Christo Parte II - Pagina 195
Vietnam e Arabia alla guida dei VARPS. Focus su cinque paesi decorrelati dai mercati emergenti principali
Di seguito pubblichiamo il commento a cura di Tim Love, Investment Director responsabile delle strategie azionarie dei paesi emergenti di GAM Nel 2016 abbiamo identificato cinque mercati chiave all’interno dell’universo …
Mps-UniCredit: da Stato aumento capitale per il Monte fino a 7 miliardi? Intanto arrivano rumor pro-banche su proroga dote fiscale
Mps-UniCredit, lo Stato dovrà versare di tasca sua (nostra) fino a 5-7 miliardi di euro per favorire la cessione del Monte dei Paschi al gruppo di Andrea Orcel? Sembrerebbe così, …
L’Intelligenza Artificiale va controcorrente, ecco i tre mercati con più peso nell’ETF AI Powered
L’intelligenza artificiale guarda all’Estremo Oriente come migliore opportunità d’investimento del momento. L’ETF che segue i che punta ai titoli al di fuori degli Stati Uniti sta accumulando azioni giapponesi e …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1941
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,384
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    162 Post(s)
    Quoted
    4546 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Il tema “costo Vs valore” è sempre fondamentale.

    Ma se il costo di un artista o di un’opera siamo quasi tutti più o meno in grado di ricavarlo, il valore è sempre in parte oggettivo e in parte soggettivo.

    Per esempio, nonostante la storia dell’arte, se a uno soggettivamente un artista non piace, tenderà a non dargli un grande valore, a prescindere dal costo.

    Ci sono artisti di grande valore costati due lire per decenni e la maggioranza dei collezionisti li riteneva addirittura sopravvalutati.

    Dunque, l’operazione “filosofica” di riuscire a percepire il reale valore di un artista, ovvero il suo peso specifico, non è per nulla scontata.

    Non a caso la maggioranza degli appassionati e anche collezionisti si rende conto della dimensione valoriale di un artista quando inizia a costare molto.
    In termini collezionistici, quando il treno è passato.

    Christo è sempre stato un gigante. Ma un gigante gigante.
    Il suo contributo alla storia dell’arte è fondamentale e nel tempo sarà qualcosa il cui impatto si comprenderà sempre più.

    Il mercato: fino al 2020 il mercato di Christo lo ha fatto Christo, con le sue forze, senza contratti con gallerie per rispettare il proprio principio di libertà.
    In questo modo sicuramente non ha beneficiato di valorizzazioni di mercato o inclusioni in alcuni contesti, proprio per una scelta.
    Nessuna galleria ha fino ad oggi potuto fare un lavoro su Christo.
    Ora staremo a vedere cosa succede, perché le possibilità di valorizzazione - anche in termini di mercato - iniziano realmente adesso.

  2. #1942
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,358
    Mentioned
    199 Post(s)
    Quoted
    7998 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Circa un anno fa Stéphane Distinguin propose al governo francese di vendere la Gioconda
    “Vendiamo il gioiello di famiglia, per finanziare il rilancio di un mondo della cultura che altrimenti rischia di non sopravvivere al coronavirus”.

    Come la stimò?
    “Cediamola per almeno 50 miliardi di euro”

    “Possiamo stimare che la Gioconda frutti al Louvre e indirettamente all’economia francese (tra merchandising, alberghi e biglietti aerei) grosso modo tre miliardi di euro l’anno. Cinquanta miliardi mi pare ragionevole”

    .... detto ciò, va anche considerato che le sue installazioni non hanno mai toccato il mondo orientale. Nel mercato asiatico, le sue opere sono ancora poco apprezzate. Ed è un mercato che conta
    Solo 5 musei asiatici hanno nella propria collezione delle opere di Christo.

    Ovviamente anche per me è stato un gigante nella storia dell'arte ma meglio sempre pesare tutte le sfaccettature
    Immagini Allegate Immagini Allegate Christo Parte II-1.jpg 
    Ultima modifica di Alessandro Celli; 10-09-21 alle 10:09

  3. #1943
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    10,384
    Blog Entries
    17
    Mentioned
    162 Post(s)
    Quoted
    4546 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    Circa un anno fa Stéphane Distinguin propose al governo francese di vendere la Gioconda
    “Vendiamo il gioiello di famiglia, per finanziare il rilancio di un mondo della cultura che altrimenti rischia di non sopravvivere al coronavirus”.

