Christo Parte II - Pagina 129
Titolo Zoom resta sulla breccia a Wall Street, vaccini e valutazioni monstre con +600% Ytd non fanno paura. Test conti in arrivo
Con il 2020 che sta per volgere al termine è tempo di fare bilanci. Tra i grandi vincitori di questo anno segnato dalla pandemia Covid-19 senza dubbio si segnala Zoom, …
Corsa al vaccino con sponda filantropica di Bill Gates. I numeri dell’ascesa delle tedesche BioNTech e CureVac
La corsa per un vaccino contro il coronavirus si gioca nei laboratori di tutto il mondo così come a Wall Street cavalcando l’ascesa delle realtà biotech. C’è però chi ha …
Cashback di Natale: dall’App IO allo Spid, ecco cosa fare per arrivare pronti all’appuntamento
Conto alla rovescia per l’avvio dell’operazione extra cashback di Natale che permetterà di recuperare fino a 150 euro degli acquisti effettuati nell’ultimo mese dell’anno. Quello che molti hanno ribattezzato il …
Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Tutte le notizie

  1. #1281
    L'avatar di mmt
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    6,348
    Mentioned
    289 Post(s)
    Quoted
    2907 Post(s)
    Potenza rep
    42949679

  2. #1282
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,256
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    140 Post(s)
    Quoted
    4038 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Quest'opera segnalata da @Ale da de Vuyst mi sembra un'occasione interesssante sia per il soggetto Reichstag che per la completezza dell'opera, visto che in un "baby" è riuscito a metterci sia la mappa che il campione di tessuto argenteo.
    La base è invitante!

    Christo Parte II-screenshot_2020-09-14-buy-sell-fine-art-de-vuyst-auction-house-exhibitions-old-maste.jpg

    Citazione Originariamente Scritto da getullio Visualizza Messaggio
    Il 17 settembre da Doyle passa un Pont Neuf 84 X 71 (in due parti) dell' 1982 con stima 80 -- 120.000 dollari. Mi sembra una bella opera.
    Opera molto bella @get, indiscutibilmente un pezzo da grandissima Collezione.
    Chi ha queste possibilità di budget si potrebbe portare a casa una delle opere dei soggetti più rappresentativi e ricercati di Christo, il Pont Neuf.

    Sarà molto interessante seguire l'aggiudicazione di un'opera con queste caratteristiche, perchè anche se è in una casa d'aste minore, potrebbe dare qualche indicazione.
    Con i diritti non credo farà meno dei 120k USD indicati alla stima massima, e secondo me a quella cifra sarebbe comprato molto bene.
    Chiaramente poi dall'Italia bisogna mettere in conto spedizione + assicurazione + IVA importazione.

    Christo Parte II-screenshot_2020-09-14-christo-jeanne-claude-doyle-auction-house.jpg

  3. #1283
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,256
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    140 Post(s)
    Quoted
    4038 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da techne Visualizza Messaggio
    Bello

    Mi ha dato modo di approfondire un poco una questione, che ha portato ben in luce la curatrice medesima. Partendo da Christo artista squattrinato che eseguiva ritratti (il primo - dipinto tradizionalmente - alla madre di Jeanne-Claude) allo sperimentatore (bellissimi i cratères). E tra l'altro, bellissimo il portrait de Jeanne-Claude di questo periodo.

    Beh, partendo da qui ho visto che tutto questo primo periodo della mostra (divisa "en deux parties") è incentrato su di lui. E che solamente - a dire della curatrice, sia pure implicito - dalla deuxième partie della mostra (con relativa periodizzazione, mi pare dal 1975 al 1985) la voce diviene plurale.
    Ciao @techne!
    Faccio qualche breve precisazione.

    - Il ritratto della madre di Jeanne Claude non è il primo eseguito in modo pittorico tradizionale da Christo. Christo si era fatto un nome come ritrattista nella borghesia parigina e in quella scia era arrivato a dipingere anche quel ritratto.
    Tra l'altro fu proprio in quella situazione che conobbe Jeanne Claude.
    Può essere che sia presentato in mostra come primo ritratto nel percorso espositivo, ma non è il primo da lui eseguito.
    Nella medesima circostanza fu dipinto anche un secondo ritratto della madre di JC in stile post-cubista, ma non lo vedo nel filmato quindi può essere che non sia in mostra.

    -----------

    - Divisione "en deux parities" della mostra: la divisione in due parti non è tra lavoro di Christo e lavoro "a due voci".
    La mostra si intitola "Christo et Jeanne-Claude - PARIS!" e il tema è quindi l'attività artistica svolta a Parigi.

    La prima parte include quindi i lavori eseguiti fino al 1964, anno del trasferimento della coppia a New York.
    E' vero che la maggior parte delle opere esposte in questa prima parte sono quelle del solo Christo, trattandosi principalmente di sculture (barili e impacchettamenti), ma già ci sono opere collaborative di larga scala come ad esempio gli Store Fronts e la Iron Curtain di rue Visconti.

