j'accuse...! - Pagina 47
I trend più caldi tra gli ETF: meno Wall Street e più azioni Europa, corsa ai settoriali sulle banche
Ad aprile rallentano un po’ flussi sugli ETF dopo che il primo trimestre era stato il migliore di sempre e nell’arco di 12 mesi (da aprile 2020 a marzo 2021) …
Boom inflazione Usa, balzo dato core a record da anni ’80. Tassi BTP sfondano l’1% e superano rendimenti Grecia
Boom inflazione Usa, ben oltre le attese, che già spaventavano: nel mese di aprile l'indice dei prezzi al consumo degli Stati Uniti è schizzato del 4,2% su base annua, ben …
Sell in May and go away? Dipende da dove investi. Ecco come orientarsi e tre consigli di UBS per quest’anno
I mercati azionari sono nel pieno di un lungo rally partito dalle ceneri del violento sell-off di marzo 2020. Dopo essere sceso del 34% in soli 24 giorni – il …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #461
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    6,011
    Mentioned
    205 Post(s)
    Quoted
    2042 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Oggi, mi pare, non è importante che una data opera sia autentica, ma piuttosto che venga considerata tale, quindi vendibile e mezzo di guadagno... La Giustizia, rispondendo a Mr. Perplide, è un concetto astratto.. la sua applicazione.. bah, molto fallace, se un Giudice è sceso dal letto col piede sbagliato, se un Avvocato è particolarmente bravo, o incapace... ti saluto bambina!!

  2. #462
    L'avatar di Cris70
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    4,799
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    777 Post(s)
    Potenza rep
    0
    La "verità processuale" non coincide necessariamente con la "verità reale".
    Mi pare un concetto abbastanza noto e, per quanto discutibile, è quello che dà da vivere agli avvocati.

  3. #463
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,722
    Mentioned
    98 Post(s)
    Quoted
    2467 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Tornando al tema ho visto che nello studio del difensore della Fondazione esiste un bel numero di casi analoghi negli ultimi anni, parrebbe tutti con sentenze del medesimo segno, da qui forse la scelta del rito abbreviato.

    News - Jucker

  4. #464
    L'avatar di gabriban
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    1,485
    Mentioned
    54 Post(s)
    Quoted
    466 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Tornando al tema ho visto che nello studio del difensore della Fondazione esiste un bel numero di casi analoghi negli ultimi anni, parrebbe tutti con sentenze del medesimo segno, da qui forse la scelta del rito abbreviato.

    News - Jucker
    👍

  5. #465
    L'avatar di satiricon
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Messaggi
    1,118
    Mentioned
    48 Post(s)
    Quoted
    457 Post(s)
    Potenza rep
    32628151
    Una piccola considerazione personale, aldilà della vicenda processuale sulla quale, ovviamente, ognuno di noi si sarà fatto un'idea: sono un piccolissimo collezionista ai confini dell'impero e, in una cartella, tengo tutta la documentazione dei miei quadri (anche della grafica presa in asta di provincia a poche centinaia di euro).
    Ma è mai possibile che ci sia chi abbia un quadro da 300k e non abbia uno straccio di documento?

  6. #466
    L'avatar di Cris70
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    4,799
    Blog Entries
    1
    Mentioned
    36 Post(s)
    Quoted
    777 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Citazione Originariamente Scritto da satiricon Visualizza Messaggio
    Una piccola considerazione personale, aldilà della vicenda processuale sulla quale, ovviamente, ognuno di noi si sarà fatto un'idea: sono un piccolissimo collezionista ai confini dell'impero e, in una cartella, tengo tutta la documentazione dei miei quadri (anche della grafica presa in asta di provincia a poche centinaia di euro).
    Ma è mai possibile che ci sia chi abbia un quadro da 300k e non abbia uno straccio di documento?
    Certo che c'è qualcuno, ma altrettanto certamente non è un collezionista

  7. #467
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,982
    Mentioned
    88 Post(s)
    Quoted
    685 Post(s)
    Potenza rep
    32066872
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Tornando al tema ho visto che nello studio del difensore della Fondazione esiste un bel numero di casi analoghi negli ultimi anni, parrebbe tutti con sentenze del medesimo segno, da qui forse la scelta del rito abbreviato.

    News - Jucker
    Può avere influito nella scelta del rito nella misura in cui era nota la circolazione di altri falsi, ma non saprei. Le valutazioni generalmente si fanno caso per caso
    Il reato di cui alla condanna è ricettazione, che presuppone che un soggetto "altro" - rispetto all'imputato - abbia a propria volta commesso un altro reato (dal furto alla contraffazione, come pare essere in questa ipotesi, ma possono essercene diversi altri). Lascio li link con il commento di una recente sentenza della Cassazione (se vuoi approfondire ):

    Quando ricorre il dolo di ricettazione nella forma eventuale

    Come potrai leggere, il reato di ricettazione si configura anche quando l’agente si sia rappresentato la sola eventualità della provenienza delittuosa della cosa (cd. dolo eventuale, vale a dire che l'agente non ha la certezza della provenienza illecita della cosa, ma la ritiene anche solo eventuale, diciamo che la considera possibile). Proprio in parole poverissime eh

    Il resto della Giurisprudenza di cui parlavi Tu si riferisce alla mancanza della benché minima indicazione di un titolo di acquisto come indice di questa non conoscenza o non conoscibilità. Sicché in sostanza è stato rinvenuto un quadro, in una Galleria (a quanto pare non a casa dell'imputato), a quanto pare in vendita (a 320k euro), sprovvisto di un giustificativo atto ad attestarne la presenza e la messa in vendita, e detto quadro è risultato essere un falso. Ovviamente ciò che è scritto in sentenza è una sintesi, in ordine a quelle che saranno state le prove portate dall'accusa. Mi pare anche strano che nulla sia risultato nella dichiarazione di successione (ma a quanto pare i quadri per il fisco sono considerati "mobilio", qualora reperiti in casa.... )

    Per conoscenza

    Quali tasse su una collezione di quadri ereditata?

