Asta Martini Studio d'arte. Parte II - Pagina 101
Corsa al vaccino con sponda filantropica di Bill Gates. I numeri dell’ascesa delle tedesche BioNTech e CureVac
La corsa per un vaccino contro il coronavirus si gioca nei laboratori di tutto il mondo così come a Wall Street cavalcando l’ascesa delle realtà biotech. C’è però chi ha …
Cashback di Natale: dall’App IO allo Spid, ecco cosa fare per arrivare pronti all’appuntamento
Conto alla rovescia per l’avvio dell’operazione extra cashback di Natale che permetterà di recuperare fino a 150 euro degli acquisti effettuati nell’ultimo mese dell’anno. Quello che molti hanno ribattezzato il …
Posizioni nette corte: Leonardo e Saipem dominano la classifica dei titoli più shortati di Piazza Affari
Dall?ultimo aggiornamento disponibile di Consob sulle posizioni nette corte (PNC) si apprende che il titolo più shortato a Piazza Affari è Leonardo con 5 posizioni short aperte per una quota pari al …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1001
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,549
    Mentioned
    69 Post(s)
    Quoted
    493 Post(s)
    Potenza rep
    21100552
    Citazione Originariamente Scritto da pozzi55 Visualizza Messaggio

    Non pensavo fosse tutto così “nebuloso”
    In poche parole, se l’opera farà gara non capiremo mai se sarà tutto reale o finzione
    Vado avanti

    Perché secondo Te qui dicono di CONTROLLARE i pagamenti del dds risultanti in SIAE?

    Per verificare se sono stati bravi?

    Per questo c'è il vademecum:

    https://www.siae.it/sites/default/fi...emecum_DDS.pdf


    Ma alle volte la vendita non si perfeziona, vale a dire (sempre per semplificazione) che a comperare è il venditore

    E allora immagina: il tal artista fa il "botto". E nelle aste seguenti i collezionisti, memori del "record"..... Bolle

    Ecco.... su questo punto non sono ben informata. In duplice senso. Che mi sono sempre fatta i cavoli miei (questo nel bene e nel male è un mio modus vivendi) e non ho mai controllato la SIAE, e che comunque sarei stata troppo pigra per attivarmi. In astratto io credo (senza però averci studiato su, perché sono pigra pure in quello ) che certe "manovre" integrino veri e propri reati contro il libero mercato e la concorrenza. Alla faccia della trasparenza dei prezzi. E bisognerebbe segnalare, laddove sia mancante il riscontro SIAE

  2. #1002
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,549
    Mentioned
    69 Post(s)
    Quoted
    493 Post(s)
    Potenza rep
    21100552
    Che poi (poi termino ) è controverso tra gli stessi collezionisti questo concetto.

    Si parla anche tanto di Galleristi che devono "difendere" il lavoro dei loro Artisti, con ciò intendendo pure la loro difesa in asta.

    E un'ultima considerazione: che riguarda gli Artisti i cui lavori hanno prezzi contenuti in un'ampia forchetta. La chiave si risolve in "consapevolezza", anzitutto del fatto di quello che vado a comperare, e probabilmente se sto sul basso non sto comperando un investimento (passatemi i termini), ma qualcosa che mi piace, che ha Storia.... o quel che volete di positivo.

    E consapevolezza anche del fatto che se sto giocando al rilancio con il banco, so il mio budget, e so fino a che punto mi conviene

  3. #1003
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,549
    Mentioned
    69 Post(s)
    Quoted
    493 Post(s)
    Potenza rep
    21100552
    Citazione Originariamente Scritto da Cento Arte Visualizza Messaggio
    La siae si paga anche se l'acquirente è straniero. Tutti gli operatori del settore dovrebbero pagarla, anche perché le eventuali sanzioni sono molto pesanti. Fatti un giro sul sito e capirai molte cose. Tanti risultati sbandierati ai quattro venti dove non trovi traccia.
    Grassetto: appunto. E sono quei "risultati" dove le vendite non si sono perfezionate, invero perché non c'è stata alcuna vendita

    E torniamo sempre al punto della difesa, e di quel che (almeno io) ne penso. Una Galleria che vede un suo Artista mandato allo sbaraglio (mentre magari si sta attivando per lavorare e promuoverlo), fa bene a comprarlo in determinati casi, soprattutto se rischia l'invenduto. Perché ci crede, e ci investe anche. Ma è una vendita "regolare", che si perfeziona. Questa è la difesa lecita, credo anche per il mercato

