Giorgio Griffa 3.0
CreVal sposa perfetta per quattro motivi, mentre Banco BPM per analisti rischia di perdere treno M&A
Tengono banco a Piazza Affari le sirene di M&A sul settore bancario. Ieri a fare rumore è stata l’indiscrezione Bloomberg secondo cui Credit Agricole ha acceso i fari sulle banche …
MPS patata bollente, per UniCredit meglio nozze con Banco BPM? Così Mustier ‘rimetterebbe in riga’ Intesa SanPaolo
Nozze UniCredit-MPS per garantire il futuro della banca senese una volta che il Mef sarà uscito dal suo capitale. Anzi no, nozze tra UniCredit e Banco BPM. Il risiko bancario …
Musica e finanza: fan in delirio, i BTS sbarcano in Borsa a Seoul con Ipo record ultimi tre anni
I fan sono già in delirio: poter accapparrarsi anche solo un titolo di Big Hit Entertainment, significa per loro avere un pezzo della loro adorata band BTS, avvicinarsi in qualche …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1
    L'avatar di eelle25
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    2,033
    Mentioned
    54 Post(s)
    Quoted
    871 Post(s)
    Potenza rep
    36624277

    Giorgio Griffa 3.0

    Eccoci qui carissimi, dato che la precedente discussione aveva raggiunto il numero massimo di messaggi, apro la nuova discussione.
    E aggiungo un'opera illustre a fare da copertina: Segni orizzontali, 1975, 193x149cm, acrilico su tela (Tate Modern, London).
    Giorgio Griffa 3.0-t13890_10.jpg

  2. #2
    L'avatar di Antipole
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Messaggi
    6,331
    Mentioned
    181 Post(s)
    Quoted
    1193 Post(s)
    Potenza rep
    42949675
    Ma al posto di 3.0 non si poteva mettere un punto... e basta... fine...
    Ciao!!

    Intervista a Giorgio Griffa, storico pittore torinese | Artribune

    Giorgio Griffa 3.0-giorgio-griffa.jpg

  3. #3
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,221
    Mentioned
    181 Post(s)
    Quoted
    6970 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    e menomale che non avete saltato direttamente al 4.0

    che va tanto di moda:
    Industria 4.0

  4. #4
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,312
    Mentioned
    83 Post(s)
    Quoted
    2246 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Contiene anche riferimenti tecnici su supporti e colori e sulle tanto discusse "piegature".

    https://www.collezionedatiffany.com/...one-aureo-894/

  5. #5

    Data Registrazione
    May 2017
    Messaggi
    8
    Mentioned
    1 Post(s)
    Quoted
    9 Post(s)
    Potenza rep
    0
    Buongiorno a tutti, sono nuovo di questo forum e dei forum in generale.
    Sto acquistando una tela di Griffa in galleria del 1983.
    E' firmata e datata al retro.
    E' normale che l'autentica dell'artista sia la semplice foto dell'opera con la firma, senza nessun altro riferimento.
    La galleria rilascia anche il proprio certificato.
    Grazie in anticipo per le risposte

