Investire su Pino Procopio, Paola Romano, Lucio Ranucci o Meloniski - Pagina 11
Ftse Mib: chi vince e chi perde, solo 7 titoli immuni da bufera Covid
La pandemia ha copito duramente economia e mercati. Per le aziende le ricadute del lockdown si sono fatte sentire soprattutto sui dati del secondo trimestre. Le aziende che generano la …
Posizioni nette corte: Maire la più shortata di Piazza Affari, tra i primi 4 anche Bper e Banco
Dall?aggiornamento di oggi di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Maire Tecnimont con 2 posizioni short aperte per una quota …
S&P500, Ftse Mib e materie prime: cosa suggerisce l’analisi ciclica
Diversi i temi sul mercato anche in questo agosto, con materie prime come oro e argento sugli scudi e gli indici americani che continuano la loro corsa nonostante la situazione …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #101
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,293
    Mentioned
    83 Post(s)
    Quoted
    2238 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Dopo aver letto anche Franz Borghese le prob. si tratti di un troll sono pure incrementate. Mi domando come mai chi "si approccia ex novo" butta sempre sul piatto 2-3 nomi da televendita o artisti che non hanno tra loro alcuna connessione o compatibilità nemmeno sul piano estetico che dovrebbe in questa fase essere il "criterio guida".
    Quale il comune denominatore se non composizioni "affollate e ultracolorate"?... Ma non capisco in quel caso cosa c'entri Paola Romano tra i diversi nomi proposti.

    Sarà forse che altrettanto neofita fin dall'inizio mi sono indirizzata ad alcuni ambiti/autori circoscritti che rispondevano al mio gusto rispetto ai quali mantengo oggi la stessa preferenza in modo coerente e senza pentimenti. Una provocazione, perchè non soddisfare l'acquisto compulsivo con qualche visita ai mercatini, almeno si inizia a osservare e toccare con mano spendendo in "modica quantità"... ma con la consapevolezza che l'investimento in arte è altro!

  2. #102

    Data Registrazione
    Feb 2018
    Messaggi
    217
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    116 Post(s)
    Potenza rep
    8312444
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Dopo aver letto anche Franz Borghese le prob. si tratti di un troll sono pure incrementate. Mi domando come mai chi "si approccia ex novo" butta sempre sul piatto 2-3 nomi da televendita o artisti che non hanno tra loro alcuna connessione o compatibilità nemmeno sul piano estetico che dovrebbe in questa fase essere il "criterio guida".
    Quale il comune denominatore se non composizioni "affollate e ultracolorate"?... Ma non capisco in quel caso cosa c'entri Paola Romano tra i diversi nomi proposti. !
    Onestamente non credo...non vedo alcun tipo di vantaggio promozionale a mettere sul piatto dei nomi che poi vengono puntualmente in questa sede derisi....semplicemente il resto del mondo sull'argomento arte viaggia su lunghezze d'onda completamente diverse e sta ancora lì a chiedersi come sia stato possibile passare, nel giro di poche centinaia di anni, dalla "Dama con ermellino" di Leonardo all' orinatoio di Duchamp....