    Edit: poi c'è il rovescio della medaglia, di cui parlavo non troppo tempo fa con un amico senza dubbio più esperto di me
    Ed è il fatto che - mediamente - la case d'asta privilegiano i rapporti con le Gallerie. Il che nel discorso può significare parecchio.
    Ultima modifica di techne; 28-08-20 alle 14:24

  4. #1004

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,959
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    3219 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da techne Visualizza Messaggio
    Grassetto: appunto. E sono quei "risultati" dove le vendite non si sono perfezionate, invero perché non c'è stata alcuna vendita

    E torniamo sempre al punto della difesa, e di quel che (almeno io) ne penso. Una Galleria che vede un suo Artista mandato allo sbaraglio (mentre magari si sta attivando per lavorare e promuoverlo), fa bene a comprarlo in determinati casi, soprattutto se rischia l'invenduto. Perché ci crede, e ci investe anche. Ma è una vendita "regolare", che si perfeziona. Questa è la difesa lecita, credo anche per il mercato
    Questa è la teoria. Nella pratica sono ben pochi, per non dire che non ce n'è mezzo, di galleristi che per difendere il loro artista "comprano" opere messe in asta da altre persone. Nessuno è disposto a un tale sacrificio che sarebbe fine a se stesso e che darebbe comunque scarsi risultati perchè subito dopo spunterebbero come i funghi in ogni asta altre opere da difendere. Un gallerista se compra un'opera di un suo artista è perchè quell'opera l'ha messa apposta in asta lui (non è nemmeno difficile capire quando ciò succede, basta solo un po' di occhio e di pratica). Così, investendo 'solo' i diritti d'asta (molto spesso per queste operazioni, se concordate, le commissioni sono praticamente azzerate) le fa fare il risultato eclatante che servirà da traino alle sue vendite alle fiere, in Tv o in galleria.

    P.S. Dopo anni e anni di frequentazioni si capisce che il mondo delle aste è tutt'altro che lineare e trasparente. Prima si beve tutto, come leggiamo anche qui.

  5. #1005
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,549
    Mentioned
    69 Post(s)
    Quoted
    493 Post(s)
    Potenza rep
    21100552
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    Questa è la teoria. Nella pratica sono ben pochi, per non dire che non ce n'è mezzo, di galleristi che per difendere il loro artista "comprano" opere messe in asta da altre persone. Nessuno è disposto a un tale sacrificio che sarebbe fine a se stesso e che darebbe comunque scarsi risultati perchè subito dopo spunterebbero come i funghi in ogni asta altre opere da difendere. Un gallerista se compra un'opera di un suo artista è perchè quell'opera l'ha messa lui in asta (non è nemmeno difficile capire quando ciò succede, basta solo un po' di occhio e di pratica). Così, investendo 'solo' i diritti d'asta (molto spesso per queste operazioni, se concordate, le commissioni sono praticamente azzerate) le fa fare il risultato eclatante che servirà da traino alle sue vendite alle fiere, in Tv o in galleria.

    P.S. Dopo anni e anni di frequentazioni si capisce che il mondo delle aste è tutt'altro che lineare e trasparente
    Ho anche editato il mio messaggio di cui sopra

    Aspettavo un Tuo intervento.

    Vedi, sarò anche ingenua per molti versi, e pure come si suol dire fuori dal tunnel, nel bene e nel male. Mi ricordo di quando parlammo (proprio noi due) del fatto che se ti trovi a vendere un quadro, devi ringraziare il cielo se il Gallerista ti ridà il 50% di quello a cui lo hai comprato DA LUI. Per me non è un Gallerista serio. Credo dica molto di come la penso. E ricordo anche che Tu dicesti che questo può andar bene solo per i capolavori. Per me un Gallerista che ti offre la metà non è un Gallerista, ma è quello che solitamente Tu chiami mercante.

    P.S. Sono ingenua, ma non al punto da non sapere che sul grassetto molto spesso va proprio come dici Tu. Sono situazioni che andrebbero sanzionate, a mio parere

  6. #1006

    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    8,959
    Mentioned
    134 Post(s)
    Quoted
    3219 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da techne Visualizza Messaggio
    Ho anche editato il mio messaggio di cui sopra

    Aspettavo un Tuo intervento.

    Vedi, sarò anche ingenua per molti versi, e pure come si suol dire fuori dal tunnel, nel bene e nel male. Mi ricordo di quando parlammo (proprio noi due) del fatto che se ti trovi a vendere un quadro, devi ringraziare il cielo se il Gallerista ti ridà il 50% di quello a cui lo hai comprato DA LUI. Per me non è un Gallerista serio. Credo dica molto di come la penso. E ricordo anche che Tu dicesti che questo può andar bene solo per i capolavori. Per me un Gallerista che ti offre la metà non è un Gallerista, ma è quello che solitamente Tu chiami mercante.