    La seconda parte è dedicata in gran parte al Pont Neuf, e le date 1975 e 1985 corrispondono alla data di concepimento e a quella di realizzazione dell'impacchettamento.

    Inoltre c'è una "terra di mezzo" che ripercorre le loro principali realizzazioni con un'opera per ogni progetto e credo ci sia qualche "preview" dedicata all'Arco di Trionfo, che non si vede nel video.

    -----------

    - Per quanto riguarda la "firma congiunta del duo artistico", è del tutto errato quanto riportato nell'articolo citato da Artribune che scrive "Dal 1994 i progetti di Christo verranno firmati Christo e Jeanne-Claude .... Il primo lavoro co-firmato è il muscolare Wrapped Reichstag di Berlino ".
    La firma congiunta risale ufficialmente almeno al 1972!!!
    Ossia dalla realizzazione della Valley Curtain.

    Non so la data esatta dell'ufficializzazione della "firma congiunta" (ma appunto nel 1972 risulta cmq congiunta ufficialmente), ma certamente il lavoro a due mani è rintracciabile nella Wrapped Coast del 1969, che oggi ha firma congiunta ma potrebbe essere che nel 1969 pur essendo un "duo artistico de facto", l'opera sia stata presentata in quel momento sotto il nome di Christo, idem per gli Store Front del 1964 o per la Iron Curtain del 1961 (anche questa oggi chiaramente risulta a firma congiunta, ma magari nel 1961 compariva il solo Christo).
    Quindi per alcuni "early works" c'è stato - già nei primi anni '70 - un riconoscimento ufficiale della firma congiunta ex-post.

  4. #1284
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,559
    Mentioned
    71 Post(s)
    Quoted
    497 Post(s)
    Potenza rep
    21100552
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    Ciao @techne!
    Faccio qualche breve precisazione.

    - Il ritratto della madre di Jeanne Claude non è il primo eseguito in modo pittorico tradizionale da Christo. Christo si era fatto un nome come ritrattista nella borghesia parigina e in quella scia era arrivato a dipingere anche quel ritratto.
    Tra l'altro fu proprio in quella situazione che conobbe Jeanne Claude.
    Può essere che sia presentato in mostra come primo ritratto nel percorso espositivo, ma non è il primo da lui eseguito.
    Nella medesima circostanza fu dipinto anche un secondo ritratto della madre di JC in stile post-cubista, ma non lo vedo nel filmato quindi può essere che non sia in mostra.

    -----------

    - Divisione "en deux parities" della mostra: la divisione in due parti non è tra lavoro di Christo e lavoro "a due voci".
    La mostra si intitola "Christo et Jeanne-Claude - PARIS!" e il tema è quindi l'attività artistica svolta a Parigi.

    La prima parte include quindi i lavori eseguiti fino al 1964, anno del trasferimento della coppia a New York.
    E' vero che la maggior parte delle opere esposte in questa prima parte sono quelle del solo Christo, trattandosi principalmente di sculture (barili e impacchettamenti), ma già ci sono opere collaborative di larga scala come ad esempio gli Store Fronts e la Iron Curtain di rue Visconti.

    La seconda parte è dedicata in gran parte al Pont Neuf, e le date 1975 e 1985 corrispondono alla data di concepimento e a quella di realizzazione dell'impacchettamento.

    Inoltre c'è una "terra di mezzo" che ripercorre le loro principali realizzazioni con un'opera per ogni progetto e credo ci sia qualche "preview" dedicata all'Arco di Trionfo, che non si vede nel video.

    -----------

    - Per quanto riguarda la "firma congiunta del duo artistico", è del tutto errato quanto riportato nell'articolo citato da Artribune che scrive "Dal 1994 i progetti di Christo verranno firmati Christo e Jeanne-Claude .... Il primo lavoro co-firmato è il muscolare Wrapped Reichstag di Berlino ".
    La firma congiunta risale ufficialmente almeno al 1972!!!
    Ossia dalla realizzazione della Valley Curtain.

    Non so la data esatta dell'ufficializzazione della "firma congiunta" (ma appunto nel 1972 risulta cmq congiunta ufficialmente), ma certamente il lavoro a due mani è rintracciabile nella Wrapped Coast del 1969, che oggi ha firma congiunta ma potrebbe essere che nel 1969 pur essendo un "duo artistico de facto", l'opera sia stata presentata in quel momento sotto il nome di Christo, idem per gli Store Front del 1964 o per la Iron Curtain del 1961 (anche questa oggi chiaramente risulta a firma congiunta, ma magari nel 1961 compariva il solo Christo).
    Quindi per alcuni "early works" c'è stato - già nei primi anni '70 - un riconoscimento ufficiale della firma congiunta ex-post.
    Ciao Biagio

    Allora, sul fatto che quel ritratto non fosse il primo in assoluto (ma della mostra), forse non mi sono ben espressa, ma è quello che intendevo. Giunse a Parigi squattrinato, e fece ritratti. Il primo era nel senso del primo della mostra.