  8. #468
    L'avatar di mr perplide
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    110
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    68 Post(s)
    Potenza rep
    11152903
    Citazione Originariamente Scritto da techne Visualizza Messaggio
    Può avere influito nella scelta del rito nella misura in cui era nota la circolazione di altri falsi, ma non saprei. Le valutazioni generalmente si fanno caso per caso
    Il reato di cui alla condanna è ricettazione, che presuppone che un soggetto "altro" - rispetto all'imputato - abbia a propria volta commesso un altro reato (dal furto alla contraffazione, come pare essere in questa ipotesi, ma possono essercene diversi altri). Lascio li link con il commento di una recente sentenza della Cassazione (se vuoi approfondire ):

    Quando ricorre il dolo di ricettazione nella forma eventuale

    Come potrai leggere, il reato di ricettazione si configura anche quando l’agente si sia rappresentato la sola eventualità della provenienza delittuosa della cosa (cd. dolo eventuale, vale a dire che l'agente non ha la certezza della provenienza illecita della cosa, ma la ritiene anche solo eventuale, diciamo che la considera possibile). Proprio in parole poverissime eh

    Il resto della Giurisprudenza di cui parlavi Tu si riferisce alla mancanza della benché minima indicazione di un titolo di acquisto come indice di questa non conoscenza o non conoscibilità. Sicché in sostanza è stato rinvenuto un quadro, in una Galleria (a quanto pare non a casa dell'imputato), a quanto pare in vendita (a 320k euro), sprovvisto di un giustificativo atto ad attestarne la presenza e la messa in vendita, e detto quadro è risultato essere un falso. Ovviamente ciò che è scritto in sentenza è una sintesi, in ordine a quelle che saranno state le prove portate dall'accusa. Mi pare anche strano che nulla sia risultato nella dichiarazione di successione (ma a quanto pare i quadri per il fisco sono considerati "mobilio", qualora reperiti in casa.... )

    Per conoscenza

    Quali tasse su una collezione di quadri ereditata?
    Pertanto il reato di ricettazione si palesa esclusivamente nel caso di falsità del dipinto. Se fra 10 anni un prox esperto lo determinasse autentico? In mancanza di prove oggettive, la condanna è correttamente applicata nel presupposto?
    Insomma io avrei determinato la non commerciabilità dell’opera in mancanza della prova “del ciclo di produzione” del bene. Ma da qui a condannare una persona per indizi,presunzioni e pareri di esperti la trovò una forzatura. Inoltre, e anche qui c’è da essere perplessi, quantomeno, manca a mio avviso quel comportamento atto a nascondere vizi più o meno occulti, per gabbare il compratore. Anzi tutto è stato fatto per corrispondere all’interessato i documenti necessari (autentica e fattura).

  9. #469
    L'avatar di gabriban
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    1,485
    Mentioned
    54 Post(s)
    Quoted
    466 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Forse un Gallerista dovrebbe fare il gallerista e non fare anche il Mercante (che poi magari, spesso bistrattati, conoscono meglio la storia e la provenienza delle opere che trattano....).

    Un Gallerista che comincia a trattare un artista post mortem per me diventa un Mercante di quell'artista.

  10. #470
    L'avatar di gabriban
    Data Registrazione
    May 2011
    Messaggi
    1,485
    Mentioned
    54 Post(s)
    Quoted
    466 Post(s)
    Potenza rep
    42949682
    Citazione Originariamente Scritto da mr perplide Visualizza Messaggio
    Dipende in che galleria e dipende cosa intendiamo essere all’altezza. Approfondire prima di vedere o dopo aver visto è da persone curiose ed intelligenti. Io non sono all’altezza di “entrare” in una galleria che si occupa di contemporaneo. Non ho trasporto nè curiosità. Ho poi un approccio pregiudizievole che non mi libera nell’apprezzare stili, non ho quella freschezza di giudizio che mi permette di ridere o voler possedere un’opera. Ecco
    Io direi che un Gallerista quando tratta un artista deceduto o dal quale non ha ricevuto un'opera (o dalla sua galleria di riferimento), dovrebbe studiarla quell'opera, con senso critico (a dire il vero si dovrebbe farlo sempre), magari commissionando degli esami tecnico-scientifici, quando ci sono certi valori in gioco.

    Altrimenti come potrei considerarlo un esperto a cui affidarmi?

    Basta solo l'archivio per rassicurare il collezionista, quando fa comodo?

    Da dove arrivano poi tutte quelle opere che sono indispensabili per un circuito di galleristi per lavorare su un determinato artista deceduto?

    E' mai possibile che i Galleristi si fidino tutti dell'archivio dell'artista?

    Questo è un link da un articolo pubblicato nel 2012:

    Basquiat Committee to Cease Authenticating Works – ARTnews.com

    Penso che Basquiat si rivolterebbe nella tomba se dovesse vedere alcune opere passate in asta a lui attribuite, provenienti da gallerie top ed apparse post mortem.
    Ultima modifica di gabriban; 28-03-21 alle 21:26

Accedi