Giorgio Griffa 3.0 - Pagina 34
E’ crypto crash: bitcoin -50% dai massimi ed Ethereum -33% a gennaio. Che sta succedendo?
Nuovo tonfo del bitcoin e della altre principali criptovalute. L’ennesimo tonfo di Wall Street, anche ieri vittima di corposi ribassi a partire dall’indice Nasdaq, testimonia una fuga dal rischio da …
L’incastro perfetto per Quirinale e governo che farebbe gioire BTP e Piazza Affari
Con l’avvicinarsi del 24 gennaio, giorno della prima votazione per l’elezione del nuovo presidente della Repubblica, si è progressivamente acuita l?incertezza sulle prospettive per lo spread Btp-Bund, che ondeggia in …
‘Il grande crollo è iniziato, S&P 500 andrà giù del 45%’. Jeremy Grantham non ha dubbi ed elenca tutti i sintomi della super bolla
Jeremy Grantham, investitore celebre per le chiamate delle scoppio di bolle di mercato,  ieri ha affermato che lo storico crollo delle azioni che aveva previsto un anno fa è in …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #331
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,896
    Mentioned
    204 Post(s)
    Quoted
    8239 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    La rarità e la qualità vanno ricercate all'interno della produzione di un artista, non nel numero di opere prodotte.

    I soli pezzi unici di Fontana su carta passati in asta in circa 30 anni sono oltre 1.700, quasi il doppio delle 1.000 opere totali di Griffa passate in asta e ben più dei 1.500 arazzi di Boetti.
    .
    ma tu hai verificato se quelle carte di lucio passate in asta si ripetono poi in altre aste e pure i ricami?
    no, perchè la "quantità" per come la vedo io si riferisce alla loro produzione e non certo ai passaggi in asta, perchè se le stesse opere si ripetono .....


    per i corniciai (mercanti piccoli) sei tu che hai detto vendano Picasso, Warhol, Fontana, Hirst, Boetti, Mirò, Matisse, Hartung, Mathieu, Vasarely
    o no?

  2. #332

    Data Registrazione
    Nov 2018
    Messaggi
    128
    Mentioned
    3 Post(s)
    Quoted
    47 Post(s)
    Potenza rep
    5512973
    Biagio, hai confermato e chiarito tutti i miei dubbi in merito. Grazie!

  3. #333
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    5,929
    Mentioned
    103 Post(s)
    Quoted
    3235 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Sono totalmente d'accordo con Biagio, la vera discriminante è la qualità dell'opera, aiutano poi un'archiviazione rigorosa e una seria valorizzazione dell'artista, ciò nonostante anche artisti "non regolari" se meritano riescono alla fine a superare gli ostacoli e a regalare belle soddisfazioni vedi Schifano, sapendo scegliere.

    Poi ci sono artisti con produzioni "controllate" che si sono saputi gestire bene, mi vengono in mente ad es. Stingel o Nunzio... Ma quello che mi piacerebbe sapere da Brixia è cosa intende per "collezionismo di nicchia", che io riconosco più in chi sceglie ad es. l'Astrattismo Comasco delle carte di Fontana.

  4. #334

    Data Registrazione
    Dec 2020
    Messaggi
    305
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    145 Post(s)
    Potenza rep
    13151348
    Nella sua autobiografia, Boetti ricorda quando fu inseguito da un nugolo di talebani inferociti, noti custodi del politicamente corretto e del rispetto della donna, dopo che l'artista aveva risvegliato, con un bacio, da un sonno profondo una ricamatrice che si era punta col fuso mentre ricamava un arazzo. Gli storici affermano che il testo dell'arazzo fosse:


    T B D A
    A A E Z
    L N L Z
    E I C O

  5. #335
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,896
    Mentioned
    204 Post(s)
    Quoted
    8239 Post(s)
    Potenza rep
    42949685
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Ma quello che mi piacerebbe sapere da Brixia è cosa intende per "collezionismo di nicchia", che io riconosco più in chi sceglie ad es. l'Astrattismo Comasco delle carte di Fontana.
    ciò che non vedi passare a fiumi nelle varie case d'asta, ciò che difficilmente transita per le televendite, men che meno nelle fiere di provincia.
    Se entri nel 3D del concettuale ne ho menzionati tanti di artisti "di nicchia"

    Fontana non fa parte del collezionismo di nicchia semmai di gente con il portafoglio pieno.
    Però c'è tutta una tipologia di carte, indicativamente sono catalogate dal Barbero 5.500, ma quelle che racchiudono l'essenza del suo stile concettuale sono meno di 2.000.
    E su queste certo che diventa un collezionismo di nicchia, per cui l'investimento è l'ultimo dei pensieri.