  3. #103

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,889
    Mentioned
    127 Post(s)
    Quoted
    3164 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Danilo88juve Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio per la risposta. Si ho visto i due stefanoni ma per il momento vorrei seguire queste aste da spettatore, ho già di base tante opere acquistate da "neofita" ed ho sicuramente appagato un certo senso estetico (per intenderci, ho scuffi, faccincani, ranucci, procopio..). Ma come detto precedentemente, vorrei alzare "l'asticella" e puntare qualcosa su cui veramente investire, ragion per cui vorrei affievolire la mia poca conoscenza in questo campo per puntare su un qualcosa che non vada ad "abbellire" le mie pareti ma che le vada ad impreziosire...
    Ecco. Vedi, se parli chiaramente risulti anche più credibile. Finalmente hai ammesso di ‘aver già comprato’ quadrucci di quel tipo. Ma inizialmente volevi far credere che stavi valutando l’acquisto in termini di investimento. Credo che in diversi qui ti abbiano spiegato che per investire in arte bisogna capirne e parecchio. Sul fatto che non ti capaciti di come si sia passati dalla Dama con ermellino all’Orinatoio, beh... questa è la dimostrazione che devi proprio studiare. L’Arte è evoluzione ed è sempre legata al contesto storico, sociale, culturale, filosofico, economico, ecc. Credo che ti sarebbe utile iniziare a capire almeno partendo da un buon testo di Storia dell’Arte. Un’infarinatura almeno di livello liceale ti eviterebbe di credere che l’Arte sia riconducibile ad un solo canone estetico classico. Vorrei farti presente che se vuoi cimentarti nella lettura di un testo scritto in tedesco o in russo, la prima cosa assolutamente indispensabile è conoscere la lingua. Non è colpa dei tedeschi o dei russi se usano un linguaggio a te sconosciuto. O no?

  4. #104

    Data Registrazione
    Feb 2018
    Messaggi
    217
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    116 Post(s)
    Potenza rep
    8312444
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    Ecco. Vedi, se parli chiaramente risulti anche più credibile. Finalmente hai ammesso di ‘aver già comprato’ quadrucci di quel tipo. Ma inizialmente volevi far credere che stavi valutando l’acquisto in termini di investimento. Credo che in diversi qui ti abbiano spiegato che per investire in arte bisogna capirne e parecchio. Sul fatto che non ti capaciti di come si sia passati dalla Dama con ermellino all’Orinatoio, beh... questa è la dimostrazione che devi proprio studiare. L’Arte è evoluzione ed è sempre legata al contesto storico, sociale, culturale, filosofico, economico, ecc. Credo che ti sarebbe utile iniziare a capire almeno partendo da un buon testo di Storia dell’Arte. Un’infarinatura almeno di livello liceale ti eviterebbe di credere che l’Arte sia riconducibile ad un solo canone estetico classico. Vorrei farti presente che se vuoi cimentarti nella lettura di un testo scritto in tedesco o in russo, la prima cosa assolutamente indispensabile è conoscere la lingua. Non è colpa dei tedeschi o dei russi se usano un linguaggio a te sconosciuto. O no?
    Però di sta cosa della Dama con l'Ermellino e di Duchamp il buon Danilo88 non ne sa nulla...l'ho detto io a mo di esempio di come la stragrande maggioranza delle persone non è sintonizzata su queste frequenze...io a Roma abito non lontano dal Maxxi e parcheggio praticamente quasi tutti i giorni nella strada dove c'è l'ingresso principale del museo e non sono poche le volte che ho visto le persone sghignazzare all'uscita o commentare con frasi non molto diverse da quella che io ho riportato sopra....e non ti parlo di panettieri e carpentieri (con tutto il rispetto per queste professioni) ma di gente che, già per essere entrata pagando un biglietto in un Museo di questo tipo, una certa predisposizione a comprendere certi linguaggi pensa di averla...
    Ultima modifica di Goldmine74; 28-03-19 alle 14:23

  5. #105
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,293
    Mentioned
    83 Post(s)
    Quoted
    2238 Post(s)
    Potenza rep
    42949677
    Citazione Originariamente Scritto da Goldmine74 Visualizza Messaggio
    Onestamente non credo...non vedo alcun tipo di vantaggio promozionale a mettere sul piatto dei nomi che poi vengono puntualmente in questa sede derisi....semplicemente il resto del mondo sull'argomento arte viaggia su lunghezze d'onda completamente diverse e sta ancora lì a chiedersi come sia stato possibile passare, nel giro di poche centinaia di anni, dalla "Dama con ermellino" di Leonardo all' orinatoio di Duchamp....
    Sai non penso ad intenti "promozionali" quanto piuttosto a qualche innocente burlone o malizioso provocatore che si diverte a stuzzicare e a farci ripetere per l'n-esima volta il refrain "bisogna studiare, studiare, studiare" che tanto ricalca il "provare, provare, provare..." di Amanda Sandrelli in "Non ci resta che piangere", titolo non proprio casuale!