    Come la stimò?
    “Cediamola per almeno 50 miliardi di euro”

    “Possiamo stimare che la Gioconda frutti al Louvre e indirettamente all’economia francese (tra merchandising, alberghi e biglietti aerei) grosso modo tre miliardi di euro l’anno. Cinquanta miliardi mi pare ragionevole”
    Vabbè ma qui siamo alla follia più demenziale in tutto il ragionamento, di cui non salverei una singola parola, partendo dall’idea assurda della vendita fino alla valutazione e all’idea che uno Stato debba entrare nell’ottica di vendere uno dei più preziosi gioielli di famiglia per fare cassa.

    Gente che ragiona così non dovrebbe ricevere un millimetro di spazio perché poi nella mente di parte della popolazione si instaura l’idea che ciò abbia un senso. Follia pura.

    Oggi la Gioconda, domani il Colosseo, dopodomani l’intera Paese?
    Ecco, il livello è quello di Totò che vende la Fontana di Trevi, ma quello era un film comico...

  4. #1944
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    7,140
    Mentioned
    323 Post(s)
    Quoted
    3343 Post(s)
    Potenza rep
    42949680
    dopo la vendita della Gioconda ai francesi non rimane che la fuga dal paese.

  5. #1945
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,358
    Mentioned
    199 Post(s)
    Quoted
    7998 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da mmt Visualizza Messaggio
    dopo la vendita della Gioconda ai francesi non rimane che la fuga dal paese.
    sperando non arrivino qui

  6. #1946
    L'avatar di Loryred
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Messaggi
    4,984
    Mentioned
    102 Post(s)
    Quoted
    2609 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Christo sta godendo un periodo di particolare popolarità e la richiesta di opere/prezzi sostenuti credo siano la logica conseguenza. Questo non significa disconoscere l'assoluto valore dell'artista.

    Mi collocò a metà delle opinioni precedenti, ritengo Christo e JC una delle espressioni più interessanti e originali dell'arte contemporanea per molti aspetti, concezione visionaria e dell'effimero, progetto e realizzazione degli interventi con una continua sfida tecnica, livello di coinvolgimento e partecipazione, modalità di finanziamento.
    Gli elaborati progettuali sono opere d'arte nel senso "moderno" della definizione e rappresentano l'essenza del suo pensiero e della sua espressione. Diverso il valore e il peso storico di foto, alcuni multipli fino a gadget e memorabilia.

    Nella considerazione di Brixia se ho ben compreso leggo un interrogativo che anch'io mi sono posta. Finora il valore della sua produzione è stato "sostenuto" e ha beneficiato del traino dell'esperienza collettiva legata alle realizzazioni, venendo meno queste potrà calare anche l'interesse. Al netto di oscillazioni che possono riguardare tutti gli artisti non credo influirà sul collezionismo di livello al limite sulla popolarità presso il pubblico.

  7. #1947
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,358
    Mentioned
    199 Post(s)
    Quoted
    7998 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    hai fatto moooolto bene a citare Lei

    perché Lei è stata FONDAMENTALE
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Christo Parte II-13.jpg  

  8. #1948
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,358
    Mentioned
    199 Post(s)
    Quoted
    7998 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Nella considerazione di Brixia se ho ben compreso leggo un interrogativo che anch'io mi sono posta. Finora il valore della sua produzione è stato "sostenuto" e ha beneficiato del traino dell'esperienza collettiva legata alle realizzazioni, venendo meno queste potrà calare anche l'interesse. Al netto di oscillazioni che possono riguardare tutti gli artisti non credo influirà sul collezionismo di livello al limite sulla popolarità presso il pubblico.
    probabile non influisca
    ma la Loro arte erano le installazioni

  9. #1949

    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    361
    Mentioned
    37 Post(s)
    Quoted
    188 Post(s)
    Potenza rep
    9119018
    Citazione Originariamente Scritto da Loryred Visualizza Messaggio
    Christo sta godendo un periodo di particolare popolarità e la richiesta di opere/prezzi sostenuti credo siano la logica conseguenza. Questo non significa disconoscere l'assoluto valore dell'artista.