    P.S. Sono ingenua, ma non al punto da non sapere che sul grassetto molto spesso va proprio come dici Tu. Sono situazioni che andrebbero sanzionate, a mio parere
    Eh già! Questo è l'ambientino. Tutto perfettamente studiato per incastrare i poco esperti.
    A me piace pensare che il Fol serva a far aprire gli occhi: a volte sembra riuscirci, poi però i soliti discorsi ingenui, o forse fintamente ingenui (chi può saperlo?), si ripresentano di continuo.

  7. #1007
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,549
    Mentioned
    69 Post(s)
    Quoted
    493 Post(s)
    Potenza rep
    21100552
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    Eh già! Questo è l'ambientino. Tutto perfettamente studiato per incastrare i poco esperti.
    A me piace pensare che il Fol serva a far aprire gli occhi: a volte sembra riuscirci, poi però i soliti discorsi ingenui, o forse fintamente ingenui (chi può saperlo?), si ripresentano di continuo.
    Si.

    Poi io sono abbastanza abituata a guardare le cose con gli occhi della mia convenienza, per dire che comunque non sono propensa a gridare sempre e comunque al complotto. Comunque sono cose che, quando scoperte, pongono non poche domande. E la risposta è sempre una - gira che ti rigira - ed è quella che a farsi questi problemi c'è da evitare di comprare. Altrimenti lo si fa per passione, si cerca di guardare un pò a tutto, senza portare alla esasperazione questo tipo di realtà. Sapendo che però purtroppo esistono. E poi comunque mi piace pensare che siano solo una parte della realtà, e che ve ne sia anche una più "pulita", perché sono anche una inguaribile ottimista....

    Alleggerisco un pò, in realtà credo che sia un mondo vario

  8. #1008
    L'avatar di Heimat
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    1,955
    Mentioned
    11 Post(s)
    Quoted
    306 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Alleggerisco un pò, in realtà credo che sia un mondo vario [/QUOTE]

    e avariato.

  9. #1009
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,549
    Mentioned
    69 Post(s)
    Quoted
    493 Post(s)
    Potenza rep
    21100552
    Citazione Originariamente Scritto da Heimat Visualizza Messaggio

    e avariato.
    Anche, ma come tutto il mondo.... non tutto

    Spiego meglio: non è che tutto quello che passa in asta è frutto di un piano per fregare i collezionisti. Che poi molto spesso ci si frega da soli

    Resto sempre dell'idea che chi vuole collezionare lo faccia con il suo gusto, la sua sensibilità, le sue preferenze, possibilmente parecchio studio (ma anche qui, credo che alla fine una collezione debba rispecchiare chi la possiede). Poi il resto... boh
    A nessuno piace buttar via soldi, se proprio occorre farlo, l'importante (l'ho già detto) è riuscire a dormirci su comunque.

    (Potrebbe a questo punto intervenire @Alessandro Celli a parlare degli Archivi, e convertiamo l'intero forum in un forum di semplici appassionati )
    Ultima modifica di techne; 28-08-20 alle 16:43

  10. #1010

    Data Registrazione
    Sep 2017
    Messaggi
    1,791
    Mentioned
    23 Post(s)
    Quoted
    783 Post(s)
    Potenza rep
    24809354
    Citazione Originariamente Scritto da accipicchia Visualizza Messaggio
    Questa è la teoria. Nella pratica sono ben pochi, per non dire che non ce n'è mezzo, di galleristi che per difendere il loro artista "comprano" opere messe in asta da altre persone. Nessuno è disposto a un tale sacrificio che sarebbe fine a se stesso e che darebbe comunque scarsi risultati perchè subito dopo spunterebbero come i funghi in ogni asta altre opere da difendere. Un gallerista se compra un'opera di un suo artista è perchè quell'opera l'ha messa apposta in asta lui (non è nemmeno difficile capire quando ciò succede, basta solo un po' di occhio e di pratica). Così, investendo 'solo' i diritti d'asta (molto spesso per queste operazioni, se concordate, le commissioni sono praticamente azzerate) le fa fare il risultato eclatante che servirà da traino alle sue vendite alle fiere, in Tv o in galleria.

    P.S. Dopo anni e anni di frequentazioni si capisce che il mondo delle aste è tutt'altro che lineare e trasparente. Prima si beve tutto, come leggiamo anche qui.

    Esiste oggi un mondo che sia lineare e trasparente?

Accedi