  6. #106

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,889
    Mentioned
    127 Post(s)
    Quoted
    3164 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Vero. La Dama e l’Orinatoio l’ha citata Goldmine e non Danilo. Chiedo scusa per aver risposto in fretta dopo aver letto più post. Il discorso comunque mi sembra in ogni caso valido.

  7. #107

    Data Registrazione
    Mar 2019
    Messaggi
    56
    Mentioned
    0 Post(s)
    Quoted
    47 Post(s)
    Potenza rep
    1717989
    Processi all'intenzione, troll, incompetenze sull'argomento sinceramente mettete timore perfino di fare una domanda, spero tanto che all'inizio abbiano fatto lo stesso anche con voi. Abbiamo tutti capito che siete "evoluti" nel settore e che avete conoscenza, ma come ho già più volte riferito, se faccio qualche domanda (quale INESPERTO che sono) è solo per conoscere qualcosa in più da chi ne capisce più di me. Sig Loryred io ci vedo una forte connessione tra Borghese, Ranucci e Procopio, decisamente un pò meno con la Romano che comunque mi incuriosisce, ma dal definirmi troll per aver fatto una domanda per capire cosa pensate su questi artisti mi risulta un pò eccessivo. Sig "Accipicchia" avendo già acquistato opere di artisti simili, naturalmente sento il bisogno di capire se ne vale la pena continuare sul vago o di guardarsi intorno per cercare di evolvere in un settore che mi affascina tanto. Sono un arch che tra artistico ed università, la storia dell'arte in termini scolastici la conosco anche più rispetto a qualche presuntuoso che invita continuamente nello studiare dando per scontato che io tutt'ora non lo faccia, da parte mia rispetto però contrariamente a quanto riferito, anche il panettiere che entra in un museo: l'arte, o meglio il modo di interpretarla, per fortuna risulta talvolta molto soggettiva: La Dama con l'Ermellino magari puo trasmettere qualcosa diverso rispetto al "panettiere di turno" che a voi esperti o pseudo-didatti non recepite. Ringrazio a tutti coloro che mi hanno dato una risposta costruttiva

  8. #108

    Data Registrazione
    May 2015
    Messaggi
    1,124
    Mentioned
    39 Post(s)
    Quoted
    495 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Danilo, tu sei entrato nel forum parlando di investimenti in arte. Giusto?
    Hai proposto nomi inaccettabili per questo scopo. Inaccettabili al punto da sembrare assurdi (sottolineo assurdi) e farti apparire come un troll.
    Ti è stato detto che, proprio in virtù delle proposte fatte, evidentemente non hai la benché minima idea di quello di cui stai parlando. E' un dato oggettivo.
    Al fine di correggere il tiro sei stato invitato a documentarti con vari mezzi: libri, fiere, musei, gallerie.
    Tu la storia dell'arte al massimo la conosci come un racconto, almeno nelle arti figurative. Non sai evidentemente pesare il ruolo dei suoi protagonisti. Non fosse così non avresti comprato quello che hai comprato con il tipo di intenzioni che hai.
    Questa è la questione.
    Ti mancano veramente i mezzi, gli strumenti, per comprendere quello che hai davanti.
    Una canzone in lingua inglese può sembrare meravigliosa quando non hai idea del significato delle sue parole. Poi, però, se la lingua la impari, spesso, le impressioni cambiano.
    Sei veramente molto, molto acerbo in questo campo; direi distante anni luce dalla realtà della storia e del mercato dell'arte del dopoguerra.
    Ora la questione è semplice: ti piace quello che hai comprato? Bene. Ti sei accorto che hai speso più del dovuto? Capita. Sei invece soddisfatto? Meglio.
    Non fare però l'errore di giustificare i tuoi acquisti finanziariamente errati con l'inesperienza. Dal punto di vista "investimento", se quella era la tua intenzione sin dall'inizio, ha fatto una cavolata enorme buttandoti a capofitto in un terreno di cui non sapevi nulla. Da "quel" punto di vista l'investimento è stato un fallimento.
    Vuoi ripartire da zero perché ti stai appassionando? Ottimo.
    Qui ci sono persone con più di 30 anni di esperienza.
    Ascoltale.