  6. #336
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,612
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    167 Post(s)
    Quoted
    4643 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    ma tu hai verificato se quelle carte di lucio passate in asta si ripetono poi in altre aste e pure i ricami?
    no, perchè la "quantità" per come la vedo io si riferisce alla loro produzione e non certo ai passaggi in asta, perchè se le stesse opere si ripetono .....
    Ma che discorso Ale, certo che ci saranno passaggi doppi e tripli anche delle stesse opere. Ma vale per Fontana come per Boetti... quindi la proporzione è sempre la stessa: ci sono più passaggi per le carte di Fontana che per gli arazzi di Boetti. La nicchia sulle carte di Fontana non c'è se non sulla qualità delle opere, esattamente come per Boetti o per qualsiasi altro artista che abbia prodotto molto (Fontana: 7.000 passaggi d'asta, carrriollleeeeeeee ).

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    per i corniciai (mercanti piccoli) sei tu che hai detto vendano Picasso, Warhol, Fontana, Hirst, Boetti, Mirò, Matisse, Hartung, Mathieu, Vasarely
    o no?
    Il fatto che tu definisca con un certo disprezzo i piccoli mercanti dei corniciai è una cosa che personalmente trovo del tutto fuori luogo, ma sarà una questione di sensibilità differenti....
    Per il resto, ti confermo che se uno andava anche in una fiera "minore" come Bergamo o Montichiari o Padova, poteva trovare opere di tutti quegli artisti, senza che vi fossero Gagosian o la Gladstone a esporre, quindi, ragionando con il tuo metro, una galleria che esponeva Griffa poteva benissimo esporre un Boetti o un'edizione di Warhol o una carta di Fontana o un piccolo Vasarely o una carta di Hartung o Mathieu. Certamente! E non so perchè questo dovrebbe essere un problema o i piccoli mercanti oggetto di denigrazione. Boh.

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    ciò che non vedi passare a fiumi nelle varie case d'asta, ciò che difficilmente transita per le televendite, men che meno nelle fiere di provincia.
    Se entri nel 3D del concettuale ne ho menzionati tanti di artisti "di nicchia"

    Fontana non fa parte del collezionismo di nicchia semmai di gente con il portafoglio pieno.
    Però c'è tutta una tipologia di carte, indicativamente sono catalogate dal Barbero 5.500, ma quelle che racchiudono l'essenza del suo stile concettuale sono meno di 2.000.
    E su queste certo che diventa un collezionismo di nicchia, per cui l'investimento è l'ultimo dei pensieri.
    Beh, ma ragionando così però non si rappresenta la produzione di un artista, nè la sua "rarità" o il suo essere "di nicchia", ma si fa una semplice selezione che uno soggettivamente decide di fare in base ai proprio parametri.
    Con questo tipo di argomentazioni allora qualsiasi cosa diventa di nicchia: prendi un catalogo ragionato di qualsiasi artista, 10.000 opere, poi prendi solo le 1.000 più significative o più di qualità che racchiudono l'essenza del pensiero dell'artista e voilà per magia diventa un collezionismo di nicchia.
    Ma non si può ragionare così dai...

    Le carte di Fontana non sono un collezionismo di nicchia. Ne ha prodotte a migliaia; semplicemente ci sono quelle belle, quelle brutte, quelle di qualità, quelle rare ecc, come per la produzione di qualsiasi artista. Come per Griffa, come per Picasso e come per gli arazzi di Boetti (se seleziono solo i ricami che dico io, non sia arriva nemmeno a 1000, o se seleziono solo le tele di Picasso del periodo rosa... ma non è un ragionamento così che crea "la nicchia").

    Ma che le carte di Fontana siano rare o di nicchia, direi proprio di no. Sono semplicemente per chi ne è appassionato e può permettersele.
    E' solo una questione di cosa uno può / sa scegliere e di quanto ha la possibilità di spendere. Ci sono carte di Fontana che costano anche 100.000 euro.
    E per quanto riguardal'investimento, chi ha comperato una carta interessante di Fontana 10 o 20 anni fa, sicuramente oggi si ritrova con un investimento ben ripagato, altrochè!

    Emilio Prini è un artista da collezionismo di nicchia, ma Fontana è uno degli artisti più importanti al mondo e più collezionati a livello internazionale e mica solo su tele e sculture: le carte di Fontana sono opere che metterebbe in collezione qualsiasi collezionista anche "generalista", e sul mercato si trovano esattamente come si può trovare un arazzino, basta avere la disponibilità.

