina gli utili di IW Bank, non solo nuovi trader dietro aperture conti durante lockdown
Balzo degli utili di IWBank Private Investments nei primi sei mesi del 2020. La Banca del Gruppo UBI Banca specializzata negli investimenti di individui e famiglie ha chiuso il primo …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1321
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,005
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    3930 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da blackcity Visualizza Messaggio
    Non mi metto a discutere su quanti all'anno, vero è che ormai tra le case d'asta se chiudi il catalogo senza l'arazzino rischi di fare la figura di quello poco sul pezzo, almeno questa è la sensazione.
    Di certo se ad una casa d'aste portano un arazzino, difficilmente gli diranno "no grazie"

    Negli anni passati si sono sempre visti i ricami, in molte aste, ma magari come dici tu, oggi un catalogo senza un arazzo farebbe più "strano" o "poco sul pezzo".

    Fatto sta che, ad oggi, ne sono passati sotto il martello 4, di cui 2 in un price range oltre i 150k, quindi non proprio per tutte le tasche... fondamentalmente rimangono per i collezionisti "umani" i due "Talvolta Sole".

    Ora abbiamo quello da Dorotheum, e i due di Phillips. Dal Ponte uno ci sarà di sicuro, magari anche due.

    Quindi, tolti i due Segno e Disegno che fanno categoria a parte, di arazzi normali siamo a 2 passati più altri 4-5 all'orizzonte dall'inizio dell'anno.
    Se si considera che in passato abbiamo anche visto delle aste con 5-6 arazzi in una singola sessione, siamo a numeri ancora bassissimi...

    PS. poi a fine anno si vedrà se ne sono passati in asta di più o di meno rispetto alle medie degli anni passati. Per ora siamo largamente sotto come numero, ma mediamente sopra come valori (che cmq essendo ancora rifieriti a pochi risultati, vanno contestualizzati in una analisi anche loro a fine anno per elaborare effettivamente un trend).

  2. #1322

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    2,674
    Mentioned
    104 Post(s)
    Quoted
    1139 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Una semplice legge economica direbbe che la diminuzione del numero proposto con prezzi in aumento indica un trand piuttosto preciso...

  3. #1323
    L'avatar di arte2011
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    9,124
    Mentioned
    110 Post(s)
    Quoted
    1678 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    ... in questo periodo ognuno ha la possibilità di prendersi un ricamo,
    denari permettendo.

    black mica aveva tutti i torti eh?
    Senza offesa ma questo intervento non ha senso, per non dire peggio
    Chiunque ha possibilità di comprare Picasso o Gerard Richter denaro permettendo.
    🙄

  4. #1324
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,005
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    3930 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Un'altra cosa che ritengo senz'altro significativa è l'internazionalizzazione di Boetti e anche dei ricami.
    Non certo per la lingua francese ma per il fatto che ormai sono effettivamente disseminati nel mondo.

    Il "Talvolta Sole" è passato in asta ad Amsterdam, "Entre loup" passerà a New York, "Un filo di luce" invece andrà a Hong Kong.

    Ecco, questa è una cosa che trovo di un certo interesse.

    A questo aggiungerei che l'opera di NY proviene dalla collezione di un importante collezionista di Los Angeles (quindi era stata comperata da un americano) e l'opera di HK proviene da un collezionista - probabilmente orientale - che l'aveva comperata a Seul.

    Al di là delle cifre o non cifre, questo evidenzia davvero un mercato internazionale, cosa che si può riscontrare per pochissimi artisti italiani.

    Altra cosa particolarmente rilevante ai miei occhi è che - se ho visto bene - i due arazzi a New York e a Hong Kong sono le uniche due opere presenti in asta di un artista italiano.
    Questa non è una cosa di poco conto...

    Magari ho visto male, ma oltre a Boetti non mi sembra di avere visto altri artisti italiani nelle due Day Sale di Phillips NY e HK.

