Alighiero Boetti II - Pagina 108
Joe Biden sfida Trump sul climate change: maxi-piano da 2.000 mld $ per l’energia pulita
Il clima sempre più al centro del piano di Joe Biden, per far ripartire l'economia a stelle e strisce nel post-Covid. Con un maxi investimento da 2 trilioni di dollari …
Quattro banche di Piazza Affari le più esposte in UE a settori colpiti dal Covid, rischio boom NPL e incubo ricapitalizzazioni
Quattro banche italiane in cima alla lista delle oltre 100 banche europee esposte alle industrie maggiormente colpite dalla crisi, secondo una ricerca condotta da Eric Dor, direttore degli studi economici …
Eni accelera su transizione green, il ceo Descalzi punta su bioraffinerie, rinnovabili e idrogeno. Analisti vedono risvolti positivi sul titolo
La pandemia Covid-19 sarà un fattore che determinerà un’accelerazione della transizione energetica di ENI. A sostenerlo nel corso di un’intervista a Bloomberg il CEO Claudio Descalzi secondo cui nel suo …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1071
    L'avatar di Klee
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Messaggi
    2,977
    Mentioned
    73 Post(s)
    Quoted
    615 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Galak Visualizza Messaggio
    Scusa Sattin, ma non capisco...
    Non me ne frega nulla della posizione!
    Vorrei davvero avere pareri su quest’opera presente in asta da meeting. ( in verità mi farebbe piacere avere un parere anche sull’opera di Max Bill presente anch’esso nella stessa asta...)
    Io,a parte gli arazzi, arazzini,
    biro , calendari, sale e zucchero,non ho altre conoscenze su Boetti.
    Territorio inesplorato nel quale mi sto avventurando da poco ( a parte la simpatia “a pelle” avuta anno ad dietro x gli arazzi ) ed è per questo che chiedo agli esperti...
    Se non avrò riscontro qui, vorrà dire che lo chiederò privatamente al buon Biagio
    Biagio e ' un super esperto ... io non avrei dubbi però nel " puntare " un arazzino più che una carta , magari " attendendolo " con calma e mettendo da parte il budget per la carta . Non credo che anche i prezzi dei ricami possano salire per un po' di tempo , in qualche asta invernale qualche piccolo lavoro potrebbe anche non fare gara .

  2. #1072
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    6,080
    Mentioned
    278 Post(s)
    Quoted
    2806 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    di Boetti, anche le carte più difficili, anni 60, incominciano ad avere un buon riscontro.
    Dopo di che rimarrà solo la grafica d'autore.

  3. #1073

    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    2,611
    Mentioned
    103 Post(s)
    Quoted
    1115 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Galak Visualizza Messaggio
    Scusa Sattin, ma non capisco...
    Non me ne frega nulla della posizione!
    Vorrei davvero avere pareri su quest’opera presente in asta da meeting. ( in verità mi farebbe piacere avere un parere anche sull’opera di Max Bill presente anch’esso nella stessa asta...)
    Io,a parte gli arazzi, arazzini,
    biro , calendari, sale e zucchero,non ho altre conoscenze su Boetti.
    Territorio inesplorato nel quale mi sto avventurando da poco ( a parte la simpatia “a pelle” avuta anno ad dietro x gli arazzi ) ed è per questo che chiedo agli esperti...
    Se non avrò riscontro qui, vorrà dire che lo chiederò privatamente al buon Biagio

    Galak era solo una battuta in generale, nulla contro la tua legittima e comprensibile richiesta, forse ti sei perso tutti i post nelle varie discussioni che venivano inseriti con lo specifico intento di abbassare la posizione di Boetti nel forum….

  4. #1074
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    8,989
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    133 Post(s)
    Quoted
    3921 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Prima di tutto grazie per gli interventi che scaldano il cuore

    Paradossalmente pur essendo super appassionato dei colorati arazzi, per quanto riguarda le carte sono personalmente più centrato sulle opere di Boetti poco colorate o meglio più minimal-concettuali e in particolare quelle degli anni '60 e '70.

    Questa è evidentemente una propensione del tutto individuale, perchè la produzione di Boetti, inclusa quella su carta, è interessante in modo trasversale per tutta la sua carriera.

    "Extra Strong" è uno degli ultimi veri e propri "cicli", ossia una serie di opere che prende il nome dal tipo di carta usata e sono tutte del medesimo formato standard.
    Raccolgono e sviluppano immagini e temi già presenti nel percedente ciclo "La natura una faccenda ottusa", che sottolinea il proliferare e la continua proliferazione della natura e la continuazione delle speci, vista anche in chiave puramente moltiplicativa. Ed è poi anche quello che fa lo stesso Boetti: replicare e moltiplicare sagome e silhouettes di animali. Pesci, rinoceronti, scimmie, rane, gazzelle ecc.
    Un precedente seminale lo si può ritrovare in un'opera importante degli anni '70 intitolata "Regno Animale", che è un "Tra sè e sè" con delle traiettorie a matita dove sono disegnati fuori scala diversi animali.