    Mi collocò a metà delle opinioni precedenti, ritengo Christo e JC una delle espressioni più interessanti e originali dell'arte contemporanea per molti aspetti, concezione visionaria e dell'effimero, progetto e realizzazione degli interventi con una continua sfida tecnica, livello di coinvolgimento e partecipazione, modalità di finanziamento.
    Gli elaborati progettuali sono opere d'arte nel senso "moderno" della definizione e rappresentano l'essenza del suo pensiero e della sua espressione. Diverso il valore e il peso storico di foto, alcuni multipli fino a gadget e memorabilia.

    Nella considerazione di Brixia se ho ben compreso leggo un interrogativo che anch'io mi sono posta. Finora il valore della sua produzione è stato "sostenuto" e ha beneficiato del traino dell'esperienza collettiva legata alle realizzazioni, venendo meno queste potrà calare anche l'interesse. Al netto di oscillazioni che possono riguardare tutti gli artisti non credo influirà sul collezionismo di livello al limite sulla popolarità presso il pubblico.
    Quello che dici è vero Lory, ma è anche vero, come sostenuto in precedenza da Biagio, che fino adesso nessuna grande galleria ha potuto fare grandi investimenti o speculazioni su Christo, proprio per il suo modo di gestire personalmente le opere e, conseguentemente, il mercato. La mia domanda è: ad oggi quanti artisti della grandezza ( riconosciuta in tutto il mondo ) di Christo hanno ancora prezzi relativamente contenuti e quindi suscettibili di grandi rivalutazioni? E' quindi assai probabile che qualche grande gallerista internazionale individui proprio in Christo e nei suoi progetti una grande fonte di guadagni futuri...

  10. #1950
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    32,358
    Mentioned
    199 Post(s)
    Quoted
    7998 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    Citazione Originariamente Scritto da getullio Visualizza Messaggio
    La mia domanda è: ad oggi quanti artisti della grandezza ( riconosciuta in tutto il mondo ) di Christo hanno ancora prezzi relativamente contenuti e quindi suscettibili di grandi rivalutazioni? E' quindi assai probabile che qualche grande gallerista internazionale individui proprio in Christo e nei suoi progetti una grande fonte di guadagni futuri...
    Ti ringrazio per aver intrapreso una riflessione stimolante.

    ieri avevo scritto "Sempre in netto contrasto con tanti altri calibri da novanta della storia dell’arte (e volendo del cosiddetto mercato che conta) Christo non ha mai avuto importanti gallerie di riferimento, tanto da gestirsi le vendite in maniera quasi autonoma."

    Ma a 'sto punto viene lecito chiedersi : l'autonomia delle vendite continuerà ad essere gestita qui:
    Christo and Jeanne-Claude

    visto che nelle FAQ riportano :
    where can i purchase an original art work by christo?
    To acquire original works of art, please contact Matthias Koddenberg for more information.


    oppure ci si potrà confrontare anche con mercanti come questo che lo ha sempre trattato?
    Christo at Guy Pieters Gallery
    BRAFA in the Galleries 2021: Guy Pieters Gallery pays tribute to Christo - YouTube

    E mi chiedo

    Se Biagio ci ha informato che :
    "L'attuale listino ufficiale, 2021, per un "baby" di Christo soggetto Arco di Trionfo 21x28 cm è di 150.000 euro."

    Vien da pensare (per lo meno al sottoscritto)
    se il listino cosiddetto "ufficiale" è dettato da Matthias Koddenberg ritengo ci sia ben poco da speculare
    (se invece il listino citato da Biagio è di qualche gallerista, allora il discorso potrebbe modificarsi)

    Come può un gallerista ritenere di poter trarre dei profitti quando se alla fonte lo deve pagare una paccata di quattrini, possa poi ancora rincarare?

    A meno che la
    Christo and Jeanne-Claude
    non si renda disponibile a chiudere degli accordi con i galleristi (cosa che a quanto pare Christo non faceva)
    ma dovrebbero comunque anche fare la piega e consentire di avere dei margini.

    Diversamente la vedo difficile, come operazione mercantile


    grazie per le riflessioni, la discussione è stimolante ______ un bel rebus quando un archivio o un artista gestisce in maniera indipendente le proprie vendite.
    O no?
    Immagini Allegate Immagini Allegate Christo Parte II-12.jpg 
    Ultima modifica di Alessandro Celli; 10-09-21 alle 23:05

Accedi