  5. #1325
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,036
    Mentioned
    178 Post(s)
    Quoted
    6886 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da arte2011 Visualizza Messaggio
    Senza offesa ma questo intervento non ha senso, per non dire peggio
    Chiunque ha possibilità di comprare Picasso o Gerard Richter denaro permettendo.
    🙄
    mi riferivo alla realtà che in ogni catalogo ne trovi uno

    e mica di Picasso però

  6. #1326
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,005
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    3930 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    mi riferivo alla realtà che in ogni catalogo ne trovi uno

    e mica di Picasso però
    Dici di Picasso no?
    Certo, non nelle aste di “Contemporaneo”, ma prova a guardare le aste di Moderno, e vedrai che i Picasso non mancano mai, dalle carte alle tele, dalle opere da decine di migliaia di euro ai milioni.
    Senza parlare di grafiche e ceramiche, perché se si aggiungono anche quelle allora probabilmente parliamo dell’artista in assoluto con più passaggi in aste ogni anno.
    Fatti un giretto sui cataloghi

    Eppure ancora i collezionisti di Picasso con le carriole non li ho visti... sarà che erano finite le carriole

    PS. per l'amico @Ale agevolo qui sotto i passaggi d'asta degli ultimi 30-40 anni per Boetti e per Picasso, perchè mi pare non abbia un'idea proprio realistica dei numeri...

    Alighiero Boetti II-screenshot_2020-06-22-alighiero-boetti-1940-1994-auction-sales-auction-prices-indices-bi.png

    Alighiero Boetti II-screenshot_2020-06-22-pablo-picasso-1881-1973-auction-sales-auction-prices-indices-biogr.png

  7. #1327
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,036
    Mentioned
    178 Post(s)
    Quoted
    6886 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    ve bene
    va bene così

    a 'sto punto si consiglia caldamente di portarci tutti a casa un ricamo
    sarà un affare per tutti
    ed in ogni parte del mondo


    YouTube

  8. #1328
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,005
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    3930 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Mettiamo ancora alcuni riferimenti per altri artisti, così come spunto per dei raffronti.

    Alighiero Boetti II-screenshot_2020-06-22-jannis-kounellis-1936-2017-auction-sales-auction-prices-indices-bi.png

    Alighiero Boetti II-screenshot_2020-06-22-giulio-paolini-1940-auction-sales-auction-prices-indices-biography.png

    Alighiero Boetti II-screenshot_2020-06-22-mario-schifano-1934-1998-auction-sales-auction-prices-indices-biog.png

    Alighiero Boetti II-screenshot_2020-06-22-tano-festa-1938-1988-auction-sales-auction-prices-indices-biograph.png

    Alighiero Boetti II-screenshot_2020-06-22-andy-warhol-1928-1987-auction-sales-auction-prices-indices-biograp.png

  9. #1329
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,005
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    3930 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Chi l'avrebbe detto che sono passate in asta più opere di Tano Festa (3.258) che di Boetti (2.987), che quelle di Schifano siano oltre il doppio (7.601), che quelle di Warhol siano 10 volte tanto (34.365) e che quelle di Picasso siano oltre 20 volte tanto (71.558). Quelle di Kounellis, che sembrano vedersi raramente, alla fine sono 1.182 e quelle di Paolini 752, che comunque sono giù un bel numero per un artista che ha prodotto poco.

    Ecco, tenendo presente che i passaggi in asta NON corrispondono al numero delle opere, perchè alcune avranno fatto diversi passaggi in 30-40 anni, questi numeri sono piuttosto interessanti, soprattutto per organizzarsi con le carriole...
    (@Ale, ci pensi tu ad avvisare i collezionisti di Picasso? )

  10. #1330
    L'avatar di Galak
    Data Registrazione
    Mar 2020
    Messaggi
    303
    Mentioned
    21 Post(s)
    Quoted
    171 Post(s)
    Potenza rep
    4106890

    Ale vs Biagio 😀

    Raga... questi “scontri“ tra i 2 nostri big sono uno spasso ! ... e, soprattutto, mooolto istruttivi!
    Quest’ultima sottigliezza sui passaggi in asta rispetto alla produttività (nonché redditività mercantile) di opere di un determinato artista la trovo molto interessante !

    P.s. Ale, sei indiscutibilmente un grande , ma Biagio su Boetti è cintura nera! Io lo aspetterei al varco magari su Arman.... 😂😂😂😂

Accedi