  6. #6

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,896
    Mentioned
    127 Post(s)
    Quoted
    3172 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Watt Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti, sono nuovo di questo forum e dei forum in generale.
    Sto acquistando una tela di Griffa in galleria del 1983.
    E' firmata e datata al retro.
    E' normale che l'autentica dell'artista sia la semplice foto dell'opera con la firma, senza nessun altro riferimento.
    La galleria rilascia anche il proprio certificato.
    Grazie in anticipo per le risposte
    Una foto con al retro la firma dell'autore (sempre che sia autografa) è la norma, no? Il certificato rilasciato dalla galleria non è altro che un pezzo di carta. Può avere una certa importanza se la galleria ha una storia e magari ha lavorato direttamente con l'artista. Può non valere nulla se la galleria è una galleriuzza (come tante, troppe, in Italia) che compra, vende e vivacchia e che magari tra un paio di anni non esisterà più. Una galleria di questo tipo che autorevolezza può avere? In ogni caso mi sembra strano che una galleria che lavori come si deve non abbia provveduto ancora prima di venderti il lavoro a fare tutti i passi necessari presso l'archivio di competenza. Forse non lo ha fatto per risparmiare i due o trecento euro (non so bene) della procedura di archiviazione e tale micragna non è un gran segnale di salute. In questo caso l'archiviazione dovrai farla tu. E' molto semplice: cerca su internet l'Archivio Giorgio Griffa, contattalo per mail e richiedi il modulo. Ti verrà inviato molto presto perchè l'Archivio è molto serio ed efficente. Lo compili, fai le foto professionali come richiesto, spedisci il tutto e riceverai il certificato. L'archiviazione è importante proprio in vista di un futuro Catalogo Ragionato. Io comunque, al tuo posto, insisterei a chiedere al venditore di provvedere: sarebbe un indice di serietà.

  7. #7

    Data Registrazione
    Dec 2014
    Messaggi
    718
    Mentioned
    30 Post(s)
    Quoted
    269 Post(s)
    Potenza rep
    20981208
    Citazione Originariamente Scritto da Watt Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti, sono nuovo di questo forum e dei forum in generale.
    Sto acquistando una tela di Griffa in galleria del 1983.
    E' firmata e datata al retro.
    E' normale che l'autentica dell'artista sia la semplice foto dell'opera con la firma, senza nessun altro riferimento.
    La galleria rilascia anche il proprio certificato.
    Grazie in anticipo per le risposte
    Ciao, si è normale. Le autentiche di Griffa sono così.
    Prima di pagare manda foto via email ad archivio Griffa. Poi fa l archivio che se non erro costa 300 euro. Ciao

  8. #8
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,221
    Mentioned
    181 Post(s)
    Quoted
    6970 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    ciao Watt e benvenuto.

    Archivio Giorgio Griffa

  9. #9
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,221
    Mentioned
    181 Post(s)
    Quoted
    6970 Post(s)
    Potenza rep
    42949683
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    Io comunque, al tuo posto, insisterei a chiedere al venditore di provvedere: sarebbe un indice di serietà.
    bravo

  10. #10
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,312
    Mentioned
    83 Post(s)
    Quoted
    2246 Post(s)
    Potenza rep
    42949678
    Lo spunto è nato dal post di Cento Arte credo, che evidenziava come la produzione più cercata e forse "pregiata" dell'artista sia quella anni '70, anche se non mi nascondo che in quel decennio ha avuto l'affermazione/consacrazione con mostre e Biennali.

    Non vorrei ribaltare il paradigma sostenuto in tante pagine ma mi chiedo se abbia tutto questo senso ritagliare e dare tanto rilievo a quel determinato periodo quando Griffa stesso prende le distanze dalla pittura analitica, rifiutando di venire inquadrato in quell'ambito, ponendosi in modo tangente a più movimenti pur senza navigarli del tutto come anche la critica recente pare sottolineare.

    Opera per cicli progressivi che non si chiudono ma coesistono (es. Alter Ego dura decenni) ed ai quali sembra riconoscere pari dignità oltre che esprimere un concetto di “non finito”, di un tempo sospeso, di un processo mai concluso rivendicando con forza "l'intelligenza della materia" di cui si pone a servizio come la continuità nel suo lavoro.
    Non avrebbe forse più senso ricercare la qualità all'interno di ogni singolo ciclo?!

    "...Non ho mai pensato a un catalogue raisonné e ho una mente che riesce a contaminare tutti i ricordi, del resto è proprio la contaminazione uno dei meccanismi da cui ha origine la vita. Quindi sono più attento ai percorsi mentali costruttivi e connettivi che a quelli di riepilogo, per cui mi trovo in difficoltà a trovare o designare un numero 1."
    (non sembra forse una sorta di rifiuto della "cronologia"?...)

Accedi