    Tornado agli Extra Strong, si tratta di opere eseguite direttamente manualmente da Boetti, un po' come si trattasse di opere intime.
    In effetti oltre agli "animaletti", possono contenere dei timbri raccolti nei viaggi, dei collages, dei fogli di corrispondenza e quasi sempre degli appunti.

    L'elemento degli appunti - che possono racchiudere un ricordo, un pensiero o una descrizione - è particolarmente interessante in Boetti in quanto esalta l'inclusione non solo del racconto ma proprio della scrittura all'interno dell'opera.
    In particolare la scrittura è eseguita sulle opere di Boetti con la mano "altra", ossia nel suo caso la mano sinistra.
    Una delle sue celebri affermazioni è che "SCRIVERE CON LA SINISTRA E' DISEGNARE". Quindi la scrittura non è solo un linguaggio con un significato, ma in quanto scritta con la sinistra, diventa un vero e proprio disegno all'interno dell'opera.

  5. #1075
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    8,989
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    133 Post(s)
    Quoted
    3921 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Per quanto riguarda il mercato, le opere del ciclo Extra Strong sono particolarmente amate dal collezionismo, e hanno delle quotazioni/aggiudicazioni piuttosto variabili, a partire dai 6-8.000 euro fino a quasi 20.000 euro.

    L'opera in asta alla Meeting la trovo molto bella e rappresentativa di questo ciclo.
    Interessante da notare che tutta l'opera sia eseguita sulla carta da lettera di un hotel di Peshawar in Pakistan.
    Ne ho viste altre su questo supporto, che personalmente trovo conferisca un sapore particolare legato al viaggio e alla storia personale di Boetti con il suo legame al Medio Oriente.

    In generale ritengo la produzione di Boetti su carta sia ancora poco nota ai collezionisti nel suo complesso in quanto Boetti ha sviluppato una notevole varietà di temi e ricerche e ad oggi non c'è ancora stata una importante mostra museale incentrata sull'approfondimento specifico delle opere su carta.
    Questo potrebbe essere un vantaggio sotto il profilo collezionistico perchè chi è maggiormente appassionato e preparato ha la possibilità ancora oggi di intervenire su alcune opere prima di altri, e prima di un potenziale aumento dei prezzi.

    Se avete piacere, e se alcuni amici forumisti non si spazientiscono troppo (), potremmo anche dedicarci nei prossimi giorni a fare un po' un excursus divulgativo sulla produzione di Boetti su carta.

  6. #1076
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    29,930
    Mentioned
    175 Post(s)
    Quoted
    6832 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    queste carte le faceva Alighiero o i suoi assistenti?

    grazie

  7. #1077
    L'avatar di smw85
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    1,824
    Mentioned
    59 Post(s)
    Quoted
    750 Post(s)
    Potenza rep
    42949686
    Se ne avesse fatti tanti quanti i ricami (lettere) siamo a cavallo...biagio ha detto che ne fatti qualche migliaio (...)
    Non mi si dica ancora che li ha fatti (fare) perchè li richiedeva il mercato

  8. #1078
    L'avatar di arte2011
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Messaggi
    9,077
    Mentioned
    109 Post(s)
    Quoted
    1654 Post(s)
    Potenza rep
    42949681
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    queste carte le faceva Alighiero o i suoi assistenti?

    grazie
    Le carte erano fatte da lui e questo per me è un plus

  9. #1079
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    29,930
    Mentioned
    175 Post(s)
    Quoted
    6832 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    bene,
    a 'sto punto non ci sono dubbi.

    Comprare a manetta qualsiasi cosa di Boetti, un acquisto sicuro di cui i vostri figli & nipoti
    non potranno che ringraziarvi


    P.S. : io il fiammifero non ce l'ho per nessun artista, manco per Lucio Fontana
    Immagini Allegate Immagini Allegate Alighiero Boetti II-mah.png 

  10. #1080
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    8,989
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    133 Post(s)
    Quoted
    3921 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    queste carte le faceva Alighiero o i suoi assistenti?

    grazie
    Confermo quanto scritto da @arte2011: le carte Extra Strong furono tendenzialmente realizzate manualmente da Boetti. Poi non è escluso che a qualcuna abbia partecipato anche qualche assistente.

    Stando al metodo lavorativo e partecipativo di Boetti, per me in ogni caso non fa alcuna differenza chi abbia realizzato manualmente le opere, e non la fa nemmeno a livello di mercato. E' un aspetto che qualcuno in ogni caso può trovare curioso o preferire.

    Paradossalmente mi viene da dire che in certi casi è come se Alighiero fosse stato un collaboratore di Boetti.

Accedi