    L'analitica è di nicchia, Griffa è di nicchia, alcuni concettuali secchi (alcuni!) sono di nicchia. Ma non certo le carte di Fontana: è vero che sono per palati fini ma sono evidentemente mainstream. Come è giusto che sia per uno degli artisti più famosi, innovativi e collezionati al mondo: una bella carta di Fontana piace a qualunque collezionista che capisca Fontana.

    Del resto nonostante la popolarità, la valorizzazione, il mercato, i decenni passati dalla loro scomparsa, nemmeno Fontana o Boetti o Picasso o Warhol sono artisti proprio per tutti. Bisogna comunque avere avuto una frequentazione di questo mondo.

    Tornando su Griffa, per quanto negli ultimi dieci anni abbia guadagnato visibilità e popolarità (e anche mercato) è certamente ancora un artista di nicchia, ma non per il numero di opere prodotte, piuttosto perchè non è un artista nè facile nè per tutti, e per metterlo in collezione bisogna fare chiaramente un proprio percorso di approfondimento, studio e anche entrare in un ottica estetica di un certo tipo.
    E questo non è per tutti.
    Del resto non è mica necessario per forza essere per tutti.
    Ogni artista è un caso a sè. E la storia insegna che più volte ciò che è / era per pochi nel tempo è diventato iconico.

    PS. più scrivo su questo 3D e più mi viene voglia di comprare un Griffa, guarda un po!

    PPS. @accipicchia, torna a scrivere!!!

  7. #337
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    6,495
    Mentioned
    214 Post(s)
    Quoted
    2195 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da leiris Visualizza Messaggio
    Nella sua autobiografia, Boetti ricorda quando fu inseguito da un nugolo di talebani inferociti, noti custodi del politicamente corretto e del rispetto della donna, dopo che l'artista aveva risvegliato, con un bacio, da un sonno profondo una ricamatrice che si era punta col fuso mentre ricamava un arazzo. Gli storici affermano che il testo dell'arazzo fosse:


    T B D A
    A A E Z
    L N L Z
    E I C O
    Bellissima!!

  8. #338

    Data Registrazione
    Dec 2020
    Messaggi
    305
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    145 Post(s)
    Potenza rep
    13151348
    Citazione Originariamente Scritto da Kiappo Visualizza Messaggio
    Bellissima!!
    Qualcuno qui dentro sa ancora farsi una risata. Mi fa piacere perché la mia impressione è che tra collezionisti da stadio, incapacità totale non dico a condividere, ma almeno ascoltare un’opinione difforme, il malcelato tentativo di spingere a fini commerciali artisti di bottega, telecronache in diretta di emuli catodici...è dura sperare di condividere una passione. Senza contare annunci di mirabolanti quanto velleitarie azioni legali, per non dire di metafisici decessi in diretta...eppoi ci si chiede perché i migliori se ne sono andati!
    Han fatto bene!!!

  9. #339
    L'avatar di Kiappo
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    6,495
    Mentioned
    214 Post(s)
    Quoted
    2195 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da leiris Visualizza Messaggio
    Qualcuno qui dentro sa ancora farsi una risata. Mi fa piacere perché la mia impressione è che tra collezionisti da stadio, incapacità totale non dico a condividere, ma almeno ascoltare un’opinione difforme, il malcelato tentativo di spingere a fini commerciali artisti di bottega, telecronache in diretta di emuli catodici...è dura sperare di condividere una passione. Senza contare annunci di mirabolanti quanto velleitarie azioni legali, per non dire di metafisici decessi in diretta...eppoi ci si chiede perché i migliori se ne sono andati!
    Han fatto bene!!!
    Caro leiris..... difatti io NON sono un Collezionista.. Categoria che comincio a considerare un po' strana...

  10. #340

    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    2,264
    Mentioned
    25 Post(s)
    Quoted
    983 Post(s)
    Potenza rep
    33682253
    Citazione Originariamente Scritto da leiris Visualizza Messaggio
    Qualcuno qui dentro sa ancora farsi una risata. Mi fa piacere perché la mia impressione è che tra collezionisti da stadio, incapacità totale non dico a condividere, ma almeno ascoltare un’opinione difforme, il malcelato tentativo di spingere a fini commerciali artisti di bottega, telecronache in diretta di emuli catodici...è dura sperare di condividere una passione. Senza contare annunci di mirabolanti quanto velleitarie azioni legali, per non dire di metafisici decessi in diretta...eppoi ci si chiede perché i migliori se ne sono andati!
    Han fatto bene!!!
    Uno degli Interventi migliori delle ultime settimane. In poche righe hai sintetizzato quello che succede qua ed altrove. Fantastico!!!

Accedi