  9. #109

    Data Registrazione
    Feb 2018
    Messaggi
    217
    Mentioned
    7 Post(s)
    Quoted
    116 Post(s)
    Potenza rep
    8312444
    Visto che ho utilizzato io impropriamente le due categorie professionali a titolo di esempio , chiedo venia a loro e a tutti gli utenti del fol per le accuse di classismo piovutevi tra capo e collo e sostituisco alla frase "e non ti parlo di panettieri e carpentieri (con tutto il rispetto per queste professioni)" con la frase "e non ti parlo di bidelli e netturbini (con tutto il rispetto per queste professioni)"...

    Ops....

    Dai si scherza...Danilo, aldilà della mia uscita poco felice, è chiaro che volevo dire che frasi del genere (La dama e l'orinatoio) si sentono da persone anche con un certo livello culturale....

  10. #110

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,889
    Mentioned
    127 Post(s)
    Quoted
    3164 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Doctor83 Visualizza Messaggio
    Danilo, tu sei entrato nel forum parlando di investimenti in arte. Giusto?
    Hai proposto nomi inaccettabili per questo scopo. Inaccettabili al punto da sembrare assurdi (sottolineo assurdi) e farti apparire come un troll.
    Ti è stato detto che, proprio in virtù delle proposte fatte, evidentemente non hai la benché minima idea di quello di cui stai parlando. E' un dato oggettivo.
    Al fine di correggere il tiro sei stato invitato a documentarti con vari mezzi: libri, fiere, musei, gallerie.
    Tu la storia dell'arte al massimo la conosci come un racconto, almeno nelle arti figurative. Non sai evidentemente pesare il ruolo dei suoi protagonisti. Non fosse così non avresti comprato quello che hai comprato con il tipo di intenzioni che hai.
    Questa è la questione.
    Ti mancano veramente i mezzi, gli strumenti, per comprendere quello che hai davanti.
    Una canzone in lingua inglese può sembrare meravigliosa quando non hai idea del significato delle sue parole. Poi, però, se la lingua la impari, spesso, le impressioni cambiano.
    Sei veramente molto, molto acerbo in questo campo; direi distante anni luce dalla realtà della storia e del mercato dell'arte del dopoguerra.
    Ora la questione è semplice: ti piace quello che hai comprato? Bene. Ti sei accorto che hai speso più del dovuto? Capita. Sei invece soddisfatto? Meglio.
    Non fare però l'errore di giustificare i tuoi acquisti finanziariamente errati con l'inesperienza. Dal punto di vista "investimento", se quella era la tua intenzione sin dall'inizio, ha fatto una cavolata enorme buttandoti a capofitto in un terreno di cui non sapevi nulla. Da "quel" punto di vista l'investimento è stato un fallimento.
    Vuoi ripartire da zero perché ti stai appassionando? Ottimo.
    Qui ci sono persone con più di 30 anni di esperienza.
    Ascoltale.
    È chiaro che questo tipo di risposte non lo soddisfano. Ora sappiamo il perché: perché gli acquisti li ha già fatti. Sperava di ottenere consensi ma non avendone ricevuto mezzo si impermalisce e continua a buttare là nomi chiedendo ogni volta cosa ne pensiamo. Evidentemente non siamo riusciti a spiegare che scelte di questo tipo sono tutte perdenti. Credo di essere uno che si spende molto per i neofiti, ma ora mi fermo. Non ho abbastanza pazienza per spiegare ancora meglio.

Accedi