    Sulla curatrice, avevo inteso che parlasse dei periodi "parigini" di Christo. Solo che dans la première partie parla dell'Artista al singolare, mentre solo dalla deuxième parla di entrambi. Almeno ascoltando ho capito così. Facci caso (Edit: il che peraltro corrisponderebbe con quanto dici tu, almeno grossomodo.... oggi con date e affini sono più fusa del solito )

    Sulle datazioni in generale, e su quello che si legge.... è proprio vero che bisogna prendere il contenuto sempre con riserva di verifica. Grazie per le precisazioni
    Ultima modifica di techne; 14-09-20 alle 22:19

  5. #1285
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,256
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    140 Post(s)
    Quoted
    4038 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Ciao Techne!

    Si, in effetti uno si aspetterebbe di leggere cose abbastanza precise sulla stampa, ma ahimè spesso non è così. Il rischio di prendere per buone cose non vere lette sui giornali o viste in tv o tradotte male è sempre più frequente, anche per il costante degrado dell’informazione (su tutti gli argomenti e in tutti i settori).

    Forse vale la pena di esplicitare il fatto che tutte le grandi installazioni sono “a firma congiunta” di Christo e Jeanne Claude mentre le sculture impacchettate, i barili, i disegni/collages ecc sono opere di Christo.

  6. #1286
    L'avatar di techne
    Data Registrazione
    May 2018
    Messaggi
    1,559
    Mentioned
    71 Post(s)
    Quoted
    497 Post(s)
    Potenza rep
    21100552
    Citazione Originariamente Scritto da Biagio.tv Visualizza Messaggio
    Ciao Techne!

    Si, in effetti uno si aspetterebbe di leggere cose abbastanza precise sulla stampa, ma ahimè spesso non è così. Il rischio di prendere per buone cose non vere lette sui giornali o viste in tv o tradotte male è sempre più frequente, anche per il costante degrado dell’informazione (su tutti gli argomenti e in tutti i settori).

    Forse vale la pena di esplicitare il fatto che tutte le grandi installazioni sono “a firma congiunta” di Christo e Jeanne Claude mentre le sculture impacchettate, i barili, i disegni/collages ecc sono opere di Christo.
    Primo grassetto: credo sia (anche) l'altra faccia della medaglia della pluralità - e direi anche della quasi istantaneità - di quella che è l'informazione oggi

    Il secondo grassetto smentisce (in parte) quanto sopra, perché alla fine per una informazione corretta sarebbe sufficiente fornire i fatti oggettivi. Il che però richiede paradossalmente studio, e un pò di calma. E' certamente più facile (nel senso che fa senz'altro più presa) buttar lì dati un pò a caso (alla meglio), e costruire un articolo sulla base di considerazioni che a quel punto non possono che essere fuorvianti. Distorte dalla mancata aderenza dei fatti sottesi.

    Ma si sa che la realtà in cui siamo immersi (tutti, chi più chi meno) è una realtà che a volte va persino nella direzione opposta rispetto alla (ben più verificabile anche se talvolta con fatica, o con oggettiva impossibilità da parte di chi riceve informazioni) verosimiglianza dei fatti. Penso anche alle balle che ci somministrano con i telegiornali, dove basta un'immagine e il gioco è quasi fatto, a volerlo fare. Ma anche il titolo di un articolo a volte per me è indicativo di dove vuol andare a parare chi lo scrive, e spesso il risultato secondo me è ben lontano dalla realtà più autentica

    Poi alle volte (anche qui) capita chi su quelle questioni ha studiato e dice semplicemente "guarda che non è così" , e ti porta i fatti

  7. #1287
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,256
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    140 Post(s)
    Quoted
    4038 Post(s)
    Potenza rep
    42949679

  8. #1288
    L'avatar di Alessandro Celli
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    30,579
    Mentioned
    186 Post(s)
    Quoted
    7105 Post(s)
    Potenza rep
    42949684
    altra carne sul fuoco

    Christo & Jean …

    Exhibited:
    Mexico City, UNESCO World Conference on Cultural Policies, 1982
    Immagini Allegate Immagini Allegate Christo Parte II-christo-jean-claude_1599263797_8053.jpg 

  9. #1289
    L'avatar di Biagio.tv
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    9,256
    Blog Entries
    15
    Mentioned
    140 Post(s)
    Quoted
    4038 Post(s)
    Potenza rep
    42949679
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    altra carne sul fuoco

    Christo & Jean …

    Exhibited:
    Mexico City, UNESCO World Conference on Cultural Policies, 1982
    Nei database spesso i nomi sono sovrapposti e anche in alcune aste.

    Ma nel caso delle sculture e dei disegni la controprova è palese ed immediata: basta guardare la firma sull’opera: Christo

  10. #1290

    Data Registrazione
    Apr 2012
    Messaggi
    282
    Mentioned
    35 Post(s)
    Quoted
    142 Post(s)
    Potenza rep
    7401029
    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro Celli Visualizza Messaggio
    altra carne sul fuoco

    Christo & Jean …

    Exhibited:
    Mexico City, UNESCO World Conference on Cultural Policies, 1982
    passava in asta oggi. Sapete come è andata?

Accedi